Stranieri locali

053 Stranieri lucali Per a fede in Cristu, avemu statu risuscitatu cun ellu è sò stati trasferiti in u celu in Cristu Ghjesù "(Efesini 2,6 Speranza per tutti).

Un ghjornu intrì in un caffè è era assente cumpletamente da i mo pensamenti. Senza salutazione mi era passatu passatu un regular. Unu si chjamava: "Salve, induva stai?" In realtà, aghju rispostu: «Ah, aiò! Scusate, sò in un altru mondu, mi sentu cum'è un semi-straneru ». Chì avemu ridutu. Aghju realizatu mentre bevianu u caffè chì ci hè assai verità per noi i cristiani in queste parole. Semu fora di stu mondu.

Ghjesù ne parla in a preghiera grande sacerdotale, ciò chì avemu dettu in Ghjuvanni 17,16 leghje: «Tu appartene à u mondu cum'è mè» In u versu 20 Ghjesù prega per noi: «Precu micca solu per elli, ma per tutti quelli chì sentenu da mè per mezu di e so parolle è crede in mè».

Ghjesù ùn ci vede micca cum'è parte di stu mondu è Paul spiega: "Noi, invece, simu citadini di u celu, è da u celu aspittemu ancu u nostru Salvatore - Ghjesù Cristu u Signore" (Filippini). 3,20 New Geneva translation).

Eccu a pusizione di i credenti. Ùn simu micca solu abitanti terrestri di stu mondu, ma ancu abitanti celesti, extraterrestri!

Quandu aghju pensatu più, aghju capitu chì ùn simu più figlioli d'Adam, ma figlioli di Diu nati da u Spìritu. In a so prima lettera, Petru hà scrittu : « Siete natu di novu. È ùn devi micca questu à i vostri parenti, chì vi detti a vita terrena; no, Diu stessu vi hà datu una vita nova è immortale per via di a so parolla viva è eterna »(1. 1 Petru 23 speranza per tutti).

Ghjesù hà infurmatu u Fariseu Nicodemu durante a so reunione di notte: "Ciò chì nasce da a carne hè carne; ciò chì nasce da u Spìritu hè Spiritu »(Ghjuvanni 3: 6).

Di sicuru, nunda di questu ùn deve guidà à l'arrogance. Tuttu ciò chì riceve da Diu deve flussu in una attitudine di servimentu versu i vostri cumpagni umani. Vi dà cunsulazione per chì pudete cunsulà altre persone. Vi da a grazia d'esse piacè à l'altri. Ti parduneghja per chì ti pardunate l'altri. Hè liberatu da u regnu di a bughjura di stu mondu per chì pudete accumpagnà l'altri à a libertà. Un cordial salutu à tutti i stranieri lucali fora.

di Cliff Neill


in pdfStranieri locali