1914-1918: "A guerra chì hà uccisu Diu": Una risposta

"Diu cun noi" era u slogan, chì pare oghje più di stranu, chì parechji suldati tedeschi chì si ne sò andati in guerra centu anni fà anu incisa in u so serratura. Questa poca reminiscenza da l'archiviu storicu ci dà una megliu cunniscenza di quantu devastanti di a Prima Guerra Mundiale da u 1914-1918 duverebbe avè stata a credi religiose è credenze cristiane. I pastori è i preti hanu produttu i so ghjovani membri di a congregazione cun l'assicurazioni banali chì anu prumessu chì Diu era da u latu di a nazione à quale appartenenu. L'incontru contru à a participazione à a chjesa in a guerra, chì ripigliava a vita di guasi dece milioni di persone, cumpresi dui milioni di tedeschi, cuntinua oghje.

U teologu cattolicu rumanu Gerhard Lohfink traccia precisamente a seguita: "U fattu chì i cristiani fussinu in guerra entusiastici contru i cristiani in 1914, battezzati contru i battezzati, ùn era in alcun modu cunsideratu cum'è un travagliu di distruzione in a chjesa ...". U Vescu di Londra avia esplicatu i so parigiani à luttà "per Diu è a Patria" cume sì Diu avia bisognu di u nostru aiutu. In Svizzera neutrale, u ghjovanu pastore Karl Barth hè statu scunfittatu à u core in vista di u fattu chì i so seminaristi anu inviatu di manera volontaria u criticu di battaglia "An Waffen"! In a prestigiosa rivista "U Cristianu Mundiu" hà prutestatu: "Hè assai tristu per mè di vede cume a brama di guerra è a fede cristiana si mischjanu in una confusione senza speranza".

"U ghjocu di e nazioni"

I sturiani anu revelatu e cause dirette è indirette di u cunflittu, chì hè iniziatu in un picculu angulu di i Balcani è chì dopu hà implicatu e grandi putenzi di l'Europa. U ghjurnalistu francese Raymond Aron hà sintetizatu questu in u so travagliu "The Century of Total War" à a pagina 16: "A tensione crescente era di circa trè punti principali di cunflittu: a rivalità trà l'Austria è a Russia. in i Balcani, u cunflittu franco-tedescu in Maroccu è a corsa in armi - in mare trà Gran Bretagna è Germania è in terra sottu tutti i puteri. I dui ultimi motivi di guerra avianu apartu u caminu per a situazione; a prima furnia a scintilla.

I storichi culturali aghjunghjenu più in e cause. Cercanu fenomeni apparentemente sfuggianti cum'è l'orgogliu naziunale è i teme di profonda fonda, chì sò tramindui reciproci. L'istorico di Düsseldorf Wolfgang J. Mommsen riassume sta pressione: "Era una lotta trà i diversi sistemi pulitici è intellettuali chì formanu a basa per questa" (Germania imperiale 1867-1918, p. 1867). Ùn era certamenti micca un statu solu chì indulgì in l'egoismu naziunale è u patriotisimu in u 1914. I britannichi anu nutatu cun serenità rilassata chì a so marina navale cumandava più di un quartu di u mondu in un imperu induve u sole ùn si mette mai. I Francesi avianu fattu Parigi una cità induve a Torre Eiffel testimoniava l'usu creattivu di a tecnulugia.

"Felice cum'è Diu in Francia", hà dettu in una dettu tedesca da questu tempu. Cù a so "cultura" speciale è u mità di un seculu di rializazioni rigurosamente realizate, i tedeschi anu vistu cum'è superiori, cum'è l'hà detta a storica Barbara Tachman:

"I tedeschi sapianu chì ripresentavanu u putere militare più forte di a terra, i cummircianti più capaci è i banchieri i più attivi chì penetravanu in tutti i cuntinenti, chì sustenenu i dui Turchi in a finanzazione di una strada ferroviaria chì porta da Berlinu à Bagdad è ancu u cumerciu latinoamericanu stessu. attaccatu; A sapìanu chì pone una sfida à u putere navale britannicu è, in u campu intellettuale, era capace di strutturalizà sistematicamente ogni ramu di cunniscenze secondu u principiu di a scienza. Meritamente anu ghjucatu un rolu dominante (A Proud Tower, p. 331).

Hè sorprendente quannu spiega u termine "orgogliu" in l'analisi di u mondu civilisatu prima di u 1914, è ùn deve esse lasciatu inseme chì micca ogni versione di a Bibbia riproduce u pruverbiale: "l'arroganza vene prima di a caduta", ma per esempiu in a Bibbia di Luther di 1984 in a formulazione curretta significa ancu: "Quellu chì deve perisce sarà fieru di prima" (Proverbi 16,18).

