A vita versata di Cristu

189 hà versatu a vita di Cristu Oghje vogliu incuragisce à cunsaccià l'ammonizione chì Paul hà datu à a Chjesa filippina. Ellu l'hà dumandatu di fà qualcosa è vi mustrarò ciò chì era questu è vi dumandà di decide di fà u listessu.

Ghjesù era completamente Diu è completamente umanu. Un altru passaghju chì parla di a perdita di a so divinità pò esse truvatu in Filippini.

"Per questa dispusizione sia in voi, chì era ancu in Cristu Ghjesù, chì, quandu era in a forma di Diu, ùn hà micca tenutu fermu cum'è un robba per esse cum'è Diu; ma si sviutata, pigliò a forma di un servitore è fù fattu u listessu cum'è l'omu, è inventatu cum'è un omu in a so apparenza esterna, si umiliò è diventò ubbidiente finu à a morte, ancu a morte in croce. Hè per quessa chì Diu l'hà esaltatu sopra à tutte e folle è li dete un nome chì hè sopra à tutti i nomi, per chì in u nome di Ghjesù tutti i ghjinochje di quelli chì sò in u celu è in a terra è sottu à a terra arcu è ogni lingua pò cunfessu chì Ghjesù Cristu. hè u Signore, per a gloria di Diu, » (Filippesi. 2,5-11u).

Vogliu posà duie cose basate in sti versi:

1. Ciò chì Paul dice nantu à a natura di Ghjesù.
2. Perchè ellu dice chì.

Dopu chì avemu determinatu perchè hà dettu qualcosa nantu à a natura di Ghjesù, avemu a nostra decisione per l'annu chì vene. Tuttavia, unu puderia facilmente capisce u significatu di i versi 6-7 chì Ghjesù avia datu a so divinità in tuttu o in parte. Ma Paulu ùn a hà dettu questu. Analizemu sti versi è vedemu ciò chì dice veramente.

Era in a forma di Diu

Dumanda: Cosa significa per a figura di Diu?

I versi 6-7 sò i soli versi in u NT chì cuntenenu a parolla greca Paulu per
"Gestalt" hè adupratu, ma u grecu AT cuntene a parolla quattru volte.
ghjudicà 8,18 « È disse à Zebach è Zalmunna : Cumu eranu l'omi ch'è vo avete tombu in Tabor ? Dicenu: Eranu cum'è tè, ognunu belli cum'è i zitelli reale ".
 
Impiegu 4,16 "Era statu quì è ùn aghju micca ricunnisciutu u so aspettu, una figura era davanti à i mo ochji, aghju intesu una voce bisbigliata:"
Isaia 44,13 « L'intagliatore stende a fila, a tira cù a penna, a travaglia cù i culteddi di scultore è a tira cù una bussola ; è ellu face cum'è un omu, cum'è a bellezza di una persona, chì deve campà in una casa ".

Daniel 3,19 "Allora Nabucodonosor diventò pienu di còllera è l'apparenza di a so faccia cambiò da Sadrach, Mesach è Abed-Nego. Hà datu l'ordine chì a stufa deve esse fatta sette volte più calda di ciò chì si facia di solitu ".
Paulu significa [cù u termine forma] cusì a gloria è a maestà di Cristu. Hà avutu gloria è maestà è tutte l'insigne di divinità.

Per esse uguale à Diu

U megliu usu paragunabile di l'ugualità si trova in Ghjuvanni. Ghjustu. 5,18 "Hè per quessa chì i Ghjudei anu pruvatu ancu di più à tumballu perchè ùn solu ùn hà rumpitu u sàbatu, ma ancu chjamatu Diu u so Babbu, facendu uguali à Diu".

Paulu dunque pensò à un Cristu chì era essenziale uguale à Diu. In altre parolle, Paul hà dettu chì Ghjesù hà avutu a cumpleta maestà di Diu è era essenzialmente Diu. À livellu umanu, questu seria l'equivalente di dì chì qualchissia avia l'apparenza di un membru di a famiglia reale è era veramente un membru di a famiglia reale.

Sapemu tutti chì si comportanu cum'è un membru di a famiglia reale, ma ùn hè micca, è avemu leghje nantu à certi membri di e famiglie reale chì ùn si cumportanu micca cum'è un membru di a famiglia reale. Ghjesù avia tantu "l'apparenza" è a natura di divinità.

tene cum’è un furtu

In altre parolle, qualcosa pudete aduprà per u vostru benefiziu stessu. Hè assai faciule per e persone privilegiate aduprà u so statutu per i benefici persunali. Vi sarà datu un trattamentu preferenziale. Paulu dice chì ancu se Ghjesù era Diu in forma è esenza, ùn hà micca pigliatu stu fattu com'è umanu. I versi 7-8 mostranu chì a so attitudine era diametricamente opposta.

