Impegnu di a chjesa

E strategie umane sò basati nantu à una comprensione umana limitata è e megliu valutazioni chì a ghjente pò fà. Invece, a strategia di Diu, a so reputazione in a nostra vita hè basata nantu à una cunniscenza assolutamente perfetta di a realità basica è ultima. Questu hè in realtà a gloria di u Cristianesimu: e cose sò esse purtate cumu sò veramente. U diagnosticu cristianu di tutte e malatie in u mondu, da i cunflitti trà e nazioni à e tensioni in l'anima umana, hè currettu perchè riflette una vera comprensione di a cundizione umana.

E lettere di u NT partenu sempre cù a verità, a chjamemu "duttrina". I scrittori NT sempre chjamanu torna à a realtà. Solu quandu questa basa di verità hè disposta, passanu à suggerimenti d'applicazione pratica. Quantu stupidu hè di principià cù qualcosa altru ch'è a verità.

In u capitulu d'apertura di a lettera à Efesini, Paulu face parechji dichjarazioni chjaru circa u scopu di a Chiesa. Ùn hè solu u scopu per l'eternità, qualchì fantasia futura nebbia, ma u scopu per quì è avà. 

A chjesa deve riflette a santità di Diu

"Perchè in ellu ellu ci hà sceltu ancu prima di a fundazione di u mondu, per esse stati santi è senza difetti davanti à a so faccia" (Efesini 1,4). Quì vedemu chjaramente chì a Chjesa ùn hè micca solu un penseru di Diu. Hè stata pianificata assai prima chì u mondu hè statu creatu.

E quale hè u primu interessu di Diu in a chjesa? U primu ciò chì interessa ùn hè micca quellu chì a Chjesa face, ma quellu chì a Chjesa hè. L'essere deve precede à fà, perchè ciò chì simu determinanu ciò chì facemu. Per capisce u caratteru murale di u populu di Diu, hè indispensabile capisce a natura di a Chiesa. Cum'è i cristiani, duvemu esse esempi murali di u mondu riflettendu u caratteru pur è a santità di Ghjesù Cristu.

Hè evidenti chì un veru cristianu, sia un arcivescu o un laice ordinariu, deve illustrà in modu chjaru è cunvinente u so cristianisimu attraversu u modu di vive, di parlà, di agisce è di reagisce. I cristiani eramu chjamati per stà "santu è impunibile" davanti à Diu. Duvemu riflette a so Santità, chì hè ancu u scopu di a Chjesa.

A chjesa hà da rivelà a gloria di Diu

Paulu ci dà un altru scopu per a Chjesa in u primu capitulu di Efesini "Ci hà fattu innamurà per mezu di Ghjesù Cristu per i figlioli chì devenu esse i so, secondu u piacè di a so vulintà di lodà a gloria di a so grazia" (Verse 5). "Duvemu serve per lodà a so gloria, noi chì avemu messu a nostra speranza in Cristu da u principiu" (Verse 12).

Ricurdativi! A sintenza: «Avemu postu a nostra speranza in Cristu da u principiu». si riferisce à noi i cristiani chì sò destinati à campà per l'eloghi di a so gloria. U primu compitu di a chjesa ùn hè micca u benessimu di e persone. U benessere hè certamente assai impurtante per Diu, ma questu ùn hè micca u primu compitu di a Chjesa. Piuttostu, eramu stati scelti da Diu per glurificà a so gloria chì a nostra gloria revelaria a so gloria à u mondu. Cumu spiega "Speranza per Tutti": "Avà duvemu rende a gloria di Diu visibile à tutti cù a nostra vita."

Chì hè a gloria di Diu? Hè Diu stessu, a rivelazione di ciò chì Diu hè è face. U prublema cù stu mondu hè a so ignuranza di Diu. Ella ùn hà micca capitu di ellu. In ogni so ricerca è errante, in i so sforzi per truvà a verità, ùn cunnosce micca à Diu. Ma a gloria di Diu deve rivela à Diu per mustrà u mondu ciò chì hè veramente. Quandu l'opere di Diu è a natura di Diu sò dimustrati da a Chjesa, hè glurificatu. Cumu Paul hà descrittu in 2 Corintini 4: 6:

Perchè Diu chì hà urdinatu: "A luce brilla da a bughjura!" hè ancu quellu chì hà abbandunatu a luce in i nostri cori per lascià a cunniscenza di a gloria di Diu brillà à a faccia di Cristu.

