DIA À DIA


U mediatore hè u missaghju

056 u mediadoru hè u messaghju «Una volta è l'altra, ancu prima di u nostru tempu, Diu hà parlatu à i nostri antenati in parechje manere sfarente per mezu di i prufeti. Ma avà, in st'ultimu tempu, Diu ci hà parlatu per mezu di u so Figliolu. Per ellu Diu hà creatu u celu è a terra, è l'hà ancu fattu una lascita per tuttu. A gloria divina di u so Babbu hè dimustrata in u Figliolu, perchè hè interamente a maghjina di Diu "(Ebrei 1,1: 3 HFA).

I scienziati suciali utilizanu parolle cum'è "mudernu", "post-mudernu" o ancu "post-post-mudernu" per discrive u tempu in cui campemu. Raccomandanu ancu diverse tecniche per cumunicà cù ogni generazione.

Qualunque sia u tempu in cui campemu, a vera cumunicazione hè pussibile solu quandu e duie parti superanu u parlà è l'ascoltu di u livellu di comprensione. Parlà è ascultà sò mezi per finisce. U scopu di a cumunicazione hè una vera comprensione. Solu perchè qualcunu puderia parlà è ascultà à qualchissia è cusì fà u so duvere ùn significa micca necessariamente chì si capiscenu. È s'elli ùn s'accordanu micca veramente, ùn anu micca cumunicatu daveru, parlavanu è ascultavanu senza capì.

Hè diversu cun Diu. Diu ùn solu ci ascolta è ci parla di e so intenzioni, cumunicheghja cun intelligenza. Ci dà prima a Bibbia. Questu ùn hè micca solu un libru, hè l'autorevelazione di Diu per noi. Attraversu elli ci trasmette quale hè, quantu ci ama, quanti doni dà, cumu pudemu cunnosce ellu è cumu pudemu organizà megliu a nostra vita. A Bibbia hè una guida per una vita cumpleta ...

Leggi più

Natale - Natale

309 Natale di Natale "Dunque, santi fratelli è surelle chì participanu à a chjama celeste, feghjanu versu l'apòstulu è u suvranu sacrificadore chì prufessemu, Ghjesù Cristu". A maiò parte di a ghjente accetta chì Natale sia diventatu un festival cummossu è cummossu - a maiò parte di u tempu Ghjesù hè sminticatu cumplettamente. L'enfasi hè posta nantu à l'alimentu, u vinu, i rigali è e celebrazione; ma chì si festighjeghja? Cum'è cristiani, duvemu esse preoccupati per chì Diu hà mandatu u so Figliolu in terra.

Natale incarna l'amore di Diu per l'omi umani, cum'è leghjimu in Ghjuvanni 3:16. "Perchè Diu hà tantu amatu u mondu chì hà datu u so Figliolu unitu, chì quellu chì crede in ellu ùn perisca micca, ma abbia a vita eterna". Diu vole chì gudemu di a decisione ch'ellu hà fattu di mandà u so Figliolu in stu mondu piccatore. Tuttu hà principiatu cù un zitellu in un presepiu in una stalla umile.

Una secularizazione interessante di Natale hè l'abbreviazione chì hè diventata cumuna cun noi oghje - "Natale". Cristu hè statu cacciatu da a parolla "Natale"! Certi ghjustificheghjanu dicendu chì X significa a croce. In casu sì, deve esse vistu se quelli chì usanu a parolla capiscenu a spiegazione.

Quandu celebremu a nascita di u nostru Salvadore cù l'amichi è a famiglia, duvemu assicurà chì ci guardemu: "Vulemu fissà u nostru sguardu nantu à Ghjesù, u precursore è a perfezione di a fede - perchè Ghjesù sapia a gioia chì l'aspettava , hà pigliatu a morte nantu à a croce è ancu a vergogna chì era cunnessa cun ella è avà hè pusatu nantu à u tronu in ...

Leggi più