U Regnu di Diu (Parte 4)

In l'ultimu episodiu avemu guardatu finu à quandu a prumessa di u prossimu regnu di Diu in a so pienezza pò serve com'è una fonte di grande speranza per noi i credenti. In questu articulu, vulemu apprezzà più in cumu stemu cun quella speranza.

Cumu ci sentemu di u futuru regnu di Diu

Cumu duvemu, cum'è credenti, capisce a nostra relazione cù un imperu chì a Bibbia dice hè digià presente ma hè ancu da vene? Vogliu dì chì pudemu, secondu Karl Barth, TF Torrance è George Ladd Descrivite cusì: (altri puderianu esse citati ancu quì): Semu chjamati à sparte in e benedizioni di u Regnu di Cristu chì vene è testimoniu di modu pruvisoria è tempurale. Mentre stemu perciodu è riflettendu u Regnu di Diu in i nostri azzioni, chì sò à u serviziu di u travagliu cuntinuu di Ghjesù in virtù di u so Spìritu Santu, simu elucenti testimoni di ciò chì u futuru pò sembrà. Un tistimone ùn tistimone micca per ellu stessu, ma tistimunianza di qualcosa di quale hà acquistatu personalmente a cunniscenza. Grafia simile, un signu ùn si riferisce à sè stessu, ma di qualcosa o di assai più impurtante. Cum'è cristiani, testimoniamu di ciò chì hè statu riferitu - u futuru regnu di Diu. Cusì, a nostra tistimunianza hè impurtante, ma hè sottumessa à certe restrizioni: Prima, a nostra testimunia serve solu parzialmente cum'è un indicatore di l'imperu futuru. Ùn mantene micca tutte e so verità è realità, è questu ùn hè micca pussibule affattu. A nostra azzione ùn pò micca cumplettamente rivela u regnu di Cristu, chì hè sempre largamente oculatu, in tutta a so perfezione. E nostre parolle è l'azzioni puderanu dissimulà alcuni aspetti di l'imperu, mentre enfatizendu l'altri. In u peghju casu, i nostri diversi testi di testimonianza ponu sembrà esse inconsistenti, forse ancu si contraddiscenu. Ùn pudemu micca esse capaci di uttene una soluzione cumpleta à ogni prublema, quantunque sinceramente, impegnatu o abilamente pruvemu à fà cusì. In certi casi, ogni opzione chì esce pò inevitabbilmente esse benefica quant'è dannusu. In un mondu peccatu, una soluzione perfetta ùn hè micca sempre pussibule ancu per a chjesa. È cusì a testimonianza chì hà datu serà solu incompleta in stu tempu mundiale attuale.

U sicondu, a nostra tistimunianza ci dà solu una vista limitata di u futuru, chì ci dà solu un appiicatu di u futuru regnu di Diu. In tuttu, di a so realtà, però, hè attualmente incapace di capì. Avemu vede "solu una stampa micca clara" (1 Corintini 13,12; Bibbia di e Novità). Hè cusì intesu esse capitu quandu parlemu di una vista "preliminare". Terzu, a nostra tistimunianza hè di tempu. E opere venenu è partenu. Alcune cose fatti in u nome di Cristu ponu durà più di l'altri. Alcune di ciò chì testemu cù i nostri azzioni ponu esse solu fugliali è micca permanenti. Ma capitu cum'è un signu, a nostra testimunia ùn deve esse valida una volta per tutte per pudè rifirà à ciò chì dura veramente, a righjunalità eterna di Diu, attraversu u Cristu in u Spìritu Santu, cusì a nostra testimonianza ùn hè nè universale nè perfetta, exhaustiva. o irrevocabilmente, anche si hè di un grande valore, anzi indispensabile, postu chì guadagna stu valore da a relazione à a realità futura di u regnu di Diu.