Ghjesù si mischjò

Chì dicia? A risposta hè: nunda. Era completamente Diu. Diu ùn pò micca piantatu di esse Diu ancu per un certu tempu. Ùn rinunciava micca à alcunu attributi o puteri divini chì avia. Hà fattu miraculi. Pudava leghje menti. Utilizà a so forza. E in a trasfigurazione hà dimustratu a so gloria.

Ciò chì Paulu significava quì si pò vedà da un altru versu in quale usa a listessa parolla per "utter".
1. Cor. 9,15 "Ma ùn aghju micca fattu usu di elli [di sti diritti]; Ùn aghju micca scrittu ancu questu per mantene cusì cun mè. Preferite more more chè chì qualcunu arruvinà a mo fama! "

"Hà rinunziatu à tutte e so prerogative" (GN1997), "ùn hà micca insistitu nant'à e so prerogative. Innò, l'hà rinunciatu »(Speranza per Tutti i Traduttori). Cum'è umanu, Ghjesù ùn hà micca adupratu a so natura divina o i so puteri per u so propiu benefiziu. Li hà aduprati per predicà u Vangelu, per furmà i discìpuli, ecc. - ma mai per fà a so vita più faciule. In altre parolle, ùn utilizava micca a so forza per u so propiu guadagnu.

  • A prova difficile in u desertu.
  • Quand'ellu ùn chjamava un focu da u celu per distrughje cità ùn amichevuli.
  • A crucifissione. (Ellu disse chì puderia avè convocatu armate di angeli in a so difesa.)

Ritenu volontariamente tutti i benefici chì puderia avè avutu cum'è Diu per participà cumplettamente in a nostra umanità. Leghjemu i versi 5-8 di novu è vedemu quantu hè chjaru stu puntu.

Filippu. 2,5-8 «Per questa dispusizione sia in voi, chì era ancu in Cristu Ghjesù, 6 chì, quandu era in a forma di Diu, ùn hà micca tenutu fermu cum'è una robba per esse cum'è Diu; 7 ma si sviutata, pigliò a forma di servitore è fù fattu cum'è l'omi, è in u so aspettu s'hè inventatu cum'è un omu, 8 si umiliò è era ubbidiente finu à a morte, ancu à a morte in croce.

Allora Paulu chjude cù a rimarca chì Diu hà infine exaltatu Cristu sopra tutti l'omu. Filippu. 2,9
«Hè per quessa chì Diu l'hà esaltatu sopra tutti i massi è li hà datu un nome chì hè sopra tutti i nomi. Cusì chì in u nome di Ghjesù tutti i ghjinochji di quelli chì sò in u celu è nantu à a terra è sottu a terra è tutte e lingue cunfessanu chì Ghjesù Cristu hè Signore, per a gloria di Diu u Patre ».

Allora ci sò trè tappe:

  • I diritti è i privileghji di Cristu cum'è Diu.

  • A so scelta ùn esse micca esercitassi questi diritti, ma piuttostu di esse un servitore.

  • U so ultimu aumentu da u risultatu di stu stile di vita.

Privilegiu - prontezza di serviziu - aumenta

Avà a quistione più grande hè perchè sò sti versi in Filippesi ? Prima avemu bisognu di ricurdà chì i Filippini hè una lettera scritta à una chjesa speciale in un tempu speciale per ragioni specifiche. Dunque, ciò chì Paul hà dettu 2,5-11 dice chì anu da fà cù u scopu di tutta a lettera.

Scopu di a lettera

Prima, duvemu ricurdà chì quandu Paulu visitò Filippu per a prima volta è hà iniziatu a Chjesa quì, hè statu arrestatu (Atti 1 Dic.6,11-40). Tuttavia, a so relazione cù a Chjesa hè stata assai calda da u principiu. Filippini 1,3-5 "Ringraziu u mo Diu ogni volta chì pensu à voi, 4 per sempre intercedendu cun gioia in ognuna di e mo preghiere per voi tutti 5 per via di a vostra fraternità in u Vangelu da u primu ghjornu finu à avà".

Scrive sta lettera da a prigiò di Roma. Filippini 1,7 "Hè ghjustu chì pensu cusì di voi tutti, perchè vi portanu in u mo core, tutti quelli chì sparte cun mè in grazia sia in i mo catene sia in difende è affirmà u Vangelu".
 
Ma ùn hè micca depressu nè delusciutu, ma piuttostu cuntentu.
Phil 2,1718 "Ma ancu s'è mi fussi versatu cum'è una libazione annantu à u sacrifiziu è à u serviziu sacerdotale di a vostra fede, mi rallegra è mi rallegra cun voi tutti ; 18 In listessu modu, ancu tù devi esse rallegra è rallegra cun mè !

