Ghjesù - u sacrifiziu megliu


464 Ghjesù a megliu vittima Ghjesù hè ghjuntu à Ghjerusalemme una ultima volta prima di u so patimentu, induve a ghjente cù rami di palme preparava una entrata solenni per ellu. Era dispostu à sacrificà a so vita per i nostri peccati. Fighjemu sta verità sorprendente ancu più intensamente, rivoltendu à a lettera à l'Ebraiani, chì mostra chì l'alta sacerdotalità di Ghjesù hè superiore à u sacerdoziu Aaronu.

1. U sacrifiziu di Ghjesù caccià u peccatu

Noi l'omi siamu peccatori per natura, è e nostre azioni o dimustranu. Cosa hè a suluzione? I vittimi di l'Anticu Alianza anu servutu per espone u peccatu è indicanu à l'unica soluzione, u sacrifiziu perfettu è finale di Ghjesù. Ghjesù hè a vittima megliu in trè modi:

A necessità di u sacrifiziu di Ghjesù

"Per a lege hà solu una ombra di i beni futuri, micca a natura di i beni stessi. Per quessa, ùn pò micca fà chì quelli chì si sacrificanu sò perfetti per sempre, postu chì unu deve fà i stessi sacrifici ogni annu. Autrement, le sacrifice n'aurait pas cessé si ceux qui conduisaient le culte s'étaient purifiés une fois pour toutes et n'avaient plus conscience de leurs péchés ? Piuttostu, ci hè solu un ricordu di i peccati ogni annu. Perchè hè impussibile di caccià i peccati cù u sangue di tori è capri » (Ebr. 10,1-4, LUT).

E liggi urdinate da Diu chì guvernanu u sacrifiziu di l'Antica Allianza eranu in vigore per seculi. Cumu ponu e vittime esse vistu cum'è inferjuri? A risposta hè, a lege di Mosè avia solu "una ombra di i bè à vene" è micca a natura di i beni stessi. U sistema di sacrificiu di a Legge di Mosè (antica allianza) era un mudellu di u sacrifiziu chì Ghjesù faria per. us. U sistema di u vechju pattu era tempuranee, ùn hà fattu nunda per durà è ùn era micca destinatu à esse. A ripetizione di i sacrifici ghjornu dopu ghjornu è u ghjornu di l'espiazione annu dopu annu mostra a debulezza inherente à u sistema sanu.

I sacrifici animali ùn anu mai pussutu caccià completamente a culpabilità umana. Eppuru chì Diu hà prumessu perdonu à e vittime credenti sottu u Vechju Allianza, era solu una copertura temporaria di u peccatu è micca a rimuzione di a culpabilità da u core di l'omi. S'ellu era accadutu, e vittime ùn avianu micca avutu averà fattu sacrifici supplementari chì sò solu in memoria di u peccatu. I sacrifici fatti in u ghjornu di l'Espiazione coprenu i peccati di a nazione; ma questi peccati ùn sò micca stati "lavati", è u populu ùn hà ricevutu alcuna testimonianza interna di u perdonu è l'accettazione da Diu. Resta un bisognu per una vittima megliu chè u sangue di torri è di capre, chì ùn pudia micca caccià i peccati. Solu u megliu sacrifiziu di Ghjesù pò fà quellu.

A vuluntà di Ghjesù di sacrificà sè stessu

"Hè per quessa ch'ellu dice quand'ellu vene in u mondu: Ùn vulia micca sacrifici è rigali; ma avete preparatu un corpu per mè. Ùn ti piace micca l'olocaustu è l'offerte per u peccatu. Allora aghju dettu: eccu, vengu - hè scrittu annantu à mè in u libru - per fà a to vulintà, Diu. À u principiu hà dettu: "Ùn avete micca vulsutu sacrifici è rigali, l'offerazioni brusgiate è l'offerte per u peccatu, è ùn vi piacenu micca", chì sò ancu offerti secondu a lege. Ma tandu disse : "Vedi, vengu à fà a to vulintà". Allora piglia u primu per pudè inserisce u sicondu » (Ebrei 10,5-9u).

Era Diu, micca solu qualsiasi persona, chì hà fattu u sacrifiziu necessariu. A citazione fa chjaru chì Ghjesù stessu hè a cumplimazione di e vittime di u vechju allianza. Quandu l’animali eranu sacrificati, sò stati chjamati sacrifici, mentri chì e vittime di i frutti di u campu eranu chjamati alimenti è bevande. Tutti sò simbolichi di u sacrifiziu di Ghjesù è mostranu alcuni aspetti di u so travagliu per a nostra salvezza.

