Ghjesù ti cunnosce esattamente

550 Ghjesù li cunnosci assai bè Assume chì cunnoscu a mo figliola assai bè. Avemu passatu assai tempu cunghjunghje è ci n'hè piaciutu. Quandu ti dicu chì a so capiscenu, ella mi risponde: "Ùn mi cunnosci micca esattamente!" Allora dicu chì a so cunnosci bè, postu chì sò a mo mamma. Questu m'hà fattu pensà: ùn cunnosci micca veramente l'altri persone - è ancu elli, micca profundamente Facilmente ghjudicemu o ghjudicemu altri secondu a manera di pensà chì i sapemu, ma ùn si micca cunsideratu chì sò cresciute è cambiatu. Emballemu e persone in scatule è pare chì sappianu esattamente quali pareti è cantoni ci circundanu.

Facemu u listessu cù Diu. A vicinanza è a familiarità purtanu à a critica è à l'auto-ghjustizia. Cum'è noi spessu trattà a ghjente secondu secondu cumu valore a so azione - in linea cù e nostre aspettativa - incontru ancu Diu. Assumemu chì sapemu cumu risponde à e nostre preghiere, cumu tratta a ghjente, è cumu pensa. Avemu tendenza di furmà a nostra propria stampa di ellu, imagine chì hè cum'è noi. Quandu facemu questu, ùn li sapemu micca esattamente. Ùn li cunnosci micca.
Paulu dici chì ellu vede solu frammenti di una stampa è dunque ùn pò micca vede l'immagine entera: «Ora vedemu attraversu un specchiu in una stampa scura; ma poi face à face. Avà ricunnoscu pezzu à pezzu; ma allora e ricunnosceghju secondu ch'e sò ricunnisciutu (1 Cor. 13,12). Queste pochi parolle dicenu assai. Prima di tuttu: un ghjornu a cunnosceremu cum'è ellu ci cunnosce digià. Ùn capemu micca à Diu, è hè certamente una bona cosa. Pò suppurtemu di sapè tuttu d'ellu cum'è simu oramai umani - cun u nostru umile fortuna umana? À u mumentu, Diu hè sempre incomprensibile per noi. E in siconda: Ci cunnosce à u core, ancu à quellu locu secretu induve nimu ùn pò circà. Ellu sapi ciò chì succede in noi - è perchè qualcosa ci move in a nostra manera unica. David parla di quantu u Diu u cunnosce: «Sede o mi tengu à pusà, a sai; capite i mo pensamenti da luntanu Camminu o mentiu, cusì sì intornu à mè è vedi tutti i mo modi. Ed eccu, ùn ci hè micca una parolla nantu à a mo lingua chì voi, Signore, ùn sapete micca digià. Mi circundami da tutti i lati è tenete a manu nantu à mè. Questa realizazione hè troppu maravigliosa è troppu alta per mè, ùn possu capisce » (Salmu 139,2-6). Sò sicuru chì pudemu applicà questi versi à noi stessi. Avete a paura? - Ùn ci vole micca! Diu ùn hè micca cum'è noi. Calchì volta si ne luntanu da e persone più chè noi li cunnosci, ma ellu ùn a face mai. Tuttu u mondu vole esse capitu, vole esse intesu è percepitu. Pensu chì hè per quessa chì tante persone scrive qualcosa nantu à Facebook o altri portali. Tuttu u mondu hà qualcosa per dì se qualchissia sente o micca. Chiunque scrive qualcosa nantu à Facebook li faciule più faciule; perchè pò prisentà si cum'è piace. Ma quellu ùn sustituverà mai l'intrattenimentu in faccia. Qualchissia pò avè una pagina nantu à Internet chì hè accessu assai spessu, ma pò ancu esse solita è trista.

Vive in relazione cù Diu assicura chì siamu intesu, percepiti, capiti è ricunnisciuti. Hè u solu chì pò guardà in u vostru core è sapi tuttu ciò chì avete mai pensatu. È a cosa meravigliosa hè chì sempre ti piace. Quandu u mondu pare friddu è impersonale è vi senti solitario è malinterpretu, pudete trarre forza da a certezza chì ci hè almenu unu chì u cunnosce perfettamente.

di Tammy Tkach