Predicenza biblica

127 prufezia biblica

A prufezia rivela a vuluntà di Diu è u pianu per l'umanità. In a prufezia biblica, Diu dichjara chì u peccatu umanu hè perdonatu per via di u pentimentu è di a fede in u travagliu redentore di Ghjesù Cristu. A prufezia proclama à Diu cum'è onnipotente Creatore è Ghjudice di tuttu è assicura l'umanità di u so amore, grazia è lealtà è motiva u credente à fà una vita divina in Ghjesù Cristu. (Isaia 46,9: 11-24,44; Luca 48: 4,17-14; Daniele 15:2; Ghjuda 3,14; Petru)

E nostre credenze nantu à a prufezia biblica

Parechji cristiani anu bisognu di una visione generale di a prufezia, cum'è mostratu sopra, per vede a prufezia da a perspettiva curretta. Questu hè perchè assai cristiani sottumettenu eccessivamente a prufezia è facenu dichjarazioni chì ùn ponu micca fundamentà. Per alcuni, a prufezia hè a duttrina più impurtante. Occupa a più grande parte di u so studiu biblicu, è questu hè u tema chì volenu più sente. I rumanzi Armageddon si vendenu bè. Parechji cristiani farianu bè di vede ciò chì dicenu e nostre credenze nantu à a prufezia biblica.

A nostra dichjarazione hà trè frasi: a prima dice chì a prufezia face parte di a rivelazione di Diu per noi, è ci dice qualcosa di quale hè, cumu hè, ciò chì vole, è ciò chì face.

A seconda sentenza dice chì a profezia biblica annuncia a salvezza per mezu di Ghjesù Cristu. Ùn significa micca chì ogni profezia tratta di u pirdunu è a cridenza in Cristu. Semu sempre chì a profezia hè u solu locu induve Diu revela queste cose riguardanti a salvezza. Pudemu dì chì alcune profezie di a Bibbia tratta di salvezza per mezu di Cristu o chì a profezia hè una di e tanti manere in quale Diu rivela u perdonu per mezu di Cristu.

Perchè u pianu di Diu si focalizza in Ghjesù Cristu è a profezia hè parte di a rivelazione di Diu di a so vuluntà, hè inevitabile chì a profezia sia direttamente o indirettamente in relazione cù ciò chì Diu fa in e per mezu di Ghjesù Cristu. Ma ùn circhemu micca di capiscia ogni profezia quì - simu da dà una introduzione.

In a nostra dichjarazione vulemu dà una prospettiva sana nantu à perchè esiste a profezia. A nostra dichjarazione s'oppone à a pretensione chì a maiò parte di a prufezia hè cuncernata nantu à u futuru, o chì si focalizza in certi populi. U più impurtante nantu à a profezia ùn hè micca di i populi è micca di l'avvene, ma di u pentimentu, a fede, a salvezza è a vita quì è oghje.

Se avemu fattu un studiu in a maiò parte di e denominazioni, aghju dubbitu sì parechje persone dicerianu chì a prufezia hè di u pardonu è di a fede. Pensanu chì ella si cuncentra in altre cose. Ma a prufezia hè di circa a salvezza per mezu di Ghjesù Cristu, è ancu di un numeru di altre cose. Quandu i milioni fighjanu a profezia biblica per determinà a fine di u mondu, quandu milioni associanu a profezia à l'avvenimenti chì stanu in l'avvene, aiuta à ricurdà à e persone chì un scopu di profezia hè di revelà. chì a peccazione umana pò esse pirdunata per mezu di l'opera di salvezza di Ghjesù Cristu.

russuri

Vogliu dì qualcosa di più nantu à a nostra dichjarazione. In prima, dice chì u peccatu umanu pò esse pardunatu. Ùn dice micca peccati umani. Parlamemu di u statu di basi di l'umanità, micca solu di i risultati individuali di a nostra peccata. Hè veru chì i peccati individuali ponu esse pardunati per crede in Cristu, ma hè ancu più impurtante chì a nostra natura difettu, a radica di u prublema, hè ancu pardunata. Ùn averemu mai u tempu o saviezza di pinghje di qualcosa peccatu. U perdonu ùn dipende micca di a nostra capacità à listà tutti. Piuttostu, permette à Cristu per noi chì tutti, è a nostra natura peccatrice in u core, siamo perdonatu d'una volta.

