Unheard, grazia scandala

Se vulemu à l'Anticu Testamentu, à u 1. Libru di Samuele, scuprerete, versu a fine di u libru, chì u populu d'Israele (l'Israele) hè di novu in battaglia cù u so archenemicu, i Filistei. 

In questa situazione particulare, sò battuti. In fatti, sò colpi più duru chè u stadiu di football d'Oklahoma, l'Orange Bowl. Chì hè male; perchè in questu ghjornu speciale, in questa battaglia speciale, u so rè, Saul, deve more. U so figliolu, Jonathan, morse cun ellu in questa lotta. A nostra storia principia uni pochi di capituli dopu, in 2. Samuel 4,4 (GN-2000):

"A strada, ci era ancu un nipote di Saul, un figliolu di Jonathan chjamatu Merib-Baal [ancu chjamatu Mefiboschet], ma era paralizatu nantu à i dui gammi. Ava cinque anni quandu u babbu è u missiavu sò morti. Quandu a notizia era ghjunta da Jesreel, a so infermiera l’avia pigliatu per fughje cun ellu. Ma in a so pressa l'abbandunò. Hè stata paralizzata da tandu. " Questu hè u dramma di Mefiboshet. Perchè stu nome hè difficiule à pronunzià, damu questu un ghjornu di mattina, u chjamemu "Schet" per corta. Ma in questa storia, a prima famiglia pare chì hè stata completamente assassinata. Quandu i nutizie arrivanu à a capitale è arrivanu à u palazzu, u panicu è u caos si spieganu - perchè sapete chì spessu quandu u rè hè uccisu, i membri di a famiglia sò ancu eseguiti per assicurà chì ùn ci hè micca una rivolta futura. Cusì hè accadutu chì à u mumentu di u caos generale a surella di u figliolu pigliò Shet è hà scappatu di u palazzu. Ma in u trambulu chì prevale in u locu, ella li abbanduneghja. Comu a Bibbia ci dice, si ferma paralizatu per u restu di a so vita. Pensate solu chì era di u sessu reale, è u ghjornu prima, cum'è qualsiasi zitellu di cinque anni, si muviava senza preoccupazioni. Caminava intornu à u palazzu senza preoccupà. Ma quellu ghjornu a so sorte tuttu cambia. U so babbu hè statu uccisu. U so missiavu hè statu tombu. Hè abbandunatu è paralizatu per u restu di i so ghjorni. Se continuate à leghje a Bibbia, ùn truverete micca assai chì saranu signalati nantu à Schet in i prossimi 20 anni. Tuttu ciò chì sapemu da ellu hè chì vive in un locu tristu, isolatu cù u so dulore.

Puderaghju imaginà chì alcune di voi cumincianu à fà sta dumanda à e dumande chì mi pare spessu quandu sentu messagi: "Va bene, allora chì?" Allora chì ci vole à mè? Oghje vogliu risponde à a risposta da u "Allora cosa?" In quattru modi. Eccu a prima risposta.

Semu rottu di ciò chì pensemu

I vostri pedi ùn ponu esse paralizzati, ma a vostra mente pò esse. E vostre gambe ùn si ponu micca rotte, ma, cum'è a Bibbia dice, a vostra ànima. È questu hè a situazione di tutti in questa stanza. Hè a nostra situazione cumuna. Quandu Paulu parla di a nostra cundizione disolata, face un passu più.

Vede l'Efesini 2,1:
"Avete ancu participatu à sta vita. Avete mortu in u passatu; perchè disubbidì à Diu è peccatu ". Vai più alluntanatu per esse solu paralizatu. Dice chì a vostra situazione di separazione di Cristu pò esse qualificata cum'è "mortu spirituale".

Dopu dice in Rumani 5 versu 6:
»Stu amore hè dimustratu per u fattu chì Cristu hà datu a so vita per noi. À u mumentu bonu, quandu eramu sempre in u putere di u peccatu, hè mortu per noi di noi senza pietà ".

