pratica di prighera

174 pratica di preghiera Parechji di voi sà chì quandu viaghju, vogliu dì u mo rispettu in a lingua lucale. Sò felice di andà oltre un semplice "bonghjornu". Certe volte, però, una sfumatura o delicatezza di a lingua mi confonde. Ancu se aghju amparatu un pocu di parolle in diverse lingue è alcune grecu è ebraicu in i mo studii annantu à l'anni, l'inglesu resta a lingua di u mo core. Dunque hè ancu a lingua in chì prega.

Quandu pensu à a preghiera, mi ricordu una storia. Ci era un omu chì vulia pricà cum'è megliu pudia. Cum'è un Ebreu, hà sappiutu chì u ghjudaisimu tradiziunale pricava enfaticamente in Ebreu. Cum'è un analfabeto, ùn cunnosci micca a lingua ebraica. Cusì hà fattu u solu ciò chì sapia cumu fà. Continuava a ripetiri l'alfabetu ebraicu in e so preghiere. Un rabbi hà intesu l'omu chì pricava è li dumandò perchè a facia. L'omu hà rispostu: "U santu, benedettu sia, sà ciò chì hè in u mo core. Da le lettere è riunisce e parolle".

Credu chì Diu hà intesu a preghiera di l'omu perchè a prima cosa chì Diu si importa hè u core di quelli chì pricanu. E parolle sò ancu impurtanti perchè trasmettenu u significatu di ciò chì si dice. Diu chì hè El Shama (u Diu chì sente, Salmu 17,6), sente a preghiera in tutte e lingue è capisce l'intricacies è sfumature di ogni preghiera.

Quandu leghjemu a Bibbia in inglese, si pò facirmenti mancare alcune di e sutilezioni è di sfumaturi di significatu chì l'origine bibliche ci dà in Ebreu, in Aramaicu è in Grecu. Per esempiu, a parola ebraica mitzvah hè tipicamenti tradutta in a parola inglese bid. Ma da questa perspettiva, unu hè inclinatu à vede à Diu cum'è un disciplinatu strettu chì amministra regulamenti incriminanti. Ma Mitzvah tistimonia chì Diu benedica è privilege u so pòpulu è ùn li micca impastatu. Quandu Diu hà datu a so mitzvah à u so populu sceltu, prima hà stabilitu e benedizioni chì portanu ubbidienza, in cuntrastu à e maledizioni chì venenu da disubbidienza. Diu hà dettu à u so pòpulu: "Vogliu chì tù campassi in questu modu, per chì avete a vita è esse una benedizzione per l'altri". U populu sceltu era onuratu è privilegiatu d'esse cun Diu è era ansiosu di serve lu. Ella hà amparatu grazia à Diu di vive in sta rilazione cù Diu. Da questa perspettiva, duvemu ancu avvicinassi u sughjettu di a preghiera.

U Ghjudaismu hà interpretatu a Bibbia ebraica per significà chì a preghiera formale era dumandata trè volte à ghjornu, è più volte in u sàbatu è i ghjorni di festa. Ci era preghiera speciale prima di pranzi è dopu avè cambiatu a ropa, lavatu e mani è accende candele. Ci era ancu preghiere spiciali quandu qualcosa inusual era da esse vistu, un arcbalenu maestosu o altri avvenimenti eccezziunale eccezziunale. Quandu i chjassi crucianu cù un rè o altre tariffi o quandu si sò accaduti tragedie maiò, cum'è B. una lotta o terrimotu. Ci era preghiera speciale quandu qualcosa di eccezziunale bè o cattivu hè accadutu. Preghiere prima di andà in lettu à a sera è dopu à a matina. Ancu s'ellu questu approcciu di a preghiera puderia diventà un rituale o un fastidio, l'intenzione era di facilità a cumunicazione constante cù Quellu chì vigilà è benedica u so populu. L'apòstulu Paulu aduttatu sta intenzione quandu era in 1. Tessalonicesi 5,17 U discorsu di Cristu hà ammonatu: "Ùn smette mai di pricà". Per fà questu hè di campà a vita cun un scopu cuscienziosu davanti à Diu, per esse in Cristu è unisce cun ellu in u serviziu.

