Preghiera - assai più chè parolle

A preghiera 232 hè più cà solu parolle I supposite chì avete ancu avè passatu tempi di disperazioni quandu avete dumandatu à Diu di intervene. Forsi avete pricatu per un miraculu, ma evidentemente in vain; u miraculu ùn hà materializatu. Pensu ancu chì eru raghjosu di amparà chì e preghiere per guarì una persona era stata rispostu. C'è una signora chì i nervi sò cresciuti dopu a prega per a so guariscenza. U duttore l'avia cunsigliatu: "Qualunque fate, fate avanti!" Parechji di noi, sò sicuru, sò cunfortu è incuraghjitu perchè sapemu chì l'altri pregu per noi. Sò sempri animatu quandu a ghjente m'hà dettu chì mi preghjanu. In risposta, sò di solitu dicendu: "Grazie mille, vogliu veramente tutte e vostre preghiere!"

Una mente sbagliata

E nostre esperienze cù e preghiere ponu esse stati pusitivi o negativi (prubabilmente tramindui). Dunque ùn duvemu micca scurdà ciò chì Karl Barth hà osservatu: "L'elementu decisivu di e nostre preghere ùn sò micca e nostre richieste, ma a risposta di Diu" (Preghiera, p. 66). Hè facilitu per capisce a reazione di Diu se ùn hà micca rispostu in a manera prevista. Un prestu si pronta à crede chì a preghiera hè un prucessu meccanicu - unu pò aduprà à Diu cum'è una venditrice cosmica, in u quale si tira in i so desideri è u «pruduttu» desideratu pò esse estrautu. Questa mentalità sbagliata, chì hè vicinu à una forma di corruzzione, spessu spende in preghiere chì si tratta di ottene u cuntrollu di una situazione chì simu impussibili à trattà.

U scopu di a preghiera

A preghiera ùn hè micca per motivà à Diu per fà e cose chì ùn vole micca di fà, ma per unisce cun ciò chì face. Hè ancu di ùn vulete micca cuntrullà Diu, ma di ricunnosce chì Ellu cuntrola tuttu. Barth a spiega cusì: "Con a piegatura di e mani in a preghiera, principia a nostra ribellu contru l'inghjustizia in stu mondu". In questa dichjarazione, hà cunfessu chì noi, chì ùn sò micca di stu mondu, semu participati à a missione di Diu in u mondu in preghiera. Invece di piglià ci fora di u mondu (cù tutte e so inghjustizie), a preghera ci unisce à Diu è à a so missione di salvà u mondu. Perchè Diu ama u mondu, hà mandatu u so Figliolu in u mondu. Quandu ci aprimu cù u core è a mente à a vulintà di Diu in preghiera, allora lanciamu a nostra fiducia in quellu chì ama u mondu è noi. Hè quellu chì hà cunnisciutu a fine da u principiu è chì ci pò aiutà à capì chì sta vita presente, finita, hè u principiu è micca a fine. Stu tipu di preghiera ci aiuta à vede chì stu mondu ùn hè micca ciò chì Diu vole ch'ellu sia, è ci cambia per pudè esse i purtatori di speranza quì è avà in u regnu attuale di Diu, in espansione. Quandu u cuntrariu di ciò chì dumandavanu accade, alcune persone si innamuranu di a visione deistica di Diu luntanu è disinteressatu. Altri ùn volenu più nunda à chì vede cù a so cridenza in Diu. Hè cusì chì Michael Shermer, fundatore di a Società di u Scetticu, l'hà campatu (Alimanu: Associazione di Scettichi). Perde a fede quandu u so amicu di u culleghju hè statu feritu seriu in un accidente di vittura. A so spina era rotta è per via di a paralisi in cintura, hè dipende da una sedia à rotule. Michael avia cridutu chì Diu avia duvutu sente e preghiere per a guariscenza perchè era una persona veramente bona.

Diu hè sovranu

A preghiera ùn hè micca un mezzu per guidà à Diu, ma un umile ricunniscenza chì tuttu hè sottu à ellu, ma micca noi. In u so libru Diu in Dock CS Lewis spiega cusì: Ùn pudemu micca influenzà a maiò parte di l'avvenimenti chì succede à l'universu, ma alcuni pò. Hè simili à un ghjocu in quale u paràmetru è a trama generale sò dicta da l'autore; però, resta un certu campu in quale l'attori anu da improvisà. Pò sembrà stranu perchè ci permette ancu di inizià eventi reali, è pare ancu più sorprendente chì ci ha datu preghiera invece di qualsiasi altru metudu. U filosofu cristianu Blaise Pascal hà dettu chì Diu "introduciu a preghiera per dà à i so criaturi a dignità di fà cambiamenti".

