A vene di u Signore

459 chì vene u signore Chì pensate chì seria u più grande avvenimentu chì puderia accade nantu à u palcuscenicu mundiale? Un altra Guerra Mundiale? A scuperta di una cura per una terribile malatia? A pace mondiale, una volta per sempre? Forsi u cuntattu per l'intelligenza extraterrestrial? Per milioni di cristiani, a risposta à questa quistione hè simplice: u più grande avvenimentu chì avarà sempre accadutu hè a seconda venuta di Ghjesù Cristu.

U messaghju centrale di a Bibbia

Tutta a storia biblica di l'Anticu Testamentu si cuncintra in a venuta di Ghjesù Cristu cum'è Salvatore è Rè. Cum'è descrittu in Genesi 1, i nostri primi parenti anu rottu a relazione cù Diu per mezu di u peccatu. Tuttavia, Diu hà predicatu a venuta di un Redentore chì guarì questa pausa spirituale. À u serpente chì seduce Adamu è Eva à u peccatu, Diu hà dettu: «E andaraghju a enemicità trà voi è a donna è trà i vostri figlioli è i so figlioli; ci hà da schiaccià a vostra testa è a farimi stazzone in u talone » (Genesi 1:3,15) Questa hè a prima profezia in a Bibbia annantu à un salvatore chì scunfighja u putere di u peccatu, chì u peccatu è a morte anu fattu nantu à e persone. "Iddu duverebbe sfraccià u capu". Cumu si deve fà questu? Per mezu di a morte sacrificiale di u Redentore Ghjesù: "L'averete stazzolatu in u talone". Hà rializatu sta profezia quandu hè ghjuntu prima. Ghjuvanni u Battista u ricunniscìu cum'è "l'Agnellu di Diu chì porta u peccatu in u mondu" (Ghjuvanni 1,29). A Bibbia revela l'impurtanza centrale di l'Incarnazione di Diu quandu Cristu vene prima, è chì Ghjesù hè ora entra in a vita di i credenti. Ella dice ancu cun certezza chì Ghjesù vene da novu, visibule è cun grande putenza. In effetti, Ghjesù vene in trè modi diversi:

Ghjesù hè ghjuntu

Noi l'omu avemu bisognu di a salvezza di Diu - a so salvezza - perchè avemu tutti i peccati è purtatu a morte in u mondu sopra à noi. Ghjesù hà resu pussibule sta salvezza falendu in u nostru locu. Paulu hà scrittu: "Per piacè di Diu chì tutte l'abundenza devia abbità in ellu è attraversu per ellu ha riconciliatu tuttu cun ellu, sia in terra o in celu, facendu a pace cù u so sangue nantu à a croce" (Colosiani 1,19: 20). Ghjesù hà guarì a pausa chì hè accaduta in u Giardinu di l'Eden. A famiglia umana hè cunciliata à Diu per via di u so sacrifiziu.

I profesi di l'Anticu Testamentu si riferiscenu à u Regnu di Diu. U Novu Testamentu cumencia da Ghjesù mentre proclama "a bona nova di Diu": "Hè ghjuntu u tempu è u regnu di Diu hè ghjuntu", disse (Marcu 1,14: 15). Ghjesù, u rè di stu regnu, caminava trà u pòpulu è "hà fattu un sacrificiu per sempre validu per a culpabilità di u peccatu" (Ebrei 10,12 Nuova Traduzione di Ginevra). Ùn deve mai sottovalutà l'impurtanza di l'Incarnazione, a vita è l'opere di Ghjesù à circa 2000 anni fà.

Ghjesù vene ora

Ci hè una bona nutizia per quelli chì credenu in Cristu: «Tù erate morti ancu da e vostre transgressioni è da i vostri peccati, in quali avvicinavvi à u modu di stu mondu ... Ma Diu, chì hè riccu in misericordia, hà in a so grandezza. Amore cù quale ci hà amatu, ancu noi, chì eramu morti in peccati, resi vivi cun Cristu - per grazia vi sò statu salvatu » (Efesini 2,1-2; 4-5).

«Diu ci hà alzatu è ci hà messu in celu in Cristu Ghjesù per chì in i tempi venuti mustrà a ricchezza esuberante di a so grazia à traversu a so bontà versu noi in Cristu Ghjesù» (Versi 6-7). Questa sezione descrive u nostru statu attuale cum'è u seguitore di Ghjesù Cristu!

Dumandatu da i Farisei quandu venia u regnu di Diu, Ghjesù hà rispostu: «U regnu di Diu ùn vene micca in modu chì pò esse osservatu; nè ne dicerà: eccu, eccu! o: Ehi hè! Perchè eccu, u regnu di Diu hè in mezu di voi » (Luca 17,20-21). Ghjesù Cristu hà purtatu u regnu di Diu in a so persona. Ghjesù vive in noi avà (Galatini 2,20). Per mezu di Ghjesù in noi, stende l'influenza di u regnu di Diu. A so venuta è vita in noi indica a rivelazione finale di u Regnu di Diu nantu à a terra à a seconda venuta di Ghjesù.

