A mo nova identità

663 a mo nova identitàA festa significativa di e Penticoste ci ramenta chì a prima chjesa cristiana hè stata sigillata cù u Spìritu Santu. U Spìritu Santu hà datu à i credenti da allora è à noi una identità veramente nova. Parlu di sta nova identità oghje.

Alcune persone si dumandanu: Possu sente a voce di Diu, a voce di Ghjesù, o a testimunianza di u Spìritu Santu? Truvemu una risposta in Rumani:

«Perchè ùn avete micca ricevutu un spiritu di schiavitù chì duvete teme di novu; ma avete ricivutu un spiritu di a zitiddina per mezu di u quale chiancimu : Abba, babbu caru ! U Spìritu di Diu stessu rende tistimunianza à u nostru spiritu umanu chì simu figlioli di Diu » (Rumani 8,15-16u).

A mo identità hè ciò chì mi distingue

Perchè micca tutti ci cunnosci, hè necessariu avè una carta d'identità valida cun voi. Ci dà accessu à e persone, i paesi è ancu à i soldi è i beni. Truvemu a nostra identità originale in u Garden of Eden:

«È Diu hà criatu l'omu à a so imaghjina, à l'imaghjini di Diu, u criò; cum'è omu è donna li hà criatu "(1. Mosè 1,27 SLT).

Cum'è Adam hè statu creatu da Diu, era à a so sumiglia, distintivu è unicu. A so identità uriginale u marcò cum'è zitellu di Diu. Dunque pudia dì à Diu: Abba, caru babbu!

Ma cunniscimu a storia di i nostri primi antenati, Adamu è Eva, in i so passi l'avemu seguitati. U primu Adamu è dopu à ellu tutti l'omi umani anu persu questu, identità spirituale per mezu di l'astuziu ingannatore, u babbu di e bugie, Satanassu. In u risultatu di stu furtu d'identità, tutti l'omi anu persu u segnu chì li distingue, di i quali eranu i zitelli. Adam, è noi cun ellu, avemu persu a somiglianza di Diu, identità spirituale è persu - a vita.

Dunque ci rendimu contu chì a punizione, a morte, ci hè stata appiicata ancu à noi, chì Diu hà urdinatu quandu Adamu è noi, i so discendenti, disubbidìmu à a so voce. U peccatu è u so effettu, a morte, ci anu arrubatu a nostra identità divina.

"Tu era ancu mortu per via di e vostre trasgressioni è di i peccati, in quale avete passatu prima à a manera di stu mondu, sottu à u putente chì guverna in l'aria, vale à dì u spiritu, chì hè Satanassu, chì hè à u travagliu in questu tempu in l'aria. Figlioli di disubbidienza » (Efesini 2,1).

Spirituale, stu furtu d'identità hà avutu un impattu seriu.

"Adam avia 130 anni è generò un figliolu, cum'è ellu è à a so propria immagine, è u chjamò Set" (1. Mosè 5,3).

Set hè statu creatu dopu à u babbu Adamu, chì avia ancu persu a so somiglianza cun Diu. Ancu Adamu è i Patriarchi anu invechjatu assai, sò tutti morti è a ghjente cun elli finu à oghje. Tutta a vita persa è a somiglianza spirituale di Diu.

Pruvate a nova vita à l'imaghjina di Diu

Solu quandu avemu ricevutu una nova vita in u nostru spiritu, simu ricreati è trasfurmati in l'imaghjina di Diu. Facendu cusì, ritruvemu l'identità spirituale chì Diu hà destinatu per noi.

"Ùn mentite micca l'un à l'altru, postu chì avete spogliatu u vechju omu cù e so azzioni è avete vistu l'omu novu chì hè rinnuvatu à a cunniscenza à l'imaghjini di quellu chì l'hà creatu" (Colossians). 3,9-10 SLTS).

