U Diu trinu

101 u diu di u trionu

Sicondu a testimonianza di l'Scrittura, Diu hè un essere divinu in trè persone eterne, identiche ma sfarenti, u Babbu, u Figliolu è u Spìritu Santu. Hè u solu Diu veru, eternu, immutable, omnipotente, omnisciente, omnipresente. Hè u creatore di u celu è di a terra, u mantenitore di l'universu è di a fonte di salvezza per l'omu. Eppuru trascendente, Diu agisce direttamente è personalmente nantu à e persone. Diu hè amore è buntà infinita. (Marcu 12,29:1; 1,17 Timoteu 4,6:28,19; Efesini 1: 4,8; Matteu 5,20:2,11; 16,27 Ghjuvanni 2: 13,13; 1:8,4; Tito 6; Ghjuvanni; Corintini ; Corintini)

Solu ùn funziona micca

U babbu hè Diu è u figliolu hè Diu, ma ci hè solu un Diu. Questa ùn hè micca una famiglia o un cumitariu d'esseri divini - un gruppu ùn pò micca dì: "Ùn ci hè nimu cum'è mè" (Isaia 43,10; 44,6; 45,5). Diu hè solu un esse divinu - più cà una persona, ma solu un Diu. I primi cristiani ùn anu micca avutu questa idea da u paganisimu o da a filusufia - sò stati tippu forzati à fà cusì da e Scritture.

Appena chì l'Scrittura insegna chì Cristu hè divinu, insegna chì u Spìritu Santu hè divinu è persunale. Qualunque sia u Spìritu Santu, Diu face. U Spìritu Santu hè Diu, cum'è sò u figliolu è u babbu - trè persone chì sò perfettamente unite in un Diu stessu: a Trinità.

Perchè studià teologia?

Ùn mi parlate micca di teologia. Appena mi insegna a Bibbia. » Per u cristianu mediu, a teologia pò sembra cum'è qualcosa senza speranza cumplicata, frustrante cunfusu è completamente irrilevante. Tutti ponu leghje a Bibbia. Allora perchè avemu bisognu d'esultà i teologi cù e so longi sentenzi è espressioni strammi?

Fede chì cerca a capiscitura

A teologia hè stata chjamata "fede chì cerca a capiscitura". In altre parolle, cum'è cristiani, avemu fiducia in Diu, ma Diu ci hà creatu cù a vulintà di capisce in quale avemu fiducia è perchè avemu fiducia in ellu. Ci hè quì chì entra a teologia. A parola "teologia" vene da una cumminazione di duie parolle greche, theos, chì significa Diu, è logia, chì significa cunniscenza o studiu - u studiu di Diu.

A teologia, quandu aduprata currettamente, pò serve a Chjesa cumbattendu eresie o falsi insegnamenti. Ciò, perchè a maiò parte di eresie venenu da una incomprensione di quale hè Diu, da credenze chì ùn currispondenu micca à a manera in chì Diu si svilò in a Bibbia. A proclamazione di l'evangelu da a chjesa deve naturalmente esse basata nantu à a ferma fundazione di l'autorevelazione di Diu.

Revelazione

Sapendu o cunnosce à Diu hè qualcosa chì noi l'omu ùn si ponu micca pensà à noi stessi. L'unicu modu per scopre qualcosa di veru di Diu hè di sente ciò chì Diu ci dice di ellu stessu. U modu più impurtante chì Diu hà sceltu per rivelazione à noi hè per mezu di a Bibbia, una cullizzioni di Scritture cumpilata da parechji, parechji seculi, sottu a tutela di u Spìritu Santu. Ma ancu un studiu diliziosu di a Bibbia ùn ci pò micca capisce u dirittu capiscenu di quale hè Diu.
 
Avemu bisognu di più di studiu - avemu bisognu di u Spìritu Santu per permette à i nostri menti di capiscenu ciò chì Diu revela nantu à ellu stessu in a Bibbia. In definitiva, a vera cunniscenza di Diu pò vene solu da Diu, micca solu per mezu di studiu umanu, ragiunamentu è sperienza.