In seguitu vedemu chì u nostru peccatu hè pardunatu per via di a fede è di u pentimentu. Vulemu dà una garanzia pusitiva chì i nostri peccati anu stati pardunati è chì anu stati perdonati basatu nantu à u pentimentu è a credenza in l'opera di Cristu. Questu hè un spaziu di prufezia. A fede è u pentimentu sò duie parte di a stessa munita. Si producenu praticamente à u stessu tempu, sebbene a credenza vene prima in a logica. Se cambiamu solu u nostru cumpurtamentu senza crede ùn hè micca u tipu di pentimentu chì porta à a salvezza. Solu u pentimentu accumpagnatu da a fede hè efficace per a salvezza. La fede deve vene prima.

Spessu dicemu chì avemu bisognu di fede in Cristu. Hè propriu, ma sta sintenza dice chì avemu bisognu di fede in u so travagliu di salvezza. Ùn avemu micca solu fiducia in ellu - avemu dinò fiducia in ciò chì hà fattu chì ci permette di esse pardunati. Ùn era solu ellu cum'è una persona chì pardona a nostra peccazione - hè ancu una cosa chì hà fattu o qualcosa chì faci.

In questa dichjarazione ùn specificemu micca ciò chì hè u so travagliu di redenzione. A nostra testimunianza di Ghjesù Cristu hè chì "hè mortu per i nostri peccati" è chì "media trà Diu è l'omu". Questu hè u travagliu di redenzione chì duvemu crede in e per mezu di u quale simu perdonati.

Teologicamente parlante, a ghjente pò riceve u perdonu solu per crede in Cristu, senza avè alcune credenze precise in quantu à Cristu hè capace di fà per noi. Ùn ci hè una teuria particulare annantu à l'espiazione di Cristu chì hè dumandata. Ùn ci sò micca credenze particulare in quantu à u so rolu di mediatore chì sò necessarii per a salvezza. Tuttavia, hè chjaru in u Novu Testamentu chì a nostra salvezza hè stata fatta pussibule da a morte di Cristu in croce, è ellu hè u nostru sacerdote chì interviene per noi. Quandu cridemu chì u travagliu di Cristu hè efficace per a nostra salvezza, speremu u pirdunu. Li ricunnosce è venemu à ellu cum'è Salvatore è Signore. Ricunniscimu chì ci accetta in u so amore è a grazia, è accettemu u so maravigliu rigalu di salvezza.

A nostra dichjarazione dice chì a prufezia tratta di i dettagli meccanichi di a salvezza. Truvemu prove di questu in e Scritture chì citemu à a fine di a nostra testimunianza - Luke 24. Quì Ghjesù risortu spiega alcune cose à dui discìpuli in strada per Emmaus. Citemu i versi 44 à 48, ma puderiamu ancu include i versi 25 à 27: «È li disse: O scemi, troppu lenti di core per crede tuttu ciò chì i prufeti anu dettu! Ùn hà micca avutu Cristu à soffre què è entre in a so gloria? E cuminciò cun Mosè è tutti i prufeti è li spiegò ciò chì si dicia d'ellu in tutte e Scritture " (Luca 24,25-27).

Ghjesù ùn hà micca dettu chì e Scritture parlava solu d'ellu o chì ogni profezia era da ellu. Ùn avia tempu per passà tuttu l'Anticu Testamentu. Alcune prufezia eranu da ellu è alcune eranu solu indirette nantu à ellu. Ghjesù hà spiegatu e profezie chì si riferiscenu più direttamente à ellu. I discepuli crèdenu parte di ciò chì i profeti avianu scrittu, ma era lentu per crede tuttu. Hanu mancatu una parte di a storia è Ghjesù hà chinu di i buchi è li li spiegò. Benchì alcune di e profezie di Edom, Moab, Assyria, o Egittu è certi eranu di Israele, altri eranu nantu à a soffrenza è a morte di u Messia è a so risurrezzione à a gloria. Ghjesù li spiegò questu.

