Trumpets

557 ghjornu di tromba In settembre, i Ghjudei celebranu u ghjornu di u New Year "Rosh Hashana", chì significa "capu di l'annu" in Ebreu. Face parte di a tradizione di l'ebbrei chì manghjanu un pezzu di un capu di pesce, simbolicu di u capu di l'annu è mutuamente cù "Leschana towa", chì significa "À un bon annu!" significa salutà. Sicondu a tradizione, ci hè una cunnessione trà a festa di Rosh Hashana è u sestu ghjornu di a settimana di creazione, annantu à quale Diu hà creatu l'omu.
In u testu ebraicu di u 3. Libru di Mosè 23,24 u ghjornu hè datu cum'è "Sikron Terua", chì significa "Memorial Day with Trumpet Bubbles". Hè per quessa chì stu ghjornu di festa hè chjamatu "Trumpet Day" in alimanu.

Parechji rabbi insegnanu chì un shofar deve esse spuciatu à Rosh Hashana almenu 100 volte, cumprese una seria di 30 volte, per signalà a speranza di a venuta di u Messia. Sicondu i fonti ghjudei, ci sò trè tippi di bip chì sò stati spartuti quellu ghjornu:

  • Teki'a - Un tonu continuu longu cum'è simbulu di speranza in a forza di Diu è cum'è lode ch'ellu hè u Diu (d'Israele).
  • Shevarim - Trè toni intermittenti più brevi chì simbulizeghjanu uguaggiu è u sumentu di i peccati è di l'umanità caduta.
  • Teru'a - Nove toni rapidi, simili à staccato (simile à u tonu di una sveglia) per mustrà u core spezzatu di quelli chì sò venuti davanti à Diu.

L'Israele anticu usava à l'origine corni di ram per e so trombe. Ma questi sò diventati dopu à qualchì tempu, cum'è noi 4. Amparatu Mosè 10, rimpiazzatu da trombe (trombe) fatti d'argentu. L'usu di trombe hè citatu 72 volte in l'Anticu Testamentu.

E trumbette sò state lampate per alerta quandu in periculu, per chjamà a ghjente à una riunione festiva, per annunzià l'annunzii, è cum'è una chjama à adurà. In i tempi di guerra, i trumbette eranu usati per preparà i suldati per u so implementazione è dopu per dà u segnu per l'operazioni di cummattimentu. L'arrivata di u rè hè statu ancu annunziata cù trumbette.

Oghje ghjornu, certi cristiani celebranu a ghjurnata di tromba cum'è una festa festiva cun un serviziu è uniscenu questu cù a riferenza à l'avvenimenti futuri, à a seconda venuta di Ghjesù o à u ravu di a chjesa.

Ghjesù hè a lente attraversu a quale pudemu interpretà currettamente tutta a Bibbia. Avemu capitu avà l'Anticu Testamentu (chì include l'Antica Allianza) attraversu a lente di u Novu Testamentu (cù a Nuova Allianza chì Ghjesù Cristu hà compiutu cumpletamente). Se procedemu in ordine inversu, cunclusioni sbagliate ci faranu crede chì a Nova Allianza ùn principierà micca finu à a Seconda Venuta di Ghjesù. Questa supposizione hè un sbagliu fundamentale. Certi credenu chì simu in un periodu di transizione trà l'antica è a nova allianza è chì simu dunque ubligati di tene i ghjorni di festa ebraica.
U vechju pattu era tempuranee è chì include u ghjornu di trombe. "Dicendu: un novu pattu, hà fattu u primu un vechju. Ma ciò chì invechja è vechja hè vicinu à a fine » (Ebrei 8,17). Hè stata utilizata per annunzià u Messia chì vene à u populu. U soffiu di e trombe nantu à Rosh Hashanah ùn solu signalà u principiu di u calendariu annuale di festa in Israele, ma ancu proclama u missaghju di questu ghjornu di festa: "U nostru rè hè ghjuntu!"

E feste d'Israele sò principalmente assuciate à a racolta. Immediatamente prima di a prima festa di u granu, a "Festa di u Fasciu di i Primi Frutti", a "Pasqua" è a "Festa di i Pani Senza Lieviti" si sò svolte. Cinquanta ghjorni dopu, l'Israele anu celebratu a festa di a cugliera di u granu, a "Festa di e Settimane" (Penticoste) è in auturnu a grande festa di a cugliera, a "Festa di i Tabernaculi". Inoltre, e feste anu un profondu significatu spirituale è prufeticu.

Per mè, a parte più impurtante di u ghjornu di trombe hè cumu si punta à Ghjesù è cumu Ghjesù hà cumpiitu tutti questi quandu hè vinutu prima. Ghjesù hà rializatu u ghjornu di trombe per mezu di a so incarnazione, u so travagliu d'espiazione, a so morte è a so risurrezzione. Attraversu sti "eventi in a vita di Cristu" Diu ùn solu hà rializatu u so pattu cù Israele (l'antica allianza), ma hà cambiatu tuttu u tempu per sempre. Ghjesù hè u capu di l'annu - u capu, u Signore di tutti i tempi, soprattuttu perchè hà creatu u tempu. "Hè (Ghjesù) hè l'imaghjini di u Diu invisibule, u primu natu prima di tutta a creazione. Perchè in ellu hè creatu tuttu ciò chì hè in u celu è in a terra, u visibile è l'invisibule, sia tronu, sia guvernatori, sia puteri, sia autorità; tuttu hè creatu per ellu è per ellu. È ellu hè sopra à tuttu, è tuttu cunsiste in ellu. È ellu hè u capu di u corpu, vale à dì di a chjesa. Hè u principiu, u primu natu da i morti, per esse u primu in tuttu. Car il a plu à Dieu de laisser habiter en lui toute l'abondance et par lui de réconcilier tout avec lui, qu'il soit en terre ou en ciel, en faisant la paix par son sang sur la croix » (Colossiens). 1,15-20u).

Ghjesù hà vintu induve u primu Adam hà fallutu è hè l'ultimu Adam. Ghjesù hè u nostru agnellu di Pasqua, u nostru pane senza levu è a nostra ricunciliazione. Hè quellu (è solu) chì hà cacciatu i nostri peccati. Ghjesù hè u nostru sàbatu induve truvemu u riposu da u peccatu.

Cum'è Signore di tutti i tempi, ora vive in tè è voi in ellu. Tuttu u tempu chì sperimentate hè sacru perchè vivete a nova vita di Ghjesù Cristu chì avete in cummunione cun ellu. Ghjesù hè u Redentore, u Sarvatore, u Sarvatore, u Rè è u Signore. Hà lasciatu a tromba una volta per sempre!

di Ghjiseppu Tkach