A gloria di u perdonu di Diu

413 a gloria di u perdonu di Diu

Ancu se u perdonu meraviglioso di Diu hè unu di i mo sugetti preferiti, tenu à ricunnosce chì hè difficiule da capì quantunque sia vera. Dapoi u principiu, Diu a hà pianificatu cum'è u so rigalu generoso, un attu caru di perdonu è cunciliazione da u so figliolu, u culminante di a quale era a so morte nantu à a croce. Cum'è un risultatu, ùn solu simu acquistati, semu restituiti - purtati in armunia cù u nostru amore di Diu triunicu.

In u so libru Expiazione: A Persona è l'Obra di Cristu, TF Torrance l'hà descrittu cusì: "Avemu da mantene e nostre mani in bocca perchè ùn pudemu truvà una parolle chì puderia ancu avvicinà à u significatu infinitamente sacru di cunciliazione ». U cunsidereghja u misteru di u perdonu di Diu cum'è l'opera di un creatore graziosu - un travagliu cusì puro è grande chì ùn pudemu micca capisce cumplettamente. Sicondu a Bibbia, a gloria di u pardonu di Diu hè mostrata da parechje benedizioni ligate. Vi lascemu una breve panoramica di questi rigali di grazia.

1. I nostri peccati sò pardunati cun u pirdunu

A necessità di Ghjesù à mori in croce per via di i nostri peccati ci aiuta à capisce quantu seriamente Diu vede u peccatu è quantu seriamente duvemu ancu vede u peccatu è a culpabilità. U nostru peccatu libera un putere chì distruggerà u Figliolu di Diu stessu è distrugge a Trinità se puderia. U nostru peccatu hà bisognu di l'intervenzione di u Figliolu di Diu per superà u male chì provoca; hà fattu cusì dendu a so vita per noi. Cum'è credenti, ùn vedemu micca a morte di Ghjesù per u pardonu solu cum'è qualcosa "datu" o "dirittu" - ci porta à una venerazione umile è profonda di Cristu è ci porta da a fede iniziale à l'accettazione grata è in ultimità à adurà cù a nostra vita intera.

A causa di u sacrificiu di Ghjesù, avemu un pirdunu totale. Questu significa chì ogni ghjustizia hè stata sguassata da u ghjudice imparziale è perfettu. Tuttu u male hè ricunnisciutu è superatu - distruttu è fattu u dirittu per a nostra salvezza a so propiu di Diu. Ùn ignoremu micca solu sta meravigliosa realità. U perdonu di Diu ùn hè micca cecu - piuttostu u cuntrariu. Nunda ùn hè sminticatu. U male hè dannatu è alluntanatu è simu salvati da e so cunsequenze fatale è avemu ricivutu una nova vita. Diu sapi ogni dettagliu di u peccatu è cumu dannu a so bona creazione. Ellu sà cumu u peccatu ti ferite è e persone chì amate. Ancu mira fora di u presente è vede cumu u peccatu afecta è dannu a terza è a quarta generazione (è fora!). Ellu cunnosce u putere è a prufundità di u peccatu; Dunque ci vole à capisce chistu è prufittà di u putere è di a prufundità di u so perdonu.

U pardunaghju ci permette di ricunnosce è di sapè chì ci hè più di sperienze chè percettemu in a nostra attuale esistenza temporaria. Grazie à u perdonu di Diu, pudemu aspittà per u gloriosu futuru chì Diu hà preparatu per noi. Ùn hà micca permessu di passà nunda chì ùn possa micca rimevà, rinnuvà è restaurà u so travagliu di cunciliazione. U passatu ùn hà micca u putere di determinà u futuru à quale Diu hà apertu a porta per noi, grazia à a cunciliazione di u so figliolu amatu.

2. Semu cunciliatu à Diu per mezu di u pardonu

Sapemu Diu cum'è u nostru Babbu per mezu di u Figliolu di Diu, u nostru fratellu maiò è maiò sacerdote. Ghjesù ci hà invitatu à unisce à u so indirizzu à Diu, u Babbu è à indirizzallu cun Abba. Questa hè una spressione cunfidenziale per babbu o caru babbu. Ellu sparte cun noi a familiarità di a so relazione cù u babbu è ci porta in a vicinanza di u babbu, di a quale vole cusì cù noi.