Capisci? Simu impotenti è, ci piaci o micca, sì pudete cunfirmalla o micca, credelu o micca, a Bibbia dice chì a vostra situazione (a menu chì ùn siate in una relazione cù Cristu) hè quella di i morti spirituali. Eccu u restu di e cattivi nutizie: ùn ci hè nunda chì pudete fà per risolve u prublema. Ùn aiuta micca à pruvà di più o à migliurà. Semu più rotte di ciò chì pensemu.

Pianu di rè

Stu attu principia cù un novu rè nantu à u tronu di Ghjerusalemme. U so nome hè David. Probabilmente avete intesu parlà di ellu. Era un picciottu pastore chì curava e pecure. Avà hè rè di u paese. Era statu u megliu amicu, un bonu amicu di u babbu di Schet. U babbu di Schet si chjamava Jonathan. Ma David ùn solu pigliò u tronu è divintò rè, ma ancu cunquistò i cori di u populu. In fatti, hà allargatu u regnu da 15.500 chilomitri quatratu à 155.000 chilòmitri quatratu. Vive in tempu di pace. L'ecunumia va bè è i rivenuti fiscali sò altu. S'ella fussi stata una demucrazia, saria certa di vittoria per un secondu mandatu. A vita solu ùn pudia esse megliu. Immaginu chì David s'arrizzò prima sta mane ch'è qualcunu in u palazzu. Esce tranquillamente in u cortile, lascia i so pinsamenti vaghjime in l'aria fresca di a matina prima chì a prissioni di u ghjornu piglia a so mente. I so pinsamenti tornanu, cumencia à ricurdà e cassette di u so passatu. In questu ghjornu, però, a cinta ùn si ferma à un certu avvenimentu, ma si ferma à una persona. Ghjè Jonathan u so vechju amicu, chì ùn hà micca vistu dapoi un bellu pezzu ; era statu tombu in battaglia. David si ricorda di ellu, u so amicu assai strettu. Si ricorda di i tempi inseme. Allora David s'arricorda di una conversazione cun ellu da un celu turchinu. À quellu mumentu, David era sopraffattu da a bontà è a grazia di Diu. Perchè nunda di questu ùn saria statu pussibule senza Jonathan. David era un picciottu pastore è avà hè rè è campa in un palazzu è a so mente torna à u so vechju amicu Jonathan. Si ricorda di una conversazione chì anu avutu quandu anu fattu un accordu mutuale. In questu, si prumessenu l'altri chì ognunu deve piglià cura di e famiglie di l'altri, ùn importa micca induve u so viaghju futuru puderia purtassi. In quellu mumentu David si volta, torna in u so palazzu è dice (2. Samuel 9,1): «Qualchissia di a famiglia di Saul hè sempre viva ? Vogliu fà un favore à a persona interessata - per u mo amicu mortu Jonathan ? " Ritrova un servitore chjamatu Ziba, è li rispondi (v. 3b) : « Ci hè sempre un figliolu di Ghjunatanu. Hè paralizatu à i dui pedi ". Ciò chì mi pare interessante hè chì David ùn dumanda micca: "Ci hè qualchissia chì hè degnu?" o "ci hè un puliticu chì puderia serve in u cabinet di u mo guvernu?" o "Ci hè qualchissia cù sperienza militare chì puderia aiutà à guidà un esercitu?" Solu dumanda : "Ci hè qualchissia?" A quistione hè a gentilezza. È Ziba risponde: "Ci hè qualcunu chì hè paralizatu." A risposta di Ziba quasi suggerisce: "Sapete, David, ùn sò micca sicuru chì u vulete veramente. Ùn hè veramente micca cum'è noi. Ùn ci cunvene micca. Ùn sò micca sicuru ch'ellu hà qualità reale ". Ma David ùn pò esse dissuased è dice: "Dì mi induve ellu hè". Questa hè a prima volta chì a Bibbia parla di Shet senza mintuvà a so disabilità.