E persone ponu vede a gloria di Diu davanti à Cristu, in u so caratteru. E questa gloria, cum'è Paul dice, si trova ancu "in i nostri cori". Diu chjama a Chjesa per revelà à u mondu a gloria di u so caratteru, chì pò esse truvata nantu à a faccia di Cristu. Questu hè ancu citatu in Efesini 1, 22-23: «Iè, hà tuttu (Ghjesù) à i so pedi è hà fattu ellu u capu supremu per a chjesa chì hè u so corpu, a pienezza di tutti chì cumplenu tuttu in tuttu ». Aiò hè una dichjarazione enormi! Eccu Paulu dice chì tuttu ciò chì Ghjesù hè (a so pienezza) si pò vede in u so corpu, è ghjè a Chjesa! U misteru di a chjesa hè chì Cristu vive in ella è u messagiu di a chjesa à u mondu hè di predicallu è di parlà di Ghjesù. Pàulu discrive dinò stu misteru di verità nantu à a chjesa in Efesini 2,19: 22

In cunseguenza, ùn sitete micca più stranieri è prigiuneri, ma sò cittadini pieni cù i santi è i so cumpagni di Diu, custruiti nantu à a fundazione di l'apòstuli è di i profeti, cù quale Cristu Ghjesù ellu stessu hè a pietra fundamentale. In ellu, ogni struttura, cunghjuntata bè, cresce à un tempiu santu in u Signore, è in questu ancu site custruitu in una dimora di Diu in u Spìritu.

Eccu u misteru sacru di a chjesa, hè a dimora di Diu. Campa in u so populu. Questa hè a grande chjamata di a Chjesa per fà visibile u Cristu invisibile. Pàulu discrive u so propiu ministeru cum'è un mudellu di cristianu in Efesini 3.9-10: "È per dà à tutti l'illuminazione nantu à a rilevanza di a realizazione di u misteru chì era pruibitu da i tempi primitivi in ​​Diu, u Creatore di tutte e cose, cusì avà a saviezza multiplica di Diu pò esse divulgata à l'autorità è à i puteri in e regioni celesti per mezu di a cumunità ".

Chiaramente. U compitu di a chjesa hè chì "a saviezza multifacetata di Diu serà cunnisciuta". Sò fatti cunnosce micca solu da l'omu ma ancu di l'angeli chì fighjenu a Chiesa. Queste sò "e forze è puteri in u celu". In più di e persone, ci sò altri esseri chì curanu di a chjesa è amparà da ella.

Certamente i versi sopra dette una cosa assai chjara: A chjamata à a Chjesa hè di spiegà in parolle u caratteru di Cristu chì vive in noi è di pruvà à traversu e nostre attitudini è e nostre azioni. Vulemu proclamà a realtà di u scontru di a vita cambiante cù u Cristu vivu è illustrà vivamente stu cambiamentu per via di una vita selfless, piena di amore. Finu à fà questu, nunda di ciò chì facemu sarà efficace per Diu. Questa hè a vucazione di a Chiesa di cui parla Paul quand'ellu scrive in Efesini 4: 1: "Dunque ti ammontu ... Camminate degne di a vocazione chì vi hè stata data."

Vidite cumu u Signore Ghjesù stessu hà cunfirmatu questu chjamatu in u capitulu di apertura, verset 8 di Atti. Just prima chì Ghjesù ascense à u babbu, dice à i so discìpuli: "Riceverete a forza, però, quandu u Spìritu Santu vene nantu à voi, è serete testimoni per mè in Ghjerusalemme è in tutta a Ghjudea è in Samaria è à a fine di a terra . »
Scopu # 3: A Chjesa deveria esse testimone di Cristu.

A chjama di a Chjesa hè di esse un testimone, è un tistimone hè quellu chì spiega è presenta vivamente. L'apostolu Petru hà una maravigliosa parolla annantu à a testimunianza di a Chjesa in a so prima lettera: "Vu, d'altra parte, site a razza scelta, u sacerdoziu reale, a comunità santa, u populu sceltu per a pruprietà, è duvete averà virtuti Annunziate (atti di gloria) à quelli chì vi hanu chjamatu fora di u bughju in a so luce maravigliosa. » (1 Petru 2,9)

Per piacè nutate a struttura "Sì ..... è duverebbe." Questa hè a nostra priorità cum'è cristiani. Ghjesù Cristu abita in noi per chì pudemu ritrattà vivamente a vita è u caratteru di l'Unu. Hè a respunsabilità di ogni cristianu di sparte sta chjama à a Chjesa. Tutti sò chjamati, tutti sò abitati da u Spìritu di Diu, tutti sò attesi di rializzà a so chjama in u mondu. Hè u tonu chjaru chì sona in tutta a lettera à l'Efesini. A testimunianza di a Chjesa pò esse qualchì volta spressa cum'è un gruppu, ma a responsabilità di testimone hè persunale. Hè a mo è a vostra responsabilità personale.