Da nutà ancu chì Ghjesù hà iniziatu cù i libri di Mosè. Contenenu alcune profezie messianiche, ma a maiò parte di u Pentateucu hè di Ghjesù Cristu in modu diversu - in termini di tipologia, sacrificiu, è rituali sacerdotali chì profetiscenu l'opera di Messia. Ghjesù hà ancu spiegatu questi cuncetti.

I versi 44 à 48 ci dicenu di più: «Ma ellu li disse: Eccu e mo parolle chì ti aghju dettu quandu eru sempre cun voi: Deve esse accadutu tuttu ciò chì hè scrittu nantu à mè in a lege di Mosè , in i prufeti è in i salmi » (V. 44). À novu, ùn hà micca dettu chì ogni dettagliu era nantu à ellu. Ciò chì hà dettu hè chì e parte chì eranu nantu à ellu avianu da esse cumpiite. Pensu chì puderebbe aghjustà chì micca tuttu si duverebbe esse rializatu quandu hè ghjuntu prima. Alcune profezie sembranu indicà à u futuru, u so ritornu, ma cumu hà dettu, anu da esse cumpiite. Non solu a prufezia hà signalatu à ellu - a lege l'avè ancu signalatu, è u travagliu ch'ellu faria per a nostra salvezza.

Versi 45-48: «Dopu aprì a so intelligenza per ch'elli capissinu e Scritture, è li disse: Hè scrittu chì Cristu soffre è risusciterà da i morti u terzu ghjornu; è chì u pentimentu hè predicatu in u so nome per a rimissione di i peccati trà tutti i populi. Cumencia à Ghjerusalemme è ne serà testimone ". Quì Ghjesù spiega alcune di e profezie chì u cuncernavanu. A prufezia ùn hà micca solu indicatu a sofferenza, a morte è a risurrezzione di u Messia - a prufezia hà ancu indicatu u messaghju di pentimentu è perdonu, un missaghju chì seria predicatu à tutti i populi.

A prufezia tocca à parechje cose sfarente, ma u più impurtante chì si tratta è u più impurtante chì revela hè u fattu chì pudemu riceve u perdonu per via di a morte di u Messia. Cum'è Ghjesù hà enfatizatu stu scopu di profezia in u caminu di Emmaus, cusì enfatizemu stu scopu di profezia in a nostra dichjarazione. Se avemu interessatu in a profezia, avemu da esse sicuru di ùn mancu sta parte di u passaghju. Se ùn capiscenu micca sta parte di u messagiu, nunda più ci hà da aiutà.

Hè interessante per leghje Revelazione 19,10 cun questu in mente: "Ma a tistimunianza di Ghjesù hè u spiritu di prufezia". U messagiu annantu à Ghjesù hè u spiritu di prufezia. Si tratta di questu. L'essenza di a prufezia hè Ghjesù Cristu.

Trè altre scopi

A nostra terza frase aghjusta parechji dettagli nantu à a prufezia. Dice: «A prufezia proclama à Diu cum'è onnipotente Creatore è Ghjudice sopra tuttu è assicura l'umanità di u so amore, grazia è lealtà è motiva u credente à fà una vita divina in Ghjesù Cristu». Eccu trè altri scopi di prufezia. Prima, ci dice chì Diu hè u ghjudice suvranu di tuttu. Dopu, ci dice chì Diu hè amorevule, misericurdiosu è fidele. È in terzu, chì a prufezia ci motiva à campà bè. Demu un ochju vicinu à questi trè scopi.

A prufezia biblica ci dice chì Diu hè suvranu, ch'ellu hà l'autorità è u putere nantu à tutte e cose. Citemu Isaia 46,9: 11, un passaghju chì sustene stu puntu. «Arricurdatevi u precedente cum'è era di l'antichità: Sò Diu, è nimu altru, un Diu chì ùn s'assumiglia nunda. Dapoi u principiu aghju proclamatu ciò chì avia da vene dopu è prima ciò chì ùn era ancu accadutu. Dicu: ciò chì aghju decisu accadrà, è tuttu ciò chì aghju decisu di fà. Chjamu un acula da l'Est, da un paese luntanu l'omu chì hà da compie u mo cunsigliu. Cum'è l'aghju dettu, a lasceraghju vene; ciò chì aghju previstu, a facciu ancu eiu ".

