Himmel

132 celu

"Ciulu" cum'è un termu biblicu denota l'abitazione scelta di Diu, è ancu u destinu eternu di tutti i figlioli redimi di Diu. "Essa in u celu" significa: stà cun Diu in Cristu induve ùn ci hè più a morte, u dolu, u pientu è u dulore. U celu hè scrittu cum'è "gioia eterna", "felicità", "pace" è "a ghjustizia di Diu". (1. Re 8,27-30; 5. Mosè 26,15; Matteu 6,9; Atti di l'Apòstuli 7,55-56; Ghjuvanni 14,2-3; Apocalisse 21,3-4; 22,1-5; 2. Petru 3,13).

Andemu in celu quandu murimu?

Qualchidunu si burlanu di l'idea di "andà in u celu". Eppuru Paul dice chì avemu digià urdinatu in u celu (Efesini 2,6) - è piuttostu lascià u mondu per esse cun Cristu chì hè in u celu (Filippesi 1,23). Andà in u celu ùn hè micca assai sfarente di ciò chì Paul hà dettu prima. Pudemu preferimu altre manere di dì, ma ùn hè micca un puntu per criticà o burla di l'altri cristiani.

Quandu a maiò parte di a ghjente parla di u celu, adupranu u termine cum'è sinonimu di salvezza. Per esempiu, certi evangelisti cristiani dumandanu: "Site sicuru chì se site mortu sta sera andarete in celu?" U veru puntu in questi casi ùn hè micca quandu o induve venenu - stanu solu dumandendu se sò sicuri di a so salvezza.

Alcune persone pensanu à u celu cum'è un locu induve ci sò nuvole, arpe è strade paviate cù oru. Ma tali cose ùn sò micca veramente una parte di u Celu - sò idiomi chì indicanu pace, bellezza, gloria, è altre cose belle. Sò un tentativu di aduprà termini fisichi limitati per discrive e realità spirituali.

U celu hè spirituale, micca fisicu. Hè u "locu" induve Diu stà. I fan di a fantascienza ponu dì chì Diu vive in un'altra dimensione. Hè prisente in ogni locu in tutte e dimensioni, ma u "celu" hè u regnu in u quale vive in realtà. [Mi scusu per a mancanza di precisione in e mo parolle. I teologhi ponu avè parolle più precise per sti cuncetti, ma spergu di pudè trasmette l'idea generale in termini simplici]. U puntu hè: Esse in "Celu" significa esse in presenza di Diu in una manera immediata è speciale.

L'Scrittura rende chjaru chì seremu induve Diu hè (Ghjuvanni 14,3; Filippini 1,23). Un altru modu di discrìviri a nostra stretta rilazioni cù Diu in questu tempu hè chì l'avemu "vede faccia à faccia" (1. Corinti 13,12; Revelazione 22,4; 1. Johannes 3,2). Hè una maghjina chì simu cun ellu u più vicinu pussibule. Allora s'è avemu capitu u terminu "cielu" cum'è a dimora di Diu, ùn hè micca sbagliatu di dì chì i cristiani seranu in u celu in l'età à vene. Seremu cun Diu, è esse cun Diu hè ghjustu chjamatu essendu in u "celu".

In una visione, Ghjuvanni hà vistu a presenza di Diu, chì finalmente vene à a terra - micca a terra attuale, ma una "terra nova" (Apocalisse 2).1,3). Ùn importa micca s'ellu "venemu" [andà] in u celu o ellu "vene" à noi. In ogni modu, seremu in u celu per sempre, in a presenza di Diu, è serà maravigliosamente bonu. Cumu discrivimu a vita di l'età à vene - finu à chì a nostra descrizzione hè biblica - ùn cambia micca u fattu chì avemu a fede in Cristu cum'è u nostru Signore è Salvatore.

Ciò chì Diu hà in tenda per noi hè oltre a nostra imaginazione. Ancu in questa vita, l'amore di Diu supera a nostra intelligenza (Efesini 3,19). A pace di Diu hè oltre a nostra ragione (Filippesi 4,7) è a so gioia supera a nostra capacità di spressione in parolle (1. Petru 1,8). Allora quantu più hè impussibile di discrive quantu serà bonu per campà cù Diu per sempre?

L'autori biblichi ùn ci anu datu assai dettagli. Ma una cosa a sapemu sicura - serà a più bella sperienza chì avemu mai avutu. Hè megliu cà i più belli dipinti, megliu cà l'alimentu u più deliziosu, megliu cà u sport u più passiunante, megliu cà i migliori sentimenti è sperienze chì avemu mai avutu. Hè megliu cà tuttu in terra. Serà tamantu
Esse una ricumpensa!

di Ghjiseppu Tkach


in pdfHimmel