peccatu

115 peccati

U peccatu hè l'illegalità, un statu di ribellione contru à Diu. Dapoi u tempu chì u peccatu hè ghjuntu in u mondu per mezu d'Adam è Eva, l'omu hè statu sottu u jugu di u peccatu - un jugu chì pò esse eliminatu solu da a gràzia di Diu per mezu di Ghjesù Cristu. A cundizione peccaminosa di l'umanità si mostra in a tendenza à mette sè stessu è i so interessi sopra à Diu è a so vulintà. U peccatu porta à l'alienazione da Diu è u soffrenu è a morte. Perchè tutti i pirsuni sò peccatori, tutti anu ancu bisognu di a redenzione chì Diu offre à traversu u so Figliolu. (1. Johannes 3,4; Rumani 5,12; 7,24-25; Marcu 7,21-23; Galati 5,19-21; Rumani 6,23; 3,23-24)

Fiduci u prublema di u peccatu à Diu

"Vaju, capiscu: u sangue di u Cristu sguassà tutti i peccati. È aghju dinò chì ùn ci hè nunda da aghjunghje. Ma aghju sempre una quistione: Se Diu per u Cristu m'hà perdunatu cumplitamente tutti i mo peccati - passati cum'è quelli chì commetti avà o in u futuru - chì duveria impedì di continuà à peccà per u cuntenutu di u mo core? Vogliu dì, hè a lege senza significatu per i cristiani? A Diu ora ignora in silenziu quandu u peccatu? Vole ùn vole à piantà di peccà? » Eccu quattru dumande - è ancu assai impurtanti. Vulemu illuminallu unu dopu l'altru - forse ci ne saranu più.

Tutti i nostri peccati sò pardunati

Prima di tuttu, diciate chì sapete chì u sangue di Cristu sguassà tutti i peccati. Quissa hè un accostu impurtante. Parechji Cristiani ùn sanu micca di questu. Credenu chì u pardonu di i peccati hè una cummerciale, un tipu di cummerciu trà l'omu è Diu, per u quale unu si comporta di manera divina è chì u Patre Celestiale promette perdonu è redenzione in ritornu.

Sicondu stu mudellu di pensamentu, per esempiu, avete messu a vostra fede in Ghjesù Cristu è Diu vi premia per fà cusì cù u sangue di u figliolu per rimeverà i vostri peccati. Comu tè, sì tù. Chì avaria da esse un bellu affare, ma quantunque un affare, un affare, è certamente micca un attu di misericordia cum'ellu proclama u Vangelu. Sicondu stu modu di pensamentu, a maiò parte di e persone cadenu in a dannazione perchè sò troppu tardi in i so sforzi è Diu dà solu u sangue di Ghjesù à pochi - cusì ùn serve micca a salvezza di u mondu sanu.

Parechji chjese ùn si lascianu micca in questu. I credenti potenziali sò attratti da a prumessa di sperimentà a salvezza da solu grazia; Una volta ch'è entrata in a Chiesa, però, u credente hè dunque affrontatu cù una serie di linee guida sicondu quale un cumpurtamentu non cumplicatore pò assai bè punitu cù l'esclusione - micca solu da a Chiesa, ma possibbilmente ancu da u Regnu di Diu stessu. Tantu per "salvatu da grazia".

Sicondu a Bibbia, ci hè veramente un mutivu per escludiri qualchissia da a fraternità di a chjesa (ma micca da u regnu di Diu, sicuru), ma hè una materia diversa. Per u mumentu vulemu lascià à a dichjarazione chì in i circoli religiosi spessu ùn piace micca avè i peccatori intornu, quandu l'evangelu espressamente mantene a porta aperta per elli.

Sicondu u Vangelu, Ghjesù Cristu hè l'espiazione micca solu per i nostri piccati, ma per i piccati di u mondu sanu (1. Johannes 2,2). È chì, cuntrariu di ciò chì parechji cristiani sò dettu da i so predicatori, significa chì ellu hà veramente pigliatu a culpa per ognunu di elli.