A Chjesa hà una rispunsabilità permanente per rivisore criticamente e so credenze è e pratiche à a luce di a rivelazione di Diu. A teologia hè u sforzu continuu di a cumunità di a fede cristiana per a verità mentre cerca umilmente a saviezza di Diu è seguitendu a direzzione di u Spìritu Santu in tutta a verità. Finu à chì Cristu torna in gloria, a Chjesa ùn pò micca assume chì hà rializatu u so scopu.

Questa hè a raghjoni perchè a teologia ùn deve mai esse una semplice riformulazione di u creditu è ​​di i duttrini di a Chjesa, ma piuttostu un prucedimentu senza fine di l'auto-esame. Solu quandu stemu in a luce divina di u misteru di Diu averemu da truvà a vera cunniscenza di Diu.

Paulu chjamava u misteru divinu "Cristu in tè, speranza per a gloria" (Colosiani 1,27), u sicretu chì Diu hà piaciutu à Diu di "cuncilià tuttu cun ellu stessu, sia in terra o in celu, facendu a pace à traversu u so sangue nantu à a croce" (Colosiani 1,20).

A proclamazione è a pratica di a Chjesa cristiana hà sempre bisognu di scrutinamentu è di sintonizazione, à volte ancu di più riforma, postu chì cresce in a grazia è a cunniscenza di u Signore Ghjesù Cristu.

Teologia dinamica

A parolla dinamica hè una bona parolla per descriverà stu sforzu custante da a Chiesa cristiana per guardà sè stessu è u mondu à a luce di l'autorevelazione di Diu è dunque di permette à u Spìritu Santu di adattà si in modu di esse un populu chì sia di novu riflette è proclamanu ciò chì Diu hè veramente. Videmu questa qualità dinamica in teologia in tutta a storia di a Chjesa. L'apòstuli anu riinterpretatu l'Scrittura quandu anu proclamatu Ghjesù cum'è u Messia.

U novu attu di Diu di l'autorevelazione in Ghjesù Cristu prisintò a Bibbia in una nova luce, una luce chì l'Apòstuli pudianu vede perchè u Spìritu Santu hà apertu i so ochji. In u quartu seculu, Atanasiu, vescu d'Alexandria, hà utilizatu parolle spiegative in i crediti chì ùn eranu in a Bibbia per aiutà i Gentili à capisce u significatu di a rivelazione biblica di Diu. In u 16u seculu, Johannes Calvin è Martin Luther anu luttatu per u rinnovu di a Chiesa in virtù di a dumanda di a verità biblica chì a salvezza vene solu da grazia per via di a fede in Ghjesù Cristu.

In u 18u seculu, John McLeod Campbell pruvau a vista stretta di a Chjesa di Scozia 
per allargà a natura di a cunciliazione di Ghjesù [ispiazione] per l'umanità è dopu hè statu ghjittatu per via di i so sforzi.

In i tempi muderni, nimu ùn hè statu cusì efficace in chjamà a Chjesa à una teologia dinamica basata nantu à una cridenza attiva cum'è Karl Barth, chì "rinunciò l'Europa à a Bibbia" dopu chì a teologia liberale protestante guasi inguattò a Chjesa per l'umanisimu accettò l'illuminazione è dunque furmò a teologia di a Chjesa in Germania.

Ascolta à Diu

Ogni volta chì a Chiesa ùn riesce à sente a voce di Diu è invece dà a so presunzione è e so supposizioni, diventa debule è inutile. Perde a rilevanza in l'ochji di quelli chì prova di ghjunghje cun l'evangelu. U listessu si applica à ogni parte di u corpu di Cristu quandu si svolge in i so propri idee è tradizioni prefissate. Addiventa, ingaghjatu o staticu, u cuntrariu di dinamica, è perde a so efficacità in predicà l'evangelu.

