Cù a cunfidenza davanti à u tronu

379 cun fiducia davanti à u tronuIn a lettera à ebrei 4,16 dice: "Dunque andemu à u tronu di grazia cun cunfidenza, chì pudemu riceve misericordia è truvà grazia à u mumentu chì avemu bisognu di aiutu". Parechji anni fà aghju intesu un sermone nantu à stu versu. U predicatore ùn era micca un sustentatore di l'evangelu di a prosperità, ma hà fattu chjaru chì duvemu pricà à Diu cun fiducia è cù a nostra testa alta per e cose chì vulemu. S'elli sò boni per noi è per e persone intornu à noi, allora Diu hà da vede ch'elli succedenu ancu.

Beh, hè esattamente ciò chì aghju fattu è induvinate chì? Diu ùn m'hà micca datu e cose chì l'aghju dumandatu di fà. Imagine solu a mo delusione! Hà grattatu un pocu a mo fede perchè mi paria di dà à Diu un saltu tamantu di fede dumandendu à Diu qualcosa cù a testa alta. In listessu tempu, aghju avutu a sensazione chì a mo sfiducia per tuttu mi impedisse di uttene ciò chì aghju dumandatu à Diu. U nostru sistema di credenze cummencia à crollà se Diu ùn ci dà micca ciò chì vulemu quandu sapemu sicuru chì seria megliu per noi è per tutti l'altri? Sapemu veramente ciò chì hè megliu per noi è per tutti l'altri? Puderemu pensà cusì, ma in realtà ùn sapemu micca. Diu vede tuttu è ellu sà tuttu. Solu ellu sà ciò chì hè megliu per ognunu di noi! Serà veramente a nostra sfiducia chì impedisce l'azzione di Diu? Cosa significa in realtà stà davanti à a misericordia di Diu cun fiducia?

Stu passaghju ùn hè micca di stà davanti à Diu cù u tipu d'autorità chì sapemu - una autorità chì hè valente, determinata è sfacciata. Piuttostu, u versu pinta una figura di ciò chì a nostra rilazioni intima cù u nostru sacerdote, Ghjesù Cristu, deve esse. Pudemu indirizzà direttamente à Cristu è ùn avemu micca bisognu di alcuna altra persona cum'è mediatore - nè prete, cleru, guru, clarividente o anghjulu. Stu cuntattu direttu hè qualcosa assai speciale. Ùn era micca pussibule per e persone prima di a morte di Cristu. Duranti l'era di l'Antica Allianza, u suvviru sacerdote era u mediatore trà Diu è l'omu. Solu ellu avia accessu à u locu più santu (Ebrei 9,7). Stu locu straordinariu in u tabernaculu era speciale. Hè cridutu chì questu hè u locu induve a prisenza di Diu era nantu à a terra. Un pannu o cortina siparava da u restu di u tempiu, induve a ghjente era permessa di stà.

Quandu Cristu hè mortu per i nostri piccati, a cortina hè stata strappata in dui7,50). Diu ùn stà più in u tempiu fattu da l'omu (Atti 1 Cor7,24). A strada di Diu, u Patre ùn hè più u tempiu, ma è esse curaggiu. Pudemu dì à Ghjesù cumu ci sentimu. Il ne s'agit pas d'exprimer des questions et des demandes courageuses qu'on aurait pu satisfaire. Si tratta di esse onestu è senza paura. Si tratta di versà u nostru core à quelli chì ci capiscenu è avè a cunfidenza chì farà ciò chì hè megliu per noi. Venemu davanti à ellu cun cunfidenza è a nostra testa alta per pudè truvà gràzia è bontà per aiutà in i tempi difficiuli. (Ebrei 4,16Immaginate chì ùn avemu più da preoccupari di e parolle sbagliate, i tempi sbagliati, o a postura sbagliata in e nostre preghiere. Avemu un gran prete chì guarda solu i nostri cori. Diu ùn ci punisce micca. Ci vole à capisce quantu ci ama ! Ùn hè micca a nostra fede o a so assenza, ma a fideltà di Diu chì dà sensu à e nostre preghiere.

Suggerimenti di implementazione

Parlate à Diu tuttu u ghjornu. Onestamente, dimmi cumu sì. Quandu site cuntentu, dite: "Diu, sò tantu felice. Grazie per e cose boni in a mo vita ". Quandu site tristu, dite: "Diu, sò tantu tristu. Per piacè consolami. ». Sè ùn site micca sicuru è ùn sapete micca ciò chì fà dopu, dite: "Diu, ùn sò micca ciò chì fà dopu. Per piacè aiutami à vede a vostra vuluntà in tuttu ciò chì si trova davanti à mè. ». Quandu site arrabbiatu, dite: "Signore, sò tantu arrabbiatu. Per piacè aiutami à ùn dì qualcosa chì mi dispiace più tardi ". Dumandate à Diu per aiutà è di fiducia in ellu. Pregate chì a vulintà di Diu sia fatta, micca a so. In Ghjacumu 4,3 dice "Tu dumandate è riceve nunda perchè dumandate cù mala intenzione, vale à dì per pudè perdillu nantu à i vostri desideri". Se vulete riceve bè, duvete dumandà bè. Repetite versi o canti di a Bibbia durante u ghjornu.    

da Barbara Dahlgren


in pdfCù a cunfidenza davanti à u tronu