In sta sezione, Diu dice chì Ellu ci puderà cuntà cumu tuttu finirà, ancu quandu cumencia. Ùn hè micca difficiule di dì a fine da u principiu dopu à tuttu hè accadutu, ma solu Diu pò annunziate a fine da u principiu. Ancu in i tempi antichi, hà sappiutu predisce ciò chì avissi da succede in u futuru.

Qualchidunu dicenu chì Diu pò fà questu perchè ellu vede u futuru. Hè vera chì Diu pò vede u futuru, ma questu ùn hè micca u puntu chì Isaia hà da scopu. Ciò chì insiste ùn hè micca solu chì Diu vedi o ricunnosce in anticipu, ma chì Diu intervene in a storia per assicurà chì succede. A purterà, anche si in questu casu pò chjama in un omu orientale per fà u travagliu.

Diu annuncia u so pianu in anticipu, è sta rivelazione hè quella chì chjamemu profezia - qualcosa chì serà annunziatu in anticipu. Eccu a profezia hè parte di a rivelazione di Diu di a so vuluntà è di u so scopu. Dopu, perchè hè a vulintà, u pianu, è a vulintà di Diu, ellu assicura chì succede. Farà ciò chì li piace, qualsiasi cosa vole fà perchè hà u putere di fà. Hè sovranu annantu à tutte e nazioni.

Daniel 4,17: 24 ci dice a listessa cosa. Questu accade subitu dopu chì Daniel hà annunziatu chì u rè Nabucodonosor perderà a so mente per sette anni, è poi dà a ragione seguente: "Hè u cunsigliu di l'Altissimu nantu à u mo Signore u Rè: sarete fora di a cumpagnia di l'omi è duvete stà cun l'animali di u campu, è ti faranu manghjà erba cum'è bestiame, è ti sterrete sottu à a rugiada di u celu è ti bagnarete, è sette volte passanu sopra à voi, finu à chì sapete chì u Hà una putenza suprema annantu à i regni di l'omi è danu à quellu chì vole » (Daniel 4,21: 22).

Cusì a prufezia hè stata data è realizata in modu chì a ghjente saperia chì Diu hè l'Altissimu trà tutti i populi. Hà u putere di utilizà à qualchissia cum'è regula, ancu u più bassu trà l'omi. Diu pò dà u duminiu à quale vole dà perchè hè sovranu. Questu hè un messaghju chì ci hè trasmessu à traversu a profezia biblica. Ci mostra chì Diu hà omnipotenza.

Profezia ci dice chì Diu hè u ghjudice. Puderemu vede questu in parechje profezie di l'Anticu Testamentu, in particulare in e profezie nantu à e punizioni. Diu dà cose spiacevuli perchè a ghjente hà fattu u male. Diu agisce cum'è un ghjudice chì hà u putere di ricumpinsà è punisce è chì hà u putere di assicurà chì si realizà.

Citemu à Ghjuda 14-15 per questa ragione: "Enoch hà ancu prufetizatu di questi, u settimu da Adam, è hà dettu: Eccu, u Signore vene cù i so millaie di santi per ghjudicà tutti è punisce tutti l'omi per tutte l'opere di a so cumpurtamentu impietu cù e quali eranu impii, è per tutta l'insolenza chì i peccatori impii anu parlatu contr'à ellu ".

Quì vedemu chì u Novu Testamentu cita una profezia chì ùn si pò truvà à u Vechju Testamentu. Questa prufezia hè in u Libru Apocryphal 1 Enoch, è hè stata incorporata in a Bibbia, è hè diventatu parte di u cuntu inspiratu di ciò chì a profezia revela. Svela chì u Signore vene - chì hè sempre in u futuru - è chì ellu hè u ghjudice di ogni pòpulu.

Amore, misericordia è lealtà

Induva a prufezia ci dice chì Diu hè amorevule, misericordiosu, è fedele? Induva hè revelatu in a prufezia? Ùn avemu micca bisognu di predizioni per sperimentà u caratteru di Diu perchè ellu ferma sempre u listessu. A profezia biblica revela qualcosa di u pianu è di l'azzioni di Diu, è hè inevitabbile chì revela qualcosa annantu à u so caratteru per noi. I so piani è i so piani ci saranu inevitabilmente a capiscenu chì hè amatu, misericordiosu è fidu.