A distruzione ùn deve esse a sola preoccupazione di e case, di e splutazioni è di tuttu a pupulazione maschile di qualchì piccula cità. A ferita assai più grande chì era stata inflittata in a cultura europea era suppostu a "morte di Diu", cum'è alcuni l'anu dubbia. Ancu s'è u numeru di ghjesgi in Germania hà diminuitu in i decennii prima di u 1914 è a pratica di a fede cristiana era praticata in tutta l'Europa Occidentale principalmente in a forma di "serviziu di labbre", a credenza in un Diu divintatu per parechje persone s'hè diminuita per via di l'horrible. Sanguinamentu in e trinchere, chì hà risultatu in macellazione di quannu scunnisciuta.

E sfide di i tempi muderni

Cumu a scrittrice Tyler Carrington hà osservatu in quantu à l'Europa Centrale, a Chjesa cum'è istituzione "era sempre in retraitu dopu l'anni 1920", è ciò chì hè peghju, "oghje u numeru di adoratori hè in un bassu senza precedente". Avà ùn era micca u casu chì prima di u 1914 si parlava di l'età d'oru di a fede. Una serie di intervenzioni approfondite da i campi religiosi di i difensori di u metudu storicamente criticu avianu purtatu à un prucessu custante di erosione riguardante a credenza in una rivelazione divina. Dighjà tra u 1835 è u 1836 David Friedrich Strauss 'A vita di Ghjesù, editatu in modu criticu, avia messu in quistione a divinità postulata tradizionalmente di Cristu. Puru l'interessu Albert Schweitzer avia ritrattu à Ghjesù cum'è un predicatore poche apocalitticu in u so travagliu di 1906 Storia di a Ricerca di Ghjesù-Vita, ma era in fin di fine una bona persona piuttostu chè un Diu-Diu. Tuttavia, stu cuncettu hà righjuntu solu a "massa critica" cù a disillusione è u sintimentu di tradimentu chì milioni di tedeschi è altri europei anu sappiutu dopu 1918. A tavola di disegno, i modelli di pensamentu non cunvenziunali fecenu forma, cum'è a psicologia di Freud, a teoria di a relatività di Einstein, u marxismu-leninismu è, soprattuttu, a dichiarazione errata di Friedrich Nietzsche "Diu hè mortu, [...] è l'abbandunamu". Parechji sopravviventi di a Prima Guerra Munniali sentìanu chì e so fundazioni sò state scusate di manera irrevocabile. L'anni 1920 hà iniziatu in l'era di jazz in America, ma hà iniziatu un periodu estremamente amaru per a media tedesca, in u quale hà patitu da a scunfitta è u colapse ecunomicu. In u 1922, un pane di pani costò 163 marche, un prezzu chì hà culminatu in illimitatu 1923 milioni di marchi finu à u 200.000.000.

Ancu s'è a repubblica di Weimar più à manca (1919-1933) prova di mantene un certu ordine, milioni sò stati captivati ​​da u visu nihilisticu di a guerra, chì Erich Maria Remarque ùn tracciava nunda di novu in u so travagliu in l'Occidenti. I suldati in casa sò stati devastati da u distaccu trà ciò chì si era diffusatu in quantu à a guerra luntanu da u fronte è a realtà chì li era stata dimostrata in forma di topi, pid, mortel, canibalismu è i fucilieri di prigiuneri di guerra. "I rumuri eranu diffusi chì i nostri attacchi eranu accumpagnati da soni musicali è chì a guerra era una longa delusione di u cantu è a vittoria per noi [...] Ùn sapiamu solu a verità di a guerra; perchè era davanti à i nostri ochji " (citatu da Ferguson, La guerra di u mondu, p. 119).

A la fine, malgradu a so rinuncia, i tedeschi anu da accettà un esercitu di occupazione in le cundizioni impuse da u presidente americanu Woodrow Wilson - carricatu cù pagamenti di riparazione di 56 miliardi di dollari, cù la perdita di enormi territorii in Europa di l'Est (è micca menu a maiò parte di e so culunie) è minacciatu di lotte di strada da i gruppi comunisti. U cummentariu di u presidente Wilson nantu à u trattatu di paci chì i tedeschi avianu da firmà in u 1919 era chì, sì ellu era tedescu, ùn l'avissi micca firmatu. U statunista britannicu Winston Churchill hà preditu: "Questa ùn hè micca a pace, ma un cessamentu di u 20 anni". Cumu era bonu!

Fede in ritardu

La fede hà patitu enormi contorni in questi anni di post-guerra. U pastore Martin Niemöller (1892-1984), purtatore di a Croce di Ferru è dopu catturatu da i Nazis, hà vistu "Anni di Oscurità" in l'anni 1920. À questu tempu, a maiò parte di i Protestanti tedeschi appartenenu à 28 parrocchie di a Chjesa Luterana o Reformata, pochi per i Battisti o i Metodisti. Martin Luther avia statu un sustenevule forte di l'ubbidenza da l'autorità pulitiche, guasi à tuttu costu. Finu à a furmazione di u statu nazionale in l'era di Bismarck in u 1860, i prìncipi è i monarchi anu exercitu u cuntrollu di e chjese in terra tedesca. Questa hà criatu cundizioni ottimali per u nominalismu fatale in u publicu generale. Mentre i teologi di fama mundiale discutevanu aree di teologia chì sò difficiuli di capiscenu, l'adorazione in Germania seguitava largamente a rutina liturgica, è l'antisemitismu di a chjesa era l'ordine di u ghjornu. U corrispondente di Germania, William L. Shirer, hà riunitu nantu à e divisioni religiose dopu a Prima Guerra Mundiale:

