Avvenu è Natale

In tutta a storia, a ghjente hà utilizatu segni è simboli per dì à e persone simpatiche nantu à qualcosa, ma per ocultava da fora. Un esempiu di u 1u seculu hè u signu di pesciu usatu da i cristiani (Iichi), cù quale anu mostratu in secreto u so attaccamentu à Cristu. Siccomu assai di elli eranu perseguitati o ancu uccisi, anu tenutu a so reunione in e catacombe è in altre locu secretu. Per marcà a strada quì, i segni di pisci sò stati disegnati nantu à i mura. Questu ùn avia suscitatu nisun suspettu perchè i cristiani ùn eranu micca i primi à aduprà simbulu di u pesciu - i pagani l'anu dighjà adupratu cum'è simbulu per i so dii è diesse.

Parechji anni dopu a legge hè statu introduttu da Mosè (cumpresu u sabbatu) Diu hà datu un novu disegnu per tutte e persone - quellu di a nascita di u so figliolu incarnatu, Ghjesù. U Vangelu di Luca raporta:

È chì hà cum'è un segnu: Truverete u zitellu impannillatu in pannolini è chjinatu in un culla. E subitu ci era a multitùdine di l'ospite celeste cù l'ànghjulu, chì elogiava Diu è disse: Gloria à Diu in u più altu è a pace nantu à a terra cù e persone di u so benessere. (Luca 2,12-14).

A nascita di Ghjesù hè un signu putente, durevule di tuttu ciò chì include l'avvenimentu di Cristu: a so incarnazione, a so vita, a so morte, a so risurrezzione è l'ascensione à a salvezza di tutta l'umanità. Comu tutti i segni, mostra a direzzione; si torna (è ci ricorda di e promesse è di l'attu di Diu in u passatu) è avanti (per mustrà ciò chì Ghjesù farà per mezu di u Spìritu Santu). U cuntu di Luke cuntinua cun una sezione di a storia di u Vangelu chì hè spessu detta dopu à Natale durante a Epifania:

Ed eccu, ci era un omu in Ghjerusalemme chjamatu Simeon; è questu omu era pietosu è diviosu è aspittava u cunfortu di Israele, è u Spìritu Santu era cun ellu. È una parolla avia stata datu da u Spìritu Santu chì ùn deve micca vede a morte, perchè avia vistu prima u Cristu di u Signore. È ghjunse à u tempiu à l'invizione di u spiritu. È quandu i genitori avianu purtatu u zitellu à Ghjesù in u tempiu per fà cun ellu cume hè costitu secondu a lege, u pigliò in i braccia è elogiava à Diu è disse: Signore, ora lasciate u vostru servitore in pace, cum'è avete dettu; per i mo ochji anu vistu u vostru Sarvatore, chì avete appruntatu davanti à tutti i populi, una luce per illuminà i pagani è à u prezzu di u vostru populu Israel. È u so babbu è a mamma eranu stupiti da ciò chì si hè dettu di ellu. E Simeon li benedica è disse à Maria, a so mamma: Eccu, hè ghjuntu à cascà è à stà per parechje in Israele è cum'è un signu cuntradittu - è una spada penetrarà ancu in a vostra anima - cusì chì parechji cori penseranu. esse revelatu (Luca 2,25-35).

Cum'è cristiani, a maiò parte di noi ùn sò micca dipendenti da i segni è i simbuli per mantene i nostri posti di riunione secreti. Hè una grande benedizzione è a nostra preghiera hè cun quelli chì anu da campà in cundizioni pessime. Qualunque sia e circustanze, tutti i cristiani sapemu chì Ghjesù hà risuscitatu trà i morti è chì u nostru Babbu Celeste attira tutte e persone in Ghjesù è per mezu di u Spìritu Santu. Avemu dunque assai à festighjà - è duvemu fà in a prossima stagione di l'Avventu è di Natale.

di Ghjiseppu Tkach


in pdfAvvenu è Natale