Ma allora un altru prublema s'apre: u prublema di u pussibule falsu cristianisimu. Hè cusì faciule per a Chjesa è ancu per i cristiani individuali parlare di u caratteru di Cristu è fà grande rivendicazioni chì unu fa. Parechji non-cristiani chì cunnoscenu cristiani cunnoscenu megliu da l'esperienza chì l'imaghjini chì i cristiani dà ùn currispondenu micca sempre à a vera imagina biblica di Ghjesù Cristu. Per quessa, l'apostolu Paulu descrive stu genuu caratteru simile à u Cristu in parolle currettamente seleziunate: «cù tutta l'umiltà è a tenuezza, cù pacienza cum'è quelli chì si tenenu l'uno in amore, è sò ansiosi di mantene l'unità di u spiritu à traversu u ligame di pace. . » (Efesini 4, 2 - 3)

L'umiltà, a pacienza, l'amore, l'unità è a pace sò e vera caratteristiche di Ghjesù. I cristiani duverianu esse testimoni, ma micca arroganti è grossi, micca cun un attitudinu "santu cà voi", micca in una presunzione ipocritica è certamente micca in l'argumentu di a chiesa sughjita induve i cristiani stanu contru à i cristiani. A chjesa ùn deve micca parlà da sè stessu. Idda deve esse misera, micca insistendu nant'à u so putere o di circà di più prestigiu. A Chjesa ùn pò micca salvà u mondu, ma u Signore di a Chjesa pò. I cristiani ùn deve micca travaglià per a Chjesa o aduprà a so energia di vita per elli, ma per u Signore di a Chjesa.

A Chjesa ùn pò micca sustene u Signore, mentre chì si alza. A vera Chjesa ùn cerca micca u putere à l'ochji di u mondu perchè hà digià tuttu u putere chì hà bisognu da u Signore chì abita in ella.

A Chjesa devi ancu esse pazienti è pardunendu sapendu chì e sementi di a verità piglianu tempu di spruverà, tempu di cultivà, è tempu di fruttu. A Chjesa ùn deve micca esigene chì a sucietà faci subitu cambiamenti rapidi in un mudellu longu. Piuttostu, a Chjesa deve esemplificà u cambiamentu suciale pusitivu evitendu u male, praticendu a ghjustizia, è diffondendu cusì e sementi di a verità, chì poi radica in a società è infine porta fruttu di u cambiamentu.

U segnu eccezziunale di u cristianisimu reale

In u so libru "Declinu è caduta di l'Imperu Rumanu", u storicu Edward Gibbon attribuì u colapsu di Roma micca à i nemici invasori, ma à a decadenza interna. Ci hè una sezione in stu libru chì Sir Winston Churchill hà memorizatu perchè ellu truvò adattatu è instructivu. Hè significativu chì sta sezzione trattà u rolu di a chjesa in l'imperu in decadenza.

«Durante a cosa maiò (l'Imperu Rumanu) hè statu attaccatu da una viulenza aperta è minatu da a lenta decadenza, una pura e umile religione s'inserì in la menti di u pòpulu, cresciuta in silenziu è in bassa qualità, ricevutu flotazione grazie à a resistenza è infine alzò la bandiera di a croce. e ruine di u Capitoliu. » U signu più impurtante di a vita di Ghjesù Cristu in un Cristianu hè di sicuru l'amore. Amuri chì accettanu l'altri cume. Amore chì hè misericordiosu è pardunante. Amore chì circà à guarisce malintesi, divisione è relazioni rotte. Ghjesù hà dettu in Ghjuvanni 13:35: "Questa vi dicerà à tutti chì sì i mio discepuli se ti amate l'un l'altru". Questu amore ùn hè mai spressu per via di a rivalità, di l'avidità, di vantà, di l'impatenza o di preghjudiziu. Hè u cuntrariu di l'abusu, a calunnia, l'attinzione è a divisione.

Quì scopremu u putere unificatore chì permette a Chjesa di rializà u so scopu in u mondu: l'amore di Cristu. Cumu riflettemu a santità di Diu? Attraversu u nostru amore! Cumu rivelemu a gloria di Diu? Attraversu u nostru amore! Cumu avemu a tistimunianza à a realtà di Ghjesù Cristu? Attraversu u nostru amore!
U NT hà pocu à dì di i cristiani chì participanu à a pulitica o difendenu "valori familiali", o prumove a pace è a ghjustizia, o oppunenu a pornografia o difendenu i diritti di quellu o di quellu gruppu oppressu. Ùn sò micca dettu chì i cristiani ùn devenu micca cura di sti materie. Ovviamente, ùn pudete micca avè un core chì hè carcu d'amore per e persone è ùn esse micca preoccupatu di cose simili. Ma u NT dice relativamente pocu di queste cose perchè Diu sapi chì l'unicu modu per risolve sti prublemi è curate e relazioni rotte hè introducendu una dinamica intera nova in a vita di e persone - a dinamica di a vita di Ghjesù Cristu.

