Convivisce cun Diu

394 coabitazione cù u diu Im 2. In u u seculu dC, Marcione prupone chì l'Anticu Testamentu (OT) sia abulitu. Avia riunitu a so propria versione di u Novu Testamentu (NT) cù l'aiutu di l'Evangelu di Luke è alcune lettere Pauline, ma sguassate tutte e citazioni da l'OT perchè crede chì u Diu di l'OT ùn era micca di grande impurtanza; hè solu u diu tribale di Israele. A causa di a diffusione di sta vista, Marcione hè statu espulsu da a fraternità di a chjesa. A chjesa primitiva cuminciò à compilà u so propiu canonicu di Scritture, custituitu da i quattru Vangeli è tutte e lettere di Paul. A chjesa hà ancu guardatu l'OT cum'è parte di a Bibbia, fermamente cunvinta chì u so cuntenutu ci aiuta à capisce quale era Ghjesù è ciò chì hà fattu per a nostra salvezza.

Per parechje, l'Anticu Testamentu hè abbastanza cunfusu - cusì assai sfarente di u NT. A longa storia è e lotte guerri ùn pare micca avè assai à fà cù Ghjesù o vita cristiana oghje. Da una banda si deve osservà i cumandamenti è l'statuti in l'OT è da l'altra parte si vede chì Ghjesù è Paulu si devianu cumpletamente da elli. Da una banda avemu lettu nant'à u ghjudaisimu anticu è da l'altra parte si tratta di u Cristianesimu.

Ci sò e cumunità di fede chì piglianu l'OT più impurtanti cà l'altri cumunità; mantenenu u Sabatu cum'è u "settimu ghjornu", osservanu a dieta israeliana è ancu celebranu alcune di e festività annuali ebreie. Altri cristiani ùn leghjenu mancu u Vechju Testamentu è piuttostu currispondenu à a Marcion citata à u principiu. Alcuni cristiani sò ancu antisemiti. Sfortunatamente, quandu i Naziunalisti anu guvernatu in Germania, sta attitudine era sustinuta da e chjese. Questu era ancu dimustratu in l'aversione à l'AT è à i Ghjudei.

Tuttavia, i scritti di l'Anticu Testamentu cuntenenu dichjarazioni nantu à Ghjesù Cristu (Ghjuvanni 5,39; Luca 24,27) è facemu bè à sente ciò chì ci anu da dì. Revelanu ancu ciò chì hè u scopu più grande di l'esistenza umana è perchè Ghjesù hè vinutu per salvà. L'Anticu è u Novu Testamentu testimonianu chì Diu vole campà in cumunione cun noi. Da u Giardinu di l'Eden à a Nova Ghjerusalemme, u scopu di Diu hè chì vivemu in armunia cun ellu.

In u giardinu di Eden

Im 1. U Libru di Mosè descrive cumu un Diu onnipotente hà criatu l'universu solu per nome e cose. Diu hà dettu: "Sarà è hè accadutu". Hà datu l'ordine è hè accadutu. In cuntrastu, u rapportu 2. Capitulu da u 1. Libru di Mosè nantu à un diu chì s'imbrugliava e mani. Hè intrutu in a so creazione è hà furmatu un omu da a terra, pianta arburi in u giardinu è hà fattu un cumpagnu per l'omu.

Nisunu di i scritti ci dà una stampa completa di ciò chì succede, ma sfarenti aspetti di u listessu Diu ponu esse ricunnisciuti. Ancu s’ellu avia u putere di fà tuttu per via di a so parolla, hà decisu d’intervene personalmente in a creazione umana. Ellu hà parlatu cù Adam, hà purtatu l'animali è hà dispostu tuttu per chì saria un piacè per ellu d'avè un cumpagnu intornu à ellu.

Eppuru chì 3. Capitulu da u 1. U Libru di Mosè riporta un tragicu sviluppu, cum'è mostra ancu più di a brama di Diu per e persone. Dopu chì a ghjente hà peccatu per a prima volta, Diu passava per u giardinu cum'ellu facia di solitu (Genesi 3,8). Diu Onnipotente avia pigliatu a forma di un umanu è i so passi si sentianu. Puderia appena apparsu da nulla s'ellu avia vulsutu, ma avia sceltu di scuntrà l'omu è a donna in modu umanu. Ovviamente ùn l'hà micca surprisa; Diu hà camminatu cun elli attraversu u giardinu è li hà parlatu parechje volte.

