U umble re

U studiu di a Bibbia deve tastà è esse piaciutu cum'è una bona manghjata. Pudete imaginate quantu a vita di noia avissi manghjatu solu per stà vivi è affittu u nostru alimentu solu perchè avemu avutu alimentatu u corpu cù qualcosa nutritiva? Saria un pazzu se no rallenteremu un pocu per gode di i delicatessii. Lasciate u gustu di ogni morsu à fà scopre è lascià i profumi nasu in u vostru nasu. Aghju digià parlatu di i pezzi preziosi di cunniscenza è saviezza chì si pò truvà in tuttu u testu di a Bibbia. In fin di fine, esprimenu a natura è l'amore di Diu. Per truvà queste gemme, avemu da amparà à rallintà è à digerà i testi biblichi cum'è un bon manghjatu lentamente. Ogni parolla deve esse interna è masticata torna per chì ci porta à ciò chì si tratta. Qualchì ghjornu fà aghju lettu e linee di Paul dicendu chì Diu umiliava è pigliò a forma di un essere umanu (Filippini 2,6: 8). Cume rapidamente leghje passate queste linee senza capì micca cumplettamente o capiscendu l'effetti.

Spulsatu da l'amore

Pare per un momentu è pensate à questu. U creatore di l'universu tutale, chì hà creatu u sole, a luna, e stelle, l'universu tutale, si disimpegnò di u so putere è di a bellezza è diventò un omu fattu da carne è sangue. Tuttavia, ùn diventò un omu cultivatu, ma un zitellu impotente chì era dipendente totalmente di i so genitori. Ellu hà fattu l'amore per voi è per mè. Cristu u nostru Signore, u più grande di tutti i missiunari, hà messu a bellezza di u celu per attestà à noi di e boni nutizie nantu à a terra, dittendu perfettamente u pianu di salvezza è di penitenza per mezu di u so ultimu attu d'amore. U figliolu amatu da u babbu hà cunsideratu a ricchezza di u celu cum'è insignificante è si umiliava quand'ellu hè natu da un criaturu in a piccula cità di Betlemme. Penseria chì Diu avissi sceltu un palazzu o centru di a civiltà per a so nascita, nò? À questu tempu Betlemme ùn era nè adornatu cù palazzi nè u centru di u mondu civilisatu. Era puliticamente è suciale assai insignificante.

Ma una profezia di Michela 5,1 dice: "È voi, Betlemme Efrata, chì sò chjucu trà e cità in Ghjuda, vene à mè da mè chì hè signore in Israele, chì u risultatu hè statu da u principiu è da l'eternità. ".

U zitellu di Diu ùn hè micca natu in un paesi, ma ancu in una stalla. Molti eruditi credi chì questu furestu era probabilmente una piccula stanza in daretu arrimata per l'odore è i soni di una capanna di vaccini. Allora Diu ùn hà micca avè un apparenza particularmente pomposa quandu prima apparisce nantu à a terra. I sughjetti di tromba chì annuncianu un rè sò stati rimpiazzati da sbiancendu e pecure è per gridà l'ase.

Stu rè umile hà crisciutu insignificante è ùn hà mai pigliatu fama è gloria annantu à ellu stessu, ma sempre riferitu à u babbu. Era solu in u dodicesimu capitulu di u Vangelu di Ghjuvanni, chì disse chì u tempu era venutu à veneerà è cusì cavalcò nantu un sceccu in Ghjerusalemme. Ghjesù hè ricunnisciutu quale hè: u rè di i re. I rami di palme sò sparguti davanti à a so strada è a prufezia hè rializata. Serà Hosanna! cantatu è ùn cavalca micca nantu à un cavallu biancu cù un fiore fluente, ma annantu à un sceccu chì ùn hè mancu ancu cultivatu. Camina in cità cù i so piedi in a terra ind’è un ghjuvanottu pulacciu.

Filippini 2,8 parla di u so ultimu attu di umiliazione:
"Si umiliava è hè statu ubbidiente à a morte, sì a morte in a croce". Cunquistò u peccatu, micca l'Imperu Rumanu. Ghjesù ùn hà risposte à l'expectativa chì i Israeliti avianu di un Messia. Ùn era ghjuntu à scunfighjà l'Imperu Rumanu, cum'è assai speravanu, nè hè venutu per stabilisce un regnu terrenu è esaltà u so pòpulu. Hè natu cum'è un zitellu in una cità inconspicuous è viva cun i malati è i peccatori. Evitava di esse in u spotlight. Ghjunghjò un asinu in Ghjerusalemme. Benchì u celu era u so tronu è a terra era u so scaffu, ùn hè micca alzatu perchè a so sola motivazione era u so amore per voi è per mè.

Hà stabilitu u so regnu, chì avia vulsutu dipoi u mondu hè statu creatu. Ùn hà scunfittatu u duminiu rumanu o qualsiasi altre puteri mundani, ma u peccatu chì hà mantenutu l'umanità in cattività per tantu tempu. Regna sopra i cori di i credenti. Diu hà fattu tuttu questu è, à u listessu tempu, ci hà amparatu a tutti noi una lezione impurtante di amore altruista revelendu à noi a so vera natura. Dopu chì Ghjesù si umiliava, Diu hà "esaltatu è li dava u nome chì hè sopra à tutti i nomi" (Filippini 2,9).

Avemu digià aspettendu u so ritornu, chì, però, ùn averà micca fattu in un picculu villaghju inconspicuous, ma serà visibile per tutta l'umanità in onore, putere è gloria. Sta volta ellu cavalcerà un cavallu biancu è ripiglià a so regula curretta nantu à e persone è tutta a creazione.

di Tim Maguire


in pdfU umble re