Ancu s'ellu hà scrittu sta lettera, anu cuntinuatu à esse assai zelosi in u so sustegnu. Filippu. 4,15-18 «E voi Filippesi sapete ancu chì à u principiu [di a proclamazione] di u Vangelu, quandu partiu da Macedònia, nisuna chjesa hà spartutu cun mè in i cunti di l'ingudu è di e spese, ma voi solu; 16 Iè, ancu in Tessalonica, m'hà mandatu qualcosa per risponde à i mo bisogni una volta è ancu duie volte. 17 Ùn dumandu micca u rigalu, ma dumandu chì u fruttu sia abbundante per u vostru contu. 18 Aghju tuttu è aghju abbundanza ; Sò statu curatu cumplettamente da quandu aghju ricevutu u vostru rigalu da Epafroditu, un sacrificiu piacevule, piacevule à Diu ".

U tonu di a carta suggerisce relazioni strette, una forte comunità cristiana d'amore, è una vuluntà di serve è di soffrenu per u vangelu. Ma ci sò ancu segni chì tuttu ùn hè micca cum'ellu devia.
Phil 1,27 "Guardate solu a vostra vita degna di l'evangelu di Cristu, cusì ch'e sia venutu è vi vegu o sò assente, aghju intesu da voi chì state fermamente in un spiritu è ​​battete unu cù l'altru per a fede di l'evangelu".
"Pigliate a to vita" - Grecu. Politeuesthe significa cumpiendu a so obbligazione cum'è citatinu di a cumunità.

Paulu si preoccupa perchè ellu vede chì l'attitudine versu a cumunità è l'amore chì eranu una volta cusì evidenti in Filippi sò strette. U disaccordu internu minaccia l'amore, l'unità è a cumunità di a cumunità.
Filippini 2,14 "Fate tuttu senza grumbling o esitazioni".

Filippu. 4,2-3 «Eshortu à Evodia è esortu à Syntyche à esse d'una mente in u Signore.
3 È ti pregu ancu, u mo fedele servitore, di piglià cura di quelli chì anu cummattutu cun mè per questu, inseme cù Clemens è cù l'altri impjegati, chì i so nomi sò in u Libru di a Vita. "

In cortu, a cumunità di credenti s'hè lutta quandu certi diventavanu egoisti è arroganti.
Filippu. 2,1-4 «S'ellu ci hè avà un ammonimentu in Cristu, ci hè incuragimentu di l'amore, ci hè a cummunione di u spiritu, ci hè u calore è a misericordia, 2 allora a mo gioia hè fatta cumplettamente per esse d'una mente, avè uguali amore, unanimu è sò attenti à una cosa. 3 Ùn fate nunda per egoismu o vana ambizione, ma piuttostu rispettu umilmente l'altru chè voi stessu.

Videmu i seguenti prublemi quì:
1. Ci sò scontri.
2. Ci sò lotte di putere.
3. Sii ambiziosu.
4. Sò cuncepiti insistendu in i so modi.
5. Questu mostra una autoevaluazione esageratamente alta.
 
Sò primarmenti cuncernati da i so interessi propri.

Hè facilitu falà in tutti sti paràmetri. Li aghju vistu in mè è in altri di l'anni. Hè ancu assai faciule per chjappà chì queste attitudini sò sbagliate per un Cristianu. I versi 5-11 basanu esaminà l'esempiu di Ghjesù per lascià l'aria da tutta l'arroganza è l'egoismu chì ci ponu invadisce cusì facilmente.

Paulu dici: Pensate chì sì megliu cà l'altri è chì meritevi rispettu è onore da a cumunità? Pensate à quantu era grande è putente Cristu era veramente. Paulu dici: Ùn vulete micca sottumettene à l'altri, ùn vulete micca serve senza ricunniscenza, sì imbattitu perchè l'altri vi cunzidenu un datu? Pensate à ciò chì Cristu era dispostu di fà senza.

"In u libru assai bonu di William Hendrick Esci Intervista, ellu conta
nantu à un studiu chì hà fattu nantu à quelli chì abbandunonu a chjesa. Un saccu di persone "crescita di a chjesa" stanu à a porta di a chjesa è dumandanu à e persone perchè sò venuti. In questu modu, unu hà intesu circà di scuntrà u "bisognu bisogni" di e persone chì vulia ghjunghje. Ma pochi, s’ellu ci sò, stanu à a porta di daretu per dumandassi perchè lascianu. Hè ciò chì Hendricks hà fattu, è i risultati di u so studiu vale a pena di leghje.