Perchè seguitemu à Ghjesù, a verità, ùn ci hè dubbitu chì vulemu mentire. Questi dui versi cunfermanu dunque chì, tirendu fora di l'antica natura umana, eramu stati crucifissati cun Ghjesù è vistuti cù a natura divina per mezu di a risurrezzione di Ghjesù. U Spìritu Santu testimunieghja di i nostri spiriti chì simu stati rinnuvati à l'imaghjina di Ghjesù. Simu chjamati è sigillati cù u Spìritu Santu. Cum'è una nova creazione campemu digià cum'è Cristu in u nostru spiritu umanu è, cum'è ellu, campemu a filiazione di Diu. A nostra nova identità hè in verità rinnuvata è a verità ci dice quale simu veramente in core. Figlioli è figliole amate di Diu cù Ghjesù u primunatu.

A nostra rinascita face capisce in capu a capiscitura umana. Sta rinascita hà dighjà occupatu Nicodemu in u so pensamentu è hà incuragitu Ghjesù à pone dumande. In a nostra mente appendemu cum'è un brucu è dopu cum'è un bozzolu à capu in ghjò nantu à una scatula di legnu. Avemu a sperienza cumu a nostra vechja pelle diventa inadatta è troppu stretta. Cum'è un brucu umanu, una bambola è un bozzolu, simu qualcosa cum'è un cambiante naturale: in questu ci trasformemu da un brucu in una farfalla delicata o da a natura umana in natura divina, cù identità divina.

Hè esattamente ciò chì accade in a nostra salvezza per mezu di Ghjesù. Hè un novu principiu. U vechju ùn pò micca esse messu in ordine; pò esse rimpiazzatu solu interamente. U vechju sparisce cumpletamente è u novu vene. Simu nati di novu in l'immagine spirituale di Diu. Questu hè un miraculu chì sperimentemu è celebremu cun Ghjesù:

"Perchè Cristu hè a mo vita è a morte hè u mo guadagnu" (Filippesi 1,21).

Pàulu sviluppa stu penseru in a lettera à i Curinziani:

«Se qualchissia hè in Cristu, hè una nova criatura; u vechju hè passatu, vede, u novu hè ghjuntu ". (2. Corinti 5,1).

Sta nutizia hè cunfortante è speranza chì simu oramai salvi in ​​Ghjesù. Cum'è un riassuntu di ciò chì hè accadutu, avemu lettu:

"Perchè avete mortu quandu Cristu hè mortu, è a vostra vita vera hè piatta cù Cristu in Diu. Quandu u Cristu, chì hè a vostra vita, serà cunnisciutu da u mondu sanu, sarà ancu vistu chì sparte a so gloria cun ellu » (Colossians 3,3-4 New Life Bible).

Simu inseme cù Cristu, per dì cusì, avvolti in Diu è piattati in ellu.

"Ma quellu chì si appiccica à u Signore hè un spiritu cun ellu" (1. Corinti 6,17).

Hè una grande gioia di sente tali parolle da a bocca di Diu. Ci danu incuragimentu continuu, cunfortu è pace chì ùn pudemu micca truvà in altrò. Queste parolle proclamanu a bona nova. Rende a nostra vita cusì preziosa perchè a verità riassume ciò chì esprime a nostra nova identità.

«È avemu ricunnisciutu è cridutu l'amore chì Diu hà per noi: Diu hè amore; è quellu chì ferma in amore ferma in Diu è Diu in ellu (1. Johannes 4,16).

Riceve saviezza per mezu di u Spìritu Santu

Diu hè generosu. A so natura mostra chì hè un felice donatore è ci dà rigali ricchi:

"Ma parlemu di a saviezza di Diu, chì hè piatta in u misteru, chì Diu hà predestinatu prima di tutti i tempi per a nostra gloria; Hè ghjuntu, cum'è hè scrittu (Isaia 64,3): Ciò chì nimu ochju hà vistu, nè orechja ùn hà intesu è ciò chì ùn hè micca intrutu in i cori umani, ciò chì Diu hà preparatu per quelli chì l'amanu. Ma Diu ci hà revelatu per mezu di u Spìritu; perchè u spiritu cerca tutte e cose, cumprese a prufundità di Diu "(1. Corinti 2,7; 9-10).