A frasa "ma avete preparatu un corpu per mè" fa riferimentu à u Salmu 40,7 è si riproduce cù: "Avete apertu i mio orecchie". L'espressione "orecchie aperte" significa a vuluntà di sente è ubbidisce a vuluntà di Diu Diu hà datu à u figliolu un corpu umanu per pudè riesce a vuluntà di u Babbu in a terra.

U scuntente di Diu riguardu à e vittime di l'Anticu Alianza hè spressu duie volte. Questu ùn significa micca chì queste vittime eranu sbagliate o chì i credenti sinceri ùn anu avutu nisun beneficu. Diu ùn hà micca gioia in a vittima cum'è tale fora di i cori ubbidienti di e vittime. Nisun sacrificiu, quantunque grande, puderia rimpiazzà un core ubbiditu!

Ghjesù hè ghjuntu à fà a vulintà di u Babbu. A so vuluntà hè chì u novu allianza sustituisci l'anticu allianza. Attraversu a so morte è a risurrezzione, Ghjesù hà "annullatu" u primu allianza per aduprà a seconda. I lettori judeo-cristiani originali di sta lettera capìanu u significatu di sta dichjarazione chjocante - perchè tornate à un pattu chì hè statu purtatu?

L'efficacia di u sacrifiziu di Ghjesù

"Perchè Ghjesù Cristu hà rializatu a vulintà di Diu è offre u so propiu corpu cum'è sacrificiu, simu avà santificati una volta per sempre" (Ebr. 10,10 New Geneva translation).

I credenti sò "santificati" (santificati significa "situatu per l'usu divinu") per mezu di u sacrifiziu di u corpu di Ghjesù, chì hè statu offru una volta per sempre com'è sacrificiu. Nisuna vittima di l'Antica Allianza hà fattu questu. In l'antica allianza, i sacrifici anu da esse "santificati" una volta è una volta da a so contaminazione cerimoniale. Ma i "santi" di u novu pattu sò infine è cumpletamente "separati" - micca per via di u so meritu o di e so opere, ma per via di u sacrificiu perfettu di Ghjesù.

2. U sacrifiziu di Ghjesù ùn deve esse ripetutu

Tous les autres prêtres se tient à l'autel jour après jour pour accomplir son ministère, et fait d'innombrables fois les mêmes sacrifices qui ne sont jamais capables d'éliminer les péchés. Cristu, invece, dopu avè fattu un sacrifiziu unicu per i peccati, s'assittò per sempre in u locu d'onore à u latu drittu di Diu, è dapoi aspittà chì i so nemichi si facenu un sgabello per i so pedi. Perchè cù questu un sacrifiziu hà liberatu cumplettamente è per sempre tutti quelli chì si lascianu esse santificati da ellu da a so culpabilità. Questu hè ancu cunfirmatu da u Spìritu Santu. In l'Scrittura (Jer. 31,33-34) si dice prima di tuttu: "U futuru pattu chì aghju da fà cun voi sarà cusì: I vi - dice u Signore - mette e mio lege in i so cori è li scriverà in u so internu". E poi cuntinueghja à dì: "Ùn penseraghju più à i vostri peccati è à a vostra disubbidienza à i mo cumandamenti". Ma induve i peccati sò pardunati, ùn hè micca necessariu altru sacrificiu "(Eb. 10,11-18 New Geneva translation).

U scrittore di a carta à l'ebbrei cuntrasta u gran prete di l'Antica Alianza cù Ghjesù, u gran sacerdote di a Nova allianza. U fattu chì Ghjesù si pusò cun u Babbu dopu l'ascensione in u celu hè una prova chì u so travagliu hè statu rializatu. In cuntrastu, u ministeru di i preti di l'Antica Alianza ùn hè mai statu rializatu, facianu ogni ghjornu i stessi sacrifici: sta ripetizione era una evidenza chì e so vittime ùn anu micca veramente cacciatu i peccati. Ciò chì decine di millaie di vittime animali ùn anu pussutu riesce, Ghjesù hà rializatu per sempre è per tutti cun u so, sacrificiu perfettu.

A frasa "[Cristu] ... hà pusatu" si riferisce à u Salmu 110,1: "State à a mo diritta finu à ch'e aghju fattu i vostri nemichi un sgabello per i vostri pedi!" Ghjesù hè avà glurificatu è hà pigliatu u postu di u vincitore. Quandu ellu vultà cunquistà ogni nemicu è a pienezza di u regnu, u so Babbu Quelli. quelli chì anu fiducia in ellu ùn anu micca bisognu à teme, perchè sò "fatti perfetti per sempre" (Ebr. 10,14). Infatti, i credenti sperimentanu "a pienezza in Cristu" (Col. 2,10). Per mezu di a nostra unione cù Ghjesù, stamu davanti à Diu cum'è perfettu.

