A saggezza di Diu

059 A saviezza di Diu Ci hè un versu salente in u Novu Testamentu in quale l'apòstulu Paulu parla di a croce di Cristu cum'è una follia per i Grechi è un inghjulimentu per i Ghjudei (1 Corinzi 1,23) , Hè faciule capisce perchè face sta dichjarazione. Dopu tuttu, sicondu i Grechi, a sofisticazione, a filosofia è l'educazione sò stati una persecuzione maiò. Cumu puderia una persona crucifissa trasmette a cunniscenza?

Era un chiancinu è un desideriu di esse liberu per a mente ghjudeia. In tutta a so storia sò stati attaccati da numerosi puteri è spessu umiliati da i puteri occupanti. Ch'ella fussi stati assiriani, i babiloniani o i rumani, Ghjerusalemme era stata sacchighjata ripetutamente è i so abitanti fussinu abitati. Chì avia un Ebreu vuluntà di più di qualchissia chì si occupava di a so causa è di ripulsà u nemicu sanu? Cumu puderia un Messia chì era crucifissu averebbe aiutu per tuttu?

A croce era una insensatezza à i Grechi. Per i Ghjudei, era un fastidiu, un capicucciu. Chì ci hè di a croce di Cristu, cum'ellu hè oppostu risolutamente à tuttu ciò chì prufittava u putere? A crucifixione era umiliante, vergogna. Era cusì umiliazione chì i Rumani, cusì specializati in l'arti di a tortura, guarantianu à i so citadini chì un Rumanu ùn serebbe mai crucifissu. Micca solu ch'ella si umiliava, ma era ancu dolore. Infatti, a parola inglese excruciating (agoniserà) vene da duie parolle latine: "ex cruciatus" o "da a croce". A crucifissu era a parolla tipica per u turmentu.

Ùn ci ne ferma? Ricurdativi - umiliazione è angosce: Era questu chì Ghjesù hà sceltu per ghjunghjeci per noi per a so manu salvatrice. Vede, ciò chì chjamemu peccatu, ma ciò chì noi trivializza tragicamente rompe a dignità per quale eramu creati. Porta u mo umiliazione à u nostru essere è à u dulore à a nostra esistenza. Ci separa da Diu.

U vennari Bon, duie mille anni fà, Ghjesù hà sottumessu umiliazione è dolore estremi per rinvià à a dignità di una relazione cù Diu è a guariscenza di e nostre ànime. Ti ricurdarete chì questu era fattu per voi è accetterete u so rigalu?

Allora scoprerete chì hè peccatu, insensatezza. A nostra più grande debule ùn hè micca un nemicu da fora, ma u nemicu da l'internu. Hè a nostra propria vulintà debuli chì ci face stumbà. Ma Ghjesù Cristu ci libera da a follia di u peccatu è a debulezza di noi stessi.

Questa hè a vera ragione per chì l'apostolu hà cuntinuatu à predicà à Ghjesù Cristu cum'è u crucifissu chì era u putere di Diu è a saviezza di Diu. Venite à a croce è scopre u so putere è a so saviezza.

di Ravi Zacharias


in pdfA saggezza di Diu