U miraculu di a rinascita

418 u miraculu di u rinascimentu Semu nati per esse nati di novu. Sò sia u vostru destinu per sperimentà u più grande cambiamentu pussibule in a vita - una spirituale. Diu ci hà creatu per chì pudemu sparta in a so natura divina. U Novu Testamentu parla di sta natura divina cum'è un risolvitore chì sguassà a spesa di u peccatu umanu. È tutti avemu bisognu di questa purificazione spirituale perchè u peccatu hà pigliatu a purezza da tutti. Tutti semu tutti i stessi quadri chì anu messu terra nantu à elli dapoi seculi. Cum'è un capricciu hè incurvatu da un film multistrato di terra, i residui di a nostra peccata anu sbulicatu l'intenzione originale di l'artista omnipotente maestru.

Restaurazione di l'opera di arte

L'analogia cù a pittura brutta deve aiutà à capisce perchè avemu bisognu di purificazione spirituale è rinascita. Avemu avutu un famosu casu d'arti dannatu cù e rapprisentazione scenica di Michelangelo in u tettu di a Cappella Sistina in u Vaticanu in Roma. Michelangelo (1475-1564) cuminciò à disignà a Cappella Sistina in u 1508 à l'età di 33 anni. In pocu più di quattru anni hà creatu numerosi pitture cù scene di a Bibbia nantu à u tettu di quasi 560 m2. Scene da u Libru di Mosè ponu esse truvati sottu i pitture di u tettu. Un mutivu ben cunnisciutu hè a rapprisintazioni antropomorfa di Michelangelo (modelata dopu à l'imaghjini di l'omu) di Diu : u bracciu, a manu è u dettu di Diu, chì si stende versu u primu omu Adamu. Au fil des siècles, l'affresque du plafond (appelé fresque parce que l'artiste peint sur du plâtre frais) avait subi des dégâts et fut finalement couvert d'une couche de terre. À u tempu, saria statu cumplettamente distruttu. Per impediscenu questu, u Vaticanu hà affidatu à l'esperti a pulizia è a risturazione. A maiò parte di u travagliu nantu à i dipinti hè stata finita in l'anni 80. U tempu avia lasciatu a so marca nantu à l'opera maestra. A polvera è a fuliggine di candela anu danatu severamente a pittura annantu à i seculi. Ancu l'umidità - a piova era penetrata à traversu u tettu scuru di a Cappella Sistina - avia fattu distruzioni è scolori severamente l'opera d'arte. Forse u peghju prublema, però, era, paradossalmente, i tentativi fatti in i seculi di priservà i pitturi ! L'affresca era stata rivestita da un vernice fatta da cola d'animali per alluminà a so superficia scura. In ogni casu, u successu à cortu termine hè statu un allargamentu di e carenze per esse eliminate. U deterioramentu di e diverse strati di vernice hà fattu a nuvola di a pittura di u tettu ancu più apparente. A cola hà ancu causatu una cuntrazione è una deformazione di a superficia di a pittura. In certi lochi, a cola si sbuccia, è e particelle di pittura si alluntananu ancu. L'esperti allora incaricati di a risturazione di e pitture eranu assai attenti in u so travagliu. Hanu applicatu solventi ligeri in forma di gel. È sguassate cù cura di u gelu cù l'aiutu di spugna, l'eflorescenza di fuliggine hè ancu eliminata.

Hè stata cum'è un miraculu. U frescu chiuvutu, scuru è tumbatu torna. I rapprisentazioni pruduciuti da Michelangelo sò stati rinfriscati. Da elli radiatu radiance è vita di novu. In cunfrontu à a so cundizione scura precedente, l'affrescata pulita paria una nova creazione.

L'opera di Diu

A risturazione di a pittura di u tettu fatta da Michelangelo hè una metafora adattata per a purificazione spirituale di u peccatu umanu da a so peccata da Diu. Diu, u maestru creatore, ci hà creatu cum'è a so opera d'arte più preziosa. L'umanità hè stata creata in a so maghjina è duverebbe riceve u Spìritu Santu. Tragicamente, a defilazione di a so creazione causata da a nostra peccata hà pigliatu sta purità. Adamu è Eva hà peccatu è ricevutu u spiritu di stu mondu. Avemu dinò, siamo spiritualmente corrotti è macchiati di a piena di peccatu. Perchè? Perchè tutte e persone sò peccati è vive a vita contru a vulintà di Diu.

