Aduprà u rigalu di u tempu

aduprate u rigalu di u nostru tempu U 20 di settembre, i Ghjudei anu celebratu u Capu d'annu, una festa cù significati multipli. Dunque si festighjeghja u principiu di u ciculu annuale, cummemora a creazione di Adamu è Eva è ricorda ancu a creazione di l'universu, chì include u principiu di i tempi. Mentre lighjia nantu à u tempu, mi ricordu chì u tempu hà ancu parechji significati. Unu di elli hè chì u tempu hè un vantaghju chì i miliardarii è i mendicanti anu ancu. Avemu tutti 86.400 sicondi à ghjornu. Ma postu chì ùn li pudemu micca salvà (U tempu ùn pò esse superatu o ritiratu), si pone a dumanda: "Cumu usemu u tempu chì ci hè dispunibule?"

U valore di u tempu

Pàulu hà ricunnisciutu u valore di u tempu è hà ammonitu i cristiani à "cumprà u tempu" (Efesimi 5,16). Prima di pruvà una vista più stretta di u significatu di stu versu, vogliu sparta cun voi un puema chì descrive u grande valore di u tempu:

Pruvate u valore di u tempu

Per scopre u valore di un annu, dumandate à un studiente chì hà fiascatu u so esame finale.
Per sapè u valore di un mese, dumandassi à una mamma chì hà datu nascita à un zitellu troppu prestu.
Per sapè u valore di una settimana, dumandate à l'editore di un giurnale settimanale.
Per sapè u valore di una ora, dumandate à l'amatori chì aspettanu di vede tutti.
Per sapè u valore di un minutu, dumandate à qualchissia chì hà mancatu u so trenu, autobus o volu.
Per sapè u valore di un secondu, dumandate à qualchissia chì hà survigliatu un accidente.
Per sapè u valore di una milisegonda, dumandassi à qualchissia chì hà vintu una medaglia d'argentu in l'Olimpiadi. U tempu ùn aspetta nimu.
Cullite ogni mumentu chì avete, perchè hè preziosu.
Condividi lu cù qualchissia speciale è diventerà ancu più preziosu.

(Autore scunnisciutu)

Cume hè u tempu compru?

In termini di tempu, stu poema porta à un puntu chì Paulu mostra di modu analogu in Efesini 5. Ci hè duie parole in u Novu Testamentu chì sò tradutti da u grecu per cumprà. Un hè agorazo, chì tratta di cumprà e cose in un mercatu normale (agora) si riferisce. L'altru hè esagorazzu, chì si riferisce à cumprà cose fora di ellu. Paul usa a parolla exagorazo in Eph. 5,15: 16-2011 è ci ammonisce: «Attenti à a manera di campà; Ùn agite micca imprudente, ma pruvate à esse sàviu. Prufittate di ogni occasione per fà u bè in stu gattivu tempu »[New Life, SMC, 1912]. In a traduzzione Luther di u si dice "cumprà u tempu". Sembra cum'è se Paul vulesse urge à noi di cumprà u tempu fora di u mercatu normale.

Ùn simu micca assai familiari cù a parolla "cumprà". In a vita cummerciale si capisce cum'è «cumprà viotu» o in u sensu di «accettà». Se una persona ùn pudia micca pagà i so debiti, puderia piglià un accordu per impiegassi cum'è servitori di a persona à quale duvianu finu à chì i debiti sò stati pagati. U so serviziu puderia ancu esse prematuramente terminatu se qualcunu hà pagatu u debitu in u so postu. Quandu un debitore hè statu cumpratu fora di serviziu in questu modu, u prucessu hè statu chjamatu "scatenà o cumprà".

I valori ponu ancu esse attivati ​​- cum'è a sapemu da i pasticchi d'oghje oghje. Per una banda, Paulu ci dice di aduprà o cumprà u tempu. Invece, basatu nantu à u cuntestu di l'istruzzioni di Paul, vedemu chì duvemu esse seguitori di Ghjesù. Paulu ci hà dettu chì capischemu chì ci vole à cuncentremu in quellu chì hà compru u tempu per noi. U so argumentu hè di ùn perde u tempu nantu à altre cose chì ci impediscenu di cuncentrare in Ghjesù è in u travagliu chì ci hà invitatu à fà.

