Immanuel - Diu cun noi

613 immanuel dio cun noi Versu a fine di l'annu ricordemu l'incarnazione di Ghjesù. U Figliolu di Diu hè natu un essaru umanu è hè ghjuntu à noi nantu à a terra. Hè diventatu umanu cum'è noi, ma senza peccatu. Hè diventatu l'unicu umanu perfettu, divinamente nurmale, cum'è Diu avia previstu prima di tutti i tempi. Durante a so vita terrena hà campatu vuluntariamente in cumpleta dipendenza da u Babbu è hà fattu a so vuluntà.

Ghjesù è u so Babbu sò unu in un modu chì nisuna altra persona hà sperimentatu finu à oghje. Sfurtunatamente, u primu Adam hà sceltu di campà indipindente da Diu. Questa indipendenza scelta da Diu, stu peccatu di u primu omu, hà distruttu a relazione persunale intima cù u so Creatore è Diu. Chì tragedia hè questa per tutta l'umanità.

Ghjesù hà rializatu a vuluntà di u Babbu venendu in terra per riscattacci da a servitù di Satanassu. Nunda è nimu ùn pudia impedisce lu di liberà noi umani di a morte. Dunque nantu à a croce hà datu a so vita divina è umana per noi è hà fattu spiazione per tutte e nostre culpabilità è ci hà riconciliatu cù Diu.

Semu stati trasportati spiritualmente in a morte di Ghjesù è a vita risuscitata. Questu significa chì se credemu, vale à dì d'accordu cù Ghjesù, in ciò ch'ellu dice, cambia a nostra vita è simu una nova criatura. Ghjesù hà apertu una nova prospettiva chì ci era piatta per un bellu pezzu.
Intantu, Ghjesù hà ripresu a so piazza à a diritta di Diu, u so Babbu. I discìpuli ùn pudianu più vede u so Signore.

Tandu hè accadutu u festivale speciale di e Penticoste. Hè u tempu quandu a chjesa di u Novu Testamentu hè stata fundata è sottolineu chì u Spìritu Santu hè statu datu à i credenti. Vuleria riprisentà stu miraculu cù uni pochi di versi di u Vangelu di Ghjuvanni.

«È vogliu dumandà à u Patre è ellu vi darà un altru cunsulatore per ch'ellu sia cun voi per sempre: u spiritu di verità, chì u mondu ùn pò riceve perchè ùn lu vede nè u cunnosce. U cunniscite perchè stà cun voi è serà in voi. Ùn ti vogliu micca lascià orfani; Vengu versu tè. Ci hè ancu un pocu di tempu prima chì u mondu ùn mi viderà più. Ma mi vedi, perchè sò vivu è duvete ancu campà. In quellu ghjornu sapete chì sò in u mo Babbu è voi in mè è eiu in voi » (Ghjuvanni 14,16: 20).

U fattu chì u Spiritu Santu campi in noi è chì ci sia permessu di esse unu cù u Diu Triunu hè al di là di ciò chì u spiritu umanu pò capisce. Simu di novu di fronte à a quistione di sè credemu questu è sì simu d'accordu cù Ghjesù, chì ci hà indirizzatu queste parolle. U Spìritu Santu di Diu chì stà in noi ci palesa sta gluriosa verità. Sò cunvintu chì ogni persona chì capisce questu ringrazia Diu per stu miraculu chì li hè accadutu. L'amore è a gràzia di Diu per noi hè cusì grande chì vulemu restituì u so amore pienu di u Spìritu Santu.

Dopu chì u Spìritu Santu hà pigliatu residenza in voi, ellu vi mostra a strada, l'unicu in quale ancu voi campate felice, cuntentu è rializatu cun entusiasmu cumpletamente in dipendenza di Diu. Ùn pudete micca fà nunda fora di Ghjesù, cum'è Ghjesù ùn faria nunda chì ùn era micca a vulintà di u Babbu.
Puderete avà chì Immanuel hè «Diu cun noi» è per mezu di è in Ghjesù avete statu permessu di riceve una nova vita, a vita eterna, perchè u Spìritu Santu stà in voi. Hè una ragione abbastanza per ralegrassi è esse grati da u fondu di u core. Avà lasciate à Ghjesù travaglià in voi. Sì credite ch'ellu hà da vultà in terra è chì vi serà permessu di campà cun ellu per sempre, sta cridenza diventerà realità: "Perchè tutte e cose sò pussibule per quellu chì crede".

di Toni Püntener