Dà u vostru peghju à u maestru

Pudete cunnosce u vechju inno chì principia cù e parolle Dà u vostru megliu à u Maestru, nunda altru hè degnu di u so amore. Hè una memoria maravigliosa è una impurtante. Diu merita u nostru megliu chì pudemu darà. Ma quandu pensemu, Diu ùn vole micca solu u nostru megliu - ci dumanda ancu di dannà u nostru peghju.

In 1 Peter 5,7 ci sò dicenu: Tutta a vostra cura deve esse nantu à ellu; perchè ti cura. Ghjesù sapi chì ùn simu sempre in u megliu forma. Ancu sì stati cristiani dapoi anni, avemu sempre preoccupazioni è prublemi. Semu sempre sbagliati. Semu ancora peccatu. Ancu s'è cantemu una canzone cum'è Do Your Best to Master, simu finalmente dendu à Diu u nostru peghju.

Tutti ci pudemu identificà cù e parolle di l'apòstulu Paulu in u Capitulu 7 di a Lettera à i Rumani: Perchè chì sà chì ùn ci hè nunda di bè in mè, vale à dì in a mo carne. Vogliu, ma ùn possu micca fà u bonu. Perchè u bè chì vogliu, ùn aghju micca fà; ma u male chì ùn vogliu micca, aghju. Ma quandu facciu ciò chì ùn vogliu micca, ùn possu micca fà, ma u peccatu chì abita in mè (Rum 7,18-20).

Tutti vulemu fà u megliu per Diu, ma à a fine li dannemu u nostru peghju. È esattamente u puntu. Diu cunnosce i nostri peccati è i so fallimenti, è Ellu ci ha perdonatu tuttu in Ghjesù Cristu. Ellu voli chì sapemu chì ellu ci ama è chì ci ne cura. Ghjesù ci dice: venite à mè, tutti quelli chì site laboriosi è carichi; Vogliu rinfriscà ti (Matteu 11,28). Dà i vostri preoccuparii à Diu - ùn avete micca bisognu d'elli. Dà i vostri teme à Diu. Dalli u vostru timore, a vostra rabbia, u vostru odiu, a vostra amarezza, a vostra delusione, ancu i vostri peccati. Ùn avemu micca duvemu sottumessi u pesu di queste cose, è Diu ùn vole micca di guardallu. Avemu da darà à Diu perchè li voli caccià di noi, è hè u solu chì li possa dispiazzà bè. Dà Diu à tutti i vostri cattivi abitudini. Dà tutti i vostri resentimenti, tutti i vostri penseri immorali, tuttu u vostru cumpurtamentu addictivu. Dàtene tutti i vostri peccati è tutte e vostre culpabilità.

Picchì? Perchè Diu hà digià pagatu per questu. Li appartene à ellu, è in più, ùn hè micca bonu per noi di guardallu. Dunque, avemu da lascià andà di u nostru peghju è trasmette tuttu à Diu. Dà tutte e vostre culpabilità à Diu, tutte e cose negative chì a vulintà di Diu ùn duverà micca tene. Ti ami è ellu ci vole à pigliallu da e to mani. Permette à avè tuttu.
Ùn a dispiacerete.

di Ghjiseppu Tkach


in pdfDà u vostru peghju à u maestru