Relazione di Diu cù u so pòpulu in i Salmi

381 Salmi relazione cù Diu Mentre chì ci sò qualchì salmi chì tratanu a storia di u populu di Diu, a maiò parte di i salmi descrizanu a relazione di l'individuu cù Diu. Si pò suppone chì un salmo cuncerna solu l'autore è ùn ne hà micca necessariamente una prumessa per l'altri. Eppuru, i salmi eranu cumpresi in l'himniu di Israele anticu per invità à participà à una relazione cum'è deskritta in queste canzoni. Mostranu chì Diu striveva micca solu per una relazione cù u populu in generale, ma ancu cù l'individuu in elli. Tuttu puderia participà.

Reclama invece di capì

Tuttavia, a relazione ùn hè micca sempre cusì armoniosa cum'è averiamu piaciutu ch'ella sia stata. A forma più cumuna di un salmu era quella di a lamentazione - quasi un terzu di i salmi si vultonu à Diu cù una certa forma di lamentu. I cantanti anu descrittu un prublema è dumandatu à Diu di u risolve. U salmu era spessu esageratu è emotivo. U Salmu 13,2: 3 hè un esempiu di questu: "Signore, finu à quandu ti ne scurderete cumplitamente?" Quantu stanu amparatu a to faccia da mè? Quantu tempu mi deve cura in a mo anima è teme in u mo core ogni ghjornu? Quantu tempu u mio nemicu si deve alzà sopra à mè? »

E melodie eranu cunnisciute perchè i salmi eranu spessu cantati. Ancu quelli chì ùn eranu micca affettati personalmente sò stati dumandati à unisce à u lamentu. Forsi à ricurdà chì ci era qualchi persone in Diu chì eranu veramente cattivi. Anu aspettu chì Diu intervene ma ùn sapianu quandu avissi da succede questu. Questu descrive ancu a nostra rilazione cù Diu oghje. Benchì Diu sia intervenitu attivamente per mezu di Ghjesù Cristu à i nostri peggiori nemici Per scunfighja (u peccatu è a morte), ùn sempre cura di i nostri prublemi fisichi quant'è vuleriamu. I lamenti ci ricurdanu chì e difficultà ponu durà assai tempu. Allora continuemu à guardà à Diu è speremu chì Ellu puderà risolvi u prublema.

Ci hè ancu salmi chì accusanu à Diu di dorme:
«Svegliate, svegliate per fà mi bè è fà a mo cosa, u mo Diu è u Signore! U Signore, u mo Diu, aiutatimi di manera sicondu a vostra ghjustizia, chì ùn sò micca felici in mè. Ùn li lasciami micca dì in i so cori: eccu, culà! Ci hè vulsutu questu. Ùn lasciate micca dì: u devoratu (Salmu 35,23-25).

I cantanti ùn anu veramente imaginatu chì Diu hà addurmintatu daretu à a banca. E parolle ùn sò micca destinate à esse rapprisentazioni di fatti di a realtà. Piuttostu descrivanu u statu emotivo persunale - in questu casu hè a frustrazione. L'himnbook naziunale hà invitatu a ghjente à amparà sta canzona per sprimà a prufundità di i so sentimenti. Ancu s'ellu ùn anu micca affruntà i nemici descritti in u salmu à u mumentu, u ghjornu puderia vene quandu succedeva. Per quessa, in sta canzona, Diu hè dumandatu a ritribuzione: "Duveranu vergogna è vergogna, tutti quelli chì sò felici di a mo disgrazia; si deve vesti di vergogna è di vergogna chì si vantanu contru di mè. (V. 26) ".

In certi casi, e parolle vanu "oltre l'urdinariu" - assai oltre ciò chì ci aspettavamu di sente in a Chjesa: "I vostri ochji devanu tenebrà per ùn vede, è i vostri fianchi stanu sempre tremendu. Eliminau u libru di a vita chì ùn sò micca scritte da i ghjusti » (Salmu 69,24.29). Beatu à quellu chì piglia i vostri figlioli è li strufichi nantu à a roccia! (Salmu 137,9)

A cantanti significava literalmente quessa? Forsi quarchi anu fattu. Ma ci hè una spiegazione più perspicacale: duvemu capisce a lingua estrema cum'è iperbole - cum'è esagerazioni emotive per via di a quale u salmista ... Diu vole fà sapè à Diu quantu forti sò i so sentimenti in una situazione particulare ». (William Klein, Craig Blomberg è Robert Hubbard, Introduzione à l'Interpretazione Biblica, p. 285).