Dui approcci mali à u prublema cumplessu di u Regnu di Diu esistente ma micca cumpletatu. Qualchidunu pò dumandà, "Allora chì vale a nostra sperienza attuale è a testimonianza s'ellu ùn sò micca diretti à u regnu stessu? Allora perchè preoccupa cun ella? Chì benefiziu averà? Se ùn simu incapaci di pruduce l'ideale, perchè duvemu investisce assai sforzu in un tali prughjettu o gastà tanti soldi in questu? "Altri puderanu risponde:" Ùn serebbe micca chjamatu da Diu s'ellu era menu di questu Righjunghjendu un ideale è cumpletu qualcosa perfettu. Cù u so aiutu, pudemu travaglià constantemente versu a realizazione di u regnu di Diu nantu à a terra ". In u corsu di a storia di a chjesa, e reazzione à l'emissione cumplessa di u regnu" esistitu ma micca ancora cumpletu "anu principalmente risposte variate cum'è quelle citate sopra, pruduciùtu. Malgradu l'avvirtimenti avanti annantu à queste dui approcci, chì identificanu cum'è sbaglii gravi. Ufficialmente si parla di trionismu è di u silenzisimu.

triumphalism

Qualchidunu chì ùn piace micca esse ridutta à a percepzione è a realizazione di i segni insistenu solu di pudè custruisce u Regnu di Diu stessi, quantunque cù l'aiutu di Diu. Per esempiu, ùn ponu esse dissuciatu da u fattu chì pudemu esse veramente "cambiatori di u mondu". Stava accadutu se solu persone eranu cumplettamente impegnate in a causa di Cristu è eranu disposti à pagà u prezzu necessariu. Allora se solu ghjente pruvavanu abbastanza incensamente è sinceramente è sapianu più nantu à i prucessi è i metudi ghjusti, u nostru mondu sarà trasfurmatu di più in quellu regnu perfettu di Diu. Cristu vultò quandu u regnu hà progressamente gradualmente versu a so cumplimentu per mezu di i nostri sforzi. Di sicuru, tuttu questu pò esse ottenutu solu cù l'aiutu di Diu.

Ancu se ùn hè micca parlata apertamente, questa vista di u regnu di Diu assume chì ciò chì avemu ottinutu hè dovutu à u potenziale chì Ghjesù Cristu hà pussibule per via di u so travagliu nantu à a terra è di u so insegnamentu, ma ùn hà micca attuatu. Cristu avia vintu in a forma chì pudemu avà sfruttà o realizà u potenziale renditu pussibule da ellu.

A risposta di u triunfalista tende à mette in risaltu quelli sforzi chì prometenu di purtà un cambiamentu in i spazii di a ghjustizia suciale è di a moralità publica, è ancu di e relazioni privati ​​è di u cumpurtamentu morale. U reclutamentu di i cristiani per questi prugrammi hè di solitu basatu nantu à u fattu chì Diu hè dipendente à noi finu à un certu puntu. Ellu solu circà "eroi". Ci avia datu l'ideale, l'avanzu preliminariu, in verità u pianu di u so regnu, è era ora a Chjesa per implementallu. Dunque, ci sò perciò i pussibuli di realizà ciò chì hè già statu perfezionatu. Questu averà da riesce se noi siamu solu cunvinti chì questu hè u casu è veramente assolutamente assolutamente in daretu à mustrà à Diu cume siamo veramente grati à ellu per tuttu ciò chì hà fattu per pudè ottene l'ideale. In cunfurmità, simu capaci di chjude u distaccu trà l'ideale "reale" è Diu - dunque aduprassemu subitu!