Aghju pensatu à questu, è sapete, pensu chì in un gruppu di questa dimensione ci sò assai di noi quì chì portanu un stigma intornu cun noi. Ci hè quarchi cosa in u nostru passatu chì ci si batta cum'è una angulce cun una bola. È ci hè e persone chì ci ne accusanu; ùn li lascianu mai mori. Allora sentite conversazioni cum'è, "Avete intesu qualcosa di Susan di novu? Susan, sapete, hè quellu chì hà lasciatu u maritu". O: "Aghju parlatu à Jo l'altru ghjornu. Sapete a quale significheghju bè, l'alcoolicu". E certi pòpuli si dumandanu: "Ci hè qualchissia chì mi vede separatamente da u mo passatu è i mo fiaschi in u passatu?"

Ziba dice: "Sò induve hè. Vive in Lo Debar". U megliu modu per discrive Lo Debar seria cum'è "Barstow" (una situazione remota in u Sud di a California) in l'antica Palestina. [Ride]. In fattu, u nome significa letteralmente "un locu sterile". Ci stà. David localizza Schet. Immaginate solu: u rè corre dopu à u zoppu. Eccu a seconda risposta à u "Allora chì?"

Hè stati seguitatu più intensamente di ciò chì pensate

Hè incredibile. Vogliu chì vi pause per un momentu è pensate à questu. U perfettu, u santu, u ghjustu, l'omnipotente, Diu infinitamente intelligente, u creatore di l'universu interu, mi curreghja dopu è corre dopu à voi. Parlemu di ricercatori, persone in un viaghju spirituale per scopre realità spirituali.

Ma se andemu in a Bibbia, vedemu chì in realtà Diu hè urigginariamente u cercatore [vedemu questu in tutta a Scrittura]. Torna à l'iniziu di a Bibbia a storia d'Adamu è Eva principia a scena induve si dissenu da Diu. Si dice chì Diu vene in u frescu di a sera è circà à Adam è Eva. Ellu dumanda: "Induva sì?" Dopu avè fattu u tragicu sbagliu di uccidimentu d'un egizianu, Mosè hà avutu a paura per a so vita di 40 anni è fughjitu à u disertu, induve Diu u visita in forma di un arbulu ardente è inizia una riunione cun ellu.
Quandu Ghjona hè statu chjamatu à predicà in nome di u Signore in a cità di Nineve, Ghjona curria in a direzione opposta è Diu curria dopu ad ellu. Se andemu à u Novu Testamentu, vedemu chì Ghjesù scontra dodeci omi, li pateva u schernu è dice: "Vulete unisce a mo causa"? Quandu pensu à Petru dopu avè nigatu Cristu trè volte è abbandunatu a so carriera cum'è discìpulu è vultatu à a pesca - Ghjesù vene è u cerca in spiaggia. Ancu in u so fiascu, Diu u seguita. Site seguitatu, site seguitatu ...

Fighjemu u prossimu versu (Efesini 1,4-5): "Ancu prima ch'ellu hà creatu u mondu, ci hà vistu cum'è persone chì appartenenu à Cristu; in ellu ci hà sceltu per stà davanti à ellu santu è impeccabile. Per amore ci hà davanti à i so ochji ... : ci hà literalmente sceltu in ellu (Cristu). ci hà determinatu à diventà i so figlioli è e so figliole - per mezu di Ghjesù Cristu è in vista di ellu. Hè stata a so vulintà è hè cusì chì li piacia ". Spergu chì capisce chì a nostra rilazioni cù Ghjesù Cristu, a salvezza, hè datu à noi da Diu. Hè cuntrullatu da Diu. Hè iniziatu da Diu. Hè statu creatu da Diu. Va dopu à noi.