"Ancu a Republica di Weimar era anatema per a maiò parte di i pastori protestanti; Non solu perchè avia purtatu à a diposizione di re è di príncipi, ma ancu perchè deveva u so supportu soprattuttu à cattolici e socialisti ". U fattu chì u cancelliere Adolf Hitler firmò un concordatu cù u Vaticanu in 1933 mostra da cume era diventata parte superficiale di u Cristianesimu tedescu. . Pudemu sente i tendenzi di alluntanamentu trà a fede cristiana è a pupulazione se sapemu chì personalità eccezziunali di a Chiesa cum'è Martin Niemöller è Dietrich Bonhoeffer (1906-1945) piuttostu rapprisintà l'eccezzioni à a regula. In opere cum'è Successione, Bonhoeffer ha evidenziatu a debulezza di e chjese cum'è organizzazioni chì, in ellu, ùn serebbe più un messagiu veru nantu à i teme di e persone in Germania di u XX sèculu. "Dove a fede sopravvivenza", scrive u scholarista di storia Scott Jersak, "ùn pudia più ricurdà di a voce di una chiesa chì cercò di legittimà divinamente un tale scorrimentu di sangue [come nel 20-1914]". Diu ùn ferma micca per l'ottimisimu utopicu vacanti o per un rifugiu in un rifuggiu curatu ". U teologu tedescu Paul Tillich (1886-1965), chì era obligatu à abbandunà a Germania in 1933 dopu à serve di clericanu di campo in a Prima Guerra Mundiale, ricunnosce chì e chjese tedesche eranu largamente silenziate o eranu diventate senza sensu. Ùn seranu pussutu cunvince a populazione è i guverni à piglià a rispunsabilità è à cambià cù una voce chjara. "Ùn eramu abituati à vola in alta, eramu trascinati à u mumentu profunnu", hà scrittu più tardi annantu à Hitler è u Terzu Reich (1933-1945). Cumu avemu vistu, e sfide di i tempi muderni sò sempre stati à u travagliu. L'horrore è i turbulenzi di una dura guerra mondiale eranu necessarii per portà u so pienu effettu.

Mortu ... o vivu?

Eccu e conseguenze devastanti di a "guerra chì hà tombu Diu" è micca solu in Germania. U sustegnu di Hitler da a chjesa hà cuntribuitu à u fattu chì esiste ancu un horrore peggio, a seconda guerra mundiale. In questa cunnessione, deve esse nutatu chì Diu era ancora vivu per quelli chì anu fiducia in ellu. Un ghjuvanottu chjamatu Jürgen Moltmann avia da testimone cumu a vita di parechji di i so cumpagni di classa era stata asciutta da u liceu durante u terribile bombardamentu di Amburgo. Tuttavia, sta sperienza hà purtatu à un rinascimentu di a so fede, cumu hà scrittu:

"In 1945 eru un prigiuneru di guerra in un campu in Belgio. U Reich tedescu era cascatu. Auschwitz avia datu a cultura tedesca u colpu finale. A mo cità natal Amburgo era in ruine, è ùn era micca sfarente in mè stessu. Mi sentia abbandunatu da Diu è a ghjente è a mo speranza di ghjuventù era sbulicata in u bud [...] In questa situazione, un cappellanu americanu mi hà datu una Bibbia è aghju cuminciatu a leghje ".

Quandu Moltmann hà truvatu u passaghju biblicu nantu à u gridu di Ghjesù nantu à a croce: "U mio Diu, u mo Diu, perchè m'hai lasciatu?" (Matteu 27,46) hè citatu, hà cuminciatu à capisce megliu u messaghju core di u messagiu cristianu. Ci spiega: "Aghju capitu chì questu Ghjesù hè u fratellu divinu in a nostra suffrenza. Dà spiranza à i prighjuneri è à l'abbandunati. Hè quellu chì ci libera di a culpabilità, chì ci deprime e ci priva di qualsiasi prospettive future [...] Aviu avutu u curaggiu di sceglie a vita à un puntu, duve puderebbe esse pronta, per abbraccià a tutta Fin mette. Sta prima chjuche cun Ghjesù, u fratellu in suffrenza, ùn m'hà mai abbandunatu da tandu. " (Quale hè Cristu per noi oghje? P. 2-3).

In centinaia di libri, articuli è cunferenze, Jürgen Moltmann hà dichjaratu chì Diu ùn hè micca mortu dopu, chì vive in u spiritu chì emana da u so figliolu, quellu chì i cristiani chjamanu Ghjesù Cristu. Quantu impressionante chì ancu centu anni dopu a chjamata "guerra chì hà uccisu Diu", a gente si trova sempre un modu in Ghjesù Cristu per via di i periculi è di u turbu di i nostri tempi.    

di Neil Earle


in pdf1914-1918: "A Guerra chì uccide u Diu"