Per noi mandà à sta familiarità, Ghjesù ci hà mandatu u Spìritu Santu. Per mezu di u Spìritu Santu, pudemu diventà conscientu di l'amore di u Babbu è cumminciate à campà cum'è i so figlioli amati. L'autore di a lettera à l'ebbrei enfatizza a superiorità di l'opera di Ghjesù in questu rispettu: «L'ufficiu di Ghjesù era più altu di quellu di i sacerdoti di l'antica allianza, perchè u pattu, chì hè u mediadoru ora, hè superiore à l'anticu perchè hè fundatu. per prumesse megliu ... perchè vogliu esse graziosu per i so sbagli è ùn vogliu mai ricurdà i so peccati » (Ebrei 8,6.12)

3. A morte hè distrutta per via di u pardonu

In una intervista per u nostru prugramma You'r Inclus, Robert Walker, nipote di TF Torrance, hà osservatu chì l'evidenza di u nostru perdonu era a distruzione di u peccatu è a morte, chì hè statu cunfirmatu da a risurrezzione. A risurrezzione hè un avvene più putente. Ùn hè micca solu a risurrezzione di una persona morta. Hè u principiu di una nova creazione - u principiu di a rinuvazione di u tempu è u spaziu ... A Resurrezzione hè u pirdunu. Ùn hè micca solu a prova di u pirdunu, ma hè u pirdunu perchè secondu a Bibbia u peccatu è a morte vanu inseme. Dunque, a aniquilazione di u peccatu significa ancu a aniquilazione di a morte. Stu à volta significa chì Diu sguassà u peccatu per mezu di a risurrezzione. Qualchissia hà da esse risuscitatu per piglià u nostru peccatu da a tomba in modu chì a risurrezzione diventa a nostra. Per quessa Paulu puderia scrive: "Ma se Cristu ùn hè micca risuscitatu, sì ancu salutu in i vostri peccati." ... A risurrezzione ùn hè micca solu a risurrezzione di una persona morta; piuttostu, rapprisenta u principiu di a ristaurazione di tutte e cose.

4. U pardonu restaura a tutalità

Cù a nostra elezzione à a salvezza, u dilemma filusuficu di a età finisce - Diu invià quellu per i tanti è i tanti sò inclusi in unu. Hè per quessa chì l'apòstulu Paulu hà scrittu à Timoteu: "Perchè ci hè un Diu è un mediatore trà Diu è l'omi, à dì l'omu Cristu Ghjesù, chì s'hè datu cum'è riscattu per tutti, cum'è a so testimoniu à u mumentu propiu. Sò impiegatu cum'è predicatore è apòstulu ..., cum'è maestru di i Gentili in fede è in verità » (1 Timoteu 2,5: 7).

In i piani di Ghjesù per Israele è tutta l'umanità sò cumprati. Hè u servitore fedele di unu Diu, u prete reale, quellu per i tanti, quellu per tutti! Ghjesù hè quellu per mezu di quale u scopu di Diu di dà grazia à u pirdunu à tutte e persone chì anu vissutu hè statu rializatu. Diu ùn sceglie micca o sceglie quellu chì rifiutà i parechji, ma cum'è a manera di involucà i tanti. In a cumunità di salvezza di Diu, l'elezzioni ùn significa micca chì deve avè un ricusamentu implicitu. Hè piuttostu u casu chì a pretensione esclusiva di Ghjesù hè chì solu per ellu tutte e persone ponu esse cunciliate cù Diu. Tenite à nutà i seguenti versi da u libru di Atti: "È in nimu ùn hè salvezza, nè ci hè alcun altru nome sottu à u celu datu à l'omi da quale saremu salvati" (Atti 4,12). «È accadrà: Quellu chì chjama à u nome di u Signore sarà salvatu» (Atti 2,21).

Partemu a bona nova

Pensu chì tutti d'accordu cun mè hè assai impurtante per ognunu di sente a bona nova di u perdonu di Diu. Tutte e persone anu da sapè chì si riconcilie cù Diu. Hè dumandatu à risponde à questa cunciliazione, chì hè annunziatu da a predica di u Spìritu Santu di a Parola di Diu. Tutte e persone duverà capisce chì sò invitati à riceve ciò chì Diu hà fattu per elli. Anu ancu invitati à participà à u travagliu presente di Diu in modu chì puderanu campà in unità persunale è cunvivialità cù Diu in Cristu. Tutte e persone duveranu amparà chì Ghjesù, cum'è Figliolu di Diu, hè diventatu omu. Ghjesù hà rializatu u pianu eternu di Diu. Ci hà datu u so amore puro è infinitu, distrutta a morte è ci vole à esse cun noi dinò in a vita eterna. Tutta l'umanità ha bisognu di u messagiu di l'evangelu perchè, cum'è TF Torrence nota, hè un misteru chì "ci deve stupirà più di quellu chì puderia mai esse qualificatu".

Alegre chì i nostri peccati sò spannati, chì Diu hà perdunatu è veramente amatu per sempre.

Ghjiseppu Tkach

prisidenti
COMUNITÀ INTERNAZIONALE GRACE


in pdfA gloria di u perdonu di Diu