Dui banchetti

636 dui banchetti E descrizzioni più cumuni di u celu, pusate nantu à un nuvulu, cù una cammisa da notte, è sunendu l'arpa hà pocu à chì vede cù cume e Scritture discrivenu u celu. In cuntrastu, a Bibbia descrive u celu cum'è un grande festival, cum'è un ritrattu in furmatu super-grande. Ci hè cibu gustosu è vinu bonu in grande cumpagnia. Hè a più grande accolta di nozze di tutti i tempi è festighjeghja u matrimoniu di Cristu cù a so chjesa. U Cristianesimu crede in un Diu chì hè veramente gioiosu è chì u più caru desideriu hè di celebrà cun noi per sempre. Ognunu di noi hà ricevutu un invitu persunale à stu banquet festivu.

Leghjite e parolle di u Vangelu di Matteu: «U regnu di i celi hè cum'è un rè chì hà organizatu un matrimoniu per u so figliolu. È mandò i so servitori à chjamà l'invitati à u matrimoniu; ma ùn vulianu micca vene. Di novu mandò altri servitori è disse: Dì à l'invitati: Eccu, aghju preparatu u mo manghjà, i mo boi è i mo vacchi bovini sò stati macellati, è tuttu hè prontu; venite à u matrimoniu! " (Matteu 22,1: 4)

Sfurtunatamente, ùn simu micca sicuri se accettemu l'invitu. U nostru prublema hè chì u guvernatore di stu mondu, u diavule, ci hà ancu invitatu à un banchettu. Sembra chì ùn simu micca abbastanza intelligenti per vede chì i dui festival sò in realtà assai diversi. A sfarenza fundamentale hè chì, mentre Diu vole manghjà cun noi, u diavule vole manghjacci! A Scrittura a face capì. «Esse sobri è fighjulati; perchè u vostru avversariu, u diavulu, cammina intornu cum'è un leone chì rugge è cerca à chì manghjà » (1 Petru 5,8)

Perchè hè cusì difficiule?

Mi dumandu perchè hè cusì difficiule per l'umanità di sceglie trà a festa di Diu è quella di u diavulu, iè trà Diu, u nostru Creatore, è Satanassu, chì vole distrughjerci. Forse hè perchè ùn simu micca sicuri di sicuru chì tippu di relazione vulemu in a nostra vita. E relazioni umane devenu esse cum'è una sorta di festa. Un modu di nutrisce è di custruisce si l'altri. Un prucessu cù u quale campemu, crescemu è maturemu mentre aiutemu l'altri à campà, crescenu è maturu dinò. Tuttavia, ci pò esse una parodia diabolica in a quale agimu cum'è cannoni l'uni nantu à l'altri.

U scrittore ebreu Martin Buber hà dettu chì ci sò dui tippi di relazioni. Descrive un tippu cum'è "relazioni I-You" è l'altru cum'è "Relazioni I-It". In e relazioni I-Tu, ci trattemu trà noi cum'è uguali. Scupremu l'uni l'altri, amparemu l'uni da l'altri è rispettemu l'uni à l'altri cum'è uguali. In e relazioni I-id, tuttavia, tendemu à trattassi l'unu l'altru cum'è persone inuguali. Questu hè ciò chì facemu quandu vedemu e persone solu cum'è fornitori di servizii, fonti di piacè, o mezi per guadagnà o scopu personale.

Esaltazione di sè stessu

Mentre scrivu ste parolle, un omu mi vene in mente. Chjamemu Hector, ancu s'ellu ùn hè micca u so veru nome. Mi vergogna di dì chì Hector hè un clericu. Quandu Hector entra in una stanza, cerca intornu à qualchissia di primura. Quandu un vescu hè prisente, si avvicinerà direttamente à ellu è li impegnerà in una cunversazione. Se un merre o un altru dignitariu civile hè presente, hè ancu cusì. U listessu vale per u riccu imprenditore. Postu chì ùn sò micca unu, raramente s'inchietava di parlà cun mè. Mi hà tristitu di vede à Hector marchjà cù l'anni, sia in termini d'uffiziu sia, timu, in termini di a so anima. Avemu bisognu di relazioni I-Tu se duvemu cresce. E relazioni I-id ùn sò micca listesse. Se trattemu l'altri cum'è fornitori di servizii, foraggi di carriera, stepping stones, soffriremu. A nostra vita serà più povera è u mondu serà ancu più poveru. E relazioni I-voi sò e cose di u celu. Questu ùn hè micca u casu cù e relazioni I-It.

