Grazia u megliu maestru

548 grazia u megliu maestru Vera grazia scossa, hè scandalosa. A grazia ùn scusa micca u peccatu, ma accetta u peccatore. Hè di a natura di grazia chì ùn avemu micca meritatu. A grazia di Diu cambia a nostra vita è hè ciò chì a fede cristiana hè tutta. Parechje persone chì venenu in cuntattu cù a grazia di Diu teme chì ùn saranu più sottu à a lege. Pensanu chì questu li porta à u peccatu più. Paulu hè statu cunfruntatu cù stu puntu di vista è rispose : « Cumu avà ? Peccaremu perchè ùn simu micca sottu à a lege, ma sottu à a grazia ? Luntanu ! " (Rumani 6,15).

Recentemente aghju intesu parlà di una storia chì m'hà fattu pensà à a grazia di Diu è à e so conseguenze. Una matina, un babbu è u figliolu sò andati in cità. Vivianu in una splutazioni 40 km à u nordu di Durban, in Sudafrica. U babbu vulia mantene a vittura in attesa è face u travagliu da l'altra parte di a cità. Quand'elli ghjunghjenu in cità, u babbu lasciò u figliolu per fà affari. Hà urdinatu à u figliolu di guidà a vittura in u garage induve avia riservatu u serviziu. Duverebbe vultà à u so babbu dopu chì u garage hà servutu a vittura per vultà in casa dopu.

U figliolu hà cullatu in u garage in vittura è a vittura hè stata pronta à racolta in prima mattina. Verificava u so sguardu è hà pensatu ch'ellu andava à guardà un film in u sinemà intornu à a cugliera prima di ripiglià u babbu. Sfortunatamente, questa filetta era unu di quelli filmi epichi chì si sò alluntanati per duie ore è mezzo. Quand'ellu surtì, u sole tramontava.
Da l'altra parte di a cità, u babbu era preoccupatu. Chjamò u garage per sapè induve era u so figliolu. Hà amparatu chì u figliolu avia cacciatu uni pochi ore prima (chì era in i ghjorni prima di u telefuninu). Quandu si facia bughju, u figliolu hè ghjuntu à piglià u babbu.

Induve site statu Dumandatu u babbu. Ùn sapendu micca chì u babbu avia digià chjamatu u garage, u figliolu hà rispostu: «Piglia un pocu più in u garage. Quandu sò arrivatu, eranu digià occupati cun altre vittura. In seguitu anu cuminciatu à travaglià in a nostra vittura ». Disse cusì cù un visu cusì seriu chì u babbu averia cridutu sta minzogna se ellu ùn avia micca cunnisciutu a verità.
Cù un visu tristu, u babbu disse: «Figliolu, perchè tù stai mentutu? Aghju chjamatu u garage è mi anu dettu chì avete lasciatu qualchi ore fà. Ti aghju suscitatu d'esse un omu onestu. Sembra chì ovviamente aghju fiascatu. Avà anderaghju in casa à pruvà à scopre ciò chì aghju fattu u male in u mo criscamentu, ciò chì m'hà fattu tene à menti cusì ».

Cù sti frasi, si hè vultatu è caminava 40 km a casa! U ghjuvanottu stava stà, ùn sapendu micca di dì o di fà. Quandu hè ghjuntu à i sensi, hà decisu di guidà lentamente daretu à u so babbu, sperendu chì, à un certu momentu, cambiassi d'idea è si mette in vittura. Parechji ore dopu, u babbu era andatu in casa è u figliolu chì avia seguitu u babbu in vittura andò in parcheghju. "Da u ghjornu dopu, aghju decisu chì ùn avissi mai mischjà à u mo babbu", hà dettu u figliolu quandu hà dettu l'incidentu.

A maiò parte di a ghjente ùn capisce micca ciò chì u peccu hà fattu per elli. Quandu avete a cuscenza di u gradu, hè l'ultimu cosa chì vulete in a vostra vita.
Pensu chì questu hè una storia di grazia classica. U babbu hà decisu di ùn punisce micca u so figliolu per menti. Tuttavia, hà decisu di piglià u dulore per u so figliolu nantu à ellu stessu. Questu hè a grazia - favore immeritatu, amabilità, amore è pirdunu. U nostru Babbu Celeste hà fattu cusì. Quandu a ghjente hà piccatu, ci hà amatu tantu chì hà datu u so Figliolu unigenitu per chì credendu in ellu pudemu esse salvatu da u peccatu è a morte. Perchè Diu hà tantu amatu u mondu, chì hà datu u so Figliolu unigenitu, chì tutti quelli chì credenu in ellu ùn periscanu, ma anu a vita eterna (Ghjuvanni). 3,16). Pigliò u dulore nantu à ellu stessu. U fattu chì u Babbu risponde cù pacienza incuraghjenu più bugie è peccati? Innò! Rispondi cù u peccatu ùn significa micca capisce ciò chì hè accadutu.

"Perchè a grazia sana di Diu hè apparsa à tutte e persone è ci educa chì avemu da rinunzià à l'esseri impie è à i desideri mundani è campà prudente, ghjustu è piamente in questu mondu" (Titus). 2,11-12). Invece di insignà à u peccatu di più, a grazia ci insegna à dì micca à u peccatu è à guidà una vita autocontrollata, dritta è amante di Diu!

Cume fa grazia?

Hè assai difficiule per noi l'omu capisce l'impattu è u dolore chì u peccatu è a mancanza di relazione anu pruduttu. Hè cume un drogatu chì a so vita hè stata distrutta da e droghe. Se u babbu offre misericordia è piglia u figliolu da a grotta di a droga in riabilitazione, ùn hè micca ricunnosce chì u figliolu vuleria ripiglià drogu appena sali da a riabilitazione in modu chì u babbu pò fà cumparisce più misericordia. Ùn si face micca sensu.

Una volta capitu ciò chì u Babbu hà fattu per noi in Ghjesù Cristu, ciò chì u peccatu hè fattu è ciò chì u peccatu ci hà fattu è ciò chì cuntinueghja à fà à noi, a nostra risposta hè un risonante no! Ùn pudemu micca peccà ancu di più chì a grazia abbunda.

Grazia hè una bella parolla. Hè un bellu nome è significa u graziosu o u graziosu. A mo cugnata si chjama Grazia. Ogni volta chì sente o leghje u nome Grace, ricordate ciò chì vi vulete insignà. Per piacè ricordate chì a gràzia ùn hè micca solu di "salvezza", ma chì l'attitudine graziosa è cumpassione hè un maestru per educà è insignà!

da Takalani Musekwa