A seconda venuta di Cristu

128 u secondu vene Cristu

Cum'ellu hà prumessu, Ghjesù Cristu hà da vultà à a terra per ghjudicà è guvernà tutti i populi in u regnu di Diu. A so seconda venuta in putere è gloria serà visibile. Questu avvenimentu ushers in a risurrezzione è a ricumpensa di i santi. (Ghjuvanni 14,3; epifania 1,7; Matteu 24,30; 1. Tessalonicesi 4,15-17; Apocalisse 22,12)

Riturnerà Cristu?

Chì pensate chì seria u più grande avvenimentu chì puderia accade nantu à a scena mundiale? Un'altra guerra mundiale? A scuperta di una cura per una malattia terribile? A pace mundiale, una volta per tutte? O cuntattu cù intelligenza extraterrestra? Per milioni di cristiani, a risposta à sta dumanda hè simplice: u più grande avvenimentu chì puderia mai accade hè a seconda venuta di Ghjesù Cristu.

U messaghju centrale di a Bibbia

Tutta a storia biblica si cuncentra nantu à a venuta di Ghjesù Cristu cum'è Salvatore è Rè. In u Giardinu di l'Eden, i nostri primi genitori rumpiu a so relazione cù Diu per via di u peccatu. Ma Diu hà preditu a venuta di un Salvatore chì guariscerà sta rottura spirituale. Riguardu à a serpente chì hà purtatu à Adamu è Eva à u peccatu, Diu hà dettu : « È metteraghju inimicizia trà tè è a donna è trà a to discendenza è a so discendenza ; ti sfracicà a testa è li pugnarai in u tallone »(1. Mosè 3,15).

Questa hè a più antica prufezia in a Bibbia di un Salvatore chì sfracicà u putere di u peccatu chì u peccatu è a morte esercitanu annantu à l'omi ("crush your head"). Cume? Per mezu di a morte sacrificale di u Salvatore ("tu pugnarai in u tallone"). Ghjesù hà rializatu questu à a so prima venuta. Ghjuvanni Battista u ricunnosce cum'è "l'Agnellu di Diu chì porta u peccatu di u mondu" (Ghjuvanni 1,29).

A Bibbia palesa l'impurtanza centrale di l'incarnazione di Diu à a prima venuta di Cristu. A Bibbia rivela ancu chì Ghjesù vene avà in a vita di i credenti. È a Bibbia dice cun certezza chì vene da novu, visibilmente è cun putenza. Infatti, Ghjesù vene in trè modi diffirenti:

Ghjesù hè ghjuntu

Avemu l'omu bisognu di a redenzione di Diu - a so salvezza - perchè Adamu è Eva peccatu è purtonu a morte à u mondu. Ghjesù hà purtatu sta salvezza per more in u nostru locu. Paul hà scrittu in Colossiani 1,19-20: "Perchè hà piaciutu à Diu chì tutta l'abbundanza abitassi in ellu è per ellu hà cunciliatu tuttu cun ellu stessu, sia in terra sia in celu, fendu a pace per via di u so sangue nantu à a croce". Ghjesù guarì a rupture chì hè accaduta prima in u Giardinu di l'Eden. Per mezu di u so sacrifiziu, l'umanità pò esse cunciliata à Diu.

E prufezie di l'Anticu Testamentu indicavanu u regnu di Diu in u futuru. Ma u Novu Testamentu principia cù Ghjesù chì proclama a bona nova di Diu: "U tempu hè cumpiitu ... è u regnu di Diu hè vicinu", disse (Marcu. 1,14-15). Ghjesù, u Rè di u Regnu, camminò trà e persone ! Ghjesù "offrì un sacrificiu per i peccati" (Ebrei 10,12). Ùn duvemu mai sottovalutà l'impurtanza di l'incarnazione di Ghjesù, di a so vita è di u ministeru circa 2000 anni fà.