Perchè Ghjesù vive in noi avà? Notemu: «A causa di a grazia vi sò stati salvati da a fede, è micca di voi: hè u donu di Diu, micca di e opere, per chì nimu ùn si pò vantà. Perchè simu u so travagliu, creatu in Cristu Ghjesù per e opere bè chì Diu hà preparatu capunanzu chì andemu in ellu » (Efesini 2,8-10). Diu ci hà salvatu per grazia, micca per via di i nostri sforzi. Ancu se ùn pudemu micca guadagnà a salvezza per mezu di l'opere, Ghjesù vive in noi per chì pudemu avà fà e boni opere è cusì glurificà Diu.

Ghjesù vene da novu

Dopu a risurrezzione di Ghjesù, quandu a so picciotta l'avè vistu, due angeli li dumandonu: "Per chì stai quì à circà à u celu? Stu Ghjesù chì hè statu purtatu in celu da voi tornarà cum'è l'avete vistu per andà in celu » (Atti 1,11). Iè, Ghjesù vene da novu.

Quand'ellu prima ghjunse, Ghjesù hà lasciatu alcune predizioni messianiche. Questa era una di e mutivazioni per chì parechji ebbrei l'anu rifiutatu. Aspittàvanu u Messia cum'è un eroe naziunale chì li hà da liberà da u duminiu rumanu. Ma u Messia avia da vene prima à mori per tutta l'umanità. Solu dopu averia vultatu cum'è u rè vitturiosu è micca solu elevà Israele, ma ancu hà stallatu u so regnu eternu nantu à tutti i regni di u mondu. «U regnu di u mondu di u Signore è di u so Cristu hè diventatu, è hà da regnà per sempre è sempre» (Revelazione 11,15).

Ghjesù hà dettu: "E quandu vocu per preparà u locu per voi, veneghju di novu è ti purterà cusì chì site induve stanu" (Ghjuvanni 14,3). Più tardi, l'apòstulu Paulu hà scrittu à a congregazione: "Quandu sunnerà u cumandamentu, quandu a voce di l'arcangel è a tromba di Diu suna, u Signore stessu falarà da u celu" (1 Tess 4,16). À a seconda venuta di Ghjesù, i ghjusti chì sò morti, questi sò i credenti chì anu affidatu a so vita à Ghjesù, sò risuscitati à l'immortalità, è i credenti chì sò ancora vivi quandu Ghjesù vultò sò trasfurmati in immortalità. Tuttu u mondu andarà per ellu à scontru in i nuvuli (Vv. 16-17; 1 corintini 15,51: 54).

Ma quandu?

Duranti i seculi, i speculazioni nantu à a seconda venuta di Cristu anu causatu una varietà di disputi - è hà causatu innumerevoli delusioni, postu chì i diversi scenarii di i predecessori anu dimustratu chì sò sbagliati. Overemphasis nantu à "Quandu Ghjesù Tornerà" ci pò distrughjine da l'enfasi centrale di l'evangelu. Eccu u travagliu di Ghjesù di salvezza per tutti, rializatu à traversu a so vita, a morte, a risurrezzione è à versà di grazia, d'amore è di perdonu cum'è u nostru sacerdote celeste. Pudemu uttene cusì profondamente in speculazioni profetiche chì ùn avemu micca cumplessu u rolu legittimu di i cristiani cum'è testimoni in u mondu. Piuttostu averebbe da illustrà u modu di vita amatore, misericordiosu è orientatu da Ghjesù è pridicà a bona nova di a salvezza.

U nostru focu

Hè impussibile à sapè quandu Cristu vene di novu, è dunque senza impurtanza cumparatu à ciò chì dice a Bibbia. In quale ci duvemu focalizà? A cosa megliu hè di esse pronti quandu Ghjesù vene novu quandu succede questu! "Hè per quessa chì sì sempre pronta", hà dettu Ghjesù, "perchè u Figliolu di l'omu vene in un momentu induve ùn l'aspittà micca". (Matteu 24,44 Nova traduzzione di Ginevra). "Ma quellu chì ferma fermu finu à a fine serà salvatu." (Matteu 24,13 Nova traduzzione di Ginevra). L'attenzione di a Bibbia hè sempre nant'à Ghjesù Cristu. Dunque, a nostra vita cum'è seguitore di Cristu duverebbe girà intornu à ellu. Ghjesù hè ghjuntu à a terra com'è un omu è Diu. Ellu ghjunghje à noi credenti per via di l'abitazione di u Spìritu Santu. Ghjesù Cristu hà da vultà in gloria "per trasfurmà u nostru corpu vanu per ch'ellu pò esse diventatu u so corpu glorificatu" (Filippini 3,21). Allora «a creazione serà ancu libera da a servitù di impermanenza à a meravigliosa libertà di i zitelli di Diu» (Rumani 8,21). Iè, vene da prestu, dice u nostru Salvadore. Cum'è discepuli di Cristu, avemu tutte risponde cun una sola voce: "Amen, sì, vene, Signore Ghjesù!" (Revelazione 22,20).

di Norman L. Shoaf


in pdfA vene di u Signore