Quandu si svolge questu, a chjesa cumencia à frammentassi o si sparte, i cristiani si alluntananu unu di l'altru è u cumandamentu di Ghjesù di amà unu l'altru fade in u sfondate. Allora a proclamazione di u Vangelu diventa solu un inseme di parolle, un'offerta è una dichjarazione chì a ghjente solu accunsente. U putere daretu à ellu per offre guariscenza per a dispusizione peccante perde u so effettu. I relazioni diventenu esterni è solu superficiali è mancanu a cunnessione profunda è l'unità cun Ghjesù è cun l'altri, induve a vera curazione, a pace è a gioia diventanu pussibulità reali. A religione statica hè una barriera chì pò impedisce i credenti di diventà e persone reale chì, secondu u scopu di Diu, duverebbe stà in Ghjesù Cristu.

"Doppiu predeterminatu"

A duttrina di scelta o doppia predestinazione hè stata longa duttrina caratteristica o identificativa in a tradizione teologica riformata (a tradizione hè ombreggiata da Johannes Calvin). Questa duttrina era spessu sbagliata, distorta, è era a causa di una controversia è soffrenza senza fine. U Calvinu stessu s'hè luttatu cù sta dumanda è u so insignamentu hè statu interpretatu da parechji cù e parole: "Dapoi l'eternità, Diu hà predeterminatu alcuni per a salvezza è quarchi per a dannazione".

St'ultima interpretazione di a duttrina di l'elezzione hè di solitu qualificata da "iper-calvinista". Promuve una vista fatalista di Diu cum'è un tirannu arbitrariu è un nemicu di a libertà umana. Un'altra vista di sta duttrina face ch'ella sia una bona nova chì hè proclamata in l'autorevelazione di Diu in Ghjesù Cristu. A testimonianza biblica descrive a grazia scelta di Diu cum'è stupente, ma micca crudele! Diu chì ama in libertà offre a so grazia à tutti quelli chì volenu ricevela.

Karl Barth

Per correggerà l'iper-calvinismu, u prominente teologu riformatu di a chjesa moderna, Karl Barth, ha rimodellatu a duttrina riformata di l'elezzioni, cuncintrendu u rigezione è l'elezzione in Ghjesù Cristu. In u Volume II di a so Dogmatica Chjesa, hà prisentatu l'insignamentu biblicu tutale di l'elezzione in una manera coherente cù tuttu u pianu di l'autorevelazione di Diu. Barth hà dimustratu enfaticamente chì a duttrina di l'elezzione in un cuntestu trinitariu hà un scopu centrale: spiega chì l'opere di Diu in creazione, cunciliazione è salvezza sò cumplettamente realizate in grazia libera di Diu, chì hè rivelata in Ghjesù Cristu. Ella afferma chì u Diu trunevale, chì hà campatu in amore amichevule per sempre, vole includenu altri in questa borsa di grazia. U Creatore è u Redentore aspetta una relazione cù a so creazione. E relazioni sò in modu dinamicu, micca staticu, micca congelatu, è immutabile.

In u so dogmatismu, in quale Barth hà reconsideratu a duttrina di l'elezzione in un cuntestu Trinatore Creatore-Redentore, a chjamò "a somma di l'evangelu". In Cristu, Diu hà sceltu tutta l'umanità in una relazione di pattu per participà à a so vita di a cumunità scegliendu volontariamente è cun grazia di esse u Diu chì hè per l'umanità.

Per u nostru bè, Ghjesù Cristu hè tramindui u sceltu è u rifiutatu, è solu in ellu a scelta individuale è u rifiutu ponu esse cumprinziati cum'è reali. In autri paroli, u Figliolu di Diu hè u sceltu per noi. Cum'è l'omu universale, sceltu, u so elettu alternante, alternativu, hè sia per cundannà a morte (a croce) in u nostru postu è à a vita eterna (a risurrezzione) in u nostru locu. Questa opara cunciliante di Ghjesù Cristu in l'Incarnazione hè stata completa per a redenzione di l'umanità caduta.

Avemu dunque dì è accettà i Sì à Diu di Ghjesù per noi in Cristu Ghjesù è cumincià à vive in l'alegria è a luce di ciò chì ci hè statu digià garantitu per noi - unità, cunvivialità è participazione cun ellu in una nova creazione.