Ghjesù hè ghjuntu. Inoltre - Ghjesù vene avà

Ci hè una bona nutizia per quelli chì crede in Cristu: "Tu era ancu mortu da e vostre trasgressioni è peccati, in quale avete campatu una volta à a manera di stu mondu ... Ma Diu, chì hè riccu in misericordia, hà in u so grande amore cù quale. ci hà amatu, ancu noi chì eramu morti in u peccatu, fatti vivu cù Cristu - per grazia sì stati salvati » (Efesini 2,1-2; 4-5).

Diu hà avà risuscitatu spiritualmente cun Cristu! Per a so gràzia "ci hà risuscitatu cun noi è ci hà istituitu in u celu in Cristu Ghjesù, per chì in i tempi à vene puderia mostrà a ricchezza abbundante di a so grazia per via di a so bontà versu noi in Cristu Ghjesù" (versi 6-7). Questa sezione descrive a nostra cundizione attuale cum'è seguitori di Ghjesù Cristu!

Diu hà "nasciutu di novu secondu a so grande misericordia à una speranza viva attraversu a risurrezzione di Ghjesù Cristu da i morti, à una eredità immortale è immaculata è imperitura chì hè guardatu per voi in u celu" (1. Petru 1,3-4). Ghjesù vive in noi avà (Galati 2,20). Avemu statu spiritualmente nati novu è pudemu vede u regnu di Diu (Ghjuvanni 3,3).

Quandu hà dumandatu quandu u regnu di Diu hà da vene, Ghjesù hà rispostu: "U regnu di Diu ùn vene micca per esse osservatu; nè si dicerà : Vedi, eccu ! o : eccu ! Perchè eccu, u regnu di Diu hè in tè "(Luca 17,20-21). Ghjesù era in mezu à i Farisei, ma campa in cristiani. Ghjesù Cristu hà purtatu u regnu di Diu in a so persona.

Di listessa manera chì Ghjesù stà avà in noi, Istituisce u Regnu. A venuta di Ghjesù per campà in noi prefigura a revelazione finale di u regnu di Diu nantu à a terra à a seconda venuta di Ghjesù.

Ma perchè Ghjesù campa in noi ? Fighjemu: "Per via di a grazia vi sò stati salvati per via di a fede, è micca da voi stessu: hè un rigalu di Diu, micca da l'opere, perchè nimu ùn si vantassi. Perchè simu u so travagliu, creatu in Cristu Ghjesù per e opere boni, chì Diu hà preparatu prima per caminari in elli "(Efesini 2,8-10). Diu ci hà salvatu per grazia, micca per i nostri sforzi. Ma ancu s'ellu ùn pudemu micca guadagnà a salvezza per l'opere, Ghjesù vive in noi per chì pudemu avà fà boni travaglii è cusì glurificà à Diu.

Ghjesù hè ghjuntu. Ghjesù vene. È - Ghjesù venerà torna

Dopu a risurrezzione di Ghjesù, quandu i so discìpuli u vide ascendere, dui ànghjuli li dumandonu:
«Chì stai quì à fighjulà u celu ? Stu Ghjesù, chì hè statu purtatu da voi in u celu, vene di novu cum'è l'avete vistu cullà in u celu » (Atti di l'Apòstuli 1,11). Iè, Ghjesù vene di novu.

À a so prima venuta, Ghjesù hà lasciatu alcune previsioni messianiche senza rializà. Questa era una di e ragioni perchè i Ghjudei u rifiutavanu. Videnu u Messia cum'è un eroe naziunale chì li libererebbe da u duminiu rumanu.

Ma u Messia avia da vene prima per more per tutta l'umanità. Solu dopu Cristu vultà cum'è u Rè vittorioso è allora ùn solu exaltà Israele, ma facenu tutti i regni di stu mondu i so regni. «È u settimu anghjulu sonò a so tromba; è grandi voci s'arrizzò in u celu, dicendu: I regni di u mondu di u nostru Signore è u so Cristu sò diventati, è ellu regnerà per sempre è sempre "(Apocalisse). 11,15).