Cumu andate personalmente à a scala di a relazione? Cumu trattate u postanu, u spazzatore, a ghjovana venditrice à a cassa di i supermercati, per esempiu? Cume trattate e persone chì incontrate à u travagliu, in u shopping, o in qualchì attività suciale? Se cunduce una vittura, cumu trattate i pedoni, i ciclisti o altri automobilisti? Cumu trattate e persone chì sò più basse in l'ordine suciale chè voi? Cumu trattate e persone in bisognu? Hè u segnu distintivu di una persona veramente grande chì ellu o ella face chì l'altri si sentenu ancu bè, mentre quelli chì sò chjuchi è stunted in spiritu tendenu à fà u cuntrariu.

Qualchì annu fà avia ragiò di scrive à l'Arcivescu Desmond Tutu. Aghju ricivutu da ellu una lettera scritta à a manu chì tengu sempre tesoru finu à oghje. St'omu hè abbastanza grande per chì l'altri si sentinu ancu grande. Unu di i mutivi di u successu maravigghiusu di a so Cummissione Verità è Riconciliazione in Sudafrica hè statu u rispettu senza riserve ch'ellu hà fattu per tutti quelli chì hà scontru, ancu quelli chì ùn parenu micca meritallu. Hà offertu à tutti una relazione I-Thou. In sta lettera mi hà fattu sentì cum'è eru uguale - ancu se sò sicuru chì ùn sò micca. Hà praticatu solu per a festa celeste, induve tutti participeranu à a festa è nimu ùn serà alimentu per i leoni. Allora cumu pudemu esse sicuri chì faremu listessu?

Ascolta, risponde è relazione

Prima, duvemu sente l'invitu persunale di u Signore per noi. Li sintemu in diverse Scritture. Unu di i testi più famosi vene da Revelazione. Ci invita à lascià entra à Ghjesù in a nostra vita: «Vedi, stò à a porta è pichju. Sì qualchissia sente a mo voce è apre a porta, entreraghju è averaghju cumunione cun ellu è ellu cun mè » (Revelazione 3,20). Questu hè un invitu à a festa celeste.

Dopu, dopu avè ascultatu st'invitu, duveriamu risponde. Perchè Ghjesù si trova à a porta di u nostru core, pichja è aspetta. Ùn pate micca a porta. Duvemu apre, invitallu sopra a soglia, accettallu personalmente à tavula cum'è u nostru Redentore, Salvatore, amicu è fratellu, prima ch'ellu entre in e nostre vite cù u so putere di guarigione è di trasformazione.

Hè ancu necessariu chì cuminciamu à preparà a festa celeste. Facemu questu incorporendu quante più relazioni I-Thou in a nostra vita pussibule, perchè u più impurtante di a festa celeste, cum'è a Bibbia furnisce, ùn hè micca u manghjà o u vinu, ma e relazioni. Pudemu stabilisce relazioni in e circustanze più inaspettate quandu simu pronti per elli.
Lasciami cuntà una vera storia. Parechji anni fà sò andatu in vacanze in Spagna cù un gruppu di amichi è cunniscenze. Un ghjornu eramu andati fora di a cità è eramu persi senza speranza. Semu finiti in una zona pantanosa senza idea di cume ritruvà in terra ferma. Induve era un modu di ritornu à a cità chì simu venuti. Per peghju, era sera è a luce di u ghjornu cuminciò à svanisce.

In sta situazione difficiule, simu diventati cuscenti di un enorme spagnolu cù i capelli lunghi chì si movia versu noi attraversu u pantanu. Era di pelle scura è barbutu è purtava panni scrupolosi è grossi pantaloni da pesca. L'avemu chjamatu è li dumandemu aiutu. À u mo stupore, mi hà pigliatu, m'hà messu nantu à a so spalla, è m'hà purtatu à l'altra parte di u landu finu à ch'ellu m'hà messu nantu à un caminu solidu. Hà fattu listessu per ognunu di i nostri gruppi è dopu ci hà mostratu a strada da fà. Aghju cacciatu u mo portafogliu è li aghju offertu qualchì fattura. Ùn ne vulia nimu.

Invece, m'hà pigliatu a manu è l'ha strinta. Hà ancu strintu a manu cù tutti l'altri in u gruppu prima di lasciarci salvi è salvi. M'arricordu quantu eru imbarazzatu. L'avia prupostu una relazione I-It è l'avia cambiata cù a so strinta di manu "I-You".

Ùn l'avemu mai più vistu, ma in parechje occasioni mi sò pigliatu à mè stessu pensendu à ellu. Se mai andu à u banchettu celeste, ùn mi sorprenderebbe micca di truvallu in ogni locu trà l'invitati. Diu u benedica. Mi hà fattu vede a strada - è in più di un sensu!

di Roy Lawrence