Nova creazione

In u so impurtante cuntribuzione à a duttrina di l'elezzione, Barth scrive:
«Perchè in l'unità di Diu cun sta sola persona, Ghjesù Cristu, hà dimustratu u so amore è a so solidarizazione cun tutti. In questa, pigliò u peccatu è a culpabilità di tutti è per quessa li hà salvatu tutti da a corte per un dirittu più altu, chì avianu subitu in u dirittu, affinchì ellu hè veramente u veru cunfortu di tutte e persone ».
 
Tuttu hè cambiatu in croce. Tutta a creazione, ch'ella a sappia o micca, hè diventata, hè stata è serà [in l'avvene] redimita, trasfurmata è fatta nova in Ghjesù Cristu. In ellu diventemu una nova creazione.

Thomas F. Torrance, studiente è interpretu di Karl Barth, era u editore quandu a dogmatica di a chjesa Barth era tradutta in inglese. Torrrance hà cridutu chì u Volum II hè statu unu di i più boni opere teologichi scritti mai. D 'accordu cun Barth chì tutta l'umanità hè stata redimitata è salvata in Cristu. In u so libru La Mediazione di Cristu, u prufissore Torrance stipula a rivelazione biblica in tale modu chì Ghjesù, per via di a so vita vicaria, di a morte è di a risurrezzione, ùn era micca solu u nostru cunciliatore espunibile, ma serve dinò cum'è a risposta perfetta à a grazia di Diu.

Ghjesù pigliò nantu à ellu stessu a nostra ruttura è a ghjudiziu, hà pigliatu u peccatu, a morte è u male per riesce a creazione à tutti i livelli è per trasfurmà tuttu ciò chì stava contru à noi in una nova creazione. Siamo stati liberati da a nostra natura depravata è ribellu per una relazione interiore cù Quellu chì ci ghjustifica è ci santifiche.

Torrance cuntinua, dichjarendu chì "quellu chì ùn accetta micca quellu chì ùn hè micca guaritu". Ciò chì Cristu ùn hà pigliatu stessu ùn hè micca statu salvatu. Ghjesù hà pigliatu a nostra mente alienata nantu à sè stessu, hè diventatu ciò chì simu noi per esse cunciliati cù Diu. In u fattu, ha pulitu, guaritu è ​​santificatu l'umanità peccata in u fondu di u so esse attraversu u so attu rappresentante amorevule di diventà omu per noi.

Invece di u peccatu cum'è tutti l'altri, Ghjesù hà cundannatu u peccatu in a nostra carne guidendu una vita di santità totale in a nostra carne, è per via di a so ubbidità fede, hà cunvertitu a nostra umanità ostile è disubbidiente in una relazione vera è amante cù u Babbu.

In u Figliolu u Diu trionu hà accettatu a nostra natura umana in u so essere è cusì hà cambiatu a nostra natura. Ellu ci hà redimatu è cunciliatu. Facendu a nostra natura peccadora propria è guariscendu, Ghjesù Cristu hà diventatu u mediadoru trà Diu è una umanità cascata.

A nostra elezzione in l'omu stessu Ghjesù Cristu cumpone u scopu di Diu per a creazione è definisce à Diu cum'è u Diu chì ama in libertà. Torrance spiega chì "tutta a grazia" ùn significa micca "nunda di l'umanità", ma chì tutta grazia significa tutta l'umanità. Chistu significa chì ùn ci pudemu mancu tene à unu per centu di noi stessi.

Da a grazia per mezu di a fede, spartemu in l'amore di Diu per a creazione in una manera chì ùn era micca pussibule prima. Questu significa chì amemu l'altri cum'è Diu ci ama perchè Cristu hè in noi per grazia è simu in ellu. Questu pò accade solu in u miraculu di una nova creazione. A rivelazione di Diu à l'umanità vene da u Babbu per mezu di u Figliolu in u Spìritu Santu, è una umanità redimita risponde avà à u Babbu per fede in u Spìritu per mezu di u Figliolu. Avemu stati chjamati à a santità in Cristu. In ellu godemu a libertà da u peccatu, a morte, u male, a necessità è u ghjudiziu chì stava contru à noi. Riturnemu l'amore di Diu per noi cun gratitudine, adorazione è serviziu in a comunità di fede. In tuttu di e so relazioni curativi è salvatrici cun noi, Ghjesù Cristu hè implicatu per trasfurmà noi individualmente è per fà noi umani - vale à dì per fà noi veri persone in ellu. In tutte e nostre relazioni cù ellu, ci face veramente umani in a nostra risposta persunale à a fede. Sta succe per mezu di a putenza creativa di u Spìritu Santu in noi cumu ci unisce cun l'umanità perfetta di u Signore Ghjesù Cristu.