Torna à a nostra storia. David hà avà mandatu un gruppu d'omi à circà à Shet è a scopre in Lo Debar. Ci Schet vive in isolation è anonimatu. Ùn vulia micca esse truvatu. In fatti, ùn vulia micca esse truvatu per chì puderia campà u restu di a so vita. Ma hè statu scupertu, è questi tippi piglianu Shet è a purtanu à a vittura, u mettenu in vittura è u cunducenu in a capitale, à u palazzu. A Bibbia ci dice pocu o nunda di questu viaghju di carru. Ma sò sicura chì pudemu avè tutti l'imagine chì avissi a sentu nantu à u pianu di a vittura. Quali emozioni Schet deve esse sentutu in questu viaghju, teme, panicu, incertezza. Stà cum'è puderia esse l'ultimu ghjornu di a so vita terrena. Allora cumencia à fà un pianu. U so pianu era questu: se aghju apparsu davanti à u rè è mi guarda, ellu capisce chì ùn sò micca una minaccia per ellu. I cascà davanti à ellu è dumandà a so misericòrdia, è forse mi lasciarà vive. È cusì a vittura tira davanti à u palazzu. I suldati a mettenu è si mettenu in mezu à a stanza. È dunque cumbatte cù i so pedi è David entra.

U scontru cù grazia

Nota ciò chì succede in 2. Samuel 9,6-8: "Quandu Merib-Baal, figliolu di Jonathan è nipote di Saul, ghjunse, si prostrò davanti à David, faccia à terra, è li rende l'onore chì si meritava. "Allora sì Merib-Baal!" Davide disse à ellu è ellu rispose: "Iè, u to servitore ubbidiente!" "Abacuc ùn abbia micca paura", disse David, "Ti faraghju un favore per u vostru babbu Jonathan. . Ti restituiraghju tutta a terra chì una volta era di u to missiavu Saul. È pudete sempre manghjà à a mo tavola. "" È, fighjendu à David, face a seguente dumanda à a folla furzata. "Merib-Baal si lampò di novu è disse:" Ùn sò micca degnu di a vostra misericordia per mè. Ùn sò più chè un cane mortu! ""

Chì quistione! Questa dimostrazione inaspettata di misericordia ... Ellu capisce ch'ellu hè un cattivu. Ùn hè nimu. Ùn hà nunda à offre à David. Ma hè ciò chì riguarda a grazia. U caratteru, a natura di Diu, hè a tendenza è a dispusizione per fà e cose boni è boni per e persone indegne. Quessa, amichi, hè grazia. Ma siamu onesti. Questu ùn hè micca u mondu chì a maiò parte di noi vivenu. Vivemu in un mondu chì dice, "Vogliu u mo dirittu". Vulemu dà à e persone ciò chì si meritano. Una volta chì aghju avutu à serve cum'è membru di ghjurira, è u ghjudice ci hà dettu: "Cum'è un membru di a ghjurira, hè u vostru travagliu di truvà i fatti è applicà a lege per elli. No more. No less. Scopre i fatti è applicà a lege." U ghjudice ùn era dunque interessatu à a misericòrdia è à certu micca à a misericòrdia. Ella vulia ghjustizia È a ghjustizia hè necessaria in tribunale per chì e cose ùn sianu micca da a manu. Ma quandu si tratta di Diu, ùn so micca di voi - ma ùn vogliu micca ghjustizia. Sò ciò chì meriteghju. Sò ciò chì sò. Vogliu misericordia è vogliu misericordia. David hà dimustratu solu per salvà a vita di Schet. A maiò parte di i rei avarianu esecutatu un eredi potenziale di u tronu. Sparendu a so vita, David hà dimustratu misericordia, ma David hà alluntanatu a misericordia mustrendu misericordia dicendu: "Ti aghju purtatu quì perchè vogliu dimustrà a vostra misericòrdia." Eccu a terza risposta. à a "Allora, cosa?"