Ma u nostru Babbu Celeste pò rinnuvà spirituali, è a vita di Ghjesù Cristu pò esse riflessa in a luce chì esce da noi per vede tutti. A quistione hè: vulemu veramente implementà ciò chì Diu hà in mente per noi? A maiò parte di a ghjente ùn vole micca questu. Anu sempre campanu a so vita inturniata più è più cù a brutta tacca di u peccatu in a bughjura. L'apòstulu Paulu hà descrittu a bughjura spirituale di stu mondu in a so lettera à i cristiani in Efesu. Riguardu à a so vita precedente, hà dettu: "Tu era ancu mortu per e vostre trasgressioni è i peccati in quale avete campatu in u passatu, à a manera di stu mondu" (Efesini 2,1-2u).

Ancu noi avemu permessu di sta forza corruzzione per sfattà a nostra natura. È u mumentu chì l'affrescu di Michelangelo era coperto è defacatu da Russ, a nostra anima ancu s'hè scuru. Hè per quessa chì hè cusì urgente chì dà spaziu à a natura di Diu. Ci ponu lavà, caccià a scumpa di u peccatu è rinnuvà spirituale è brilla.

Images di rinnovu

U Novu Testamentu spiega cumu pudemu esse ricreati spirituale. Da parechje analogie adatta per rende chjaru stu miraculu. Mentre era necessariu per liberare l'affrescu di Michelangelo da a terra, avemu da esse lavatu spirituale. È hè u Spìritu Santu chì pò fà questu. Ci porta da i defilamenti di a nostra natura peccante.

O per mette in e parolle di Paulu, chì sò stati indirizzati à i cristiani dapoi seculi: "Ma vi sò stati lavati, sò stati santificati, avete statu ghjustificatu in u nome di u Signore Ghjesù Cristu" (1. Corinti 6,11). Stu lavatu pulitu hè un attu di redenzione è hè chjamatu "rigenerazione è rinnuvamentu in u Spìritu Santu" da Paul (Titu). 3,5). Sta rimuzione, lavare o eradicazione di u peccatu hè ancu bè rapprisintatu da a metàfora di a circuncisione. I cristiani anu u so core circuncisu. Pudemu dì chì Diu in a so grazia ci salva per cirurgia per liberà da a crescita cancerosa di u peccatu. Questa separazione di u peccatu - a circuncisione spirituale - hè una maghjina di u pirdunu di i nostri piccati. Ghjesù hà fattu questu pussibule per via di a so morte cum'è una espiazione perfetta. Paul hà scrittu: "È cun ellu hà datu a vita à voi chì erate morti in i peccati è in l'incirconcisione di a vostra carne, è ci hà pardunatu tutti i piccati" (Colossians). 2,13).

U Novu Testamentu usa u simbulu di a croce per rapprisintà cumu u nostru peccatore hè statu privatu di ogni putenza cù l'uccisione di noi stessi. Paul hà scrittu: "Sapemu chì u nostru vechju omu hè statu crucifissu cun ellu [Cristu] per chì u corpu di u peccatu pò esse distruttu, perchè ùn serve più u peccatu" (Rumani). 6,6). Quandu simu in Cristu, u peccatu in u nostru ego (u nostru ego peccatu) hè crucifissu o mori. Di sicuru, u mundanu prova sempre à copre a nostra ànima cù u vestitu impuru di u peccatu. Ma u Spìritu Santu ci pruteghja è ci permette di risistiri à l'attrazione di u peccatu. Per mezu di Cristu chì ci riempia di a natura di Diu per mezu di l'azzione di u Spìritu Santu, simu liberati da a predominanza di u peccatu.

L'apostolu Paulu spiega stu attu di Diu usendu a metafora di u funerale. U funerale comporta una risurrezzione simbolica, chì avà sta per u novu natu cum'è "omu novu" in u locu di u peccatu "vechju". Hè Cristu chì hà fattu a nostra nova vita pussibule, chì ci dà constantemente u perdonu è dà a forza chì dà a vita. U Novu Testamentu compara a morte di u nostru anzianu sè è a nostra risturazione è risurrezzione simbolica à una nova vita cun rinascita. Semu rinviviti spiritualmente à u mumentu di a nostra cunversione. Semu rinviviti da u Spìritu Santu è purtatu à a vita.

Paul hà insignatu à i cristiani chì "sicondu a so grande misericordia, Diu ci hà natu di novu à una speranza viva per a risurrezzione di Ghjesù Cristu da i morti" (1 Pet). 1,3). Nota chì u verbu "nascita di novu" hè in u tempu perfettu. Questu esprime u fattu chì stu cambiamentu hè digià fattu à u principiu di a nostra vita cristiana. Quandu simu cunvertiti, Diu face a so casa in noi. È cun questu avemu da ricreà. Hè Ghjesù, u Spìritu Santu è u Babbu chì abitanu in noi (Ghjuvanni 14,15-23). Quandu noi - cum'è persone spiritualmente novi - sò cunvertiti o nati di novu, Diu piglia a residenza in noi. Quandu Diu u Babbu travaglia in noi, cusì sò u Figliolu è u Spìritu Santu à u stessu tempu. Diu ci dà ali, ci purifica da u peccatu è ci cambia. È ci hè datu stu putere attraversu a cunversione è a rinascita.

