Ghjesù - u sacrifiziu megliu


464 Ghjesù a megliu vittima Ghjesù hè ghjuntu à Ghjerusalemme una ultima volta prima di u so patimentu, induve a ghjente cù rami di palme preparava una entrata solenni per ellu. Era dispostu à sacrificà a so vita per i nostri peccati. Fighjemu sta verità sorprendente ancu più intensamente, rivoltendu à a lettera à l'Ebraiani, chì mostra chì l'alta sacerdotalità di Ghjesù hè superiore à u sacerdoziu Aaronu.

1. U sacrifiziu di Ghjesù caccià u peccatu

Noi l'omi siamu peccatori per natura, è e nostre azioni o dimustranu. Cosa hè a suluzione? I vittimi di l'Anticu Alianza anu servutu per espone u peccatu è indicanu à l'unica soluzione, u sacrifiziu perfettu è finale di Ghjesù. Ghjesù hè a vittima megliu in trè modi:

A necessità di u sacrifiziu di Ghjesù

"Perchè a legge hà solu una ombra di i beni futuri, micca a natura di i beni stessi. Per quessa, ùn pò micca perfettà quelli chì sacrificanu per sempre, postu chì i stessi sacrifici anu da esse fattu ogni annu. Se u sacrificiu ùn si seria finitu s’è quelli chì urganizavanu u serviziu eranu diventati puliti una volta per tutte è ùn avianu più una cuscenza riguardu à i so peccati? Piuttostu, si ricorda solu di i peccati ogni annu. Perchè hè impussibile di caccià i peccati per mezu di u sangue di i torri è di e capre » (Ebrei 10,1: 4, LUT).

E leggi urdinate da Diu riguardu à e vittime di l'Anticu Alianza sò state in vigore dapoi seculi. Cume e vittime ponu esse cunsiderate inferiore? A risposta hè, a lege di Mosè avia solu "una ombra di beni futuri" è micca a natura di i beni stessi. U sistema vittima di a lege di Mosè (di u Vechju Allianza) era un mudellu di u sacrifiziu chì Ghjesù faria per noi. L'anticu sistema di pattu hè tempurane, ùn avia micca effettu duratore è ùn era micca destinatu à fà cusì. A ripetizione di e vittime ghjornu dopu ghjornu è u ghjornu di cunciliazione annu annu mostra a debule inherente di tuttu u sistema.

I sacrifici animali ùn anu mai pussutu caccià completamente a culpabilità umana. Eppuru chì Diu hà prumessu perdonu à e vittime credenti sottu u Vechju Allianza, era solu una copertura temporaria di u peccatu è micca a rimuzione di a culpabilità da u core di l'omi. S'ellu era accadutu, e vittime ùn avianu micca avutu averà fattu sacrifici supplementari chì sò solu in memoria di u peccatu. I sacrifici fatti in u ghjornu di l'Espiazione coprenu i peccati di a nazione; ma questi peccati ùn sò micca stati "lavati", è u populu ùn hà ricevutu alcuna testimonianza interna di u perdonu è l'accettazione da Diu. Resta un bisognu per una vittima megliu chè u sangue di torri è di capre, chì ùn pudia micca caccià i peccati. Solu u megliu sacrifiziu di Ghjesù pò fà quellu.

A vuluntà di Ghjesù di sacrificà sè stessu

"Hè per quessa chì dice quandu vene in u mondu: Ùn avete micca vulsutu sacrifici è rigali; ma avete preparatu un corpu per mè. Ùn ti piace micca e vittime di brusgiate è di vittime di peccati. Allora aghju dettu: Eccu, vengu - hè scrittu in u libru di mè - chì fazzu, Diu, a to vuluntà. À u primu tempu hà dettu: "Ùn vuleva micca sacrifici è rigali, ardite è offerte di peccatu è ùn ti piace micca", chì sò sacrificati sicondu a lege. Allora disse: "Eccu, vengu à fà a vostra vuluntà." Ci culleghja u primu per pudè aduprà a seconda » (Ebrei 10,5: 9).

Era Diu, micca solu qualsiasi persona, chì hà fattu u sacrifiziu necessariu. A citazione fa chjaru chì Ghjesù stessu hè a cumplimazione di e vittime di u vechju allianza. Quandu l’animali eranu sacrificati, sò stati chjamati sacrifici, mentri chì e vittime di i frutti di u campu eranu chjamati alimenti è bevande. Tutti sò simbolichi di u sacrifiziu di Ghjesù è mostranu alcuni aspetti di u so travagliu per a nostra salvezza.