Ghjesù disse: "È eiu, quandu sò alzatu da a terra, attiraraghju tuttu à mè" (Ghjuvanni 1).2,32). Ghjesù hè Diu u Figliolu per mezu di quale tuttu esiste (Ebrei 1,2-3) è chì u sangue cuncilia veramente tuttu ciò chì hà creatu (Colossians 1,20).

Da grazia sola

Avete ancu dettu chì sapete chì l'accordamentu chì Diu hà fattu per voi in Cristu ùn pò esse cambiatu per u vostru vantaghju per u vostru aghjuntu. À questu puntu, ancu, avete alcuni vantaghji annantu à l'altri. U mondu hè piena di predicatori morale pugnali di u peccatu chì mandanu i so seguitori intimidati settimana dopu settimana nantu à un cursu pavimentatu cun possibili sbagli, in u quale anu da scuntrà una seria di esigenze speciali è omissioni è chì u so cumpiacimentu o incumplimentu face chì a pazienza di Diu strappià. minaccia, cun quale tuttu u piccolo picculu munzante hè sempre espostu à u periculu di avè à soffre i turmenti di l'infernu cum'è un fallimentu spirituale.

L'evangelu, invece, proclama chì Diu ama a ghjente. Ùn hè micca dopu à ella o contru à ella. Ùn aspetta ch'elli s'imbattissinu è dopu li sfracicà cum'è i vermi. À u cuntrariu, ellu hè da u so latu è l'ama tantu chì, per via di l'Espiazione di u so Figliolu, hà liberatu tutti l'omi, duv'elli campanu, da ogni peccatu (Ghjuvanni). 3,16).

In Cristu, a porta di u regnu di Diu hè aperta. A ghjente pò cunfidà (crede) a parolla di Diu, vultà à ella (pentite) è accettà l'eredità cusì generosamente datu à elli - o ponu cuntinuà à nigà à Diu cum'è u so Babbu è disprezzà u so rolu in a famiglia di Diu. L'Onniputente ci dà a libertà di scelta. S'ellu ci neghemu, rispetterà a nostra scelta. A scelta chì facemu ùn hè tandu quella destinata à noi, ma ci lascia a libertà di fà e nostre decisioni.

risposta

Diu hà fattu tuttu ciò chì era pussibule per noi. In Cristu ci hà dettu "sì" per noi. Avà ci tocca à risponde à "iè" da a nostra parte cù "iè". Tuttavia, a Bibbia indetta chì sorprendentemente ci sò veramente persone chì rispondenu "No" à a so offerta. Sò l'impatriati, l'odiu, quelli chì sò contru l'Omnipotente è stessi.

In fine, dicenu di cunnosce un modu megliu; ùn anu micca bisognu di u so Babbu celeste. Ùn rispettu nè à Diu nè à l'omu. À l'ochji, a so offerta à pardunà tutti i nostri peccati è à esse benedettu da ellu per sempre ùn vale micca un cantu, ma una burla - senza significatu è valore. Diu, chì hà datu u so figliolu ancu per elli, simpricimenti piglia nota di a so terribule decisione di stà figlioli di u diavulu, annantu à quale preferiscenu Diu.

Hè u salvatore è micca un distruttore. È tuttu ciò chì face hè basatu annantu à nunda altru chè a so vuluntà - è pò fà ciò chì vole. Ùn hè ligatu da alcune regule straniere, ma ferma irrevocabilmente fedele à u so amore è a so prumessa solennamente elogiata. Hè quellu chì hè è quellu chì hè esattamente quellu chì vole esse; hè u nostru Diu pienu di grazia, di verità è di fedeltà. Ellu ci perdona i nostri peccati perchè ellu ci ama. Hè cusì chì u vole, è hè cusì.

