Salvazione per tutti i populi

Redenzione di 357 à tutti Anni fà aghju intesu prima un missaghju chì mi hà cunsulatu parechje volte dapoi. Aghju sempre cunsideratu chì hè un missaghju assai impurtante in a Bibbia oghje. Hè u missaghju chì Diu hà da salvà tutta l'umanità. Diu hà preparatu un modu in cui tutti l'omi umani ponu vene à a salvezza. Avà hè in traccia di mette in opera u so pianu. Circhemu prima a via di a salvezza inseme in a Parolla di Diu. In Rumani, Paul descrive a situazione in cui a ghjente si trova cusì:

"Tutti peccati è mancassi a gloria chì duveranu davanti à Diu" (Rumani 3,23 Schlachter 2000).

Diu hà destinatu a gloria per a ghjente. Ghjè ciò chì noi umani chjamanu felicità, a rializazione di tutti i nostri desideri. Ma noi l'omu avemu persu o mancatu sta gloria per via di u peccatu. U peccatu hè u gran ostaculu chì ci hà apartu da a gloria, un ostaculu chì ùn pudemu micca supera. Ma Diu hà sguassatu questu ostaculu per via di u so figliolu Ghjesù.

"E senza meritu fa giustizia à a so grazia per mezu di a redenzione chì hè stata fatta à mezu di Cristu Ghjesù" (Verse 24).

A salvezza hè a strada chì Diu hà previstu per e persone chì li permettenu accede à a gloria di Diu novu. Diu hà solu un avvicinamentu, un modu, ma a ghjente pruvate à offre detorni è altri modi è sceglie di ottene a salvezza. Questa hè una di e ragioni per chì sapemu tante religioni. Ghjesù hà dettu di ellu stessu in Ghjuvanni 14,6: " Socu u modu ». Ùn hà micca dettu ch'ellu era unu di parechji modi, ma u modu. Petru hà cunfirmatu questu davanti à l'Altu Cunsigliu:

«È in altru ùn hè a salvezza (Redenzione), dinò senza altru nome datu à e persone sottu à u celu per mezu di quale semu salvati esse (salvatu) » (Atti 4,12).

Paulu hà scrittu à a chjesa à Efesu:

«Ancu tù era mortu da e vostre transgressioni è i peccati. Dunque, ricordate chì erani nati pagani è vi sò stati chjamati circoncisi da quelli circoncisi, chì siate senza Cristu in quellu mumentu, esclusi da i diritti civili d'Israele è strangeri fora di l'allianza di a prumessa; dunque aviu senza speranza è aspittatu in u mondu senza Diu » (Efesini 2,1: 11 è 12).

Cerchemu e manere di fora è alternattivi in ​​situazioni difficili. Hè curretta. Ma quandu si tratta di u peccatu, avemu una sola opzione: salvezza per mezu di Ghjesù. Ùn ci hè altra via, nè alternativa, nè altra speranza, nisuna altra chance chì quellu chì Diu hà intesu dipoi u principiu: Salvezza attraversu u Figliolu Ghjesù Cristu .

Se guardemu stu fattu chjaramente, susciteghja e dumande. Dumande chì parechji cristiani anu dumandatu:
Cosa ci hè di i mo cari parenti morti chì ùn anu micca cunvertitu?
E quantu à i milioni chì ùn anu mai intesu u nome di Ghjesù in a so vita?
E quantu à i tanti picciutti innocenti chì sò morti senza sapè à Ghjesù?
Queste persone anu da soffri agunia solu perchè ùn anu mai intesu u nome di Ghjesù?

Parechje risposte sò state datu à queste dumande. Certi credi chì Diu vole solu salvà alcuni, chì ellu hà sceltu è destinatu à a fundazione di u mondu. Altri pensanu chì Diu hà da salvà à tutti, sia li piaci o micca, chì Diu ùn hè micca crudele. Ci sò assai sfumature trà sti dui opinioni chì ùn sò micca per discutiri avà. Dediquemu di tutte e dichjarazione di a Parola di Diu. Diu voli redenzione per tutte e persone. Questa hè a so vulintà espressa, chì avia scrittu chjaramente.