Cume i cristiani crescenu in fede

Di sicuru, i cristiani nati di novu sò sempre, per aduprà e parolle di Petru, "cum'è i zitelli nati". Devenu "desiderà u latte puru di a ragione" chì li nutre, per pudè maturà in a fede (1 Pet 2,2). Petru spiega chì i cristiani nati di novu crescenu in insight è maturità spirituale cù u tempu. Crescenu "in a grazia è in a cunniscenza di u nostru Signore è Salvatore Ghjesù Cristu" (2 Pet 3,18). Paul ùn dice micca chì più cunniscenze di a Bibbia ci rende megliu cristiani. Piuttostu, esprime a necessità di rinfurzà più a nostra cuscenza spirituale in modu chì pudemu veramente capisce ciò chì significa di seguità à Cristu. "A cunniscenza" in u sensu biblicu include a so implementazione pratica. Va in manu cù l'appropriazione è a realizazione persunale di ciò chì ci face più cum'è Cristu. A crescita cristiana in a fede ùn deve esse cumpresa in termini di furmazione di caratteru umanu. Nè hè u risultatu di a crescita spirituale in u Spìritu Santu u più longu campemu in Cristu. Piuttostu, cresce per mezu di u travagliu di u Spìritu Santu digià indwelling. L'essenza di Diu ci hè cuncessa da a grazia.

A ottenimu a ghjustificazione in dui modi. Per una banda, simu ghjustificati o sperienze u nostru destinu quandu ricevemu u Spìritu Santu. A ghjustificazione da questu puntu di vista hè fatta in una caduta è hè pussibile da l'Espiazione di Cristu. Tuttavia, avemu sperimentatu ancu ghjustificazione annantu à u tempu chì Cristu abita in noi è ci prepara per adurà à Diu è serve in u so ministeru. L'essenza o "caratteru" di Diu ci hè datu digià quandu Ghjesù ci porta in casa quandu cunvertemu. Ricevemu a presenza di rinfurzamentu di u Spìritu Santu quandu ne pentemu è mettimu a nostra fede in Ghjesù Cristu. Un cambiamentu hè accadutu in u corsu di a nostra vita cristiana. Amparemu à sottumettassi più à l'illuminazione è à rinfurzà u putere di u Spìritu Santu chì hè digià in noi.

Diu in noi

Quandu simu rinviviti spirituali, Cristu vive pienamente ind'è noi per mezu di u Spìritu Santu. Pè piacè pensate à questu significa. A ghjente pò spirimintassi cambiamentu per l'azzione di Cristu chì abite in elli per mezu di u Spìritu Santu. Diu comparte a so natura divina cun noi l'omu. Chistu significa chì un Cristianu hè diventatu una persona completamente nova.

«Se qualchissia hè in Cristu, hè una nova criatura; u vechju hè passatu, eccu, u novu hè diventatu », si dice in Paulus im 2. Corinti 5,17.

I cristiani nati spiritualmente piglianu una nova maghjina - quella di Diu, u nostru Creatore. A vostra vita deve esse un specchiu di sta nova realità spirituale. Hè per quessa chì Pàulu hà sappiutu dà li l'istruzzioni: "È ùn vi uguagliate micca cù stu mondu, ma cambiate per rinnuvà a vostra mente ..." (Rumani 1).2,2). Tuttavia, ùn ci vole micca pensà chì questu significa chì i cristiani ùn peccanu micca. Iè, avemu cambiatu da un mumentu à l'altru in u sensu chì simu nati di novu ricevendu u Spìritu Santu. Tuttavia, qualcosa di u "vechju" hè sempre quì. I cristiani facenu i sbagli è u peccatu. Ma ùn sò micca abitualmente indulge in u peccatu. Deve esse datu u pirdunu constante è a purificazione di u so peccatu. Cusì, u rinnuvamentu spirituale deve esse vistu cum'è un prucessu cuntinuu in u cursu di a vita di un cristianu.

A vita di Cristianu

S'è noi vivemu secondu a vuluntà di Diu, avemu più prubabile di seguità Cristu. Duvemu esse pronti à rinunzià ogni ghjornu u peccatu è sottumettemu à a vulintà di Diu in a penitenza. È mentre simu facendu questu, grazie à u sangue sacrificadore di Cristu, Diu ci elimina constantemente da i nostri peccati. Sò spirituali puliti da u vestitu sanguinolu di Cristu, chì ferma a so Expiazione. Da a grazia di Diu pudemu campà in santità spirituale. Fendu questu in a nostra vita, a vita di Cristu hè riflessa in a luce chì emanemu.