Questa prospettiva di relazione ùn significa micca di rinunzià i tempi di preghiera fissi è di ùn avvicinà ellu in una manera strutturata in a preghiera. Un cuntimpuraniu m'hà dettu: "Pregu quandu mi sentu inspiratu". Un altru hà dettu: "Precu quandu hè sensu di fà questu". Pensu chì i dui cumenti trascuranu u fattu chì a preghiera in corso hè una espressione di a nostra relazione intima di ogni ghjornu cù Diu. Questu mi ricorda Birkat HaMazon, una di e preghiere più impurtanti in u Ghjudaismu, chì si dice à i pranzi ordinali. Si riferisce à 5. Mosè 8,10chì dice: "Quandu avete assai da manghjà, lode u Signore u vostru Diu per a bona terra ch'ellu vi hà datu". Quandu aghju godutu un pastu diliziosu, tuttu ciò chì possu fà hè di ringrazià à Diu chì m'hà datu. Aumentà a nostra cuscenza di Diu è u rolu di Diu in a nostra vita di ogni ghjornu hè unu di i grandi scopi di a preghiera.

S'è no prichemu solu, s'ellu ci sentimu inspirati à fà cusì, s'è no avemu digià a cunniscenza di a prisenza di Diu, ùn avemu micca cresce a nostra cuscenza di Diu. L'umiltà è u timore di Diu ùn venenu micca cusì cusì. Questu hè un altru mutivu per fà a preghiera una parte di ogni ghjornu di cumunicazione cù Diu. Avvisate chì s'ellu ci vole à fà qualcosa di bè in questa vita, duvemu cuntinuà à praticà a preghiera ancu s'ellu ùn ne sentimu micca. Questu hè veru di a preghiera, è ancu di ghjucà u sportu o di maestru di un strumentu musicale, è l'ultimu, ma micca menu, per diventà un bonu scrittore (è cum'è assai di voi sapete chì a scrittura ùn hè micca una di e mo attività preferite).

Un sacerdote ortodox m'hà dettu chì hà fattu a croce tradiziunale durante a preghiera. Quandu si sveglia, a prima cosa à ringrazià hè di vive un altru ghjornu in Cristu. Mentre ellu crucifissu, hà finitu a preghiera cù e parolle: "In nome di u Patre è di u Figliolu è di u Spìritu Santu". Unipochi dicenu chì sta pratica hè stata subitu sottu à a cura di Ghjesù cum'è un sustitutu di a pratica ebraica di portà cinghje di preghiera, altri dicenu chì hè ghjunta dopu à a risurrezzione di Ghjesù. chì era una pratica cumuna in u 200 d.C., quandu Tertulianu hà scrittu: "In tuttu ciò chì facemu, avemu messu u segnu di a croce nantu à a nostra fronte. Ogni volta chì entremu o lascemu un postu; prima di vestimu; prima di bagnàvamu; quandu piglià u pranzu; quandu accendemu i lampade à a sera; prima di andà à dorme; quandu sentemu à leghje; prima di ogni compitu tirate u segnu di a croce nantu à a testa ".

Ancu se ùn vi dicu micca chì avemu bisognu di accettà ogni rituali di preghiera speciale, inclusi crucifissà di noi stessi, ti pregu a prega regularmente, in modu coerente è incessante. Questu ci duna assai manere utili di sapè quale Diu hè è quale simu in relazione cun ellu in modu chì pudemu sempre pricà. Pudete imaginate cumu a nostra relazione cù Diu avarria a pena s'è avemu pensatu è adoratu Diu in a mattina, tuttu u ghjornu, è prima di dorme? Sè avemu agisce in questu modu, certamente aiutarà à conscientemente "camminà" u ghjornu, cunnessu mentalmente cù Ghjesù.

Mai piantà di pricà

Ghjiseppu Tkach

U presidente GRACE COMMUNION INTERNATIONAL


PS: Per piacè unisci cun mè è parechji altri membri di u Corpu di Cristu in preghiera per l'amati di e vittime chì sò morti in una fucilazione durante una riunione di preghiera in a Chjesa Episcopale Metodista Africana Emanuel (AME) in u centru di Charleston, South Carolina. . Nove di i nostri fratelli è sorelle cristiani sò stati assassinati. Stu incidente vergognoso, odioso, ci mostra stupente chì vivemu in un mondu cadutu. Ci mostra chjaramente chì avemu un mandatu di pricà fervently per l'ultima venuta di u regnu di Diu è per a seconda venuta di Ghjesù Cristu. Pudemu tutti intercedemu in preghiera per e famiglie chì soffrenu di sta tragica perdita. Preghemu ancu per a chjesa AME. Mi maravigliu di a manera chì anu rispostu, basatu nantu à a grazia. Un amore è u pirdunu revelatu per esse generosi in mezu à u dulore. Chì tremenda tistimunianza di u Vangelu !

Includite dinò tutte e persone in a nostra preghiera è l'intercessione chì soffrenu di viulenza umana, malatie o altre difficoltà questi ghjorni.


in pdfpratica di prighera