"Chì hè bonu è piacevule à Diu, u nostru Salvadore chì vole chì Allen A ghjente hè aiutata è vene à a cunniscenza di a verità. Perchè hè un Diu è un mediatore trà Diu è l'omu, à dì l'omu Cristu Ghjesù, chì s'hè datu per un tuttu per a salvezza » (1 Timoteu 2,3: 6–XNUMX).

Diu mostra chjaramente ch'ellu vole à creà salvezza per tutti. In a so parolla, hà revelatu ancu a so vuluntà chì nimu ùn sia persa.

«U Signore ùn demora micca a prumessa cume alcuni pensanu chì hè; ma hà pacienza cun voi è ùn vole chì qualcunu ùn si perdi ma chì ognunu pò truvà busi » (1 Petru 3,9)

Cumu Diu hà da avà mette a so vuluntà in pratica? Diu ùn enfatizeghja l'aspettu tempurale in a so parolla, ma cumu u sacrifiziu di u so figliolu serve per salvà tutta l'umanità. Dedicemu per questu aspettu. À u battesimu di Ghjesù, Ghjuvanni u Battista hà signalatu un fattu impurtante:

«U lindumane Ghjuvanni vede chì Ghjesù li vene è dice: Eccu, questu hè l'Agnellu di Diu, quellu u mondu Pecatu porta » (Ghjuvanni 1,29).

Ghjesù hà pigliatu tuttu u peccatu di u mondu, micca solu una parte di quellu peccatu. Hà pigliatu ogni injustizia, tutta a malizia, tutta a cattività, ogni ingannà è tutte falsità. Hà purtatu questa enorme carga di peccati in u mondu è hà patitu a morte per tutte e persone, u casticu per u peccatu.

«È hè a cunciliazione per i nostri peccati, micca solu per i nostri, ma ancu per elli in u mondu sanu » (1 Ghjuvanni 2,2).

Per via di a so grande azione, Ghjesù hà apertu una porta à a so salvezza per u mondu sanu, per tutte e persone. Malgradu u pesu di u pesu di u peccatu chì Ghjesù hà purtatu è malgradu a miseria è a soffrenza chì avia duratu, Ghjesù hà pigliatu tuttu per amore profundo per noi, per amore per tutte e persone. A scrittura ben cunnisciuta in a ci dice:

«Allora Diu hà amatu u mondu chì hà datu u so figliolu unicu chì tutti quelli chì credenu in ellu ùn si sò persu, ma anu a vita eterna » (Ghjuvanni 3,16).

L'hà fattu per noi di «piacè». Micca per indulge in sentimenti sadici, ma fora di un prufessu affettu per tutti.  

«Perchè hà piaciutu à Diu chì in questu (Ghjesù) ogni abbundanza deve campà, è ellu per mezu di ellu tuttu era cunciliatu sia in terra o in celu, facendu paci à traversu u so sangue nantu à a croce » (Colosiani 1,19-20).

Capemu quale hè questu Ghjesù? Hè "u solu" salvatore di tutta l'umanità, hè ancu u so creatore è sustenevule. Hè a parsunalità chì ci hà chjamatu noi è u mondu in esse attraversu a so parolla. Hè dinù quellu chì ci mantene in vita, ci furnisce cibo è vestiti, chì guarda tutti i sistemi in u spaziu è in terra, in modu chì esistemu ancu. Paulu rileva questu fattu:

«Perchè tuttu hè creatu in ellu ciò chì hè in celu è in terra, visibile è invisibile, sia troni o dirigenti o puteri o puteri; hè tuttu creatu da è versu ellu. È sopra à tuttu, è hè tuttu in questu » (Colosiani 1,16-17).

Ghjesù u Redentore, Creatore è Preservatore hà fattu una dichjarazione speciale pocu prima di a so morte.

«È quandu sì esaltatu da a terra, vogliu tuttu andate à mè. Ma disse chì per indicà ciò chì a morte murì » (Ghjuvanni 12,32).

