U mezu hè u missaghju

u mezu hè u missaghjuI scientisti suciali utilizanu parole interessanti per qualificà u tempu chì vivemu. Avete probabilmente intesu parolle "premoderno", "mudernu" o "postmodernu". In effetti, certi chjamanu u tempu chì vivemu in un mondu postmodernu. I scientifichi suciali pruponenu ancu tecniche diffirenti per una cumunicazione efficace per ogni generazione, sia "costruttori", "boomers", "busters", "X-ers", "Y-ers", "Z-ers" o u "mosaicu".

Ma ùn importa u mondu in quale campemu, a cumunicazione vera ùn esiste solu sì e duie parti arrivanu à un livellu di capiscitura oltre à sente è à parlà. I spezialisti in cumunicazione ci dicenu chì parlà è sente ùn hè micca un scopu in sè stessu, ma un mezzu per scopu. U veru cunniscimentu hè u scopu di a cumunicazione. Solu perchè una persona si senti megliu perchè "spuntonu i so pinsamenti" o da l'altra parte pensa chì anu rializatu u so obbligu perchè anu ascultatu l'altra persona è lasciassi dì chì ùn significa micca necessariamente capitu. E quandu ùn avete micca veramente capitu, ùn avete micca cumunicatu veramente - avete solu parlatu è ascoltatu senza capì. Hè differente cù Diu. Diu ùn solu ùn cumparte u so pensamentu cun noi è ci ascolta, cumunicà cun noi cù capiscitura.

Prima di tuttu: Ci duna a Bibbia. A Bibbia ùn hè micca solu un libru; hè a nostra rivelazione di Diu per noi. Attraversu a Bibbia, Diu cummunicà quale hè, quantu ci ami, i rigali chì ci dà, cumu pudemu cunnosce ellu, è u megliu modu d'urganizà a nostra vita. A Bibbia hè una mappa stradale di a vita in abbundanza chì Diu voli dà noi cum'è I so figlioli. Ma quantu hè grande, cume a Bibbia, ùn hè micca a più alta forma di cumunicazione. A forma più elevata di cumunicazione da Diu hè a rivelazione persunale per mezu di Ghjesù Cristu - è da ellu apprendemu per mezu di a Bibbia.

Un locu induve vedemu questu hè in Ebrei 1,1-3: «Dopu chì Diu hà parlatu parechje volte è in parechje manere à i babbi per mezu di i prufeti, in questi ultimi ghjorni hà parlatu à noi per mezu di u Figliolu, chì hà designatu per eredità nantu à tuttu, per mezu di quale hà ancu fattu u mondu. Hè u riflessu di a so gloria è l'imaghjini di u so esse è porta tutte e cose cù a so putente parolla ". Diu cumunicà u so amore per noi diventendu unu di noi, spartendu a nostra umanità, u nostru dulore, i nostri prucessi, i nostri preoccupiesi, è pigliendu i nostri peccati nantu à ellu stessu, pardunendu tutti è un locu per noi cù Ghjesù à u latu di u Babbu si prepara. .

Puru u nome di Ghjesù comunica l'amore di Diu per noi: u nome "Ghjesù" significa "U Signore hè Salvezza". È un altru nome di Ghjesù hè "Immanuel", chì significa "Diu cun noi". Ghjesù ùn hè micca solu u Figliolu di Diu, ma ancu a Parola di Diu, chì revela à noi u Patre è a Voluntà di u Patre.

U Vangelu di Ghjuvanni ci dice:
"E a Parola s'hè fatta carne è abitava à mezu à noi, è avemu vistu a so gloria, una gloria cum'è u Figliolu unigenitu di u Babbu, pienu di grazia è di verità" (Ghjuvanni). 1,14) ». Cum'è noi Ghjesù in Ghjuvanni 6,40 dice chì hè a vulintà di u Babbu « chì quellu chì vede u Figliolu è crede in ellu hà a vita eterna » Diu stessu hà pigliatu l'iniziativa per noi per chì pudemu cunnoscelu, è ci invita à scuntrà cun ellu, cumunicà personalmente da a lettura. e Scritture, per via di a preghiera, è per a fraternità cù altre persone chì u cunnosci. Ellu vi cunnosce digià. Ùn hè micca u tempu di scuntràlu ?

di Ghjiseppu Tkach


in pdfU mezu hè u missaghju