Pensu quì à Ghjeremia 26,13: "Allora riparate e vostre vie è e vostre opere, è ubbidite à a voce di u Signore u vostru Diu, è u Signore si penterà di u male ch'ellu hà parlatu contru à voi". Quandu a ghjente cambia, Diu cederà; ùn hè micca intenzionatu à punisce; hè prontu à fà un novu principiu. Ùn tene micca rancori - hè compassionevule è dispostu à perdonà.

Cum'è un esempiu di a so fideltà, pudemu fighjà a prufezia in Leviticu 3:26,44. Stu passaghju hè un avvertimentu per Israele chì, se rompessinu l'allianza, serianu scunfitti è purtati in cattività. Ma tandu st'assicuranza hè aghjunta: "Ma ancu s'elli sò in paese nemicu, ùn li ricusu sempre, è ùn sò micca disgustatu cun elli, affinch'ella sia finita cun elli". Sta prufezia mette in risaltu a fideltà, a misericordia è l'amore di Diu ancu quandu quelle parolle specifiche ùn sò micca usate.

Osea 11 hè un altru esempiu di l'amore fidu di Diu. Ancu dopu avè descrittu quantu Israele era infidele, dice in i versi 8-9: "U mo core hè diversu, tutta a mo misericordia hè accesa. Ùn faraghju micca dopu a mo furia furia nè ruvinà Efraim di novu. Perchè sò Diu è micca un omu, è sò u santu trà voi è ùn vogliu micca vene à devastà ". Sta prufezia mostra l'amore custante di Diu per u so pòpulu.

E prufezii di u Novu Testamentu ci assicuranu ancu chì Diu hè amorevule, misericordiosu, è fidu. Ci hà da risanà trà i morti è ricumpinsà noi. Vivemu cun ellu è gode di u so amore per sempre. A profezia biblica ci assicura chì Diu hà intenzione di fà questu, è e realizzazioni passate di profezie ci assicuranu chì hà u putere di fà è fà esattamente ciò chì avia pensatu à fà.

Motivatu à una vita piacè

Finalmente, a dichjarazione dice chì a profezia biblica motivate i credenti à vive una vita piacè in Cristu Ghjesù. Cumu succede? Per esempiu, ci motiva à vultà à Diu perchè ci sò assicurati chì Ellu voli u megliu per noi, è sempre riceveremu u bonu quandu accettemu ciò chì Ellu offre, è riceveremu u male quandu ùn facemu micca

In questu cuntestu citemu 2 Petru 3,12: 14: "U ghjornu di u Signore venerà cum'è un latru; tandu u celu si scioglierà cù un gran fracassu; ma l'elementi si fonderanu da u calore, è a terra è l'opere chì ci sò seranu ghjudicate. Se avà tuttu què si scioglierà, cumu duvete stà in una santa caminata è in un essere pia ".

Avemu duvemu aspittassi u ghjornu di u Signore piuttostu cà di teme, è duvemu campà una vita piacè. Probabilmente qualcosa di bonu ci accadrà se noi di fà, è qualcosa di menu desiderate se ùn avemu micca. A prufezia ci incuraghja à vive una vita piacè perchè ci rivela chì Diu riceve quelli chì u cercanu fedelmente.

In i versi 12-15 leghjemu: «... voi chì aspettate è vi luttate per a venuta di u ghjornu di Diu, quandu u celu si scioglierà cù u focu è l'elementi si fonderanu cù u calore. Ma aspittemu un novu celu è una nova terra secondu a so prumessa, in a quale a ghjustizia abita. Dunque, u mo amatu, mentre aspettate, fate un sforzu per esse truvatu immaculatu è senza tortu in pace davanti ad ellu, è cunsiderate a pazienza di u nostru Signore per a vostra salvezza, cum'è u nostru caru fratellu Paulu, secondu a saviezza data à ellu vi hà scrittu ".