A publicità per u prugramma di u triunfista hè spessu alimentata da a critica seguente: A ragione hè chì i non-credenti ùn si uniscenu micca à u prugramma è ùn diventanu micca cristiani o seguitanu Cristu. È in più, chì a Chjesa ùn facia guasi abbastanza per fà u regnu una realità è cusì per dà un spaziu perfettu à a vita di Diu in quì è ora. U ragiunamentu va ancu di più: Ci sò tanti cristiani nominali (vale à dì solu per nome) è i veri ipocriti in a Chiesa chì ùn, cum'è Ghjesù hà amparatu, aderiscenu à l'amore è cercanu a ghjustizia, cusì i credenti ùn si neganu à unisce - è questu pò esse dichjaratu solu cù pienu dirittu! Ci hè ancu affirmatu chì i culpabili per u fattu chì i non credenti ùn diventanu micca cristiani si trovanu principalmente tra i cristiani medievali, debuli di fede o ipocritici. Stu prublemu pò dunque esse risoltu solu s'ellu tutti i cristiani sò infettati da l'entusiasmu è diventanu cristiani veramente cunvinciuti è senza compromessi chì sanu à implementà u Regnu di Diu perfettamente in quì è ora. U Vangelu di Cristu solu cunvincerà l'altri se i cristiani implementanu a vuluntà di Diu è u modu di vita chì prumove in modu esemplariu in quantu più grande cà prima, perchè cusì ricunnosceranu e credi in a gloria di Ghjesù Cristu. Per rinfurzà stu argumentu, unu usa spessu, quì sbagliatu, e parolle di Ghjesù: "Questa vi dicerà à tutti chì sì i mio discepuli se ci amate" (Ghjuvanni 13,35). Da questu, hè dunque cunclusu chì l'altri ùn venenu micca à crede, è veramente ùn ponu micca fà, se ùn avemu micca amore abbastanza. U vostru caminu per a fede dipende da quantu avemu, cum'è Cristu, trattàvamu in amore.

Queste parolle di Ghjesù (Ghjuvanni 13,35) ùn significa micca chì altri venenu à crede per mezu di questu, ma solu chì saranu ricunnisciuti cum'è u so propiu in seguitu à Ghjesù, perchè elli, cum'è ellu, praticanu l'amore. Cusì dice chì a nostra cooperazione in amore pò serve per riferisce l'altri à Cristu. Hè maravigliu! Quale hè chì ùn vulianu micca unisce? Tuttavia, ùn hè micca chjaru da e so parolle chì a fede / salvezza di l'altri dipende da quantu i discepuli si amanu. Affidendu stu versu, hè logicamente sbagliatu di tirà a cunclusione opposta se quelli chì seguitanu Cristu mancanu d'amore, altri ùn u puderanu ricunnosce cum'è tali è di conseguenza ùn credenu in ellu. Si hè cusì, Diu ùn saria micca più fideli chè noi. E parolle "se simu infideli, resta fedele" (2 Timoteu 2,13) allora ùn applicanu micca. Tutti quelli chì si sò fatti a fede anu ricunnisciutu chì a Chjesa in generale, cum'è i so membri individuali, hè intrappulata in cuntradizioni è imperfette. Si sò fidati in u so Signore perchè, à u listessu tempu, anu ricunnisciutu a diffarenza trà quellu chì l’hà elogiatu è quellu chì l’hà elogiatu. Solu interrugate a vostra propria cridenza è vede s'ellu ùn hè micca. Diu hè più grande di a nostra tistimunianza di ellu stessu, hè più fideli chè noi. Di sicuru, questu ùn hè micca una scusa per esse testimoni fedeli di l'amore perfettu di Cristu.

quietism

À l'altru fini di u spettru, induve truvamu a risposta di u silenziu, certi anu indirizzatu i prublemi cumplessi di u Regnu di Diu digià esistenti ma micca rializatu sustinendu chì ùn ci hè assai di ciò chì pò esse fattu in l'ora attuale. Per elli, a gloria sta solu in u futuru. Cristu avia ottenutu a vittoria in u corsu di u so travagliu nantu à a terra, è ellu solu un ghjornu l'hà purtatu à a so perfetta perfezione. Attualmente simu aspittendu chì u ritornu di Cristu ci porti contr'à u celu, forse dopu à pochi anni di regia terrenale. Mentre i cristiani eranu dighjà ricevuti alcune benedizioni in quì è ora, cum'è u perdonu di i peccati, a creazione, cumprese a natura, averebbe sopratuttu decadutu tutte e istituzioni suciali, culturali, scientifichi è ecunomichi di a corruzzione è u male. Tuttu chistu ùn si pò micca salvatu. In vista di l'eternità, tuttu questu ùn era micca intesu esse una prestazione per u bè. Solu a damnazione pò esse trasmessa à traversu l'ira di Diu è purtata à a so fine assoluta. Per a maiò parte, a ghjente duverà esse liberata da stu mondu peccatu per esse salvatu, è una forma di separatismu hè aducata in ocasioni secondu stu approcciu silenziu. Hè per quessa, duvemu rinunzià l'aspirazioni mundane di stu mondu è stà luntanu da ellu. Sicondu à altri lettori silenziosi, a speranza è l'impotenza di stu mondu porta à a cunclusione chì ci sò parechje manere di mantenevvi innocu, postu chì in ultima analisi hè irrilevante perchè in fin di tuttu tuttu sarà trasmessu à u tribunale in ogni modu. Per altri, un approcciu passivu è silenziu significa chì in i migliori cristiani si deve mette un esempiu, individuale per sè stessu o in a cumunità, distaccata da u restu di u mondu. L'enfasi quì hè spessu sottumessu à a morale persunale, famigliale è chiesa. Eppuru, i sforzi diretti per esercerà l'influenza o per fà cambià fora di a cumunità cristiana sò in gran parte cunsiderati perjudici per a fede, à volte ancu cundannati. Ci hè credu chì l'usu direttu di a cultura circundante chì hè falata in l'incredulità purtarà solu à un cumprumissu è in ultimità un fallimentu. Cusì, a dedizione persunale è a purezza morale sò i prublemi dominanti.

