Legge è grazia

184 lege è grazia

Un paru di settimane fà mentre ascultava a canzone di Billy Joel, State of Mind New York, mentre navigava e mo nutizie in ligna, aghju accadutu annantu à l'articulu seguente. Indica chì u Statu di New York hà passatu pocu tempu a lege chì pruibisce u tatuu è u piercing di l'animali domestici. Mi hè divertitu amparà chì una lege cusì hè necessaria. Apparentemente sta pratica diventa una tendenza. Dubitu chì parechji New Yorkers anu pigliatu nota di u passaghju di stu prughjettu, chì era solu unu di tanti chì sò entrati in vigore in questu statu. Per natura, i guverni à tutti i livelli sò leciti. Senza dubbitu adoptenu assai novi pruibizioni è cumandamenti. Per a maiò parte, cercanu di fà u mondu un locu megliu. E lege sò qualchì volta necessarie solu perchè a ghjente ùn manca di sensu cumunu. Sia cum'ella sia, u canali di notizie CNN hà dettu chì 201440.000 leggi nove sò entrate in vigore in i Stati Uniti in u.

Perchè tante leie?

Soprattuttu perchè noi omi cù a nostra tendenza à u peccatu pruvemu à truvà lacune in i regulamenti esistenti. Di conseguenza, sò necessarie sempre più leggi. Pochi serianu richiesti se e leggi pudessinu rende a ghjente perfetta. Ma questu ùn hè micca u casu. U scopu di a legge hè di tene luntanu à e persone imperfette è di prumove l'ordine è l'armunia suciale. In a so lettera à a chjesa di Roma, Paulu hà scrittu ciò chì seguita in Rumani 8,3 nantu à i limiti di a lege chì Diu hà datu à Israele per mezu di Mosè (Rumani 8,3 GN). «A lege ùn ci pudia micca purtà a vita umana perchè ùn andava micca contr'à a nostra natura egoista. Dunque Diu hà mandatu u so Figliolu in a forma fisica di noi egoisti, persone dipendenti da u peccatu, è u lascia more cum'è sacrifiziu per a culpabilità di u peccatu. Cusì hà fattu u prucessu di u peccatu precisamente induve ellu avia sviluppatu u so putere: in a natura umana ".

Per ùn avè capitu e limitazioni di a lege, i capi religiosi d'Israele aghjunghjenu disposizioni supplementari è aghjunte à a Lege di Mosè. Ci hè ancu ghjuntu un puntu induve era guasgi impussibile di tene traccia di ste leggi, ancu menu di rispettalli. Qualunque sia a legge passata, a perfezione ùn hè mai stata ottenuta mantenendu a legge (è ùn serà mai realizatu). È era esattamente induve Paulu era cuncernatu. Diu ùn hà micca datu a lege per fà u so populu perfettu fà (ghjustu è santu). Solu Diu rende a ghjente perfetta, ghjusta è santa - per grazia. In cuntrastu cù a legge è a gràzia, alcuni mi accusanu di odià a legge di Diu è di prumove l'antinomicismu. (L'antinomisimu hè a cridenza chì per grazia unu hè redimitu da l'obbligu di ubbidì à e leggi murali). Ma nunda hè più luntanu da a verità. Cum'è tutti l'altri, vogliu chì a ghjente ubbidisca megliu à e lege. Quale hè chì vulete chì l'illegalità esista quantunque? Ma cum'è Paulu ci ramenta, hè vitale capisce ciò chì a lege pò è ùn pò micca fà. In a so misericòrdia, Diu hà datu à Israele a lege, cumprese i Dece Cumandamenti, per guidalli in un modu megliu. Hè per quessa chì Paul hà dettu in Rumani 7,12 (Traduzzione NEW LIFE): "Ma a lege stessa hè santa, è u cumandamentu hè santu, ghjustu è bonu." Ma per a so natura, a lege hè ristretta. Ùn pò micca pruduce a salvezza, nè liberà à nimu da a culpabilità è a cundanna. A lege ùn ci pò ghjustificà o ricuncilià, nè menu santificà è glurificà ci.