Tutta a grazia significa chì tutta l'umanità participa. A grazia di Ghjesù Cristu, chì hè statu crucifissu è resuscitatu, ùn diminuisce l'umanità chì hè vinutu per salvà. A grazia inimaginabile di Diu porta à a luce tuttu ciò chì simu è facemu. Ancu in u nostru penitenza è a nostra fede, ùn pudemu micca fà fiducia nantu à a nostra propria risposta, ma ci cunfidemu di a risposta chì Cristu hà offrittu è per noi da u Babbu! In a so umanità, Ghjesù hè diventatu u nostru proxy per Diu in tuttu, cumprese a fede, a cunversione, l'adorazione, a celebrazione di i sacramenti, è l'evangelisimu.

Ignoratu

Sfurtunatamente, Karl Barth hè generalmente ignoratu o interpretazione errata da l'evangelici americani, è Thomas Torrance hè spessu ritrattu cum'è troppu difficile da capisce. Ma l'incapacità à apprezzà a natura dinamica di a teologia, chì si spiega in a rivisione di Barth di a duttrina di l'elezzione, face chì parechji evangelici è ancu Cristiani Riformati stanu intrappulati da cumbatte da capiscenu induve Diu hè a linea trà u cumpurtamentu umanu è tira à a salvezza.

U grande principiu riformatoriu di a riforma in cursu duveria liberà di tutte e vechje vedute mundiali è di e teologie basate in u cumpurtamentu chì impediscenu a crescita, prumove a stagnazione è impedisce a cooperazione ecumenica cù u corpu di Cristu. Ma a ghjesgia oghje ùn hè spessu priva di a gioia di a salvezza stessu, mentre chì tenga un "boxe ombra" cù tutte e so sfarenti forme di legalismu? Hè per quessa chì a Chjesa hè spessu carattarizata cum'è un bastione di spiritu è ​​di sclusione, piuttostu chè un testamentu di grazia.

Tutti avemu una teologia - un modu di pensà è di capisce Diu - sia chì a sapemu o micca. A nostra teologia afecta cumu pensemu è capiscenu a grazia è a salvezza di Diu.

Se a nostra teologia hè dinamica è orientata in relazione, saremu aperti à a parolla di salvezza sempre presente di Diu, chì ci da in a so grazia solu da Ghjesù Cristu.
 
Invece, se a nostra teologia hè statica, andemu in una religione di u legalisimu, di
Atrofia spirituale è stagnazione spirituale.

Invece di cunnosce Ghjesù in modu attivu è reale chì spezia tutte e nostre rilazioni cun compassione, pacienza, amabilità è pace, sperimenteremu spiritu, esclusività, e cundannazione da quelli chì ùn riescenu à scuntrà i nostri standards currettamente definiti di pietà. .

Una nova creazione in libertà

A teologia faci a differenza. Cume capiscenu chì Diu influene cumu capiscenu a salvezza è cumu vivu a vita cristiana. Diu ùn hè micca un prigiuneru di una idea statica, pensata umanamente di cumu si deve o deve esse.

L'umani sò incapaci di logicamente pensà quale hè Diu è cum'ellu si deve esse. Diu ci dice quale hè è quale hè, è chì hè liberu di esse esattamente quale vole esse, è s'hè rivela in noi in Ghjesù Cristu cum'è Diu, chì ci ama, chì hè per noi, è chì hà decisu di fà a causa di l'umanità - ancu a vostra è a mea - a so propria.

In Ghjesù Cristu simu liberi di e nostre menti peccatrici, da a nostra vantagiu è a disperazione, è avemu statu rinnuvatu da a grazia per sperimentà a pace di Diu Shalom in a so amante cumunità.

Terry Akers è Michael Feazell


in pdfU Diu trinu