A frasa "ma avete preparatu un corpu per mè" fa riferimentu à u Salmu 40,7 è si riproduce cù: "Avete apertu i mio orecchie". L'espressione "orecchie aperte" significa a vuluntà di sente è ubbidisce a vuluntà di Diu Diu hà datu à u figliolu un corpu umanu per pudè riesce a vuluntà di u Babbu in a terra.

U scuntente di Diu riguardu à e vittime di l'Anticu Alianza hè spressu duie volte. Questu ùn significa micca chì queste vittime eranu sbagliate o chì i credenti sinceri ùn anu avutu nisun beneficu. Diu ùn hà micca gioia in a vittima cum'è tale fora di i cori ubbidienti di e vittime. Nisun sacrificiu, quantunque grande, puderia rimpiazzà un core ubbiditu!

Ghjesù hè ghjuntu à fà a vulintà di u Babbu. A so vuluntà hè chì u novu allianza sustituisci l'anticu allianza. Attraversu a so morte è a risurrezzione, Ghjesù hà "annullatu" u primu allianza per aduprà a seconda. I lettori judeo-cristiani originali di sta lettera capìanu u significatu di sta dichjarazione chjocante - perchè tornate à un pattu chì hè statu purtatu?

L'efficacia di u sacrifiziu di Ghjesù

«Perchè Ghjesù Cristu hà rializatu a vuluntà di Diu è offre u so propiu corpu cum'è sacrificiu, simu santificati una volta per sempre» (Heb. 10,10 Nuova traduzione di Ginevra).

I credenti sò "santificati" da u sacrificiu di u corpu di Ghjesù, chì hè statu sacrificatu una volta per sempre (sanctificatu significa "separatu per usu divinu"). Nimu vittima di u vechju allianza ùn hà fattu quellu. In l'Anticu Covenant, i vittimi anu da esse "sanctificati" di a so contaminazione cerimoniale una volta è dinò Ma i "Santi" di u Novu Alianza sò finalmente "completamente segregati" - micca per via di u so meritu o di u so travagliu, ma di u sacrifiziu cumplessu di Ghjesù.

2. U sacrifiziu di Ghjesù ùn deve esse ripetutu

"Ogni altru prete si trova à l'altare ogni ghjornu per fà u so serviziu è face i stessi sacrifici innumerevuli volte chì ùn sò mai capaci di caccià i peccati. Cristu, invece, hà assittatu per sempre in u locu d'onore à a diritta di Diu dopu avè fattu un unicu sacrificiu per i peccati è chì hà aspittatu chì i so nemici fussinu stati fatti un pede per i so pedi. Perchè cun questu sacrificiu hà liberatu cumplettamente è per sempre tutti quelli chì si permettenu d'esse santificatu da ellu da a so culpabilità. Questu hè ancu cunfermatu da u Spìritu Santu. In Scrittura (Ghjer. 31,33-34) dice in prima: »U futuru pattu, chì faraghju cun elli, sarà cusì: Vogliu - dice u Signore - mette i mo leggi in i so cori è i scrivaraghju dentro «. È po cuntinueghja: "Ùn penseraghju mai di i so peccati è di a so disubbidienza à i mo cumandamenti". Ma induve i peccati sò pardunati, ùn hè necessariu più sacrificamentu » (Heb. 10,11-18 Nova traduzione di Ginevra).

U scrittore di a carta à l'ebbrei cuntrasta u gran prete di l'Antica Alianza cù Ghjesù, u gran sacerdote di a Nova allianza. U fattu chì Ghjesù si pusò cun u Babbu dopu l'ascensione in u celu hè una prova chì u so travagliu hè statu rializatu. In cuntrastu, u ministeru di i preti di l'Antica Alianza ùn hè mai statu rializatu, facianu ogni ghjornu i stessi sacrifici: sta ripetizione era una evidenza chì e so vittime ùn anu micca veramente cacciatu i peccati. Ciò chì decine di millaie di vittime animali ùn anu pussutu riesce, Ghjesù hà rializatu per sempre è per tutti cun u so, sacrificiu perfettu.

A frasa "[Cristu] ... s'hè assittatu" si riferisce à u Salmu 110,1: "Sede à a mo diritta finu à ch'e aghju fattu i nemici pè un pedi pè i vostri pedi!" Ghjesù hè glurificatu avà è hà pigliatu u postu di u vittore. Quandu torna, hà da scunfiggià ogni nemicu è trasmette a pienezza di l'imperu à u babbu. Quelli chì anu fiducia in ellu avà ùn deve micca paura perchè sò "perfetti per sempre" (Ebrei 10,14) In fatti, i credenti sperimentanu "pienezza in Cristu" (Col. 2,10). Per mezu di a nostra cunnessione cù Ghjesù, stemu davanti à Diu cum'è perfettu.