Finu avà ùn avianu mai paura, ma avà teme u vitturianu è si ammucciavanu. Ancu s'ellu anu eludutu a so relazione cù Diu, Diu ùn hà micca fattu. Si pudia ritirata arrabbiatu, ma ùn rinuncià micca a so criature. Ùn ci sò stati buchi di trombi nè altre espressioni di rabbia divina.

Diu dumandò à l'omu è à a donna ciò chì era accadutu è anu rispostu. Dopu li spiegò ciò chì seranu e cunsequenze di e so azzioni. Allora hà furnitu vestiti (Genesi 3,21) et s'assura qu'ils n'avaient pas à rester dans leur état d'éloignement et de leur honte pour toujours (Genèse). 3,22-23). Da u primu libru di Mosè avemu amparatu di e conversazioni di Diu cù Cain, Noè, Abram, Agar, Abimelech è altri. Particularmente impurtante per noi hè a prumessa chì Diu hà fattu à Abràhamu: "Aghjustaraghju u mo pattu trà mè è voi è i vostri discendenti di generazione in generazione, chì serà un pattu eternu" (Genesi 1).7,1-8u). Diu hà prumessu chì ellu averebbe una relazione permanente cù u so populu.

L'elezzione di un populu

Parechje cunnoscenu e caratteristiche principali di a storia di l'esodu di u populu d'Israele da l'Eggittu: Diu hà chjamatu Mosè, hà purtatu pesti in Egittu, guidò Israele à traversu u Mar Rossu à u Monti Sinai è ci dete i Dieci Cumandamenti. Fendu cusì, spessu trascuratemu perchè Diu hà fattu tuttu questu. Diu hà dettu à Mosè: "Vi accetteraghju cum'è u mo populu è serà u vostru Diu" (Esodu 6,7). Diu vulia stabilisce una relazione persunale. I cuntratti persunali, cum'è i matrimonii, sò stati fatti in quellu tempu cù e parolle: "Serete a mo moglia è seraghju u vostru maritu". Adopzioni (di solitu per scopi di eredità) sò stati sigillati cù e parolle: "Serete u mo figliolu è seraghju u vostru babbu". Quandu Mosè hà parlatu à Faraone, hà citatu à Diu chì hà dettu: "Israele hè u mo figliolu primu; è ti mandu di lascià u mo figliolu andà, per serve mi "(Esodu 4,22-23). U populu d'Israele era i so figlioli - a so famiglia - dutatu di vomitu.

Dieu offrit à son peuple une alliance qui lui permettait un accès direct (2. Mosè 19,5-6) - ma u populu dumandò à Mosè : « Parlate à noi, vulemu sente ; ma ùn lasciate micca chì Diu ci parli, altrimenti pudemu more » (Esodu 2:20,19). Cum'è Adamu è Eva, a paura l'hà vintu. Mosè hà cullatu a muntagna per più struzzioni da Diu4,19). Allora ci sò parechji capituli nantu à u tabernaculu, u so stabilimentu, è l'urdinazioni di cultu. Soprattuttu à tutti questi ditaglii ùn duvemu micca sminticà u scopu di tuttu: "Eranu per fà di mè un santuariu chì possu abità trà elli" (Esodu 2 Cor.5,8).

Partendu da u Giardinu di l'Eden, per mezu di e prumesse à Abraham, per l'elezzione di un populu da a schiavitù è ancu in tutta l'eternità, Diu vole campà in cumunione cù u so populu. U tabernaculu era u locu induve Diu stava cù u so populu è induve avianu accessu à ellu. Diu disse à Mosè: "Abitaraghju à mezu à l'Israele è esse u so Diu, per ch'elli sapianu chì sò u Signore, u so Diu, chì li hà purtatu fora di a terra d'Eggittu, per ch'e possu stà cun elli" (Esodu 2).9,45-46u).

Quandu Diu trasfirìu a dirigenza à Josuè, hà urdinatu à Mosè ciò chì li diceva: "U Signore, u vostru Diu stessu, andarà cun voi è ùn li toglierà micca a manu è ùn vi abbandunà micca" (5. Mosè 31,6-8u). Questa prumessa si applica ancu à noi oghje (Ebrei 13,5). Hè per quessa chì Diu hà creatu l'omu da u principiu è hà mandatu à Ghjesù à a nostra salvezza: Semu u so populu. Ellu voli campà cun noi.    

di Michael Morrison


in pdfConvivisce cun Diu