Sò amatu più di ciò chì pensemu

Iè, semu stanchi è simu seguiti. È questu hè perchè Diu ci ama.
Rumani 5,1-2: "Ora chì simu accettati da Diu nantu à a basa di a fede, avemu a pace cù Diu. Duvemu questu à Ghjesù Cristu u nostru Signore. Hà apertu a via di a fiducia per noi è cun ella l'accessu à a grazia di Diu, in quale avemu avà guadagnatu un pede fermu ".

È in Efesini 1,6-7: »... per ch'ellu si sente a lode di a so gloria : a lode di a grazia ch'ellu ci hà dimustratu per mezu di Ghjesù Cristu, u so Figliolu amatu. Per mezu di u so sangue simu redimtati:
Tutti i nostri culpevuli sò pardunati. [Si prega di leghje a seguita à voce alta cun mè] Dunque, Diu hà dimustratu a ricchezza di a so grazia. " Quantu grande è ricca hè a grazia di Diu.

Ùn sò micca ciò chì passa in u vostru core. Ùn sò micca chì tippu di stigma avete. Ùn sò micca sapè quale etichetta hè nantu à voi. Ùn sò micca induve avete fallutu in u passatu. Ùn sò micca ciò chì atrocità stai nascondendu dentru. Ma vi possu dì chì ùn avete più da portà queste. U 18 dicembre 1865, u 1u3. Ammenda à a Custituzione di i Stati Uniti firmata. In questu 1u3. Cambia, l'esclavità hè stata abulita per sempre in i Stati Uniti. Era un ghjornu impurtante per a nostra nazione. Allora u 19 di dicembre di u 1865, tecnicamente parlante, ùn ci era più schiavi. Eppuru assai cuntinueghjanu à stà in schiavitù - alcuni per anni per duie ragioni:

  • Certi ùn ne avianu mai intesu parlà.
  • Certi anu ricusatu di crede chì eranu liberi.

E sospettassi, spirituali parlendu, chì ci sò parechji di noi in sta stanza oghje chì stanu in a stessa situazione.
U prezzu hè digià pagatu. U percorsu hè digià statu preparatu. Si tratta di questu: o ùn avete micca intesu dì a parolla, o avete solu ricusate di crede chì puderia esse vera.
Ma hè vera. Perchè site amatu è Diu vi hà seguitu.
Qualchì momentu fà aghju datu à Laila un voucher. Laila ùn si merità micca. Ella ùn hà micca travagliatu per ella. Ùn u meritava da ellu. Idda ùn hà micca chjappu un furmatu di registrazione per ella. Hè vinuta è hè stata simplemente sorpresa cun questu rigalu inesperu. Un rigalu chì qualchissia altru hà pagatu per. Ma avà u so unicu travagliu - è ùn ci sò micca trucchi sicreti - hè di accettà è cumincianu a godiri u rigalu.

In u stessu modu, Diu hà digià pagatu u prezzu per voi. Tuttu ciò chì avete da fà hè accettà u rigalu chì vi offre. Cum'è i credenti avemu avutu un incontru di misericordia. A nostra vita hè cambiata per l'amore di Cristu è simu innamurati di Ghjesù. Ùn u meritamu. Ùn valemu micca a pena. Ma Cristu ci hà offrittu questu rigalu più maravigliu di a nostra vita. Hè per quessa chì a nostra vita hè diversa avà.
A nostra vita hè stata rotta, avemu fattu sbagli. Ma u rè ci hà seguitu perchè ci ama. U rè ùn hè micca arrabbiatu cun noi. A storia di Shet puderia finisce quì, è seria una grande storia. Ma ci hè una parte più - ùn vogliu micca chì ti mancassi, hè quella 4. Scena.

