U Giudiziu Ultimu

429 u piattu più chjucu

«U tribunale vene! U ghjudiziu vene! Pentitevi avà o andarete in infernu ». Forse avete intesu tali parolle o parolle simili da evangelisti urlanti. A so intenzione hè: Purtà u publicu in un impegnu à Ghjesù per mezu di a paura. Tali parolle torcenu u Vangelu. Forse questu ùn hè micca tantu luntanu da a maghjina di u "ghjudiziu eternu" induve parechji cristiani credianu cun orrore in i seculi, in particulare in u Medievu. Pudete truvà sculture è dipinti chì riprisentanu i ghjusti chì flottanu finu à u celu per scuntrà à Cristu è chì i ghjusti sò trascinati in infernu da crudeli demonii. L'ultimu Ghjudiziu face parte di a duttrina "l'ultime cose". - Quessi prumettenu u ritornu di Ghjesù Cristu, a risurrezzione di i ghjusti è di l'inghjusti, a fine di u mondu malvagiu attuale, chì serà rimpiazzatu da u gluriosu regnu di Diu.

U scopu di Diu per l'umanità

A storia principia prima di a creazione di u nostru mondu. Diu hè Babbu, Figliolu è Spiritu in cumunità, campendu in amore eternu, incondiziunale è dendu. U nostru peccatu ùn hà micca maravigliatu à Diu. Ancu prima chì Diu creessi l'umanità, sapia chì u Figliolu di Diu morria per i peccati di l'omu. Sapia in anticipu chì avariamu da fiascà, ma ci hà creatu perchè sapia dighjà una soluzione à u prublema. Diu hà creatu l'umanità à a so maghjina: "Femu ghjente cum'è noi, chì guvernanu nantu à i pesci in mare è sopra l'acelli sottu u celu è nantu à u bistiame è nantu à tutta a terra è nantu à tuttu u Vermu chì si striscia in terra. È Diu hà creatu l'omu à a so maghjina, à l'imaghjina di Diu l'hà creatu; è i creò cum'è omu è donna » (Leviticu 1: 1,26-27).

À l'immagine di Diu, simu stati creati per avè relazioni d'amore chì riflettinu l'amore chì Diu hà in a Trinità. Diu vole chì ci trattemu in amore è ancu di campà in una relazione d'amore cun Diu. A visione cum'è prumessa divina, spressa à a fine di a Bibbia, hè chì Diu camperà cun u so populu: «Aghju intesu una grande voce da u tronu, chì dicia: Eccu, u tabernaculu di Diu cù u populu! È starà cun elli, è saranu u so pòpulu, è ellu stessu, Diu cun elli, serà u so Diu » (Revelazione 21,3).

Diu hà creatu l'omi umani perchè vole sparte cun noi u so amore eternu è incondizionatu. L'unicu prublema hè chì noi umani ùn vuliamu micca campà in amore nè unu per l'altru nè per Diu: "Sò tutti peccatori è mancanu a gloria ch'elli duverebbenu avè davanti à Diu" (Rumani 3,23).

Cusì u Figliolu di Diu, u Creatore di l'umanità, hè diventatu un omu per pudè campà è more per u so pòpulu: «Perchè ci hè un Diu è un mediatore trà Diu è l'omi, vale à dì l'omu Cristu Ghjesù, chì si hè datu cum'è riscattu per tutti, cum'è a so testimunianza à u mumentu puntuale » (1 Timoteu 2,5: 6).

À a fine di l'età, Ghjesù hà da vultà in terra cum'è ghjudice à l'ultimu ghjudiziu. "U babbu ùn ghjudicheghja à nimu, ma hà datu tuttu u ghjudiziu à u figliolu" (Ghjuvanni 5,22). Ghjesù serà adduluratu perchè a ghjente hà piccatu è u rifiuta? Innò, sapia chì stava per accade. Dapoi u principiu hà digià avutu un pianu cun Diu u Babbu per rimette in a bona relazione cù Diu. Ghjesù hà sottumessu à u pianu ghjustu di Diu nantu à u male è hà sperimentatu e cunsequenze di i nostri peccati nantu à ellu stessu chì anu purtatu à a so morte. Ellu versò a so vita per pudè avè a vita in ellu: "Diu era in Cristu è hà ricunciliatu u mondu cun ellu stessu, ùn li hà micca cuntatu i so piccati è hà stabilitu a parolla di riconciliazione trà di noi" (2 Corinzi 5,19).