Sarebbe assai tragicu se pruvessimu à sminuisce sta verità cù a saviezza umana. Chì grandi cose chì Ghjesù hà fattu per noi, ùn duveriamu mai sminuì è sminuzzà cun umiltà mal capita. Tocca à noi di accettà gratamente è intelligente u donu di Diu cù saviezza divina è di trasmette sta sperienza à l'altri. Ghjesù ci hà compru caru cù u so sacrifiziu. Cù a nova identità ci hà datu a so ghjustizia è a so santità, vistutu cum'è un vestitu.

"Ellu, Diu, hà dispostu chì site in Cristu Ghjesù, chì hè diventatu a nostra saviezza, grazia à Diu, a nostra ghjustizia è a santificazione è a redenzione" (1. Corinti 1,30 Bibbia di Zurich)

Parolle cum'è: simu riscattati, ghjustificati è santificati ponu facilmente passassi da e nostre labbre. Ma hè difficiule per noi di esse riscattati, per accettà a ghjustizia è a santità, cum'è discrittu in u versu chì avemu lettu, personalmente è senza esitazione. Dunque dicemu: Ié, benintesa, in Cristu, è per quessa vulemu dì chì si tratta di una certa giustizia o santità distante, ma chì ùn hà alcun effettu direttu, nisuna riferenza diretta à a nostra vita presente.

Pensate per piacè quantu sarete ghjustu quandu Ghjesù hè statu fattu per voi. È quantu site santu quandu Ghjesù hè diventatu a vostra santità. Avemu queste qualità perchè Ghjesù hè a nostra vita.

Simu stati crucifissati, sipolti è risuscitati per una nova vita cun Ghjesù. Hè per quessa chì Diu ci chjama redenti, ghjusti è santi. L'usa per discrive u nostru esse, a nostra identità. Questu va oltre u solu avè una nova ID in e vostre mani è esse parte di a vostra famiglia. Si capisce ancu per a nostra mente esse unu cun ellu, perchè simu cum'è ellu, a so somiglianza. Diu ci vede cum'è simu, ghjusti è santi. Di novu, Diu u Babbu ci vede cum'è Ghjesù cum'è u so Figliolu, a so Figlia.

Chì hà dettu Ghjesù:

Ghjesù vi ​​dice: Aghju pigliatu tutte e precauzioni per avè sempre cun mè in u mo regnu. Site guaritu per mezu di e mo ferite. Site statu perdonatu per sempre. Ti aghju dundicatu cù a mo grazia. Cusì ùn campate più per voi stessu, ma per mè è cun mè cum'è parte di a mo nova creazione. Hè veru, site sempre rinuvatu quandu si tratta di cunnosce veramente me, ma in u fondu ùn puderete micca esse più novu di ciò chì site avà. Sò cuntentu chì centriate i vostri penseri nantu à e cose chì sò sopra, induve site cresciutu è cummossu cun mè.

Site statu creatu per sprime a mo vita divina. A vostra nova vita hè sicuramente piatta in mè. Ti aghju equipatu di tuttu ciò chì avete bisognu per a vita è u timore di mè. Cù a mo buntà è a buntà di u core vi aghju permessu di participà à a mo somiglianza divina. Da quandu site natu fora di mè, u mo esse hè campatu in voi. State à sente cum'è u mo spiritu vi testimone di a vostra vera identità.

A mo risposta:

Grazie mille, Ghjesù, per u Vangelu chì aghju intesu. Mi hai perdonatu tutti i mo peccati. Mi hai fattu novu da dentro à fora. Mi avete datu una nova identità cù accessu direttu à u vostru regnu. Mi hai datu una parte in a to vita per chì possu campà veramente in tè. Vi ringraziu chì possu focalizà i mo penseri nantu à a verità. Ti ringraziu chì campu in tale manera chì l'espressione di u vostru amore diventa sempre più visibile per mezu di mè. Mi hai dighjà datu una vita celeste cù una speranza celeste in a vita d'oghje. Grazie mille, Ghjesù.

di Toni Püntener