Un postu à a tavula

L'ultima parte in 2. Samuel 9,7 leghje: "Ti restituiraghju tutta a terra chì una volta era di u to missiavu Saulu. È pudete sempre manghjà à a mo tavola ". Vint'anni nanzu, à l'età di cinque anni, u stessu zitellu hà avutu una tragedia terribile. Ùn solu ùn hà persu a so famiglia sana, ma hè statu paralizatu è feritu, solu per esse campatu in esiliu cum'è rifuggiatu per l'ultimi 15 à 20 anni. È avà sente u rè chì dice : "Vogliu chì venite quì". E quattru versi in più David li disse: "Vogliu chì manghjassi cun mè à a mo tavula cum'è unu di i mo figlioli". Mi piace stu versu. Schet era parte di a famiglia avà. David ùn hà micca dettu: "Sapete, Shet. Vogliu dà accessu à u palazzu è lasciate visità ogni tantu". O: "Se avemu una festa naziunale, vi lasciaraghju à pusà in a casella reale cù a famiglia reale". Innò, sapete ciò chì hà dettu ? "Schet, vi riservaremu un locu à a lavagna ogni sera perchè site avà parte di a mo famiglia". L'ultimu versu in a storia dice: "Hà campatu in Ghjerusalemme perchè era un ospite constante à a tavola di u rè. Era paralizatu à i dui pedi ". (2. Samuel 9,13). Mi piace a manera chì a storia finisci perchè pare chì u scrittore hà messu un pocu postscriptu à a fine di a storia. Parlemu di cumu Shet hà sappiutu sta grazia è avà deve campà cù u rè, è chì hè permessu di manghjà à a tavula di u rè. Ma ùn ci vole à scurdà di ciò ch’ellu hà da vince. È u stessu passa per noi. Ciò chì ci costava era avemu avutu un bisognu urgente è avemu avutu un scontru di grazia. Parechji anni fà, Chuck Swindol hà scrittu eloquente nantu à sta storia. Vogliu solu leghje un paràgrafu. Ellu disse: "Imaginate a scena dopu parechji anni dopu. U sona di a porta in u palazzu di u rè, è Davide vene à u tavulinu principale è si mette à pusà. Pocu dopu, Amnon, l'astutu è astutu Amnon, si mette à pusà à a manca di Davide Tamar. , una ghjovana bella è amichevule, apparisce è si mette accantu à Amnon. Da l'altra parte, Salomone vene pianu pianu da u so studiu - Salomone precoce, brillanti, persu à u pensamentu. Absalom cù capelli fluenti, belli, longu à l'spalle si mette in un postu. À quissa A sera, Joab, u bravu guerrieru è cumandante di e truppe, hè statu invitatu à cena.Un postu, però, hè sempre vacante, è cusì tutti aspettanu, si sentenu i piedi sbattulati è u ritmu di a gobba, gobba, gobba. e crutches. Hè Schet, chì pianu pianu piantà à a tavula, si sfila in u so sediu, a tovaglia li copre i pedi. Pensate chì Shet hà capitu ciò chì hè a grazia ? Sapete, chì descrive una scena futura quandu tutta a famiglia di Diu si riunite intornu à una grande tavola di banchettu in u celu. È quellu ghjornu a tovaglia di a grazia di Diu copre i nostri bisogni, copre e nostre ànime nude. Vidite, a manera di entra in a famiglia hè per grazia, è cuntinuemu in a famiglia per grazia. Ogni ghjornu hè un rigalu di a so grazia.

U nostru prossimu versu hè in Colossesi 2,6 "Avete accettatu à Ghjesù Cristu cum'è Signore; Dunque avà ancu campà in fraternità cun ellu è secondu a so razza ! Anu ricevutu Cristu per grazia. Avà chì site in a famiglia, site in questu per grazia. Qualchidunu di noi pensanu chì una volta diventati cristiani per grazia, duvemu travaglià più duru è fà Diu ghjustu per assicurà chì cuntinueghja à piace è à amà. Iè, nunda puderia esse più luntanu da a verità. Cum'è un babbu, u mo amore per i mo figlioli ùn dipende micca di u tipu di travagliu o di u successu chì anu, o s'ellu facenu tuttu bè. Tuttu u mo amore hè u so solu perchè sò i mo figlioli. È u listessu vale per voi. Continuate à sperimentà l'amore di Diu solu perchè site unu di i so figlioli. Lasciami dì l'ultimu "Allora chì?" rispondi.