Ghjesù hà significatu per "l'esaltazione" a so crucifixione, chì hà purtatu a so morte. Hà preditu chì averia implicatu tutti in questa morte. Quandu Ghjesù dice à tutti, ellu significa tutti, tutti. Paulu hà pigliatu questu penseru:

«Perchè l'amore di Cristu ci urda, sopratuttu perchè simu cunvinti chì se unu hè mortu per tutti, allora tutti morse» (2 Corinzi 5,14).

Cù a morte di Cristu in a croce, hà purtatu a morte à tutti in un rispettu, perchè li ha attirati tutti per ellu stessu in a croce. Tutti sò morti dapoi a morte di u so Salvadore. L'accettazione di sta morte vicaria hè dunque dispunibile per tutte e persone. Tuttavia, Ghjesù ùn resta micca mortu, ma hè statu risuscitatu da u babbu. In a risurrezzione, hà ancu participatu à tutti. Tutte e persone anu da esse risurrezzione. Questa hè una dichjarazione basica da a Bibbia.

«Ùn vi maravigliate. Per l'ora venerà quandu tutti quelli chì sò in i sepultori sentiranu a so voce è esceranu chì anu fattu u bonu per a risurrezzione di a vita, ma chì anu fattu u male per a risurrezzione di ghjudiziu » (Ghjuvanni 5,28: 9).

Ghjesù ùn hà micca dettu u tempu per sta dichjarazione. Ghjesù ùn faci micca mintuvà se ste duie risurrezzione anu à u listessu tempu o in tempi diffirenti. Averemu da leghje alcuni passaggi di Bibbia circa u ghjudiziu. Eccu, simu dimustrati quale sarà u ghjudice.

«Perchè u babbu ùn ghjudicheghja micca à nimu, ma hà ogni giudiziu trasmessa à u figliolu per chì tutti rispettanu u figliolu. Quellu chì ùn honore u figliolu ùn anu micca onore à u babbu chì l'hà mandatu. È ch'ellu hà datu l'autorità per mantene a corte perchè hè u figliolu di l'omu » (Ghjuvanni 5, versi 22-23 è 27).

U ghjudice davanti à quale tutti sò rispunsevuli serà Ghjesù Cristu stessu, u creatore, u sustenitore è u redentore di ogni persona. U ghjudice hè a stessa personalità chì morse per tutte e persone, u listessu chì porta a cunciliazione in u mondu, a stessa persona chì dà a vita fisica à tutti è chì a mantene. Pudemu dumandà un ghjudice megliu? Diu hà ghjudicatu à u so figliolu perchè hè u Figliolu di l'omu. Iddu sà ciò chì significa essendu umanu. Ci cunnosce l'omu assai vicinu, hè unu di noi. Hà cunnosce in prima manu u putere di u peccatu è a seduzzione di Satana è u so mondu. Ellu cunnosce i sentimenti umani è dà mutivi. Ellu sapi quantu sò forti, perchè ellu hà criatu e persone è diventatu un omu cum'è noi, ma senza peccatu.

Quale ùn vole micca cunfidassi stu ghjudice? Quale hè chì ùn vole micca reagisce à e parolle di stu ghjudice, prostrate si davanti à ellu è cunfessu a so culpabilità?

«Veramente, veramente, a ti dicu: Quellu chì sente è crede a mo parolla à quellu chì mi hà mandatu hà a vita eterna è ùn vene micca à ghjudiziu, ma hè passatu da a morte à a vita » (Verse 24).

U ghjudiziu chì Ghjesù realizà sarà assolutamente ghjusto. Ci hè carattarizatu da imparzialità, per amore, per perdonu, per simpatia è misericordia.

Ancu se Diu è u Figliolu Ghjesù Cristu anu creatu e cundizioni migliori per ogni essere umanu per ottene a vita eterna, alcune persone ùn accunsenu micca a so salvezza. Diu ùn li furzà micca di esse felici. Raccolteranu ciò chì anu sematu. Quandu u ghjudiziu hè finitu, ci sò solu dui gruppi di persone, cum'è CS Lewis hà mette in unu di i so libri:

Un gruppu dicerà à Diu: U vostru sarà fattu.
Diu dicerà à l'altru gruppu: U vostru sarà.

