Cosa pensate di i credenti?

483 cumu pensanu i credenti nantu à i non credenti Indirizzu à voi una quistione impurtante: Cumu vi sentite di non credenti? Pensu chì hè una domanda chì duvemu tutti esse pensendu! Chuck Colson, fundatore di a Prison Fellowship in i Stati Uniti, hà rispostu una volta a sta dumanda cun analogia: "Se un cecu si pisca nantu à u vostru pede o mette un caffè caldu sopra a vostra cammisa, sarebbe arrabbiatu cun ellu? Ellu risponde chì no simu, precisamente perchè un cecu ùn pò micca vede ciò chì trova davanti à ellu ».

Tenite à mente chì e persone chì ùn sò ancu stati chjamati per crede in Cristu ùn ponu vede a verità davanti à i so ochji. «À i increduli, à quale u diu di stu mondu hà cecatu a mente chì ùn ponu micca vede a luce luminosa di u Vangelu di a gloria di Cristu, chì ghjè l'immagine di Diu» (2 Corinzi 4,4). Ma à u mumentu ghjustu, u Spìritu Santu apre i so ochji spirituali per chì ponu vede. «È ellu (Ghjesù Cristu) vi dà ochji illuminati di u core per chì pudete vede ciò chì speranza vi sò chjamati da ellu, quantu ricca a gloria di a so eredità hè per i santi » (Efesini 1,18). I babbi di a chjesa anu chjamatu questu avvenimentu "u miraculu di l'illuminazione". Quandu succede, diventa pussibule per e persone di crede. Credenu perchè ponu vedà avà cù i so ochji. Eppuru chì alcune persone, malgradu a so vista, optanu per ùn crede micca, ghjè a mo creda chì a maiò parte di elli eventualmente risponderanu in modu pusitivu à a chjama chjara di Diu in a so vita. Mi pregu chì fanu cusì più prestu chì più tardi per ch'elli puderanu sperimentà a pace è a gioia di cunnosce Diu è dicenu à l'altri di Diu digià in questu momentu.

Cridemu chì ricunnosce chì i non-credenti anu idee sbagliate nantu à Diu. Alcune di queste idee sò u risultatu di cattivi esempi da i cristiani. L'altri sorgìu di opinioni illogiche è speculative nantu à Diu chì si sò intesu anni. Questi sbagliati aghjunghjenu a cecità spirituale. Cumu avemu da reagisce à a so incredulità? Sfortunatamente, i cristiani reagiscenu cù a custruzione di mura protettive o ancu forte rifiutu. Custruendu queste mura, scacciamu a realtà chì i non-credenti sò impurtanti quant'è Diu cum'è credenti. Vi scurdamu chì u Figliolu di Diu hè ghjuntu à a terra micca solu per i credenti, ma per tutte e persone.

Quandu Ghjesù hà iniziatu u so ministeru nantu à a terra, ùn ci era nisun cristianu - a maiò parte di e persone ùn eranu micca credenti, ancu i Ghjudei di quellu tempu. Ma graziamente, Ghjesù era un amicu di i peccatori - un avvucatu di i non credenti. Hà dettu: "Micca forte hà bisognu di u duttore, ma di i malati" (Matteu 9,12). Ghjesù s'impegnò à circà i peccatori persi per ch'elli puderanu accettallu è a salvezza chì li offre. Eppo hà passatu una grande parte di u so tempu cun persone chì eranu cunsiderate indignu è micca signalate da l'altri. I capi religiosi di i Ghjudei stamparu dunque à Ghjesù cum'è "un lupu, un bevatore di vinu è un amicu di i colettori d'imposti è di i peccatori" (Luca 7,34).

U Vangelu ci revela a verità: «Ghjesù, u Figliolu di Diu, diventatu un omu chì vivia trà noi, murì è ascendì; hà fattu questu per tutti e persone ». L'Scrittura ci dice chì Diu ama "u mondu". (Ghjuvanni 3,16) Chistu pò significa solu chì a maiò parte di e persone ùn sò micca credenti. U stessu Diu ci chjama i credenti per amà tutte e persone cum'è Ghjesù. Per questu, avemu bisognu di l'aspettazione per vedeli cum'è "ancora micca credenti in Cristu" - quelli chì appartenenu à ellu, per quale Ghjesù hà mortu è resuscitatu. Sfurtunatamente, hè assai difficiule per parechje cristiani. Apparentemente, ci sò abbastanza cristiani disposti à ghjudicà l'altri. U Figliolu di Diu hà prununziatu: "Perchè Diu ùn hà micca mandatu u figliolu in u mondu à ghjudicà u mondu, ma chì u mondu serà salvatu per ellu" (Ghjuvanni 3,17). Purtroppu, certi cristiani sò tantu ansiosi di ghjudicà i non-credenti chì si ne scurdanu cumplitamenti a manera in chì Diu u Babbu ci guarda - cum'è i so figlioli amati. Per questi ghjente, hà mandatu u figliolu à mori per elli, ancu sì eranu ellu ùn pudia micca (ancora) ricunnosce o amà. Pudemu vedallu cum'è non credenti o incridibili, ma Diu li vede cum'è futuri credenti. Prima chì u Spìritu Santu apre l'ochji di un non credente, sò chjusi cù a cecità di l'incredulezza - cunfunditi da cuncetti teologicamente sbagliati nantu à l'identità è l'amore di Diu. Hè precisamente in queste cundizione chì ci tocca à amassi invece di evità o di rifiutà. Averemu da pricà per chì, quandu u Spìritu Santu li capacita, capiscenu a bona nova nantu à a grazia cunciliante di Diu è accettanu a verità cù a fede. Queste persone puderanu entre in a nova vita sottu a guida è a regula di Diu è u Spìritu Santu pò permette di sperienze a pace chì ci hè datu da elli cum'è figlioli di Diu.

Quandu pensemu à non credenti, ricordemu u cumandamentu di Ghjesù: «Hè u mo cumandamentu chì ti amate secondu chì ti amo (Ghjuvanni 15,12). » E cumu Ghjesù ci ama? U lasciademu di noi sparte in a so vita è l'amore. Ùn custruisce mura per separà i credenti di non credenti. I Vangeli ci dicenu chì Ghjesù hà amatu è accettatu i cullettori di tributi, adulteratori, pussede persone, è lebbri. Hà amatu ancu e donne cun malu riputatu, i suldati chì si burlavanu è l'abbandonu è i criminali crucifissu à fiancu. Quandu Ghjesù si misse à a croce è pensava à tutte sse persone, pricava: "Babbu, pardunallu; perchè ùn sanu micca ciò chì facenu! » (Luca 23,34). Ghjesù li ama è accetta tutte ciò chì puderanu riceve u pardonu da ellu cum'è u so Salvadore è u Signore è pò vive in cummunione cù u so Babbu celesticu per mezu di u Spìritu Santu.

Ghjesù vi ​​dà parte in u so amore per i increduli. Fendu cusì, vedi queste persone cum'è a proprietà di Diu, chì ellu hà creatu è redimitu, malgradu u fattu chì ùn anu ancu micca cunnisciutu quellu chì ama. Se mantenenu sta perspettiva, i so attitudini è u cumportamentu versu i non-credenti cambianu. Accettanu queste persone cù e braccia aperte cum'è membri di a famiglia orfani è stranati chì cunnoscenu solu u so babbu. Cum'è fratelli è sorelle perduti, ùn sanu micca ch'elli sò rilativi à noi per mezu di Cristu. Cercate di scuntrà i non credenti cù l'amore di Diu, per ch'elli puderanu puru accoglie a grazia di Diu in a so vita.

da Joseph Tkach