Sò più privilegiati di ciò chì pensemu

Diu ùn solu ùn hà risparmiatu a nostra vita, ma avà hà dimustratu ci cù a so vita di grazia. Ascolta queste parole di Romani 8, Paolo dice:
"Chì resta da dì di tuttu questu? Diu stessu hè per noi [è ellu hè], chì allora ci vole à stà contru à noi ? Ùn hà micca risparmiatu u so figliolu, ma l'hà datu à a morte per tutti noi. Ma s'ellu ci hà datu u figliolu, ci ritirarà qualcosa ? (Rumani 8,31-32u).

Ùn solu ùn hà datu à Cristu per pudè entra in a so famiglia, ma avà vi duna tuttu ciò chì avete bisognu per vive una vita di grazia una volta chì site in a famiglia.
Ma amu sta frasa: "Diu hè per noi". Ripetite: "Diu hè per TU.» In novu, ùn ci hè micca dubbitu chì alcuni di noi chì sò oghje oghje ùn ci credenu veramente chì, ùn ci hè mai statu capitu chì qualcunu faria in a nostra curva di fan di u stadiu per sparisceci.

Aghju ghjucatu à basketball in u liceu. Di solitu ùn avemu micca un publicu quandu ghjucemu. Un ghjornu, però, a palestra era piena. Dopu aghju amparatu chì avianu pianificatu una raccolta di fondi quellu ghjornu induve puderete cumprà un quartu di dollaru per esce da a classe. Prima di quessa, però, avete da vene à u ghjocu di baseball. À a fine di 3. Ci era un forte buzz in a seconda frase, a scola hè stata liberata, è a palestra si sviutava quant'è prima era piena. Ma quì, à mezu à i banchi di l'audienza, stavanu duie persone chì stavanu finu à a fine di u ghjocu. Era a mo mamma è a nanna. Sapete chì? Eranu per mè è ùn sapia mancu ch'elli eranu quì.
A volte vi porta assai dopu chì tutti l'altri ci anu cunsideratu - finu à chì s'è capite chì Diu hè di u to lado in ogni modu. Sì, veramente, è ellu ti guarda.
A storia di Schet hè ghjustu fantastica, ma vogliu risponde à un'altra dumanda prima di andà, hè: bè, è?

Cuminciamu cù 1. Corinti 15,10: "Ma per a grazia di Diu sò diventatu unu, è a so intervenzione graziosa ùn hè micca in vain". Stu passaghju pare chì dice: "Quandu avete avutu un scontru di grazia, i cambiamenti facenu a diferenza". Quandu eru un zitellu è crescenu, aghju fattu ragiunate bè in a scola è successu in a maiò parte di e cose ch'e aghju pruvatu, poi andò à l'università è à u seminariu è aghju avutu u mo primu travagliu di pastore à l'età di 22 anni. ma pensu chì sapia tuttu. Eru in u seminariu è volava in una cità più rurale in u centru di l'Arkansas occidentale ogni weekend. Saria statu menu scossa culturale per andà in l'esteru chì dopu à quellu centru di l'Arkansas occidentale.
Hè un mondu diversu è e persone ci eranu belle belle. Ci hà amatu è ci amanu. Ma mi andavu quì cù u scopu di custruisce una chjesa è esse un pastore efficace. Vuliu mette in pratica tuttu ciò chì aghju studiatu in u seminariu. Ma, onestamente, dopu l'aghju statu circa dui anni è mezzo, aghju finitu. Ùn sapia più chì fà.
A chjesa ùn hè guasi cresciuta. M'arricordu di dumandà à Diu: Per piacè mandami in altrò. Vogliu solu alluntanassi da quì. È mi ricordu di stà à a mo scrivania solu in u mo uffiziu è di nimu in tutta a chjesa. Tuttu u persunale era solu mè è aghju cuminciatu à chiancià è era assai preoccupatu è si sentia cum'è un fiascu è si sentia scurdatu è pregava cù u sentimentu chì nimu ùn stava à sente.