Solu a gràzia di Diu pò fà questu attraversu u travagliu di riconciliazione di Ghjesù è di u Spìritu Santu in noi. Cum'è Paul hà scrittu in Galati 2,21, "Ùn ricusà micca a gràzia di Diu. Se pudessimu stà davanti à Diu rializendu a lege, allora Cristu sarebbe mortu in vain ».

In questu riguardu, Karl Barth hà ancu predicatu à i prighjuneri in una prigione svizzera:
«Dunque, ascultemu ciò chì dice a Bibbia è ciò chì noi, cristiani, simu chjamati à sente inseme: site statu redenti da a gràzia! Nuddu pò dì questu per ellu stessu. Nemmenu pò dì à nimu. Solu Diu pò dì à ognunu di noi questu. Ci vole à Ghjesù Cristu per fà sta dichjarazione vera. Ci vole l'apostuli per cumunicà li. È ci vole a nostra reunione quì cum'è cristiani per spannallu trà di noi. Hè dunque una nutizia onesta è una nutizia assai particulare, a nutizia a più passiunante di tutte, è ancu a più utile - di fattu a sola utile. "

À sente a bona nova, l'evangelu, alcune persone teme chì a grazia di Diu ùn funziunaranu micca. I ghjuridichi sò particularmente cuncernati chì a ghjente trasfurmassi a grazia in licenza. Ùn pudete micca capisce a verità rivelata da Ghjesù chì a nostra vita hè custituita da a relazione cù Diu. Servendu cun ellu, a so pusizione di creatore è di redentore ùn hè in alcun modu interrogatu arbitrariamente.

U nostru rolu hè di campà è di sparte a bona nutizia, proclamà l'amore di Diu è esse un esempiu di gratitudine per l'autorevelazione di Diu è l'intervenzione in a nostra vita. Karl Barth hà scrittu in "Kirchlicher Dogmatik" chì sta ubbidienza à Diu principia in forma di gratitudine: "A Grazia evoca a gratitudine, cum'è un sonu evoca un ecu". A gratitudine seguita a gràzia cum'è u tronu seguita a saetta.

Barth hà ancu dettu più:
«Quandu Diu ama, palesa u so esseru più internu in u fattu ch'ellu ama è dunque cerca è crea cumunità. Questu esse è fà hè divinu è si distingue da tutti l'altri tippi d'amore in chì l'amore hè a grazia di Diu. A Grazia hè a natura inconfundibile di Diu, in quantu cerca è crea cumunità per mezu di u so amore è di u so favore liberi, senza prerequisizione di alcun meritu o rivendicazione di l'amatu, ancu micca ostaculata da alcuna indignità o opposizione, ma à u cuntrariu, per evità ogni indignità è per superà ogni resistenza. Sta caratteristica distintiva ci mostra a divinità di l'amore di Diu ".

Puderaghju imaginà chì a vostra sperienza ùn hè diversa da a mia in quantu à a lege è a grazia. Cum'è voi, mi piacerebbe megliu avè una relazione chì sorge da l'amore chè una persona chì hè impegnata in a lege. A causa di l'amore di Diu è di a grazia versu noi, vulemu ancu amare è piacevule à Ellu. Benintesa chì possu pruvà à ubbidimlu fora di un sensu di duveri, ma mi piacerebbe serve cun ellu cum'è spressione di un veru affare d'amore.

Quandu pensu à campà per grazia, mi ramenta un'altra canzone di Billy Joel: "Keeping the Faith" (dt: «mantene a fede»). Ancu s'ellu ùn hè micca teologicamente precisu, a canzone porta un missaghju impurtante: «Sì a memoria ferma, allora tengu a fede. Iè, iè, iè, iè Mantene a Fede. Iè tengu a fede Iè eiu."   

di Ghjiseppu Tkach