Cumu sapemu chì avemu sta pusizione davanti à Diu? I vittimi sottu l'Anticu Alianza ùn puderianu micca dì chì "ùn anu più una cunuscenza di i so peccati", ma i credenti in u Novu Alianza pò dì chì Diu ùn vole più di commemorazione di i so peccati è i sbagli per via di ciò chì Ghjesù hà fattu. Allora "ùn ci hè più un sacrificiu per u peccatu". Perchè? Perchè ùn ci hè più bisognu di sacrificiu "induve i peccati sò pardunati".

Quandu cuminciamu à fidà di Ghjesù, sperimentemu a verità chì tutti i nostri peccati sò pardunati in ellu è attraversu. Stu risvegliu spirituale, chì hè un rigalu da u Spìritu à noi, coglie tutti i sentimenti di culpe. Per a fede sapemu chì a quistione di u peccatu hè cumpletamente risolta per sempre è simu liberi di campà secondu. In questu modu simu "santificati".

3. U sacrificiu di Ghjesù apre a strada à Diu

Sutta l'antica allianza, nisun credente ùn saria abbastanza bravu per entra in u santu di i santi in u tabernaculu o tempiu. Ancu u gran sacerdote ùn entrava in questa stanza solu una volta à l'annu. Le rideau épais qui séparait le saint des saints du sacré servait de barrière entre l'homme et Dieu. Solu a morte di Cristu puderia strappà sta cortina da cima à fondu5,38) è apre u caminu versu u santuariu celeste induve Diu abita. Cù queste verità in mente, u scrittore di a Lettera à l'Ebrei manda a seguente invitu cordiale:

«Allora, cari fratelli è soru, avemu un accessu liberu è senza ostaculi à u santuariu di Diu; Ghjesù hà apertu à noi per mezu di u so sangue. À traversu a cortina - chì significa specificamente : à traversu u sacrifiziu di u so corpu - hà allughjatu una strada chì nimu hà ancu seguita, una strada chì porta à a vita. È avemu un gran sacerdote à quale tutta a casa di Diu hè subordinata. Hè per quessa chì vulemu vene davanti à Diu cun devozione indivisa è piena di fiducia è cunfidenza. Semu in u nostru più internu sprinkled cù u sangue di Ghjesù è cusì liberatu da a nostra cuscenza culpevule; simu - figurativamente parlante - lavati in tuttu u nostru corpu cù acqua pura. Inoltre, mantenemu fermamente à a speranza à quale professemu; perchè Diu hè fidu è mantene ciò chì hà prumessu. È perchè simu rispunsevuli l'un di l'altru, vulemu incuragisce l'un l'altru à dimustrà l'amore è à fà u bè. Hè dunque impurtante chì ùn stemu micca alluntanati da e nostre riunioni, cum'è certi sò diventati abituati, ma piuttostu chì ci incuraghjemu l'un l'altru, di più chì - cum'è pudete vede per voi stessu - s'avvicina u ghjornu chì u Signore torna » (Ebr. 10,19-25 New Geneva translation).

A nostra cunfidenza chì ci hè permessu di entre in u Locu Santu, per vene in a prisenza di Diu, hè basatu annantu à u travagliu finitu di Ghjesù, u nostru gran sacerdote. Le jour de l'expiation, le souverain sacrificateur de l'ancienne alliance ne pouvait entrer dans le lieu le plus saint du temple que s'il offrait le sang du sacrifice (Héb. 9,7). Ma duvemu a nostra entrata in a presenza di Diu micca à u sangue di un animali, ma à u sangue di Ghjesù. Stu accessu liberu à a presenza di Diu hè novu è ùn hè micca parte di l'anticu pattu, chì hè qualificatu cum'è "obsolet and obsolet" è "prestu" sparirà sanu, suggerendu chì l'Ebrei hà scrittu prima di a distruzzione di u tempiu in AD 70. u novu modu di u novu pattu hè ancu chjamatu "u modu chì porta à a vita" (Ebr. 10,22) perchè Ghjesù "vive per sempre è ùn cesserà mai di stà per noi" (Ebr. 7,25). Ghjesù stessu hè u modu novu è vivu! Hè u Novu Pattu in persona.