Ancu se era più di 20 anni fà, a mo ricordu viva. Ancu s'ellu hè stata una sperienza dolorosa, era assai utile perchè Diu hà adupratu in a mo vita per rompà a mo cunfidenza è l'orgogliu è m'hà aiutatu à capì chì tuttu ciò chì vulia fà in a mo vita , era tuttu per a so grazia - è micca perchè eru esse bonu o perchè aghju dotatu o perchè eru qualificatu. È quandu pensu à u mo viaghju in l'ultimi anni è vede chì aghju sappiutu avè un travagliu cum'è questu [è sò i menu qualificati per ciò chì facciu quì], mi sentu spessu inadegwate. Sape una cosa chì sia induve sò, tuttu ciò chì Diu vole fà in a mo vita, in mè o à traversu di mè, tuttu hè fattu da a so grazia.
È una volta avete capitu chì, quandu hè veramente affundatu, ùn pudete micca esse u stessu.

A quistione chì m'hè cuminciata a planteammi hè: "Sapemu chì u Signore vive una vita chì riflette a grazia?" Chì ci sò e caratteristiche chì indicanu chì "campà una vita di grazia?"

Cunniscemu cun u versu seguente. Pàulu dice:
«Ma chì importa a mo vita? Hè solu impurtante chì cumpiessi a cumissione chì Ghjesù, u Signore, m'hà affidatu finu à a fine [quale?]: Per annunzià a bona nova [u messagiu di a so grazia] chì Diu hà avutu misericordia di e persone "(Atti 20,24). Paul dice: questa hè a mo missione in a vita.

Simile à Schet, tu è sì simu spiritui morti, spiritualmente morti Ma cum'è Schet, avemu statu seguitu perchè u rè di l'universu ci ama è vole chì ci sia in a so famiglia. Ellu voli chì avemu un incontru di misericordia. Forsi hè per quessa chì site quì sta mattina è ùn site micca sicuru ancu perchè site venutu quì oghje. Ma in l'internu avete nutatu chì sbattuti o tiranu in u to core. Questu hè u Spìritu Santu chì vi parla: "Ti vogliu in a mo famiglia". È, sè ùn avete micca fattu u passu per inizià una relazione persunale cù Cristu, vulemu offri questa opportunità sta mattina. Dicite solu i seguenti: "Eccu quì. Ùn aghju nunda da prupone ùn sò micca perfetti. Se avete daveru cunnisciutu a mo vita finu à avà, ùn mi piace micca". Ma Diu ti rispondeva: "Ma mi piace. E tuttu ciò chì hai da fà hè di accettà u mo rigalu". Allora ti vogliu dumandà di arcuà per un momentu è, se ùn avete mai fattu stu passu, ti vogliu dumandà di pricà per mè solu. A dicu una sintenza, avete solu bisognu di ripetela, ma dite à u Signore.

"Caru Ghjesù, cum'è Schet, capiscu chì mi sò rottu è capiscu chì ne aghju bisognu, è ùn l'aghju micca capitu, ma crede chì tu mi ami è chì mi hai seguitu è ​​chì voi, Ghjesù, murìu nant'à a croce è u prezzu di u mo peccatu hè statu digià pagatu. È hè per quessa chì vi dumandu avà di vene in a mo vita. Vogliu cunnosce è sperimentà a vostra grazia per chì possu campà una vita di grazia è esse cun voi sempre.

di Lance Witt