Noi, i cristiani cridenti, simu dighjà ghjudicati è truvati culpevuli. Semu stati pardunati per mezu di u sacrifiziu di Ghjesù è simu stati rivitalizati per via di a vita risuscitata di Ghjesù Cristu. Ghjesù hè statu ghjudicatu è cundannatu in u nostru postu in u nostru nome, assumendu u nostru peccatu è a morte è dendu in cambiu a so vita, a so diritta relazione cù Diu, per chì pudemu campà cun ellu in cumunione eterna è in amore santu.

À l'ultimu ghjudiziu, ùn tutti ùn apprezzeranu micca ciò chì Cristu hà fattu per elli. Alcune persone si opporranu à u vermentu di culpabilità di Ghjesù è rifiutanu u dirittu di Cristu di esse u so ghjudice è u so sacrifiziu. Si dumandanu: "I mo peccati eranu veramente cusì cattivi?" È resisteranu à a redenzione di a so culpabilità. Altri dicenu: "Ùn possu micca solu pagà i mo debiti senza avè da esse in debitu cun Ghjesù per sempre?" E so attitudini è risposte à a gràzia di Diu seranu rivelate à l'ultimu ghjudiziu.

A parolla greca per "ghjudiziu" aduprata in i passaggi di u Novu Testamentu hè krisis, da a quale deriva a parolla "crisa". A crisa si riferisce à un tempu è una situazione quandu una decisione hè presa per o contru à qualchissia. In questu sensu, una crisa hè un puntu in a vita di una persona o in u mondu. Più specificamente, a crisa si riferisce à l'attività di Diu o di u Messia cum'è ghjudice di u mondu à u Ghjudiziu Ultimu o à u Ghjornu di u Ghjudiziu, o pudemu dì l'iniziu di "ghjudiziu eternu". Ùn hè micca un brevi verdettu di culpabilità, ma un prucessu chì pò piglià assai tempu è include ancu a pussibilità di u pentimentu.

Infatti, a ghjente ghjudicherà è si ghjudicherà sè stessu secondu a so risposta à u Ghjudice Ghjesù Cristu. Scegleranu a strada di l'amore, l'umiltà, a grazia è a buntà o preferiranu l'egoismu, a ghjustizia è l'autodeterminazione? Vulete campà cun Diu in i so termini o in altrò in i vostri termini? In questu giudiziu, u fallimentu di queste persone ùn hè micca dovutu à Diu chì li rifiuta, ma à u so rifiutu di Diu è u so giudiziu di grazia in Ghjesù Cristu è per ellu.

Un ghjornu di decisione

Cù sta panoramica, pudemu avà esaminà i versi nantu à u ghjudiziu. Hè un avvenimentu seriu per tutte e persone: "Ma a vi dicu chì a ghjente deve cuntà u ghjornu di u ghjudiziu per ogni parolla inutile ch'elli dicianu. Da e to parolle sarete ghjustificatu, è da e vostre parolle sarete cundannati » (Matteu 12,36: 37)

Ghjesù hà riassuntu u ghjudiziu chì vene in relazione à u destinu di i ghjusti è di i gattivi: «Ùn vi maravigliate micca di què. L'ora venerà quandu tutti quelli chì sò in i tombi senteranu a so voce, è esisteranu quelli chì anu fattu u bè, per a risurrezzione di a vita, ma quelli chì anu fattu u male, per a risurrezzione di u ghjudiziu » (Ghjuvanni 5,28: 29).

Questi versi devenu esse capiti à a luce di un'altra verità biblica; tutti anu fattu u male è sò un piccatore. U ghjudiziu include micca solu ciò chì a ghjente hà fattu, ma ancu ciò chì Ghjesù hà fattu per elli. Hà digià pagatu u debitu per i peccati per tutte e persone.

Ovine è capre

Ghjesù hà descrittu a natura di u Ghjudiziu Ultimu in una forma simbolica: "Ma quandu u Figliolu di l'omu vene in a so gloria, è tutti l'ànghjuli cun ellu, allora si puserà nantu à u tronu di a so gloria è tutti i populi seranu riuniti davanti ellu. È li separerà unu da l'altru cum'è un pastore separa e pecure da e capre, è mette e pecure à a so manu diritta è e capre à a manca » (Matteu 25,31: 33)

E pecure à a so manu diritta senteranu parlà di a so benedizzione in e seguenti parolle: «Venite quì, benedetti di u mo Babbu, erediteghjanu u regnu chì vi hè statu preparatu da u principiu di u mondu! » (Verse 34).

Perchè a sceglie? «Perchè eru famitu è ​​mi hai datu qualcosa da manghjà. Aviu sete è mi hai datu da beie. Eiu era un furesteru è mi avete accoltu. Sò statu nudu è mi vestite. Eru malatu è mi visitavate. Eiu in prigiò è tù sì ghjunta ind'è mè » (Versi 35-36).

