Restate in Cristu

463 restanu in Cristu U gran scrittore Mark Twain hà scrittu una storia interessante. Disse chì un ghjornu quandu u rè è a regina di una terra luntana purtonu a casa à u spitali reale u so chjucu principe, u so carru hè cascatu in u carru di un poviru mendicciu. In u umile veiculu, u poviru purtò a so moglia è un criaturu criatu da a casa di a partera à a so casa. In a cunfusione di l'azzione, e duie coppie anu scambiatu accidentalmente i zitelli è cusì u picculu principe hè ghjuntu in casa di u principiante per esse alzatu da ellu è a so moglia.

Quandu u zitellu hè statu crisciutu, era ubligatu à surti in carrughju è dumandà di manghjà. Senza sapienti, era in fatti e so strade in cui piddava, postu chì apparteneva à u so veru babbu, u rè. Di ghjornu in ghjornu, era andatu à u castellu è fighjò a fucina di ferru à u zitellu chì ghjucava quì è si disse: "Solu solu eru un prìncipe". Di sicuru, era un principe! U zitellu hà campatu una vita di miseria perchè ùn sapia micca quellu chì era veramente, solu perchè ùn sapia micca quale era u so babbu.

Ma questu si applica ancu à parechji cristiani! Hè faciule passà a vita senza cunnosce a vostra identità. Alcuni di noi ùn anu mai pigliatu u tempu di truvà "à chì appartene". Dapoi u ghjornu chì noi sò nati spiritually, semu avà figlioli è figliole di u Rè di Re è Signore di i Signori! Semu eredi reale. Quantu triste quandu cunsideremu chì vivemu spessu in una povertà spirituale imposta da sè stessu è resistere a ricchezza di a grazia meravigliosa di Diu. Questa ricchezza ci hè ch'è no cunvinciemu sì o micca. Parechji credenti sò, in certa misura, "increduli" quandu si tratta di piglià a parolla di Diu quandu ci dice quale simu in Ghjesù.

U mumentu chì ci simu ghjunti à crede, Diu ci ha datu tuttu ciò chì ci vole per vive una vita cristiana. Ghjesù hà prumessu di invià i so discepuli un "aiutu". "Ma quandu u Cunfortante [aiutatore] à quale ti manderà da u Babbu vene, u Spìritu di Verità chì vene da u Babbu, ellu hà da testimoniu di mè. È voi vi sò ancu i mo testimoni, perchè tù state cun mè da u principiu » (Ghjuvanni 15,26: 27).

Ghjesù hà parlatu à i so discìpuli nantu à u sicretu di una vita spirituale cunvertita: "Sò a vigna, sì i rami. Quellu chì stà in mè è eiu in ellu porta assai frutti; perchè senza mè ùn si pò fà nunda » (Ghjuvanni 15,5). A nostra permanenza in Cristu, u so allughjatu in noi è a venuta di u Spìritu Santu sò intimamente assuciati. Ùn pudemu micca veramente stà in Cristu senza caminari in u Spìritu. Se ùn ci hè micca camminendu, ùn ci hè micca stà. Allughjà significa chì qualcosa sempre hè. A nostra vita cristiana hà cuminciatu cù una volta è per tutte a dedicazione di a nostra vita à Cristu. Vivemu sta obbligazione à ghjornu.

A parolla "aiutu" (Parakletos grecu) significa "abbandunatu per aiutà". Si riferisce à qualchissia chì vene à a salvezza in tribunale. Sia Ghjesù è u Spìritu Santu insegnanu a verità, stà cù i discìpuli, è testimonienu. L'aiutatore ùn hè micca solu essenzalmente cum'è Ghjesù, ma ancu agisce cum'è Ghjesù. U Spìritu Santu hè a prisenza constante di Ghjesù in noi credenti.

U Paracletu hè a cunnessione diretta trà Ghjesù è i so discìpuli in ogni generazione. U cunsuladore, l'incoragiatore o l'aiutu resta o ferma tutti i credenti. Ci porta à a verità di u mondu di Diu. Ghjesù hà dettu: "Ma quandu u Spìritu di a Verità vene, Ellu vi guidarà à tutta a Verità. Perchè ùn parlarà micca di ellu stessu; ma ciò chì sente, parlarà, è ciò chì hè in l’avvene, li annunziarà » (Ghjuvanni 16,13). Ellu ci porta sempre à Cristu. «Mi glurificherà; perchè ellu lu pigliarà da u mio è vi pridicà. Tuttu u babbu hè u me. Hè per quessa chì aghju dettu: L'hà da piglià da a mea è vi pridicà » (Ghjuvanni 16,14: 15). U Spìritu Santu ùn glorifica mai sè stessu, Ùn cerca micca a so propria gloria. Ellu vole solu glurificà à Cristu è à Diu u Patre. Ogni muvimentu religioso chì glurifica u Spìritu invece di Cristu ùn hè micca in ligna cù l'insignamenti di Ghjesù nantu à u Spìritu Santu.

Ciò chì u Spìritu Santu insegna serà sempre in piena armunia cù Ghjesù. Ùn avrà micca cuntradisce o scambià nunda chì u nostru Salvatore hà amparatu. U Spìritu Santu hè sempre centratu in Cristu. Ghjesù è u Spìritu Santu sò sempre d'accordu perfettamente.

L'entrata in u regnu di Diu ùn hè micca dovutu à i nostri megliu sforzi, ma hè necessariu una vita completamente diversa. Avemu da nasce spirituale. Hè un novu principiu, una nova nascita. Hè libera di a vita antica. Hè l'opera di u Spìritu Santu in noi. Nè per mezu di a nostra propria forza nè di mezu à a nostra propria intelligenza ùn pudemu stabilisce una relazione ghjusta cù Diu. Entriamu in a famiglia di Diu quandu u Spìritu di Diu ne rinnova fondamentalmente. Senza quessa ùn ci hè un Cristianesimu. U Spìritu Santu aiuta cù a vita spirituale. Ùn principià micca cù un tentativu umanu disperatu di fà voi stessu. Ùn hà nunda di fà cù u meritu persunale. Ùn ci turmentemu micca di noi. Ùn pudemu micca guadagnà u favore di Diu. Chì privilegiu di pudè predicà l'evangelu di Ghjesù Cristu. Simu annunziate ciò chì Diu hà digià fattu in Cristu. U Spìritu Santu hè u Spìritu di a Verità, è hè venutu à revelà Ghjesù cum'è a Via, a Verità è a Vita. Semu maravigliosi benedetti! Diu hè per noi, cun noi è travaglia per noi.

di Santiago Lange


in pdfRestate in Cristu