Cosa pensate di i credenti?

483 cumu pensanu i credenti nantu à i non credenti

Mi rivolgu versu voi cù una quistione impurtante: chì pensate di i non credenti? Pensu chì questa sia una quistione duvemu tutti riflette! Chuck Colson, fundatore di a Prison Fellowship è di u prugramma Breakpoint Radio in i Stati Uniti, una volta hà rispostu à sta quistione cù una analogia: Se un cecu pisassi u vostru pede o versi u caffè caldu nantu à a vostra maglia, sareste arrabbiati cun ellu? Ellu stessu risponde chì ùn seriamu probabilmente micca noi, precisamente perchè una persona ceca ùn pò micca vede ciò chì hè davanti ad ellu. 

Per piacè ricordate ancu chì e persone chì ùn sò micca stati chjamati à crede in Cristu ùn ponu micca vede a verità davanti à i so ochji. A causa di a caduta, sò spiritualmente cechi (2. Corinti 4,3-4). Ma à u mumentu ghjustu, u Spìritu Santu apre i so ochji spirituali per ch'elli ponu vede (Efesini 1,18). I Padri di a Chjesa chjamanu questu avvenimentu u miraculu di l'illuminazione. S'ellu facia, era pussibule chì a ghjente puderia crede; pudianu crede ciò chì anu vistu cù i so ochji.

Eppuru chì alcune persone, malgradu a so vista, optanu per ùn crede micca, ghjè a mo creda chì a maiò parte di elli eventualmente risponderanu in modu pusitivu à a chjama chjara di Diu in a so vita. Mi pregu chì fanu cusì più prestu chì più tardi per ch'elli puderanu sperimentà a pace è a gioia di cunnosce Diu è dicenu à l'altri di Diu digià in questu momentu.

Cridemu chì ricunnosce chì i non-credenti anu idee sbagliate nantu à Diu. Alcune di queste idee sò u risultatu di cattivi esempi da i cristiani. L'altri sorgìu di opinioni illogiche è speculative nantu à Diu chì si sò intesu anni. Questi sbagliati aghjunghjenu a cecità spirituale. Cumu avemu da reagisce à a so incredulità? Sfortunatamente, parechji cristiani reagiscenu cù a custruzione di pareti protettivi o ancu forti rifiuti. Stallendu queste mura, si scurdanu di a realità chì i non-credenti sò impurtanti quant'è Diu cum'è credenti. Hanu scurdatu chì u Figliolu di Diu hè ghjuntu à a terra micca solu per i credenti.

Quandu Ghjesù hà iniziatu u so ministeru in a terra, ùn ci era micca cristiani - a maiò parte di a ghjente ùn era micca cridenti, ancu i Ghjudei di quellu tempu. Ma per furtuna, Ghjesù era un amicu di i peccatori - un avvucatu di l'increduli. Era chjaru per ellu chì "i sani ùn anu micca bisognu di un duttore, ma i malati" (Matteu 9,12). Jésus s'engagea à chercher les pécheurs perdus pour l'accepter et le salut qu'il leur offrit. Allora hà passatu una grande parte di u so tempu cù e persone chì eranu vistutu da l'altri cum'è indegne è trascurabile. I capi religiosi di i Ghjudei anu dunque qualificatu à Ghjesù cum'è "un carcacciu è un buviu di vinu, un amicu di i publicani è di i peccatori" (Luca). 7,34).

U Vangelu palesa a verità à noi; Ghjesù, u Figliolu di Diu, divintò un omu chì campava trà noi, morse è cullò à u celu; hà fattu questu per tutte e persone. L'Scrittura ci dice chì Diu ama "u mondu". (Johannes 3,16) Chì pò significà solu chì a maiò parte di e persone ùn sò micca credenti. U stessu Diu ci chjama credenti, cum'è Ghjesù, per amà tutte e persone. Per questu avemu bisognu di l'intruduzione per vede elli cum'è micca ancora credenti in Cristu - cum'è quelli chì appartenenu à ellu, per quale Ghjesù hè mortu è risuscitatu. Sfurtunatamente, questu hè assai difficiule per parechji cristiani. Sembra chì ci sò abbastanza cristiani disposti à ghjudicà l'altri. Tuttavia, u Figliolu di Diu hà annunziatu ch'ellu ùn era micca vinutu à cundannà u mondu, ma à salvà lu (Ghjuvanni 3,17). Sfortunatamente, certi cristiani sò cusì zelosi à ghjudicà i non credenti chì ignoranu completamente a manera chì Diu u Babbu li vede - cum'è i so figlioli amati. Per queste persone hà mandatu u so figliolu à more per elli, ancu s'ellu ùn pudianu (ancora) ricunnosce o amassi. Pudemu vede elli cum'è increduli o increduli, ma Diu li vede cum'è futuri credenti. Prima chì u Spìritu Santu apre l'ochji di un increduli, sò chjusi cù a cecità di l'incredulità - cunfunditi da cuncetti teologicu sbagliati nantu à l'identità è l'amore di Diu. Hè precisamente in queste cundizioni chì ci vole à amà invece di evità o di ricusà. Avemu da pricà chì quandu u Spìritu Santu li permette, capiscenu a bona nova di a grazia di cunciliazione di Diu è accetteranu a verità cù a fede. Chì queste persone entrenu in a nova vita sottu a direzzione è u regnu di Diu, è chì u Spìritu Santu li permette di sperimentà a pace chì li hè datu cum'è figlioli di Diu.

Mentre meditemu à i increduli, ricurdemu u cumandamentu di Ghjesù: "Amate l'un l'altru", disse, "cum'è vi amu" (Ghjuvanni 1).5,12). È cumu chì Ghjesù ci ama ? Lascendu ci sparte in a so vita è amore. Ùn erige micca muri per separà i credenti è i non-credenti. I Vangeli ci dicenu chì Ghjesù hà amatu è accettatu publicani, adulteri, pussedi è lebbrosi. U so amore era ancu per e donne cù una mala reputazione, i suldati chì si burlavanu è u battevanu, è i criminali crucifissi à fiancu. Quandu Ghjesù s'impiccava à a croce è si ricurdava di tutti sti parsoni, pricava : « Babbu, pardunalli ; perchè ùn sanu micca ciò chì facenu ! " (Luca 23,34). Ghjesù ama è accetta tutti per ch'elli ponu tutti riceve u pirdunu da ellu, cum'è u so Salvatore è Signore, è ponu campà in cumunione cù u so Babbu Celestial per mezu di u Spìritu Santu.

Ghjesù ci dà una parte per u so amore per i non credenti. Facendu cusì, li vedemu cum'è persone di Diu, chì Ellu hà creatu è riduce, malgradu u fattu chì ùn anu ancu micca cunnisciutu quellu chì ama. Se mantenemu sta perspettiva, i nostri attitudini è u cumpurtamentu versu i non-credenti cambianu. L'accittaremu cù e braccia aperte cum'è membri di a famiglia orfani è alienati chì anu da ancora cunnosce u so veru babbu; cum'è fratelli è sorelle persi chì ùn sanu micca ch'elli sò rilativi à noi per mezu di Cristu. Circheremu di scuntrà i non credenti cù l'amore di Diu per chì possanu ancu accoglie a grazia di Diu in a so vita.

di Ghjiseppu Tkach


in pdfCume scuntemu i non-credenti?