Una maraviglia tecnologica hà trasfurmatu a pittura storta è dannata di Michelangelo. Ma Diu face un miraculu spirituale assai più maravigghiusu in noi. Hè assai più cà restaurà a nostra natura spirituale contaminata. Ci ricrea. Adam hà peccatu, Cristu hà pardunatu. A Bibbia identifica Adam cum'è u primu omu. È u Novu Testamentu mostra chì, in u sensu chì noi, cum'è persone terrestri, simu mortali è carnali cum'è ellu, ci hè datu una vita cum'è Adam (1. Corinti 15,45-49u).

Im 1. Tuttavia, u Libru di Mosè dice chì Adamu è Eva sò stati creati à l'imaghjini di Diu. Sapendu ch'elli sò stati creati in l'imaghjini di Diu aiuta à i cristiani capisce chì sò salvati per mezu di Ghjesù Cristu. Creati à l'origine à l'imaghjini di Diu, Adamu è Eve hà peccatu è eranu culpabili per u peccatu. I primi omi criati eranu culpèvuli di peccatu, è un mondu spirituale impurtatu era u risultatu. U peccatu ci hà impurtatu è impurtatu tutti. Ma a bona nutizia hè chì tutti pudemu esse pardunati è spiritualmente ricreati.

Per mezu di u so travagliu di redenzione in a carne, Ghjesù Cristu, Diu ci libera da u salariu di u peccatu: a morte. A morte sacrificale di Ghjesù ci riconcilia cù u nostru Babbu Celeste eliminendu ciò chì separava u Creatore da a so creazione per u peccatu umanu. Cum'è u nostru suvru sacerdote, Ghjesù Cristu ci justifica da u Spìritu Santu indwelling. L'espiazione di Ghjesù abbatte a barriera di u peccatu chì rompe a relazione trà l'umanità è Diu. Ma al di là di questu, u travagliu di Cristu ci face unu cù Diu per mezu di u Spìritu Santu, in quantu ci face simultaneamente salvati. Pàulu hà scrittu: "Perchè s'è no simu cunciliati à Diu per via di a morte di u so Figliolu, quandu eramu ancu nemici, quantu più seremu salvati per via di a so vita, avà chì simu cunciliati" (Rumani). 5,10).

L'apostulu Paulu cuntrasta e cunsequenze di u peccatu di Adam cù u pardonu di Cristu. In principiu, Adamu è Eva permettenu di vene u peccatu in u mondu. Falanu per false prumesse. È cusì ella hè ghjunta in u mondu cun tutte e so cunsequenze è hà pigliatu. Paulu palesa chì a punizione di Diu seguita u peccatu di Adam. U mondu hè cascatu in u peccatu, è tutte e persone peccanu è cadunu preda à a morte. Ùn hè micca chì altri morse per u peccatu di Adam o chì hà passatu u peccatu à i so discendenti. Di sicuru, e cunsequenze "carnali" afectanu digià generazioni future. Adamu era a prima persona chì sia rispunsevule di l'urighjina di un ambiente in u quale u peccatu puderia sparghje liberamente. U peccatu di Adamu hà fundamentu per più azzione umana.

In listessu modu, a vita senza peccatu di Ghjesù è a so morte vuluntaria per i peccati di l'umanità hà permessu chì tutti sò spiritualmente cunciliati è riunificati cù Diu. "Perchè si, per via di u peccatu di l'Unu [Adam], a morte hà rignatu per mezu di l'Unu", hà scrittu Paulu, "quantu più quelli chì ricevenu a pienezza di a grazia è u rigalu di a ghjustizia guvernaranu in a vita per mezu di l'Unu, Ghjesù. Cristu » (versu 17). Diu cuncilia l'umanità peccata per mezu di Cristu. E in più, noi chì simu abilitati da Cristu da u putere di u Spìritu Santu per esse spiritualmente nati novu cum'è figlioli di Diu nantu à a più alta prumessa.

In riferimentu à a futura risurrezzione di i ghjusti, Ghjesù hà dettu chì Diu ùn era "ùn Diu di i morti, ma di i vivi" (Marcu 1).2,27). Tuttavia, e persone ch'ellu parlava ùn era micca vivu, ma mortu, ma postu chì Diu hà u putere di ottene u so scopu, a risurrezzione di i morti, Ghjesù Cristu hà parlatu di elli cum'è vivi. Cum'è figlioli di Diu, pudemu aspittà à a risurrezzione à a vita à u ritornu di Cristu cun gioia. Avemu avà datu a vita, a vita in Cristu. L'apòstulu Paulu ci incuraghjia: "... crede chì avete mortu di u peccatu è chì Diu vive in Cristu Ghjesù" (Rumani 6,11).

di Paul Kroll


in pdfU miraculu di a rinascita