Nisuna lege puderia salvà

Ùn ci hè nisuna lege chì ci purterà à a vita eterna (Galati 3,21). Noi umani simpricimenti ùn ubbidiscemu micca e lege. Pudemu dibattà tuttu u ghjornu nantu à se pudemu esse in teoria rispettatori di a lege, ma à a fine ùn avemu micca. Cusì era in u passatu è cusì serà in u futuru. L'unicu chì puderia fà questu era Ghjesù solu.

Ci hè solu un modu per ottene salvezza, è questu hè per via di u rigalu di Diu, chì pudemu riceve senza quid pro quo o cundizioni (Efesini 2,8-10). Cum'è qualsiasi altru rigalu, pudemu accettà o ricusà. Qualunque cosa decidemu, hè u nostru solu per a grazia di Diu, ma ci purterà solu benefiziu è gioia se l'accettamu veramente. Hè solu una questione di fiducia. Cridemu à Diu è vultemu à ellu.

Eppuru, invece, simu in realtà cusì stupidi per rifiutallu, continueremu à vive, triste cum'ellu sia, in a nostra auto-scelta bughjura di a morte, cum'è se u calice d'oru che dassi a vita è che ci sia mai statu da noi.

L'infernu - una scelta

Quellu chì decide in questu modu è rifiuta à Diu cun tale disprezzu per un rigalu chì ùn pò micca esse compru - un rigalu chì hè pagatu caru cù u sangue di u so figliolu per mezu di quale tuttu esiste - ùn sceglie solu l'infernu. Sia cum'è, l'offerta di Diu di una vita chì hè stata cumprata cusì caru s'applica à quelli chì sceglienu sta strada cum'è à quelli chì accettanu u so rigalu. U sangue di Ghjesù espia per tutti i peccati, micca solu per alcuni (Colossians 1,20). A so espiazione hè per tutta a creazione, micca solu per una parte.

Quelli chì sprimenu un rigalu sò ricusati l'accessu à u regnu di Diu solu perchè anu decisu contru. Ùn vonnu micca da fà parte di ellu, è ancu se Diu ùn cessa mai di amà, Ùn tollerà micca a so stazione allora, per ùn puderanu spaventà a festa eterna di gioia cù l'orgogliu, l'odi è l'incredulità chì idolizzanu. Dunque andanu induve li piacenu più - direttamente à l'infernu, induve ùn ci hè nimu chì piace à arruinà a so miserabbica egocentrità.

Misericordia cuncessa senza cunsiderà - chì bona nutizie! Ancu se no ne meritemu di alcuna manera, Diu hà decisu di dà a vita eterna in u so Figliolu. Cridite o burlate. Tuttavia, decidemu, chì assai hè per sempre è sempre veru: Con a morte è a risurrezzione di Ghjesù Cristu, Diu ci hà dimustratu in termini concreti quantu ci ama è quantu vai per perdonà i nostri peccati è sparte cun noi cunciliallu.

Generosamente dà a so grazia à tutti in ogni locu in amore senza fine. Diu ci fa dà u rigalu di salvezza fora di grazia pura è senza dumandà nunda in ritornu, è tutti quelli chì credenu a so parolla è accettanu nantu à i so termini si ponu gudiri veramente.

Chì mi ferma?

Finu cusì bellu. Avà tornemu à e vostre dumande. Sì Diu hà pardunatu i mo peccati ancu prima ch'e aghju cummessu, chì mi deve impedisce di peccà ciò chì possu?

Prima di chjarificà qualcosa. U peccatu nasce principalmente da u core è ùn hè micca solu una seria di sbaglii individuali. U Sins ùn esce da nunda; anu a so origine in i nostri cori stretti. Dunque, un cantu fermu hè dunque necessariu di risolve u nostru prublema di peccatu, è di fà chì avemu da affruntà u prublema à e radiche piuttostu cà di curà i so effetti.

Diu ùn hà micca interessu in u robot comportamentu constantemente. Ellu voli à mantene una relazione d'amore cù noi. Ellu ci piace. Hè per quessa chì Cristu hè venutu per salvà. E relazioni sò basate nantu à u pirdunu è a grazia - micca nantu à u rispettu compulsivu.

