Viaghjà: pasti indimenticabili

632 viaghjanu pasti indimenticabili

Parechje persone chì viaghjanu di solitu si ricordanu di punti famosi cum'è punti culminanti di u so viaghju. Pigliate ritratti, fate album di foto o l'avete fatti. Dicenu à i so amichi è parenti storie di ciò ch'elli anu vistu è sperimentatu. U mo figliolu hè diversu. Per ellu, i punti culminanti di i viaghji sò i pasti. Pò discrive precisamente ogni corsu di ogni cena. Li piace assai ogni fine pastu.

Pudete ricurdà probabilmente alcuni di i vostri pasti più memorabili. Pensate à una bistecca particularmente tenera, suchjosa o à un pesciu appena pigliatu. Puderia esse statu un piattu di u Far Eastern, arricchitu d'ingredienti esotichi è cunditu cù sapori stranieri. Forse, per a so simplicità, u vostru ripastu u più ricordu hè a zuppa fatta in casa è u pane crostosu chì avete gustatu una volta in un pub scuzzese.

Pudete ricurdà cumu avete sentitu dopu à stu maravigliu pranzu - u sensu di esse pienu, cuntentu è grati ? Tenite à stu pensamentu mentre leghjite u prossimu versu di i Salmi : « Iè, ti lodaraghju tutta a mo vita, in preghiera alzaraghju e mani à tè è glurificà u to nome. A to vicinanza satisface a fame di a mo ànima cum'è una festa, ti lodaraghju cù a mo bocca, iè, una grande gioia vene da e mo labbra "(Salmu 6).3,5 New Geneva translation).
David era in u desertu quandu hà scrittu questu è sò sicuru chì averia amatu una festa di cibo vera. Ma apparentemente ùn pensava micca à l'alimentu, ma à qualcosa d'altru, à qualcunu - Diu. Per ellu a presenza è l'amore di Diu era cusì cumpiente cum'è un banchettu generosu.
Charles Spurgeon hà scrittu "In u Treasury di David": "In l'amore di Diu ci hè una ricchezza, una splendore, una bundanza di gioia chì riempie l'anima, paragunabile à l'alimentu più riccu cù quale u corpu pò esse nutritu".

Mentre pensava à perchè David hà adupratu l'analogia di i pasti per immaginà cumu puderebbe esse a soddisfazione di Diu, aghju capitu chì ciò chì ognunu di a terra hà bisognu è pò esse in relazione hè l'alimentu. Se avete vestiti ma avete fame, ùn site micca cuntentu. Sì avete una casa, vitture, soldi, amici - tuttu ciò chì puderete vulete - ma avete fame, nunda di questu significa nunda. À eccezione di quelli chì ùn anu manghjatu, a maiò parte di a ghjente cunnosce a suddisfazione di avè un bon pastu.

L'alimentariu ghjoca un rolu centrale in tutte e celebrazioni di a vita - nascita, feste d'anniversariu, graduazioni, matrimonii, è tuttu ciò chì pudemu truvà per celebrà. Manghjemu ancu dopu l'abdicazione. L'occasione per u primu miraculu di Ghjesù era una festa di matrimoniu chì durava parechji ghjorni. Quandu u figliolu prodigu vultò in casa, u so babbu urdinò un pranzu principe. In Revelazione 19,9 dice: "Beati quelli chì sò chjamati à a cena di nozze di l'Agnellu".

Diu vole chì pensemu à ellu quandu avemu avutu "u più bellu cibu". U nostru stomacu ferma pienu solu per un cortu tempu è dopu avemu torna fame. Ma quandu ci empiemu di Diu è di a so buntà, e nostre anime seranu suddisfate per sempre. Festighjate nantu à a so parolla, manghjate à a so tavula, gode di e ricchezze di a so buntà è di a so misericordia, è lodatelu per u so rigalu è a so buntà.

Caru lettore, lascia cantà a to bocca cù e to labre per ludà à Diu, chì vi nutrisce è suddisfà cum'è se fussi cù l'alimentu u più esuberante è u più riccu!

di Tammy Tkach