Cumu sapemu chì avemu sta pusizione davanti à Diu? I vittimi sottu l'Anticu Alianza ùn puderianu micca dì chì "ùn anu più una cunuscenza di i so peccati", ma i credenti in u Novu Alianza pò dì chì Diu ùn vole più di commemorazione di i so peccati è i sbagli per via di ciò chì Ghjesù hà fattu. Allora "ùn ci hè più un sacrificiu per u peccatu". Perchè? Perchè ùn ci hè più bisognu di sacrificiu "induve i peccati sò pardunati".

Quandu cuminciamu à fidà di Ghjesù, sperimentemu a verità chì tutti i nostri peccati sò pardunati in ellu è attraversu. Stu risvegliu spirituale, chì hè un rigalu da u Spìritu à noi, coglie tutti i sentimenti di culpe. Per a fede sapemu chì a quistione di u peccatu hè cumpletamente risolta per sempre è simu liberi di campà secondu. In questu modu simu "santificati".

3. U sacrifiziu di Ghjesù apre a strada à Diu

Sutta l'Anticu Alianza, nimu credente ùn averia statu abbastanza valente per entra in u Santissimu Sacramentu in u tabernaculu o in u tempiu. Ancu u sacerdote hè intrutu in questa stanza solu una volta à l'annu. U gruesu cortina chì separava u Santissimu di u Santu servia cum'è una barrera trà e persone è Diu. Solu a morte di Cristu puderia strappà questa cortina da cima à in fondu (Marcu 15,38) è apre a strada per a ghjente à u santuariu celeste in chì Diu vive. Cù queste verità in mente, a lettera à a lettera per i Ebrei invià avà l'invitazione calorosa seguente:

«Allora, caru fratelli è surelle, avemu un accessu liberu è senza ostaculi à u santuariu di Diu; Ghjesù ci hà apertu à noi à traversu u so sangue. A traversu a cortina - vale à dì à traversu u sacrifiziu di u so corpu - hà pavimentatu un caminu chì ùn hè mai statu seguitu prima, un caminu chì porta à a vita. È avemu un gran prete chì hè rispunsevule di tutta a casa di Diu. Hè per quessa chì vulemu andà davanti à Diu cun dedizione indivisa è pienu di cunfidenza è di cunfidenza. Semu spulpati di u sangue di Ghjesù in u nostru intimu è cusì liberati da a nostra cuscenza culpabile; simu - figurativamente parlendu - lavati in tuttu u nostru corpu cù acqua pura. D'altronde, vulemu tene fermu nant'à a speranza chì simu impegnati; perchè Diu hè fedele è guarda ciò chì ha prumessu. È perchè simu sempre rispunsevuli unu di l'altru, ci vulemu innamurati unu à l'altru per mustrà l'amore è fà u bonu à l'altru. Dunque, hè impurtante chì ùn stàmu micca luntani da i nostri riunioni, cume ci sò sempre abituati, ma chì ci simu incuraghjiti, è di più in più, cumu pudete vede per voi stessu, u ghjornu avvicina quandu u Signore tornerà ». (Heb. 10,19-25 Nova traduzione di Ginevra).

A nostra fiducia chì puderiamu entre in u Sacru Sacramentu, per vene à a presenza di Diu, hè basatu nantu à l'attività realizata di Ghjesù, u nostru grande maiò sacerdote. U ghjornu di l'Espiazione, u gran prete di l'Anticu Alianza puderia entre solu u Santissimu Sacramentu in u tempiu se offre u sangue di a vittima (Ebrei 9,7) Ma duvamu a nostra entrata in a presenza di Diu micca à u sangue di un animale, ma à u sangue di scossa di Ghjesù. Stu liberu accessu à a prisenza di Diu hè novu è ùn face micca parte di l'Anticu Alianza, chì hè chjamatu "caducatu è fora di data" è "sparirà" prestu, sughjendu chì a lettera à i Ebrei prima chì u tempiu fussi distruttu in u 70 d.C. U novu modu di u novu allianza hè ancu chjamatu "u modu chì porta à a vita". (Ebrei 10,22) perchè Ghjesù "vive per sempre è ùn ne fermu mai fermà di stà per noi" (Ebrei 7,25) Ghjesù stessu hè u modu novu è vivu! Hè u Novu Pattimentu in persona.

