Diu ùn mai smette di amassi!

300 Dieu mai smette di amassi

Sapete chì a maiò parte di a ghjente chì crede in Diu trova difficiule di crede chì Diu li ama? E persone si trovanu facili l'imagine à Diu cum'è creatore è ghjudice, ma terribilmente difficili di vede à Diu cum'è quellu chì ama è cura di elli profondamente. Ma a verità hè chì u nostru Diu infinitamente amatore, creattivu è perfettu ùn crea qualcosa chì hè oppostu à ellu, chì hè in uppusizione cun ellu stessu. Tuttu ciò chì Diu crea hè bonu, una manifestazione perfetta in l'universu di a so perfezione, a creatività è l'amore. Induve ci truvamu u cuntrariu - odiu, egoismo, avidità, paura è paura - ùn hè micca perchè Diu l'ha creatu cusì.

Chì ghjè a male invece di a perversione per qualcosa chì era inizialmente bè? Tuttu ciò chì Diu hà creatu, ancu noi umani, era estremamente bonu, ma hè l'abusu di a creazione chì crea u male. Esiste perchè avemu aduprà a bona libertà chì Diu ci ha datu in modu sbagliatu per distaccià noi di Diu, a fonte di u nostru essere, piuttostu cà avvicinàci di Ellu.

Chì significa questu per noi personalmente? Simply this: Diu ci hà creatu fora di u fondu di u so amore altruista, da a so perfezione illimitata è u so putere creatore. Questu significa chì simu perfettamente sani è boni, cum'è ci hà creatu per noi. Ma chì ci sia di i nostri prublemi, peccati è sbagli? Eccu tutti sò u risultatu di u fattu chì avemu alluntanatu da Diu, chì vedemu sè stessu cum'è a fonte di u nostru esse invece di Diu chì ci hà fattu è priserve a nostra vita.

S'è avemu apartu di Diu è andemu in a nostra propria direzzione, luntanu da u so amore è a so battezza, ùn pudemu micca vede ciò chì Ellu hè veramente. U vedemu cum'è un ghjudice spaventosu, qualchissia chì averia da paura, qualchissia chì aspetta di ferisceci, o vindicà qualcosa di ciò chì avemu fattu. Ma Diu ùn hè micca cusì. Ellu hè sempre bellu è ci ama sempre.

Ellu voli chì u cunnuscemu, sperimentà a so pace, a so gioia, u so amore riccu. U nostru Salvatore Ghjesù hè l'imaghjini di a natura di Diu, è porta tutte e cose cù a so putente parolla (Ebrei 1,3). Ghjesù ci hà dimustratu chì Diu hè per noi, chì malgradu u nostru tentativu insane di scappà da ellu, Ellu ci ama. U nostru Babbu celesticu vole chì ci voltessinu è vengu à a so casa.

Ghjesù hà cuntatu una storia di dui figlioli. Unu di elle era simile à tè è à mè. Volia esse u centru di u so universu è creà u so mondu per ellu stessu. Dunque, hà riclamatu a mità di u so legatu è curreva finu à u putere, vivendu solu per piacè sè stessu. Ma a so dedicazione à piace per ellu stessu è di campà per ellu stessu ùn hà micca travagliatu. Cantu più usava i so soldi di eredità per ellu stessu, peghju si sentia è più miserabile diventò.

Trà u prufondu di a so vita trascurata, i so pinsamenti si vultaru à u babbu è in a so casa. Per un breve, luminoso mumentu, hà capitu chì tuttu ciò chì vulia veramente, tuttu ciò chì avia veramente bisognu, tuttu ciò chì l'ha fattu senti è felice era truvatu ghjustu in casa cù u babbu. In a forza di stu mumentu di a verità, in questu cuntattu momentaneu senza cuntattu cù u cori di u babbu, si stacciò da u cacciadore è hà cuminciatu à fà u so caminu à a casa, dumandandu se u so babbu ne avia una. u divagatu è perdente diventerebbe.

Sapete u restu di a storia - pudete truvallu in Luca 15. U babbu ùn solu l'hà pigliatu solu, u vide à vene quand'ellu era sempre luntanu; avia aspittatu in seriu u so figliolu prodigiu. È curru à scuntrellu, abbracciò, è doccallu cù u listessu amore chì avia sempre avutu per ellu. A so gioia era cusì grande chì avia da esse celebrata.

C'era un altru fratellu, u anzianu. Quellu chì si stava incù u babbu, chì ùn si ne era scappatu è chì ùn avia messu in panna a so vita. Quandu stu fratellu hà intesu parlà di a celebrazione, era in còllera è amara cù u fratellu è u babbu è ùn vulia micca entra. Ma u babbu si ne hè andatu ancu è fora di u listessu amore chì li parlava è l'affirmò cù u listessu amore infinitu cù quale avia affissatu u so figliolu viziu.

U fratellu maiò hà finamente cunvertitu è ​​participeghja à a festa? Ghjesù ùn ci hà dettu chì. Ma a storia ci dice ciò chì tutti avemu bisognu di cunnosce - Diu ùn mai lascià amassi. Iddu tene à noi per vultà in daretu è vultà à ellu, è ùn hè mai una questione se ellu perdonerà, accettarà è ci amarà perchè hè Diu u nostru Babbu, chì l'amore infinitu hè sempre u listessu.

Hè ora di per voi di piantà di fughje da Diu è di vultà in casa soia? Diu ci hà fattu perfetti è intere, una meravigliosa espressione in u so bellu universu di u so amore è di a so putenza creativa. È simu sempre Simu solu di vultà è di cunnette cù u nostru Creatore, chì ci amora ancu oghje, cumu ci hà amatu quandu ci hà chjamatu di esse.

di Ghjiseppu Tkach


in pdfDiu ùn mai smette di amassi!