Questa Scrittura ci mostra chì a profezia biblica ci incurage à fà ogni sforzu per cumportà è pensà currettamente, per vive una vita piacè, è per esse in pace cun Diu. L'unicu modu per fà questu, di sicuru, hè attraversu Ghjesù Cristu. Ma in questa scrittura particulare, Diu ci dice chì hè paziente, fedele, è misericordiosu.

U rolu continuu di Ghjesù hè fundamentale quì. A pace cù Diu hè pussibule solu perchè Ghjesù si trova à a manu diritta di u Babbu è ferma per noi cum'è maiò sacerdoti. A legge mozaica hà previstu è predituva questu aspettu di u travagliu redentore di Ghjesù; attraversu ellu simu rinfurzati per vive una vita piacè, per fà ogni sforzu, è per esse puliti di e macchie chì contramu. Hè per crede in ellu cum'è u nostru grande prete chì pudemu esse cunfidendu chì i nostri peccati anu statu pardunati è chì a salvezza è a vita eterna sò garantiti.

A prufezia ci assicura a misericordia di Diu è u modu chì pudemu esse salvati per mezu di Ghjesù Cristu. A prufezia ùn hè micca a sola cosa chì ci motiva à campà una vita divina. A nostra futura ricumpensa o punizione ùn hè micca l'unica ragione per campà ghjustu. Pudemu truvà motivazioni per un bon comportamentu in u passatu, presente è futuru. In u passatu perchè Diu era bonu per noi è in ringraziamentu per ciò ch'ellu hà digià fattu, è simu disposti à fà ciò ch'ellu dice. A nostra mutivazione attuale per una vita ghjusta hè u nostru amore per Diu; u Spìritu Santu in noi ci face vulè piacè in ciò chì femu. È l'avvene aiuta ancu à motivà u nostru cumpurtamentu - Diu ci prevene nantu à a punizione, probabilmente perchè vole chì questu avvertimentu ci motivi à cambià u nostru comportamentu. Promette ancu ricumpense, sapendu chì anch'elli ci motivanu. Vulemu riceve e ricumpense ch'ellu dà.

U cumpurtamentu hè sempre statu un mutivu di prufezia. A prufezia ùn hè micca solu di prediczione, ma hè ancu di mette l'insegnazioni di Diu. Hè per quessa chì parechje profezie eranu cundiziunali - Diu hà avvistatu di punizioni è speravanu à u pentimentu in modu chì a punizione ùn avia micca da vene. I prufezii ùn sò stati datu in quantu di trivialità inutile annantu à l'avvene - avianu un scopu per u presente.

Zaccaria hà riassuntu u messagiu di i prufeti cum'è una chjama à u cambiamentu: "Cusì dice u Signore di l'armate: Andate da i vostri modi malvagi è da i vostri malfatti. Ma ùn anu micca ubbiditu è ​​ùn m'anu fattu casu, dice u Signore " (Zaccaria 1,3-4). A prufezia ci dice chì Diu hè un ghjudice misericordiosu, è per via di ciò chì Ghjesù fa per noi, pudemu esse salvatu se avemu fiducia in ellu.

Alcune profezie anu una portata più lunga è ùn dipendenu micca se a ghjente hà fattu bè o male. Micca tutte e prufezie sò state fatte per stu scopu. In effetti, a prufezia vene in una varietà cusì larga chì hè difficiule à dì, eccettu in un sensu generale, chì scopu servenu tutte e profezie. Certi sò per questu scopu, alcuni per questu scopu, è ci sò alcuni chì ùn simu micca sicuri di cosa sò.

Se pruvemu à fà una dichjarazione di fede per qualcosa di diversa cum'è a profezia, faremu una dichjarazione generale perchè hè precisa: a profezia biblica hè unu di i modi in chì Diu ci dice ciò chì Ellu fa è u messagiu generale di profezia. ci informa da u più impurtante chì Diu fa: Ci porta à a salvezza per mezu di Ghjesù Cristu. Prufezia ci ammonta di noi
u ghjudiziu chì vene, ci assicura a grazia di Diu è dunque ci incurageci à piddà è
per unisce à u prugramma di Diu.

Michael Morrison


in pdfPredicenza biblica