paradossu

U sicretu di a cridenza (o di pietà, divinità) Paulu descrive u segretu rivelatu daretu à tutte e cose - a persona di Ghjesù Cristu. In 1 Timoteu 3,16, Paulu hà scrittu: E, cum'è tutti anu da confessà, u segretu di a fede hè grande: hè rivelatu in carne, ghjustificatu in u spiritu, apparsu à l'angeli, predicatu à i pagani, credeva in u mondu, accettatu in u mondu. Gloria.

Ghjesù Cristu, Diu in a carne, pò esse u più grande paradossu (= apparente cuntradizione) di a fede cristiana. È ùn hè micca surprisante chì stu paradossu - u creatore diventa parte di a creazione - diventi a fonte di una longa lista di paradossi è ironie chì circundanu a nostra fede cristiana.

A salvezza stessa hè un paradossu: l'umanità peccante hè ghjustificata in Cristu peccatu. E ancu se avemu sempre peccatu cum'è Cristiani, Diu ci vede cum'è solu per u bene di Ghjesù. Semu peccatori è eppuru simu peccati.

L'apòstulu Petru hà scrittu in 2 Petru 1,3: 4: Tuttu ciò chì serve a vita è a pietà ci hà datu u so putere divinu per via di a cunniscenza di quelli chì ci anu chjamatu per mezu di a so gloria è u so putere. Ci danu e più grande e più grande prumesse, per pudè sparte in a natura divina chì avete scappatu da u desideriu pernicu in u mondu.

Certi paradossi cù l'opera unica di Ghjesù nantu à a terra per u benefiziu di tutta l'umanità:

  • Ghjesù hà iniziatu u so ministeru quandu avia a fame, ma hè u pane di a vita.
  • Ghjesù hà finitu u so travagliu in terra, stendu sete, è ancu ellu hè l'acqua viva.
  • Ghjesù era stancu è però hè u nostru restu.
  • Ghjesù hà pagatu imposte à l'imperatore, ma Eppuru hè u re dirittu.
  • Cristu gridò, ma ellu sguassà e nostre lacrime.
  • Ghjesù hè statu vindutu per 30 pezzi d'argentu, èppuru hà pagatu u prezzu per a redenzione di u mondu.
  • Ghjesù hè statu purtatu à u macellu cum'è un agnellu, è ancu ellu hè u bonu pastore.
  • Ghjesù hà mortu è, à u listessu tempu, distrugge u putere di a morte.

Per i cristiani ancu, a vita hè paradossale in parechji modi:

  • Avemu vede e cose invisibili à l'ochju.
  • Avemu scunnisciutu rendendu.
  • Rignemu servendu.
  • Truvamu a pace, pigliandu u ghjucu di Ghjesù.
  • Semu u più grande quandu simu più umili.
  • Sò più prudenti quandu simu stupi per Cristu.
  • Diventemu u più forte quandu simu i più debuli.
  • Truvemu a vita perde a nostra vita per Diu.

Paulu hà scrittu in 1 Corintini 2,9: 12: Piuttostu hè ghjuntu cumu hè scrittu: Ciò chì nimu ochju ha vistu è nimu orecchiu hà intesu è nimu cori di l'omu hà ciò chì Diu hà preparatu per quelli chì amanu. Ma Diu ci hà revelatu per mezu di u so spiritu; chì a mente esplora tutte e cose, cumprese a prufundità di a divinità. Per quellu chì sapi ciò chì hè in l'omu cum'è u solu spiritu di l'omu chì hè in ellu? Allora nimu sà ciò chì hè in Diu ma u Spìritu di Diu solu. Ma ùn avemu micca ricevutu u spiritu di u mondu, ma u spiritu di Diu chì pudemu sapè ciò chì Diu hà datu.

In effetti, u sicretu di credenza hè grande. Per mezu di a Scrittura, Diu hè statu revelatu à noi cum'è l'unicu Diu - Babbu, Figliolu è Spìritu Santu. È per mezu di u Figliolu, chì hè diventatu unu di noi per cunciliarci cun u Babbu chì ci ama, avemu una cunvivialità micca solu cù u Babbu, ma ancu cun l'altri.

di Joseph Tkack


in pdfparadossu