Sicondu sta lettura di a fede, a fine di a storia hè spessu vista cum'è a fine di a creazione. Sarà distruttu. L'esistenza di u tempu è di u spaziu allora ùn esiste più. Certi, vale à dì i credenti, sarani ritenuti rilassati di stu prucessu di dissoluzione è purtati à a rialità perfetta, pura, spirituale di una esistenza eterna, celeste cù Diu, e duie rappresentante di e tendenze. Ci sò assai variazioni è pusizioni intermedie in a chjesa. A maiò parte, però, si move in qualchi locu di stu spettru è tendenu sia da un latu sia di l'altru. A pusizione triunfalista tende à appellu à e persone cun una struttura di personalità optimista è "idealista", mentre chì i tranquillisti tendenu à truvà u so più grande appellu trà i pessimi o "realisti". Ma di novu, queste sò generalizazioni apprussimate chì ùn riguardanu micca un gruppu specificu chì currisponde cumplitamenti à unu o l'altru estremu. Sò tendenzi chì cercanu in un modu o l'altru di simplificà i prublemi cumplessi di a verità è di a rialtà esistenti, ma micca ancora visibili, di u Regnu di Diu.

Una alternativa à u triunfalismu è u tranquillisimu

Tuttavia, ci hè una pusizione alternativa chì hè più cumpatibile cù a duttrina biblica è teologica, chì ùn si stende solu i dui estremi, ma chì cunsidereghja l'idea di una tale polarizzazione sbagliata, postu chì ùn face micca ghjustizia à u massimu di a rivelazione biblica. L'alternative triunfaliste è tranquille, è ancu e discussioni trà i so rispettivi capi d'opinione, supponenu chì a cumplessa verità di u Regnu di Diu ci esige una pusizione annantu à u cuncorsu. Sia Diu face tuttu da solu o simu responsabili di a realizazione. Queste duie prospettive danu l'impressione chì sia duvemu identificà noi cum'è attivisti o duvemu ghjucà un rolu relativamente passivu se ùn vulemu micca posizionà in qualchi locu. A pusizione biblica riguardante u Regnu di Diu esistente ma micca cumplettamente realizatu hè cumplessa. Ma ùn ci hè nisun mutivu di tensione. Ùn si tratta di fà un bilanciu o di truvà una pusizione intermediata moderata di qualunque tipu trà i dui estremi. Ùn ci hè nisuna tensione trà u presente è u futuru. Piuttostu, simu chjamati à campà in questu digià cumpiitu ma micca ancora perfettu quì è ora. Attualmente vivemu in un statu di speranza chì - cumu avemu vistu in a seconda parte di sta serie di articuli - pò esse figurativamente bè rappresentatu bè cù u termine eredità. Attualmente vivemu cun a certezza chì simu in pussessu di u nostru patrimoniu, ancu s'è no avemu sempre accessu à i so frutti, di quale participeremu un ghjornu pienamente. In u prossimu articulu di sta serie, anderemu in più dettagliata di ciò chì significa vive in quì è avà in a speranza di a finalizazione di u futuru regnu di Diu.    

da u Dr. Gary Deddo


in pdf U regnu di Diu (Parte 4)