Quandu Ghjesù era in terra, parlava di l'infernu, di u focu eternu, di i denti urlanti è di parlà. Parlava di damnazione è piena eterna. Ci hè un avvertimentu per noi chì ùn agiscenu micca ligeramente nantu à a prumessa di salvezza di Diu. In a Parola di Diu, a damnazione è l'infernu ùn sò micca posti in u primu pianu, l'amore di Diu è a simpatia di tutte e persone si situanu in u primu pianu. Diu voli redenzione per tutte e persone. Quellu chì ùn vole micca accettà l'amore di Diu è u pardonu, hà a vulintà di Diu. Nuddu hà da soffre punizioni eterne se ùn vole micca espressamente ellu stessu. Diu ùn cunnanna micca quellu chì ùn hà mai avutu l'uppurtunità di amparà di Ghjesù è di a so opara salvatrice.

In a Bibbia truvamu duie scene di u tribunale mundiale scritte. Ci truvamu unu in Matteu 25 è l'altru in Revelazione 20. Ti cunsigliu di leghje lu. Ci mostranu a prospettiva di cume ghjudicà Ghjesù. A tribunale hè retratata cum'è un avvenimentu chì hè tenutu à un certu puntu di u tempu. Vulemu vultà à una Scrittura chì palesa chì u tribunale pò ancu significà un periodu di tempu più longu.

«Perchè hè ghjuntu u tempu di ghjudiziu per principià à a casa di Diu. Ma s'ellu vene à noi prima, chì finirà cù quelli chì ùn credenu u Vangelu di Diu » (1 Petru 4,17)

A casa di Diu hè aduprata quì cum'è nome per chjesa o cumunità. Hè ghjudicata oghje. I cristiani sintinu è rispondenu à a chjama di Diu in u so ghjornu. Avete cunnosce Ghjesù cum'è Creatore, Preservatore è Redentore. A tribunale hè avà postu per elli. A casa di Diu ùn hè mai ghjudicata diversamente. Ghjesù Cristu usa u listessu standard per tutte e persone. Questu hè carattarizatu da l'amore è a misericordia.

A casa di Diu hè stata datu un compitu da u so Signore per aiutà à salvà tutta l'umanità. Semu chjamati à proclamà a bona nutizia nantu à u Regnu di Diu à i nostri membri umani. Micca tutte e persone facenu nota di stu messagiu. Parechji a disprezzanu, perchè per ella hè insensata, micca interessante o inutile. Ùn deve scurdà micca chì hè u travagliu di Diu per salvà a ghjente. Simu u so impjegati, chì spessu sbagliamu. Ùn scappate micca se u successu di u nostru travagliu ùn pare micca riesciutu. Diu hè sempre à u travagliu è chjama è accumpagna a ghjente à ellu stessu. Ghjesù vede chì quelli chì sò chjamati ghjunghjeranu à u so destinazione.

"Nimu pò vene à mè salvu u babbu chì m'hà mandatu ti tirà, è l'elevaraghju l'ultimu ghjornu. Tuttu u mo babbu chì dà mi vene; è quellu chì vene à mè, ùn l'impulserè micca. Perchè sò vinutu da u celu micca per fà a mo vuluntà, ma a vuluntà di quelli chì m'anu mandatu. Ma questa hè a vuluntà di quellu chì m'hà mandatu chì ùn perde nunda di tuttu ciò chì m'hà datu, ma chì l'incitassi l'ultimu ghjornu » (Ghjuvanni 6,44 è 37-39).

Posemu a nostra speranza cumplitamenti annantu à Diu. Hè u Salvatore, u Salvadore è u Redentore di tutte e persone, in particulare i credenti. (1 Timoteu 4,10) Mantenemu questa prumessa di Diu!

di Hannes Zaugg


in pdfSalvazione per tutti i populi