Fede - vede l'invisibile

533 crede vede l'invisibile Ci sò ferma pochi settimane finu à quandu celebremu a morte è a risurrezzione di Ghjesù. Duie cose ci sò accadute quandu Ghjesù hè mortu è risuscitatu. U primu hè chì simu morti cun ellu. È a seconda cosa hè chì eramu cresciuti cun ellu.

L'apòstulu Paulu si fece cusì: "Se sì ora cresciutu cù Cristu, cercate ciò chì hè sopra, induve Cristu, seduta à a manu diritta di Diu. Cerca ciò chì hè sopra, micca ciò chì hè nantu à a terra. Perchè tù morse, è a vostra vita hè ammucciata cun Cristu in Diu. Ma sè Cristu, a vostra vita, hè revelatu, allora vi sarà ancu rivelatu cun ellu in gloria » (Colosiani 3,1: 4).

Quandu Cristu hè mortu in croce per i nostri peccati, tutta l'umanità, cumpresu voi è mi, hè mortu quì in un sensu spirituale. Cristu murìu cum'è u nostru rappresentante in u nostru postu. Ma micca cum'è u nostru sustituviu, ellu hè mortu è ancu risuscitatu trà i morti cum'è u nostru rappresentante. Questu significa: quandu hè mortu è hè statu risuscitatu, moriamu cun ellu è semu criatu cun ellu. Significa chì u Babbu ci accetta in basa di ciò chì simu in Cristu, u Figliolu Amatu di Ghjesù. Cristu ci riprisenta davanti à u Babbu in tuttu ciò chì facemu, per quessa, ùn hè micca più noi chì facemu, ma Cristu in noi. In Ghjesù avemu statu liberatu da u putere di u peccatu è a so punizione. È in Ghjesù avemu una nova vita in ellu è u Babbu per mezu di u Spìritu Santu. A Bibbia chjama questu novu o natu di sopra. Semu nati da quì sopra per mezu di u putere di u Spìritu Santu di campà una vita cumpiendu in una nova dimensione spirituale.

Sicondu u versu chì avemu lettu è parechji altri versi, vivemu cun Cristu in un regnu celeste. U vechju eu murì è nova vita hè ghjunta. You are avà una nova creazione in Cristu. A verità passiunanti di esse una nova creazione in Cristu hè chì simu avà identificati cun ellu è ellu cun noi. Ùn duvimu mai vede noi stessi cum'è separati, luntanu da Cristu. A nostra vita cun Cristu hè ammucciatu in Diu. Semu identificati cù Cristu à traversu e attraversu. A nostra vita hè in questu. Hè a nostra vita. Semu unu cun ellu. Vivemu in questu. Ùn simu micca solu abitanti in terra; simu ancu residenti di u celu. Mi piace à discrivela cum'è vivenu in dui zoni tempu - a zona tempurale, fisica è eterna, paradisiaca. Hè faciule dì queste cose. Hè più difficiule di vedalli. Ma sò veri ancu s'è cumbatte cù tutti i prublemi di ogni ghjornu chì incontriamu.

Paulu ci dumanda di ùn guardà micca a visibilità, ma di cuncentrazione nantu à l'invisibili: «Hè per quessa chì ùn ci simu stanchi; ma se a nostra persona esterna deca ancu, l'internu hè rinnuvatu da u ghjornu. Perchè a nostra affliczione, chì hè tempurale è luminosa, crea una gloria eterna è sfregante, noi, chì ùn vemu micca nantu à u visibile, ma nantu à l'invisibile. Perchè ciò chì hè visibile hè tempurale; ma ciò chì hè invisibile hè eternu » (2 Corintini 4,16: 18).

Questa è esattamente u puntu. Eccu l'essenza di a fede. Videndu sta nova rialità di quale site in Cristu cambia u vostru pensamentu tuttu, cumpresu ciò chì puderete passà ora. Quandu si ricunnosce Ghjesù chì reside in voi stessu, ci hè una grande differenza in quantu site capaci di trattà cù l'affari di sta vita presente.

di Ghjiseppu Tkach