E capre à a so manca seranu ancu infurmate di a so sorte: "Dopu dicerà ancu à quelli di manca: Alluntanate mi di voi, maladettu, in u focu eternu chì hè preparatu per u diavulu è i so anghjuli!" (Verse 41).

Questa parabola ùn ci dà micca dettagli nantu à u prucessu è chì tipu di ghjudiziu darà à u "Ultimu Ghjudiziu". Ùn ci hè menzione di u perdonu o di a fede in questi versi. E pecure ùn sapianu chì Ghjesù era implicatu in ciò chì facianu. Aiutà quelli in bisognu hè una bona cosa, ma ùn hè micca a sola cosa chì conta o determina u ghjudiziu finale. A paràbula hà amparatu dui punti novi: U ghjudice hè u Figliolu di l'omu, Ghjesù Cristu stessu, vole chì a ghjente aiutessi quelli chì anu bisognu invece di trascurallu. Diu ùn ci ricusa micca l'omi, ma ci dà grazia, in particulare a grazia di u perdonu. A cumpassione è a buntà per quelli chì anu bisognu di misericordia è di grazia seranu ricumpensate in u futuru cù a grazia di Diu data à elli. "Ma voi, cù u vostru core testardu è impenseritu, accumulate rabbia per voi stessu per u ghjornu di l'ira è a revelazione di u ghjudiziu ghjustu di Diu" (Rumani 2,5).

Paulu si riferisce ancu à u ghjornu di u ghjudiziu, riferendusi à ellu cum'è u "ghjornu di l'ira di Diu" nantu à u quale u so ghjustìziu ghjudiziu hè rivelatu: "Quale darà à tutti secondu e so opere: vita eterna à quelli chì cercanu pazientemente e bone opere per a gloria, onore è vita immurtale; Ma rabbia è rabbia à quelli chì sò litigiosi è disubbidiscenu a verità, ma ubbidiscenu à l'inghjustizia » (Rumani 2,6-8).

Di novu, questu ùn pò micca esse cunsideratu una descrizione cumpleta di u ghjudiziu, postu chì nè a grazia nè a fede ùn sò menzionate in questu. Dice chì simu ghjustificati micca da e nostre opere ma da a fede. "Ma perchè sapemu chì l'omu ùn hè micca ghjustificatu da l'opere di a lege, ma da a fede in Ghjesù Cristu, simu ancu noi chì avemu cridutu in Cristu Ghjesù, affinchì pudemu esse ghjustificati per fede in Cristu è micca per opere di a lege ; perchè nimu hè ghjustu cù l'opere di a lege (Galatini 2,16).

Un bon cumpurtamentu hè bonu, ma ùn ci pò micca salvà. Semu dichjarati ghjusti micca per via di e nostre azzioni, ma perchè avemu ricevutu a ghjustizia di Cristu è participemu cusì à ella: «Ma per mezu di ellu site in Cristu Ghjesù, chì hè diventatu saviezza per noi per mezu di Diu, di ghjustizia è di santificazione è di Salvazione" (1 Curinzî 1,30). A maiò parte di i versi nantu à l'ultimu ghjudiziu ùn dicenu nunda nantu à a grazia è l'amore di Diu, chì hè una parte centrale di u Vangelu cristianu.

significatu di a vita

Ogni volta chì pensemu à u ghjudiziu, duvemu sempre ricurdà chì Diu ci hà creatu cun un scopu. Ellu voli chì campemu cun ellu in cumunione eterna è in una relazione stretta. «Cum'è l'omi sò destinati à more una volta, ma dopu u ghjudiziu: cusì Cristu hè statu ancu sacrificatu una volta per caccià i peccati di parechji; per a seconda volta ùn cumparisce micca per u peccatu, ma per a salvezza di quelli chì l'aspettanu » (Ebrei 9,27: 28).

Quelli chì li fidanu è sò fatti ghjusti da a so opera di redenzione ùn anu bisognu di teme u ghjudiziu. Ghjuvanni assicura i so lettori: «In questu amore si perfeziona cun noi, affinchì semu liberi di parlà u ghjornu di u ghjudiziu; perchè cum'è ellu hè, simu ancu in stu mondu » (1 Ghjuvanni 4,17). Quelli chì appartenenu à Cristu seranu ricumpensati.

L'increduli chì ricusanu di pintelu, cambianu a so vita, è admettenu chì anu bisognu di a misericordia è di a gràzia di Cristu è di u dirittu di Diu per ghjudicà u male sò i gattivi, è riceveranu un ghjudiziu diversu: «Cusì u Celu è a terra sò avà salvati per u focu cù a stessa parolla, cunservatu per u ghjornu di u ghjudiziu è a cundanna di l'omi impii » (2 Petru 3,7)

E persone gattivi chì ùn si pentenu micca à u ghjudiziu sperimenteranu a seconda morte è ùn seranu micca turmentati per sempre. Diu farà qualcosa contr'à u male. In u perdonu, ùn solu micca asciugà i nostri penseri maligni, parolle è azzioni cum'è s'ellu ùn importa micca. Innò, hà pagatu u prezzu per noi di mette fine à u male è salvacci da a putenza di u male. Hà suffertu, cunquistatu è cunquistatu e cunsequenze di u nostru male.