Venemu à Diu liberamente è cunfidendu per mezu di Ghjesù, u nostru gran sacerdote attraversu a "casa di Diu". "Sta casa simu - basta chì mantenemu cun fiducia à a speranza chì Diu ci hà datu è chì ci riempia di gioia è di orgogliu" (Ebr. 3,6 New Geneva translation). Quandu u so corpu hè statu martirizatu nantu à a croce è a so vita hè stata sacrificata, Diu hà strappatu u velu di u tempiu, simbulizendu u modu novu è vivu chì hè apertu à tutti quelli chì fiducia in Ghjesù. Esprimemu sta fiducia rispundenu in trè manere, cum'è u scrittore di l'Ebrei hà delineatu cum'è un invitu in trè parte:

Passemu postu

Sutta l'antica allianza, i preti ùn puderanu avvicinà a prisenza di Diu in u tempiu solu dopu avè subitu diverse abluzioni rituali. Sutta a Nova Allianza, avemu tutti l'accessu liberu à Diu per mezu di Ghjesù per via di a purificazione di l'internu (cori) chì hè stata effettuata per l'umanità per via di a so vita, morte, risurrezzione è ascensione. In Ghjesù simu "spruzzati cù u sangue di Ghjesù nantu à u nostru core" è i nostri "corpi sò lavati cù acqua pura." In u risultatu, avemu a cumunione piena cù Diu; è cusì simu invitati à "avvicinà" - per acquistà l'accessu. , chì ci appartene à noi in Cristu, dunque simu curaggiu, valenti è pieni di fede !

Affirmemu fermu

I lettori giudeo-cristiani originali di a Lettera à l'Ebrei anu tentatu di rinunzià a so professione di Ghjesù per vultà à l'ordine di cultu di l'Anticu Testamentu per i credenti ebrei. A sfida à elli à "tene fermu" ùn hè micca nantu à attaccà à a so salvezza, chì hè certa in u Cristu, ma piuttostu di "tene fermu à a speranza" à quale "professanu". Pudete fà questu cun cunfidenza è perseveranza perchè Diu, chì hà prumessu chì averemu l'aiutu chì avemu bisognu à tempu (Eb. 4,16), hè "leale" è mantene ciò chì hà prumessu. Se i credenti mantenenu a so speranza in Cristu è s'appoghjanu in a fideltà di Diu, allora ùn vaciranu micca. Fighjemu avanti in speranza è cunfidemu in Cristu !

Ùn lasciamu micca u nostru riunione

A nostra fiducia cum'è credenti in Cristu per entra in a presenza di Diu hè spressu micca solu in modu persunale, ma ancu inseme. Hè pussibule chì i cristiani Ebrei si riunirianu cù l'altri Ghjudei in a sinagoga di u Sabbatu è dopu riunite in a cumunità cristiana dumenica. Eranu tentati di cessà di a cumunità cristiana. A lettera à l'ebbrei spiega chì ùn anu micca, è si incuraghjenu unu à l'altru per cuntinuà à assistisce à i riunioni.

A nostra fraternità cù Diu ùn deve mai esse autocentrata. Semu chjamati à fraternità cù altri credenti in e chjese lucali (cum'è a nostra). L'enfasi quì in a Lettera à l'Ebrei ùn hè micca nantu à ciò chì un credente riceve da assistendu à a chjesa, ma nantu à ciò chì cuntribuisce cun considerazione per l'altri. L'assistenza cuntinua à e riunioni incuraghjenu è spinge i nostri fratelli è sorelle in Cristu "à amà l'altri è à fà u bè". Un forte mutivu di sta persistenza hè a venuta di Ghjesù Cristu. Ci hè solu un secondu passaghju chì usa a parolla greca per "reunione" in u Novu Testamentu, è questu hè in 2. Tessalonicesi 2,1, induve hè traduttu cum'è "runitu (NGÜ)" o "Assemblea (LUT)" è si riferisce à a seconda venuta di Ghjesù à a fine di l'età.

cunchiusioni

Avemu tutti i raggiuni per avè una fiducia cumpleta per avanzà in fede è persistenza. Picchì? Perchè u Signore chì servimu hè u nostru sacrifiziu più altu - U so sacrificiu per noi hè abbastanza per tuttu ciò chì avemu sempre bisognu. U nostru sacerdote perfettu è onnipotente ci porterà à u scopu - ellu sarà sempre cun noi è ci porterà à a finalizazione.

di Ted Johnson


in pdfGhjesù - u sacrifiziu megliu