Veniamo à Diu liberamente è cunfidendu à traversu Ghjesù, u nostru sgiò prefettu riguardanti a "casa di Diu". "Semu sta casa - sempre chì stemu ind'è a speranza chì Diu ci hà datu è chì ci riempia di gioia è d'orgogliu cù cunfidenza" (Heb. 3,6 Nuova traduzione di Ginevra). Quandu u so corpu era martiriratu nantu à a croce è a so vita sacrificata, Diu chjappò a cortina in u tempiu, simbulizendu u modu novu è vivu chì si apre à tutti quelli chì fiducia in Ghjesù. Ci esprimemu questa fiducia rispondendu in trè manere, cum'è a lettera à a lettera per i Ebrei hà definitu cum'è una invitu in trè parti:

Passemu postu

Sutta l'Anticu Alianza, i preti solu puderanu avvicinà a presenza di Diu in u tempiu dopu avè sottumessi à diverse lavaggi rituali. Sutta u Novu Cuntrattu, tutti avemu accessu à Diu à traversu Ghjesù per via di a purificazione di l'internu (di u cori) ciò chì hè statu rializatu per l'umanità attraversu a so vita, a morte, a risurrezzione è l'ascensione. In Ghjesù simu "spruzzati cù u sangue di Ghjesù in u nostru internu» è i nostri "corpi sò lavati cù acqua pura." Cum'è un risultatu, avemu una comunità completa cù Diu, è cusì siamu invitati à "avvicinà" - per l'accessu, chì appartene à noi in Cristu per piacè pienu. Dunque siamu valenti, bravi è pienu di fede!

Affirmemu fermu

I lettori judeo-cristiani originali di a Lettera à l'Ebrei sò stati tentati à rinunzià à a so cunfessione à Ghjesù per vultà à l'ordine di venerazione di u Vechju Testamentu per i credenti ebbrei. A sfida per elli di "affinà" ùn hè micca di mantene a so salvezza chì hè sicura in Cristu, ma di "mantene a speranza" à quale "professanu". Pudete fà questu cun fiducia è perseveranza perchè Diu, chì hà prumessu chì averiamu l'aiutu chì avemu bisognu in u mumentu propiu (Ebrei 4,16), è "fedele" e mantiene ciò chì ha promesso. Se i credenti guardanu a so speranza in Cristu è s'appoghjanu nantu à a fedeltà di Diu, ùn vinaranu micca. Aspettemu avanti in speranza è fiducia in Cristu!

Ùn lasciamu micca u nostru riunione

A nostra fiducia cum'è credenti in Cristu per entra in a presenza di Diu hè spressu micca solu in modu persunale, ma ancu inseme. Hè pussibule chì i cristiani Ebrei si riunirianu cù l'altri Ghjudei in a sinagoga di u Sabbatu è dopu riunite in a cumunità cristiana dumenica. Eranu tentati di cessà di a cumunità cristiana. A lettera à l'ebbrei spiega chì ùn anu micca, è si incuraghjenu unu à l'altru per cuntinuà à assistisce à i riunioni.

A nostra cuncussione cun Diu ùn deve mai esse egoccentrata. Semu in borsa cun altri credenti in i congregazioni lucali (cum'è a nostra). L'enfasi quì in a Lettera à l'Ebrei ùn hè micca nant'à ciò chì un credente riceve da visità a chjesa, ma nantu à ciò chì cuntribuisce cù cunsiderazione per l'altri. L'assistenza constante di i congregazioni incita è incurage i nostri fratelli è sorelle in Cristu à "mostrà amore è fà beni unu à l'altru". L'arrivata di Ghjesù Cristu hè un mutivu forte per questa permanenza. Ci hè solu un secondu passaghju in quale a parola greca per "riunione" hè aduprata in u Nuvellu Testamentu, à dì in 2 Tessalonicani 2,1, induve s'unì cù " (NGÜ) »o« Assemblea (LUT) »hè traduttu è si riferisce à u ritornu di Ghjesù à a fine di l'età.

cunchiusioni

Avemu tutti i raggiuni per avè una fiducia cumpleta per avanzà in fede è persistenza. Picchì? Perchè u Signore chì servimu hè u nostru sacrifiziu più altu - U so sacrificiu per noi hè abbastanza per tuttu ciò chì avemu sempre bisognu. U nostru sacerdote perfettu è onnipotente ci porterà à u scopu - ellu sarà sempre cun noi è ci porterà à a finalizazione.

di Ted Johnson


in pdfGhjesù - u sacrifiziu megliu