L'umanità hà una scelta

618 L'umanità hà una scelta Da u puntu di vista umanu, a putenza è a vuluntà di Diu sò spessu malinterpretate in u mondu. Troppu spessu a ghjente usa u so putere per duminà è impone a so vuluntà à l'altri. Per tutta l'umanità, u putere di a croce hè un cuncettu stranu è scemu. A nuzione seculare di putere pò avè un impattu onnipresente nantu à i cristiani è purtà à una misinterpretazione di e Scritture è di u messaghju di u Vangelu.

"Questu hè bonu è piacevule davanti à Diu, u nostru Salvadore, chì vole chì tutte e persone sianu salvate è chì veninu à a cunniscenza di a verità" (1 Timoteu 2,3: 4). Queste Scritture puderianu fà crede chì Diu hè onnipotente è chì, perchè vole salvà tutte e persone, li devenu seguità. Usaria a so forza è a so vuluntà in tale modu chì serianu furzati à a so felicità è dunque a salvezza universale seria infurzata. Ma questu ùn hè micca u caratteru divinu!

Ancu se Diu hè onnipotente, u so putere è a so vuluntà devenu esse capiti in u cuntestu di i so limiti autoimposti. Da Genesi à Rivelazione, da Adamu è Eva à u ghjudiziu finale, ci hè un tema in a Bibbia chì palesa a vuluntà di Diu per a salvezza, ma dinò a libertà data da Diu di l'umanità di resistere à questa vuluntà. Da u principiu, l'umanità hà avutu a scelta di accettà o rifiutà ciò chì Diu vulia. Diu hà rivelatu a so vuluntà à Adanu è Eva quandu hà dettu: "U Signore Diu hà urdinatu à l'omu, dicendu: Pudete manghjà di tutti l'arburi di u giardinu, ma ùn manghjarete micca di l'arburu di a cunniscenza di u bè è di u male; perchè u ghjornu chì ne manghjate duvete more di morte » (Leviticu 1: 2,16-17). U casu hè vinutu perchè avianu a libertà di dì di nò à u so cumandu è di fà e so cose. L'Umanità hà campatu cù e cunsequenze di sta scelta dapoi. À l'epica di Mosè, Israele era incuragitu à ubbidì à a vuluntà di Diu, ma a scelta era a soia: "Aghju pigliatu u celu è a terra per testimunializà oghje nantu à voi: vi aghju prisentatu vita è morte, benedizioni è maladizzione, affinchì puderete sceglie a vita è esse vivu stà, tù è i to discendenti » (Genesi 5:30,19)

In i tempi di Ghjosuè, Israele avia datu un'altra scelta libera: "Se ùn ti piace micca serve u Signore, sceglite oghje à quale serve: i dii chì i vostri babbi anu servitu da l'altra parte di u fiume o i dii di l'Amoriti in u paese di quale vivi. Ma eiu è a mo casa vulemu serve u Signore " (Ghjosuè 24,15). Queste decisioni sò pertinenti finu à oghje è l'umanità pò sceglie di seguità a so strada, seguità i so dii è sceglie o rifiuta a vita eterna cun Diu. Diu ùn insiste micca per u rispettu.

Diu face piacè è hè a vuluntà di Diu chì tutte e persone sianu salvate, ma nimu hè ubligatu à accettà a so offerta. Simu liberi di dì "iè" o "innò" à a vulintà di Diu. L'affirmazione chì a salvezza per mezu di Ghjesù Cristu hè generalmente disponibile ùn hè micca l'universalisimu. U Vangelu hè una bona nutizia per tutte e persone.

di Eddie Marsh