U mediatore hè u missaghju

056 u mediadoru hè u messaghju "Ancu prima di u nostru tempu, Diu hà parlatu à i nostri antenati in parechje manere diffirenti per mezu di i prufeti. Ma avà, in questu ultimu tempu, Diu ci hà parlatu per mezu di u so Figliolu. Per mezu di ellu, Diu hà creatu u celu è a terra, è hà fattu un eredi di tuttu. In u Figliolu si mostra a gloria divina di u so Babbu, perchè ellu hè tutta l'imaghjini di Diu » (Lettera à l'Ebrei 1,1-3 Speranza per tutti).

I scienziati suciali utilizanu parolle cum'è "mudernu", "post-mudernu" o ancu "post-post-mudernu" per discrive u tempu in cui campemu. Raccomandanu ancu diverse tecniche per cumunicà cù ogni generazione.

Qualunque sia u tempu in cui campemu, a vera cumunicazione hè pussibile solu quandu e duie parti superanu u parlà è l'ascoltu di u livellu di comprensione. Parlà è ascultà sò mezi per finisce. U scopu di a cumunicazione hè una vera comprensione. Solu perchè qualcunu puderia parlà è ascultà à qualchissia è cusì fà u so duvere ùn significa micca necessariamente chì si capiscenu. È s'elli ùn s'accordanu micca veramente, ùn anu micca cumunicatu daveru, parlavanu è ascultavanu senza capì.

Hè diversu cun Diu. Diu ùn solu ci ascolta è ci parla di e so intenzioni, cumunicheghja cun intelligenza. Ci dà prima a Bibbia. Questu ùn hè micca solu un libru, hè l'autorevelazione di Diu per noi. Attraversu elli ci trasmette quale hè, quantu ci ama, quanti doni dà, cumu pudemu cunnosce ellu è cumu pudemu organizà megliu a nostra vita. A Bibbia hè una guida per a vita cumpleta chì Diu hà destinatu à i so figlioli. Invece chì grande sia a Bibbia, ùn hè micca a più alta forma di cumunicazione.

U modu ultimu chì Diu cumuniche hè per mezu di a rivelazione persunale per mezu di Ghjesù Cristu. Amparemu à propositu da a Bibbia. Diu cumunicà u so amore diventendu unu di noi, spartendu l'umanità cun noi, e nostre suffrenze, e nostre tentazioni è i nostri dulori. Ghjesù hà pigliatu i nostri peccati, li hà perdunati tutti, è hà fattu un locu per noi cun ellu accantu à Diu. Ancu u nome di Ghjesù trasmette l'amore di Diu per noi. Ghjesù significa: Diu hè a salvezza. Un altru nome appiicatu à Ghjesù, "Immanuel", significa "Diu cun noi".

Ghjesù ùn hè micca solu u Figliolu di Diu, ma dinò a "Parolla di Diu", chì ci palesa u Babbu è a vuluntà di u Babbu. «A parolla hè diventata omu è hà campatu trà di noi. Noi stessi avemu vistu a so gloria divina, cume Diu ne dà solu à u Solu Figliolu. In ellu ci hè ghjuntu in noi l'amore perdonatore è a fedeltà »(Ghjuvanni 1:14).

Sicondu a vulintà di Diu, "quellu chì vede è crede in u Figliolu camparà per sempre" (Ghjuvanni 6:40).

Diu stessu hà pigliatu l'iniziativa per noi di cunnosce lu. È ci invita à cumunicà cun ellu personalmente leghjendu e Scritture, preghendu è cummunendu cun altri chì u cunnoscenu ancu. Ci cunnosce digià - ùn hè ora di cunnosce lu megliu?

di Ghjiseppu Tkach


in pdfU mediatore hè u missaghju