Un ghjornu di redenzione

Ci hà da vene un mumentu quandu u bè è u male seranu siparati è u male ùn serà più. Per certi, serà un mumentu quandu seranu esposti cum'è egoisti, ribelli è maligni. Per l'altri, serà un tempu quandu saranu salvati da i malfattori è da u male chì stà in tutti - serà un tempu di salvezza. Innota chì "ghjudiziu" ùn significa micca necessariamente "ghjudiziu". Invece, significa chì i boni è i cattivi sò classificati è chiaramente distinti l'unu da l'altru. U bonu hè identificatu, separatu da u male, è u male hè distruttu. U ghjornu di u ghjudiziu hè un tempu di redenzione, cum'è e trè scritture seguenti dicenu:

  • «Diu ùn hà micca mandatu u figliolu in u mondu per ghjudicà u mondu, ma per salvà u mondu per ellu» (Ghjuvanni 3,17).
  • «Quale vole chì tutte e persone sianu salvate è venenu à a cunniscenza di a verità» (1 Timoteu 2,3: 4).
  • «U Signore ùn ritarda micca a prumessa chì certi a cunsideranu cum'è un ritardu; ma hà pacienza cun voi è ùn vole micca chì nimu si perdi, ma per chì tutti si pentinu (Pintimentu) truvà » (2 Petru 2,9)

E persone salvate chì sò state rese ghjuste per via di a so opera di redenzione ùn anu micca bisognu di teme l'ultimu ghjudiziu. Quelli chì appartenenu à Cristu riceveranu a so ricumpensa eterna. Ma i gattivi pateranu a morte eterna.

L'avvenimenti di u Ghjudiziu Ultimu o di u Ghjudiziu Eternu ùn currispondenu micca à ciò chì parechji cristiani anu accettatu. U tardu teologu riformatu, Shirley C. Guthrie, suggerisce chì faremu bè per riallinea u nostru pensamentu annantu à questu avvenimentu di crisa: U primu pensamentu chì i cristiani anu quandu pensanu à a fine di a storia ùn duverebbe micca esse spaventose o spezie vendicative Siate circa quale sarà "Dentru" o "cullà" o chì serà "fora" o "falà". Duverebbe esse u penseru riconoscente è gioiosu chì pudemu affruntà u tempu cun fiducia quandu a vuluntà di u Creatore, Riconciliatore, Redentore è Restauratore prevalerà una volta per tutte - quandu a ghjustizia sopra l'inghjustizia, l'amore sopra l'odiu, l'indifferenza è l'avidità, Pace sopra ostilità, umanità sopra disumanità, u regnu di Diu trionferà nantu à i puteri di a bughjura. U Ghjudiziu Ultimu ùn serà micca contru à u mondu, ma per u benefiziu di u mondu sanu. "Questa hè una bona nutizia micca solu per i cristiani, ma ancu per tutte e persone!"

U ghjudice in l'ultimu ghjudiziu hè Ghjesù Cristu, chì hè mortu per e persone ch'ellu ghjudicherà. Hà pagatu a pena di u peccatu per tutti è hà fattu e cose bè. Quellu chì ghjudicheghja i ghjusti è l'inghjusti hè quellu chì hà datu a so vita per ch'elli pudessinu campà per sempre. Ghjesù hà digià pigliatu u ghjudiziu nantu à u peccatu è u peccatu. U ghjudice misericordiosu Ghjesù Cristu vole chì tutte e persone abbianu a vita eterna - è l'hà resa dispunibule per tutti quelli chì sò disposti à pentassi è fidà si di ellu.

Quandu voi, caru lettore, capite ciò chì Ghjesù hà fattu per voi è crede in Ghjesù, pudete aspittà cun giudiziu cun fiducia è gioia, sapendu chì a vostra salvezza hè certa in Ghjesù Cristu. Quelli chì ùn anu micca avutu l'occasione di sente u Vangelu è accettà a fede di Cristu truveranu ancu chì Diu hà dighjà fattu provvedimenti per elli. L'ultimu ghjudiziu duveria esse un momentu di gioia per tutti postu chì inaugurerà a gloria di u regnu eternu di Diu induve ùn esisterà chè amore è buntà per tutta l'eternità.

di Paul Kroll