Mentre lighjia i cummenti di quelli chì si ne eranu andati, sò statu stupitu (cun ​​qualchì cummentariu assai perspicace è dolorosu da alcune persone pensierose chì sò partuti) di ciò chì certi aspettavanu di a Chjesa. Vulianu tutte e cose chì ùn sò micca essenziali per a chjesa; cum'è esse ammiratu, riceve 'cuddles' è aspettà chì l'altri rispondenu à tutti i so bisogni senza alcuna obbligazione di u so propiu per soddisfà i bisogni di l'altri "(The Plain Truth, Jan 2000, 23).

Paulu si riferisce à i Cristiani à Cristu. I priciò à vive a vita in a cumunità cristiana cum'è Cristu hà fattu. Si vivi cusì, Diu li glurificheghja cum'ellu hà fattu cun Cristu.

Filippu. 2,5-11
"Perchè stu spiritu hè in voi, chì era ancu in Cristu Ghjesù, 6 chì, quandu era in forma di Diu, ùn hà micca firmatu cum'è una preda per esse cum'è Diu; 7 ma si pronunzia, pigliò a forma di un servitore è hè statu fattu listessu cum'è l'omu, è in u so aspettu esternu cum'è un omu, 8 si umiliu è diventò ubbidiente finu à a morte, ancu finu à a morte nantu à a croce. 9 Hè per quessa chì Diu l'ha esaltatu sopra tutti i massi è li hà datu un nome chì hè sopra à tutti i nomi, 10 in modu chì à u nome di Ghjesù tutti i ghjinochji di quelli chì sò in u celu è in a terra è sottu a terra arcu, 11 è tutte e lingue. cunfissu chì Ghjesù Cristu hè Signore, per a gloria di Diu u Patre. »

Paul dichjara chì rializà a so obligazione persunale cum'è un citatinu di u regnu celestiale hè di spressione cum'è Ghjesù hà fattu è accettà u rolu di un servitore. Ci si deve dà micca solu per riceve grazia, ma ancu per soffre (1,57.29-30). Filippu. 1,29 "Perchè vi hè stata data a grazia, in quantu à Cristu, micca solu di crede in ellu, ma ancu di soffre per ellu".
 
Unu deve esse dispostu à serve l'altri (2,17) Per esse "versatu" - per avè una attitudine è un modu di vita sfarente da i valori di u mondu (3,18-19). Filippu. 2,17 "Ma ancu s'ellu deve esse versatu cum'è una libazione nantu à u sacrifiziu è u serviziu sacerdotale di a vostra fede, sò cuntentu è rallegra cun voi tutti".
Filippu. 3,1819 "Per parechji camminanu, cum'è v'aghju dettu spessu, ma avà dicenu ancu pienghjenu, cum'è nemichi di a croce di Cristu ; 19 A so fine hè a perdizione, u so Diu hè u ventre, si vantanu di a so vergogna è a so mente hè cuncentrata nantu à a terra.

Avete da mustrà a vera umiltà per capisce chì esse in Cristu significa esse servitore perchè Cristu hè vinutu in u mondu micca cum'è un Signore ma cum'è un servitore. Unità vene quandu servemu à Diu servendu l'altru. .

Ci hè u risicu di esse egoista à i propri interessi à a costa di l'altri, cume à sviluppà l'arroganza chì deriva da l'orgogliu in un statutu propiu, di talentu, o di risultati di successu.

A suluzione à i prublemi in e relazioni interpersonale hè in una attitudine di impegnu umile cù l'altri. Un spiritu di sacrifiziu hè un'espressione di l'amore per l'altri amore spiegati in Cristu, chì era "ubbidiente à a morte, sì à a morte annantu"!

I servitori veri si manifestanu: Paulu usa Cristu per spiegà questu. Hà avutu u dirittu di ùn sceglie micca u caminu di un servitore, ma puderia riclamà u so status legale.

Paulu ci spiega chì ùn ci hè un locu per una religione di benessere chì ùn pratica seriu u so rolu di servitore. Ùn ci hè ancu spaziu per a pietà chì ùn emana micca o ancu sbulicà completamente per l'interessi di l'altri.

cunchiusioni

Vivemu in una sucietà duminata da l'egoismu, impregnata di a filosofia "eiu prima" è furmata da l'ideali aziendali di efficienza è successu. Ma questi ùn sò micca i valori di a chjesa cum'è definiti da Cristu è Paulu. U corpu di Cristu deve dinò scopu di umilità cristiana, unità è fraternità. Duvemu serve l'altri è vedelu cum'è a nostra primura responsabilità di perfezziunà l'amore per mezu di l'azione. Una attitudine di Cristu cum'è l'umiltà ùn dumanda micca diritti o prutezzione di i so interessi, ma hè sempre pronta à serve.

di Ghjiseppu Tkach