Forse serebbe più veru di dì chì Diu hà cunsideratu sia a preghiera sia l'atti fisichi per questu scopu. Ci hà datu à creature piccole a dignità di pudè participà à l'avvenimenti in dui modi. Hà creatu a materia di l'universu in modu chì pudemu usalla in certi limiti; perciò pudemu lavà e mani è l'utilizamu per alimentà i nostri cumpagni umani o per tumbà. In modu simili, Diu hà cunsideratu in u so pianu o in a so storia chì permette qualchì passaghju è pò ancu esse mudificatu in risposta à e nostre preghiere. Hè stupidu è impropiu di dumandà a vittoria in una guerra (s'è tù l'aspetta di sapè chì hè megliu); seria cusì stupidu è improperu di dumandà u tempu simpaticu è di mette una giacca - Diu ùn sà megliu se duvemu secca o umida?

Perchè prega?

Lewis palesa chì Diu vole chì noi cumunicemu cun ellu per via di a preghiera è spiega in u so libru Miraculi (Tedescu: miraculu), Diu hà digià preparatu e risposte à e nostre preghiere. A quistione sorge: perchè prega? Lewis risponde:

Quandu dicemu u risultatu, dite una disputa o cunsigliu medico, in preghiera, vene spessu in mente (se solu sapessimu) chì un avvenimentu hè digià statu decisu d'una manera o di un'altra. Ùn pensu micca chì sia un bon argumentu per smette di pregà. L'avvenimentu hè statu sicuramente decisu - in u sensu chì hè statu decisu "prima di tutti i tempi è di u mondu". Tuttavia, una cosa chì hè presa in considerazione per piglià a decisione chì ne face veramente un avvenimentu definitu pò esse a preghiera stessa chì stemu aducendu avà.

Ùn capite tuttu questu? In risponde à a vostra preghiera, Diu puderia avè cunsideratu chì pricherete. I cunclusioni quì sò pensavuli è eccitanti. Hè tuttu più evidente chì e nostre preghiere sò impurtanti; anu significatu.

Lewis cuntinua:
Mudendu chjuchevuli cume sona, cuncludi chì in meziornu pudemu participà à una catena di cause di un avvenimentu chì hè digià accadutu à 10.00 ore di sera. (Alcuni scientifichi trovanu più faciule da descrizzà cusì chì da sprime si in una manera generalmente capibile). L'imagine chì ùn ci hè micca dubbitu ci face sente chì siamu ingannati. Avà mi dumandu: "Allora, quandu aghju finitu di pricà, pò Diu vultà à cambià è ciò chì hè accadutu digià?" Innò L'avvenimentu hè digià accadutu è una di e ragioni per quessa hè u fattu chì facite tali dumande invece di pricà. Cusì depende ancu di a mo scelta. A mo azzione libera cuntribuisce à a forma di u cosmu. Sta participazione hè stata creata in l'eternità o "prima di tutti i tempi è di i mondi", ma a mo cuscenza di questu mi solu ghjunghje à un certu puntu di u tempu.

A preghiera faci qualcosa

Ciò chì Lewis vole dì hè chì a preghiera faci qualcosa; hà sempre è vole sempre. Perchè? Perchè e preghiere ci danu l'occasione di participà à l'azzioni di Diu cun ciò chì hà fattu, avà face è farà. Ùn pudemu micca capisce cumu tuttu hè cunnessu è funziona inseme: scienza, Diu, preghiera, fisica, tempu è spazio, cose cum'è un entranglement quantum è una meccanica quantistica, ma sapemu chì Diu hà determinatu tuttu. Sapemu ancu chì ellu ci invita à participà à ciò chì face. A preghiera importa assai.

Quandu pregu, pensu chì hè megliu per mette e mo preghiera in e mani di Diu, perchè sà chì Li ghjudicheghja bè è li mette in u so bonu sforzu in modu adattatu. Credu chì Diu face tutte e cose bè per i so gloriosi scopi (chì include e nostre preghiere) Sò ancu cunnuscenu chì e nostre preghiere sò sustinute da Ghjesù, u nostru grande sacerdote è avvucatu. Ellu riceve a nostra preghiera, i santifiche è u scambia cù u Babbu è u Spìritu Santu. Per quessa, suppone chì ùn ci sò preghiere senza risposta. E nostre preghiere cunghjunghjenu cù a vuluntà, u scopu è a missione di u Diu Triune - assai di questu hè statu stabilitu prima di a fundazione di u mondu.

Se ùn possu micca spiegà esattamente perchè e preghiere sò cusì impurtanti, confiu in Diu chì hè. Hè per quessa chì sò incuraghjitu quandu amparatu chì i mo cumpagni umani preghjanu per mè è speru chì sì ancu animatu perchè sapete chì ti pregu per voi. Ùn possu micca fà per pruvà à guidà Diu, ma per glurificà Quellu chì dirige tuttu.

Ringraziu è elogiu a Diu chì hè Signore di tuttu è chì e nostre preghiere sò impurtanti per ellu.

Ghjiseppu Tkach

prisidenti
COMUNITÀ INTERNAZIONALE GRACE


in pdfPreghiera - assai più chè parolle