L'ultima Cena di Ghjesù

l'ultimi cena Ghjesù Eppuru era stata a so ultima cena cun Ghjesù prima chì murì, ma i discepuli ùn l'anu micca sappiutu. Pensavanu ch'è stavanu manghjendu inseme per feste di grandi eventi di u passatu senza sapè chì un avvenimentu era assai più grande accadutu davanti à elli. Un avvenimentu chì cumpiava tuttu ciò chì u passatu avia indicatu.

Era una sera assai strana. Qualcosa ùn andava qualcosa, i discepuli ùn pudìanu micca guadà ciò chì era. Prima Ghjesù si lavava i peri, era stupente è maravigghiusu. Di sicuru, Ghjudea era una zona secca è polvosa fora di a stagione di pioggia. Ancu un studiente veramente dedicatu ùn averebbe mai pensà à lavà i piedi di u so maestru. Petru ùn vulia micca sapè chì u so maestru lavava i peri finu à chì Ghjesù spiega u scopu di stu prughjettu.

Per un mumentu Ghjesù era visibilmente mossa quandu li disse chì unu di elli u tradisceva. Cosa? Da quale? Picchì? Prima ch'ellu pudessinu pensà à ellu più luntanu, disse chì ellu era glurificatu da Diu à u babbu è chì li lasciò da prestu tutti.

Dopu hà cuntinuatu: Ti dugnu un novu cumandamentu, amatevi l'altru cum'è ti amu! Avà capìanu chì ste parolle eranu pesante. Amu Dieu cù tuttu u vostru core è vicinu à voi stessu cum'è sè, ma ciò chì Ghjesù hà dettu hè novu. Petru era spessu difficile d'amore. Ghjuvanni ùn hè statu chjamatu u figliolu di u tronu per nunda. Thomas hà interrugatu tuttu è Judas hà purtatu suscettibile a casa di cassa. U so amore unu per l'altru era strettamente ligatu cù l'amore di Ghjesù. Questu paria esse u core di ciò chì vulia spiegà à elli. C'era più assai. Ghjesù li chjamava amichi; ùn i cunsiderava micca i so servitori o seguitori.

Manghjanu un pastu di agnellu arrostitu, erbe amare è pane, seguite da preghiere per commemorare a grande salvezza di Diu in a storia di u populu d'Israele. Qualunque à a sera, Ghjesù si alzò è hà fattu qualcosa totalmente inesperu. Rompeu u pane è li disse chì era u so corpu rota. Pigliò u vinu è li disse chì era a cuppa di u Novu Alianza in u so sangue. Ma ùn sapianu micca di novu pattu, chì era stupente.

Ghjesù disse à Filippu: Se mi mi vedi, avete vistu u babbu. Dì torna? Aghju intesu dì què? Cuntinuò: Sò u modu, a verità è a vita. Dopu ripigliava di novu chì l'abbandunava ma ùn la lasciava micca orfana. Li mandava un altru cunfortu, un cunsiglieru, per esse cun elli. Ellu disse: Stu ghjornu, viderete chì sò in u mo babbu, voi in mè è aghju in voi. Questa era una cresta chì abbinava ogni pescadore pueticu.

Qualunque sia u significatu tutale, hà fattu alcune pretendenze sorprendenti nantu à l'abitazione di u Spìritu in Cristiani. Ellu hà cunnessu questu fattu cù l'unicità di u babbu cù u figliolu è elli. Eranu sempri stunati da cumu Ghjesù si chjamava Figliolu di Diu in tuttu u so travagliu. Li spiegò chì cum'è i so discìpuli si sparte in a relazione cù u figliolu cum'è u figliolu in a relazione cù u babbu, è chì era strettamente ligata cù u so amore per elli.
A metafora di a vigna, a vigna è a vigna era viva. Duveranu campà è vive in Cristu, cumu u ramu in a vigna hà a vita. Ghjesù ùn solu ùn dà ordini o esempi, ma li offre una relazione intima. Pudete amà cumu si fa sparte a so vita è l'amore cù u babbu!

In un certu modu pareva culminà quandu Ghjesù hà dettu chì cunnosce u Babbu è u Figliolu era a vita eterna. Ghjesù hà pricatu per i discìpuli è per tutti quelli chì li seguitanu. A so preghiera era circa l'unità, essendu unu cun ellu è Diu Babbu. Hà pricatu à u babbu chì puderanu esse unu, cum'è ellu hè unu in ellu.

Quella notte era in veru traizionatu, rapitu da suldati è ufficiali, maltrattatu, sottumessu à un pseudo-prucessu, è infine fù flagellatu è trasmessu à a crucifissu. Hè u peghju tipu di morte per i criminali. E speranze è i sogni di i discepuli eranu completamente distrutti è distrutti. Completamente devastatu, si ritironu in una stanza è chjusi e porte.
Solu e donne si ne sò andate à a tomba a prima dumenica matina chiancennu è chjachjarate, ma anu truvatu solu a tomba viota! Un anghjulu li dumandò perchè eranu à circà i vivi trà i morti. Li disse: Ghjesù hà risuscitatu, hè vive! Sembrava troppu bè per esse vera. Nisuna parolla puderia descrive questu. Ma i studienti maschili simpricimenti ùn l'anu micca cridutu finu à Ghjesù miraculosamente stà à mezu à u so corpu glorificatu. Li benedica cù u salutu: "A pace sia cun voi!" Ghjesù hà pronunciatu e parolle speranze: "Ricevete u Spìritu Santu". Sta prumessa ferma. Per via di a so unione cù l'umanità, per via di a so venuta cum'è umanu è a so accettazione di i peccati di tutti l'omu nantu à ellu stessu, stava cunnessu cun elli, oltre a morte. A prumessa restava in a so nova vita risuscitata, perchè hà partitu u caminu per a cunciliazione, salvezza, è accettazione di l'umanità in a so relazione cù u Babbu per mezu di u Spìritu Santu. Ghjesù hà risuscitatu offre à tutte e persone l'uppurtunità di participà direttamente in a comunità Trinità.

Ghjesù li disse: Cumu u Babbu m'hà mandatu, ti mandu. I primi discìpuli anu fattu solu chì in a grazia di Diu è in a bramata di u Spìritu: Alegre, gratitùdine, e preghjudiziu, anu proclamatu a bona nova di u Ghjesù risuscitatu è a nova vita in a Nova allianza, a vita in Ghjesù Cristu.

Caru lettori dinù, per mezu di u Spìritu Santu pudete avè a listessa relazione chì u figliolu sparte cun u babbu. Una vita ind'amore. Li benedicava cù l'unità di Diu, in cummunione cù e persone è cù u Diu triunfante per tutta l'eternità.

di John McLean