"Varaghju à preparà u locu per voi", disse Ghjesù. "E quandu anderaghju à preparà u locu per voi, veneraghju di novu è vi purteraghju à mè, per esse induve sò" (Ghjuvanni 1)4,23).

Prufezia di Ghjesù nantu à u Monti di l'Olivi (Matteu 24,1-25.46) hà rispostu à e dumande è preoccupazioni di i discìpuli nantu à a fine di questa età. In seguitu, l'apòstulu Paulu hà scrittu di a Chjesa cumu "u Signore stessu vinarà quandu u cumandamentu hè sonatu, quandu a voce di l'arcànghjulu è a tromba di Diu falanu da u celu, è prima i morti chì sò morti in Cristu risusciteranu" (2. Tessalonicesi 4,16). À a seconda venuta di Ghjesù, risuscitarà i ghjusti chì sò morti à l'immortalità è trasfurmà i credenti chì sò sempre vivi à l'immortalità, è l'incontru in l'aria (vv. 16-17; 1. Corinti 15,51-54).

Ma quandu?

Durante i seculi, e speculazioni nantu à a seconda venuta di Cristu anu causatu una mansa di disputi - è innumerevoli delusioni, quandu i vari scenarii di previsioni si sò rivelati sbagliati. L'accentu eccessivu nantu à quandu Ghjesù hà da vultà ci pò distrae da u focu cintrali di u Vangelu - L'opera di redenzione di Ghjesù per tutti l'omi umani, realizata per via di a so vita, morte, risurrezzione, è travagliu continuu di redenzione cum'è u nostru sommu sacrificadore celeste.

Pudemu diventà cusì affascinati da speculazioni profetiche chì ùn riescemu micca à compie u rolu legittimu di i cristiani cum'è luci in u mondu praticendu u modu di vita cristianu amorevule è compassionevule è glurificendu à Diu servendu l'altri.

"Se l'interessu di qualchissia per l'annunzii biblichi di l'ultime cose è a Seconda Venuta degenera in suttili schizzi di avvenimenti futuri ben ingegnerizati, allora si sò alluntanati luntanu da u cuntenutu è u spiritu di e parolle profetiche di Ghjesù, u New International Bible Commentary dice di què Vangelu di Luca »à pagina 544.

U nostru focu

S'ellu ùn hè micca pussibule di sapè quandu Cristu venerà di novu (è dunque pocu impurtante paragunatu à ciò chì a Bibbia veramente dice), induve duvemu dirigenu e nostre energie? Duvemu fucalizza nantu à esse pronti per a venuta di Ghjesù ogni volta chì succede!

« Hè per quessa chì sì prontu ancu tù ! Ghjesù disse: "Perchè u Figliolu di l'omu vene à una ora chì ùn pensate micca cusì" (Matteu 2).4,44). "Ma quellu chì persiste finu à a fine serà salvatu" (Matthew 10,22). Avemu da esse pronti per ellu per ch'ellu pò vene in a nostra vita avà è guidà a nostra vita avà.

U focu di a Bibbia

Tutta a Bibbia hè nantu à a venuta di Ghjesù Cristu. Cum'è cristiani, a nostra vita duveria ancu girà intornu à a so venuta. Ghjesù hè vinutu. Ellu vene avà per mezu di l'abitazione di u Spìritu Santu. È Ghjesù vene torna. Ghjesù vinarà in putenza è gloria "per cambià i nostri corpi vanitosi, affinchì ellu diventerà cum'è u so corpu glurificatu" (Filippesi 3,21). Allora "a creazione ancu serà liberata da a schiavitù di l'impermanenza à a gloriosa libertà di i figlioli di Diu" (Rumani 8,21).

Iè, vengu prestu, dice u nostru Salvatore. È cum'è credenti è discìpuli di Cristu, pudemu tutti risponde cù una sola voce: "Amen, sì, venite Signore Ghjesù" (Apocalisse 2).2,20)!

Norman Shoaf


A seconda venuta di Cristu