I salmi sò chini di lingua emotiva. Questu duverebbe incuragisce à spressione i nostri sentimenti più profondi in a nostra relazione cù Diu è di mette i prublemi in a so manu.

Salmi di ringraziu

Alcune lamentazioni finiscinu cu la prumessa di elogi è di ringrazialli: "Ringrazieghju u Signore per a so ghjustu è elogiu u nome di l'Eternu Altìssimu" (Salmu 7,18).

Pò sembrà chì l'autore offre à Diu un scambiu: Se m'aiuti, ti lagnheghju. Ma in fattu a persona dighjà elogia a Diu. A dumanda di aiutu hè l'ammissione implicita chì Diu pò cumpiendu a dumanda. E persone sò digià aspittendu per ellu di intervene in casu d'emergenza è speranu di pudè ritruvà per i servizii in i ghjorni di festa chì venenu per rende ringrazii è elogii. Anu ancu cunnosce e so melodie bè. Ancu i grandi soffritori di u dulore sò dumandati à amparà i salmi di ringraziamentu è di elogie, perchè ci saranu volte in a vita, postu chì sti canti esprimenu ancu i so sentimenti. Ci urdica à ludà à Diu, ancu s'è ci ferisce personalmente, perchè l'altri membri di a nostra cumunità ponu sperienze tempi di gioia. A nostra relazione cù Diu ùn ci solu affetta à noi cum'è individui - si tratta di esse membri di u populu di Diu. Quandu una persona hè felice, semu tutti felici; quandu una persona soffre, tutti soffremu. Salmi di pena è salmi di gioia sò ugguali impurtanti per noi. Ancu s'è pudemu gudiri di parechje benedizioni, ci lamentemu chì parechji cristiani sò perseguitati per e so credenze. È anch'elli cantanu salmi di gioia, cunfidenti ch'elli vedenu megliu ghjorni in l'avvene.

U Salmu 18 hè un esempiu di ringraziamentu per a salvezza di Diu da una emergenza. U primu versu di u salmu spiega chì David hà cantatu e parolle di stu salmu "quandu u Signore l'ha salvatu da a manu di tutti i so nemici": Chjama à u Signore, l'alta elogia, è mi sarà salvatu da i me nemici. Eru circundatu da i ligami di a morte, è l'inundazioni di a distruzione m'anu spaventatu. I ligami di u regnu di i morti mi circundonu, è i cordi di a morte m'hà vulsutu. Quandu aghju avutu a paura, aghju chjamatu u Signore ... A terra tremò è tremò, è i fundamenti di a muntagna si muvianu è tremò ... U fume si risuscitò da u nasu è cunsumava focu da a bocca; I fiammi si sparseu da ellu (Salmu 18,4-9).

À novu David usa una scelta esagerata di parolle per enfatizà qualcosa. Ogni volta chì noi sò salvati da una emergenza - sia causata da intrusi, vicini, animali o una secca - ringraziem è lode à Diu per tuttu l'aiutu chì ci dà.

canzone di lode

U salmu più breve illustra u cuncettu basicu di un inno: a chjama à l'elogi seguita da una ragione: Lode u Signore, tutti i pagani! Lodelu, tutti i pòpuli! Perchè a so grazia è a verità prevalenu nantu à noi per sempre. Hallelujah! (Salmu 117,1: 2)

U pòpulu di Diu hè animatu à cumprendi questi sentimenti cum'è parti di a so relazione cù Diu: sentimenti di stanchezza, ammirazione è sicurità. Sò questi sentimenti di sicurità sempre presenti in u populu di Diu? No, i lamenti ci ricurdanu chì noi ne simu incuragiti. A cosa stupente di u Libru di i Salmi hè chì tutti i sfarenti tipi di salmi sò stati mischiati. Lode, grazie è lagnanza sò cunnessi; chì riflette u fattu chì u pòpulu di Diu face tutte e cose è Diu hè cun noi induve andemu.

Alcune psalmi sò di circa i re di Ghjuda è prubabilmente sò stati cantati ogni annu in parati pubbliche. Alcune di queste salmi sò interpretati oghje in u Messia, postu chì tutti i salmi sò rializati in Ghjesù. Cum'è persona, hà sperimentatu - cum'è noi - preoccupazioni, teme, sentimenti d'abbandunatu, ma ancu di fede, di elogi è di gioia. L'elogiamu cum'è u nostru rè, cum'è quellu à traversu quale Diu hà purtatu a salvezza. I salmi ispiranu a nostra imaginazione. Ci rafforzanu per via di a nostra relazione vivente cù u Signore, cum'è membri di u populu di Diu.

di Michael Morrison


Relazione di Diu cù u so pòpulu in i Salmi