Hè a vita di Ghjesù Cristu chì l'omi è e donne anu veramente bisognu. Elimina a bughjura cumencia cù l'intruduzione di a luce. A riminzione di l'odiu cumencia cù l'introduzione di l'amore. Elimina a malatia è a depravità principia cù l'intruduzione di a vita. Avemu bisognu di cumincià à presentà à Cristu perchè questu hè u nostru chjamatu chì avemu chjamatu

U Vangelu spuntò in un clima suciale simile à u nostru: era un tempu di inghjustizia, di divisione razziale, di crimine rampanti, di immoralità rampante, di incertezza economica è di paura generalizzata. A chjesa chjesa avia luttatu per a sopravvivenza sottu una persecuzione implacabile è assassina chì ùn pudemu micca oghje imagine. Ma a prima chjesa ùn hà micca vistu a so vucazione per luttà contru l'inghjustizia è l'oppressione o per rinfurzà u so "dirittu". A prima Chjesa hà vistu u so mandatu di riflette a santità di Diu, di rivelazione di a gloria di Diu, è di tistimunianza di a realità di Ghjesù Cristu. E hà fattu per via di a dimostrazione viva di l'amore senza limiti per u so propiu populu è ancu per i fora.

L'esterno di a mug

Qualchese chì cerchi e Scritture per sustene una greva, prutestà di boicot, è altre azioni pulitiche per affruntà i carenze suciali, saranu delusi. Ghjesù chjamava questu: "Lavare l'esterno". Una vera rivoluzione cristiana cambia a ghjente da l'internu. Limpia l'internu di a tazza. Ùn cambia solu e parolle chjave nant'à u poster chì una persona porta. Cambia u core di a persona.

E chjese spessu si sbaglianu quì. Diventanu ossessionati da i prugrammi pulitichi, sia da a diritta sia da a manca. Cristu hè ghjuntu in u mondu per cambià a sucietà, ma micca per azzione pulitica. U so pianu hè per ellu di cambià a sucietà trasfurmendu l'individuu in quella sucietà dendu li un novu core, una nova mente, una riorientazione, una nova direzzione, una nova nascita, una nova vita risvegliata è a morte di sè stessu è l'egoistu. Quandu l'individuu si trasforma in questu modu, avemu una nova sucietà.

Quandu simu cambiati da l'internu, quandu l'internu hè pulito, tutta a nostra vista di e relazioni umane cambia. Quandu ci sia confrontatu à un cunflittu o maltrattamentu, tendemu à risponde à "l'ochju per un ochju". Ma Ghjesù ci chjama à una nova reazione: "benedite quelli chì ci perseghjenu". L'apostulu Paulu ci chjama à stu tippu di reazione quandu scrive: "Siate uniti tra l'altri ... Non ricumpinsate u male cù u male ..... Ùn lasciate u male superavi, ma supera u male per via di u bè". (Rumani 12, 14-21)

U messagiu chì Diu hà affidatu à a Chjesa hè u messagiu più disruptive chì u mondu hà mai intesu. Duvemu ritardà stu messagiu in favore di l'azzione pulitica è suciale? Duvemu esse cuntentate cù u fattu chì a chjesa hè solu una organizazione laica, pulitica o suciale? Avemu abbastanza fiducia in Diu, accettemu cun ellu chì l'amore cristianu, chì hè campatu in a so chjesa, cambierà stu mondu è micca u putere puliticu è altre misure suciale?

Diu ci chjama à esse rispunsevuli di sparghje questa bona nutizia radicale, rivoluzionaria, chì cambia a vita in Ghjesù Cristu in tutta a società. Cù stu putente, trasfurmante, incomparabile messagiu, a Chjesa deve torna una volta penetrare u cummerciu è l'industria, l'educazione è l'apprendre, l'arti è a vita di famiglia è e nostre istituzioni suciali. U Signore risuscitatu Ghjesù Cristu hè ghjuntu à noi per piantà a so vita chì ùn ferma mai in noi. Hè prontu è capace di trasfurmassi in persone amanti, pazienti, fiducia in modu chì simu capaci di trattà cun tutti i prublemi è tutte e sfide di a vita. Ghjè u nostru messaghju per un mondu stancu pienu di paura è di suffrenza. Eccu u missaghju d'amore è di speranza chì purtemu à un mondu disgraziatu è disperatu.

Vivemu per riflette a santità di Diu, per rivelazione di a gloria di Diu è per dà testimoniu di u fattu chì Ghjesù hè venutu per fà l'omi è e donne puri per dentro è fora. Vivemu per amassi è per mustrà l'amore cristianu à u mondu. Eccu u nostru scopu, eccu a chjama di a Chjesa.

di Michael Morrison