Mantene a calma

451 stà calmu Qualchì annu fà statu à Harare, Zimbabwe per dà lezioni di chjesa. Dopu avè statu allughjatu in u mo hotel, aghju fattu un passeghju dopu meziornu per e strade di a capitale animata. Unu di l'edificii in u centru di a cità m'hà chjusu per via di u so stile architettonicu. Aghju pigliatu un coppiu di foto quand'ellu aghju intesu subitu qualchissia gridà: "Eh! Ehi Eri lu! » Quandu aghju vultatu, aghju sguardatu direttamente in l'ochji di un suldatu chì stava fegatu in furia. Era armatu di un fucile è mi puntò di colpu. Dopu cuminciò à impastà u mo fucile contra u pettu è m'hà gridatu: "Eccu una zona di sicurezza - hè pruibitu di piglià foto quì!" Eru assai paura. Un spaziu di sicurità à mezu à a cità? Cumu hè accadutu? A ghjente si firmò è si staccavanu à noi. A situazione era tensa, ma stranu, ùn aghju micca paura. Aghju dettu cun calma: «Mi dispiace. Ùn sapia micca chì ci era una zona di sicurità. Ùn ne vogliu più fà ritratti. » A urla aggressiva di u suldatu cuntinuava, ma più forte s'hè gridatu, più eu abbandunò a mo voce. Scusemu dinò. Allora accade qualcosa stupente. Hè ancu abbassatu gradualmente u so voluminu (è u fucile!) hà cambiatu u so tonu è mi sintinu invece di attaccà mi. Dopu un pocu tempu avemu avutu una conversazione assai piacevule, chì hà finitu per mostrà u caminu à a libreria lucale!

Quandu sò partutu è mi vultò in u mo hotel, un dettu ben cunnisciutu mi stava venutu in mente: "Una risposta ligera stende a rabbia" (Proverbi 15,1). Hè stata attraversu stu bizzicu incidente ch'e aghju sperimentatu l'effettu drammaticu di e parolle sàge di Salomon. M'arricordu ancu di dì una preghiera specifica quella mattina, chì sparteraghju cun voi più tardi.

Ùn hè micca cumuni in a nostra cultura dà una risposta muda - piuttostu hè u cuntrariu. Ci hè invitati à "lascià i nostri sentimenti fora" è à "dì ciò chì sentemu". U passaghju in Proverbi 15,1 pare chì ci incuragisce à mette cù tuttu. Ma ogni insensu pò gridà o insultà. Piglia assai più caratteru per scuntrà una persona disgraziata cun calmezza è gentilezza. Si tratta di esse simule à Cristu in a nostra vita di ogni ghjornu (1 Ghjuvanni 4,17). Ùn hè micca cusì faciule ch'è fattu? Aghju amparatu certe lezioni di valore (è aghju sempre apprendu!) quandu si tratta di una persona arraggiata è aduprendu una risposta suave.

Pagate à l'altru cù a stessa munita

Ùn hè micca quandu avete da discutiri cù qualcunu chì l'altru hà da pruvà à luttà? Se l'avversariu fa cumenti chjosi, allora vulemu tagliallu. Si grida o grida, urla ancu più forte se pussibule. Tuttu u mondu vole avè l'ultima parola, sbarcate un ultimu hit, o hit un ultimu colpu. Ma sè avemu solu tirà i nostri fucili è ùn pruvà micca di pruvà à l'altru chì hà sbagliatu è micca aggressivu, l'altru spessu calma prestu. Parechji disputi ponu esse rinfriscati o sfondati ancu di più da u tipu di risposta chì duvemu.

Irraggiamente pusatu a rabbia

Aghju ancu amparatu chì quandu qualcunu pare esse fastidiu cun noi, qualcosa ùn hè micca sempre ciò chì pensemu. U cunduttore pazzu chì hà tagliatu oghje ùn hà svegliatu sta mattina cù l'intenzione di scacciate fora di a strada! Ùn ti cunnosce mancu, ma ellu cunnosce a so moglia è hè in furia cun ella. Sò ghjuntu à esse in a so manera! L'intensità di sta còllera hè spessu sproporzionata da u significatu di l'eventu chì l'ha attivata. U sensu cumunu hè sustituitu da còllera, frustrazione, delusione è ostilità à e persone sbagliate. Hè per quessa chì si tratta di un cunduttore aggressivu in a strada, un cliente impolitu in u registru di cassa o un patronu gridante. Ùn sì micca quellu chì site arraggiatu, allora ùn pigliate micca a so rabbia personalmente!

Cum'è l'omu pensa profondamente, hè cusì

Se vulemu risponde à una persona disgraziata cun una risposta leve, u nostru core deve esse ghjustu. Prima o dopu, i nostri pinsamenti generalmente saranu riflessi in e nostre parolle è i nostri cumpurtamenti. U Libru di Pruverbii ci insegna chì "u core di un omu sàviu hè carattarizatu da discursi intelligenti" (Proverbi 16,23). Cum’è un bucket d’acqua da un pozzu, a lingua coglie ciò chì si trova in core è l’aprizzate. Quandu a fonte hè pulita, hè ciò chì a lingua parla. S'ellu hè cuntaminatu, a lingua parlera impura. Sì e nostre menti sò contaminate da pinsamenti amari è arraggiati, a nostra reazione riflessiva à una persona furiosa serà dura, offensiva è di vendetta. Fate una nota di u dettu: «Una risposta leve respinge l'ira; ma una parola dura eccita Grimm » (Proverbi 15,1). Internaziallu. Salomone dice: "Tenete sempre in mente è tenete in core. Perchè quellu chì ci trova, portanu a vita è guariscenu per tuttu u so corpu » (Proverbii 4,21: 22 Nuova Traduzione di Ginevra).

Sempre chì scontre à qualchissia chì hè in furia, avemu una scelta di cumu reagiscenu à elli. Tuttavia, ùn pudemu micca pruvà à fà questu per noi è agisce in modu cunsequenza. Mi porta a me preghiera annunziata sopra: «Babbu, mette i vostri pensi in mente. Mette e to parolle nantu à a mo lingua in modu chì e vostre parolle diventenu e mo parolle. In a to grazia m'aiuti oghje à esse cum'è Ghjesù per l'altri. » E persone arrabbiate appariscenu in a nostra vita quandu noi ùn ci aspittemu menu. Preparate.

di Gordon Green


in pdfMantene a calma