Eccu u cummentariu à Efesini 5,16:1 da u Volume di a "Studi di Parola di Wuest in u Nuvellu Testamentu Grecu:

"Cumprà" vene da a parolla greca exagorazo (ἐξαγοραζω), è significa "cumprà". In a parte media utilizata quì significa "cumprà per voi stessu o per u vostru propiu benefiziu". Figurativamente parlendu, significa "aduprà ogni occasione per un usu saggiu è santu per fà u bè", cusì chì a diligenza è u bè sò u mezu di pagamentu per mezu di u quale acquistemu u tempu " (Thayer) "Time" ùn hè micca cronos (χρονος), vale à dì "tempu cum'è tali", ma kairos (καιρος), "u tempu chì deve esse cunsideratu cum'è un periodu strategicu, epucale, puntuale è favorevule". Ùn ci vole micca à impegnassi per fà u megliu usu pussibule di u tempu cum'è tale, ma per prufittà di e pussibilità chì si presentanu.

Siccomu u tempu ùn pò micca di solitu esse cunsideratu cum'è una merce per cumprà letteralmente, capimu l'affermazione di Paul metaforicamente, chì hè essenzialmente chì duvemu fà u megliu usu di a situazione in cui simu. Se facemu quessa, u nostru tempu averà più significatu è significatu è ancu "pagarà".

U tempu hè un rigalu da Diu

Comu parte di a creazione di Diu, u tempu hè un rigalu per noi. Certi anu più di questu è altri menu. A causa di l'avvanzi medichi, un bon maquillu geneticu, è e benedizioni di Diu, parechji di noi vivaranu à avè più di 90 anni è alcune puderanu avè ancu più di 100 anni. Ùn importa micca quantu tempu Diu ci dà, perchè Ghjesù hè u Signore di u tempu. Per mezu di l'Incarnazione, u Figliolu eternu di Diu hè vinutu da l'eternità in u tempu. Dunque, Ghjesù spirienze hà creatu u tempu di manera sfarente cà ciò chì face cun noi. U nostru tempu creatu hè limitatu in durazione, mentre chì u tempu di Diu hè illimitatu fora di creazione. U tempu di Diu ùn hè micca divisu in sezzioni, cumu hè cun noi, in u passatu, u presente è u futuru. U tempu di Diu hà ancu una qualità completamente diversa - un tipu di tempu chì ùn pudemu micca capisce bè. Chì pudemu fà hè (è duveria esse) per vive in u nostru tempu, cun a certezza chì incontraremu u nostru Creatore è Redentore in u so tempu, l'eternità.

Ùn aduprate micca o perde u tempu in modu sbagliatu

Quandu parlemu metaforicamente di u tempu è dicemu cose cum'è "ùn perde micca u tempu" vulemu dì, in un certu sensu, chì pudemu perde l'usu currettu di u nostru preziosu tempu. Questu accade quandu permettemu à qualcunu o qualcosa di aduprà u nostru tempu nantu à cose chì ùn anu micca valore per noi. Questu hè espressu figurativamente, u significatu di ciò chì Paul vole dì à noi: "Cumprate u tempu". Avà ci esorta à ùn usà male o perde u nostru tempu in modi chì daranu u nostru fallimentu di cuntribuisce à ciò chì hè di valore per Diu è per noi cristiani dinò.

In questu cuntestu, postu chì si tratta di "cumprà u tempu", duvemu ramintà chì u nostru tempu hè statu primu compru è recuperatu per mezu di u perdonu di Diu per mezu di u Figliolu. Dopu continuemu à cumprà u tempu aduprendu currettamente u nostru tempu per cuntribuisce à una relazione crescente cun Diu è trà di noi. Questa compra fora di u tempu hè u rigalu di Diu per noi. Quandu Pàulu ci esorta in Efesini 5,15 à "fighjà bè cumu cunducemu a nostra vita, micca cusì imprudente ma cum'è sàviu", ci insegna à prufittà di l'uppurtunità chì u tempu offre per scuntrà à Diu. per onurà.

A nostra missione »trà i tempi»

Diu ci hà datu u tempu di marchjà in a so luce, di participà à u ministeru di u Spìritu Santu cun Ghjesù per avanzà a missione. Per fà questu ci hè statu datu u "tempu trà i tempi" di u primu è u secondu Avventu di Cristu. A nostra missione in stu mumentu hè di aiutà l'altri populi in a so ricerca è cunniscenza di Diu è aiutà li à campà una vita di fede è d'amore, è ancu in a fiducia sicura chì Diu, à a fine, farà tutta a creazione hà cumpratu cumpletamente, chì include u tempu. Pregu chì noi in u GCI cumpraremu u tempu chì Diu ci hà datu campendu è pruclamendu fedelmente u Vangelu di a riconciliazione di Diu in Cristu.

In gratitudine per i rigali di Diu di u tempu è di l'eternità,

Ghjiseppu Tkach

prisidenti
COMUNITÀ INTERNAZIONALE GRACE


in pdfAduprà u rigalu di u nostru tempu