Fate una benedizzione à l'altri

574 esse una benedizzione per l'altri A Bibbia parla esplicitamente di a benedizione in più di 400 posti. Inoltre, ci sò assai più chì tratanu indirettamente cun ellu. Ùn meravigliate chì i cristiani piace à aduprà stu termine in a so vita cù Diu. In e nostre preghiere, dumandemu à Diu di benedette i nostri figlioli, i nostri figlioli, sposi, genitori, parenti, amici, co-travagliadori è assai altre persone. Nantu à i nostri auguri scrivimu "Diu ti benedica" è usanu frasi cum'è "Habakkuk un ghjornu benedettu". Ùn ci hè megliu una parolla per discrive a bè di Diu versu di noi, è speramu chì li ringraziamu ogni ghjornu per e so benedizioni. Pensu chì hè ugualmente impurtante di esse una benedizzione per l'altri.

Quandu Diu hà dumandatu à Abraham di lascià a so patria, li dicia ciò chì avia da fà: "Vogliu fà di voi un grande populu è vogliu benedettu ti è fà un grande nome, è duvete esse una benedizzione" (Leviticu 1: 12,1-2). In l'edizione Bibbia New Life dice: "Vogliu fà voi una benedizzione per l'altri". Sò assai preoccupatu di stu passaghju è mi dumandu spessu: "Sò una benedizzione per l'altri?"

Sapemu chì dà hè più felice di piglià (Atti 20,35). Sapemu ancu chì duvemu sparta a nostra benedizzione cù l'altri. Credu chì ci hè di più chè una benedizzione per l'altri. A benedizzione cuntribuisce significativamente à a felicità è u benessere o hè un rigalu da u celu. A ghjente si senti megliu o ancu benedetta in a nostra presenza? O preferite esse cù qualchissia altru chì hè significativamente più cunfidu in a vita?

Cum'è cristiani, duvemu esse a luce di u mondu (Matteu 5,14: 16) U nostru travagliu ùn hè micca di risolve i prublemi di u mondu, ma di brillà cum'è luce in u bughju. Sapete chì a luci si move più rapidamente da u sonu? U nostru presente illumina u mondu di quelli chì ci scuntemu? Fate questu una benedizzione per l'altri?

Essendu una benedizzione per l'altri ùn dipende micca di tuttu ciò chì va beni in a nostra vita. Quandu Paulu è Silas eranu in prigiò, decisu di ùn malidicà a so situazione. Continuavanu à lodà Diu. U so esempiu era una benedizzione per l'altri prigiuneri è i guardiani di a prighjò (Atti 16,25-31). Calchì volta e nostre azioni ponu esse benefiziunate per l'altri in tempi difficili è ùn ne truvaremu mancu d'elli. Se ci affaccemu à Diu, pò fà cose miraculose attraversu noi senza noi mancu nutà.

Quale pò sapè quante persone entri in cuntattu? Si dice chì una persona ponu affettà finu à 10.000 persone in u corsu di a so vita. Ùn saria micca maraviglioso se noi puderia esse una benedizzione per ognuna di queste persone, ch'ella sia chjuca? Hè pussibile. Avemu solu bisognu di dumandassi: "Signore, per piacè facci una benedizzione per l'altri!"

Un suggerimentu à a fine. U mondu saria un locu megliu se duvemu implementà a regula di vita di John Wesley:

"Fate quantu bè cum'è pudete
cun tutti i mezi à a vostra dispusizione
in ogni modu pussibule
qualunque è induve si pò
versu tutte e persone è
per u più longu possibili ».
(Ghjuvanni Wesley)

da Barbara Dahlgren