Per esempiu, se vogliu chì a mo moglia mi amassi, facciu a so finta? Sè aghju fattu, u mo cumpurtamentu puderebbe risultà in cunfurmità, ma certamente ùn saria micca capaci di uttene veramente amassi. L'amore ùn pò esse furzatu. Pudete solu forzà a ghjente à fà certe cose.

Per mezu di l'autosacrificiu, Diu ci hà dimustratu quantu ci ama. Hà dimustratu u so grande amore per u pirdunu è a grazia. Soffrendu per i nostri peccati invece di noi, hà dimustratu chì nunda ùn ci pò separà da u so amore (Rumani 8,38).

Diu voli i zitelli, micca i schiavi. Ellu voli un ligame d'amore cun noi è micca un mondu cumpletu di pugnelli forzati à esse docile. Ci hà fattu di noi criaturi liberi cun vera libertà di scelta - è e nostre decisione significanu assai per ellu. Ellu voli chì u sceglie.

Vera libertà

Diu ci duna a libertà di cumportemu cum'è noi vedemu adattatu, è ci pardona per i nostri sbagli. Hà fattu questu di a so propria vuluntà. Hè cusì chì u vulia, è cusì succede senza cumprumissu. È sè avemu ancu un scantu d'intelligenza, pudemu vede cumu u so amore hè significatu è mantene à ellu cum'è s'ellu hè oghje l'ultimu ghjornu.

Allora chì ci deve impedisce di u peccatu liberamente? Nunda. Assolutamente nunda. È ùn hè mai statu sfarente. A lege ùn hà mai impeditu à nimu di u peccatu quandu vulianu (Galati 3,21-22). È cusì avemu sempre piccatu, è Diu hà sempre permessu. Ùn ci hà mai firmatu. Ùn appruva micca ciò chì facemu. È ùn li guarda mancu in silenziu. Ùn l'appruva micca. Iè, li fa male. È ancu ellu permette sempre. Hè chjamatu libertà.

In Cristu

Quandu a Bibbia dice chì avemu a ghjustizia in Cristu, hè significatu esattamente cumu hè scrittu (1. Corinti 1,30; Filippini 3,9).

Avemu a ghjustizia davanti à Diu micca da noi stessi, ma solu in Cristu. Semu morti di noi stessi per via di u nostru peccatu, ma à u stessu tempu simu vivi in ​​Cristu - a nostra vita hè piatta in Cristu (Colossians). 3,3).

Senza Cristu, a nostra situazione hè senza speranza; senza ellu simu venduti sottu à u peccatu è ùn avemu micca futuru. Ma Cristu ci hà salvatu. Questu hè u Vangelu - chì bona nutizia! Per mezu di a so salvezza, se accettemu u so rigalu, guadagnemu una relazione completamente nova cù Diu.

Per via di tuttu ciò chì Diu in Cristu hà fattu per noi - cumpresu u so incuraghjimentu, ancu urgendu, per fidàrisi in ellu - Cristu hè avà in noi. È per l'amor di Cristu (perchè ellu ferma per noi; risuscita i morti), ancu s'è simu morti per via di u peccatu, avemu a ghjustizia davanti à Diu è sò accettati da ellu. È tuttu ciò chì succede da u principiu à a fine, micca per noi, ma per mezu di Diu, chì ùn ci vince micca per coercizione, ma in virtù di u so amori, chì và à u puntu di l'auto-sacrificiu, cum'è si manifesta in u dà. di sè stessu.

A lege hè senza sensu?

Paul hà fattu chjaramente chjaru quale hè u puntu di a lege. Ci mostra chì simu peccatori (Rumani 7,7). Mostra chì eramu servile addicted à u peccatu in modu chì pudemu esse ghjustificati da a fede quandu Cristu hè vinutu (Galati. 3,19-27u).

Avà, per dì per un mumentu, avete affruntatu u Ultimu Ghjudiziu in a firma
Cunvinzione chì pudete stà davanti à Diu perchè tutti i vostri sforzi sò sempre stati centrati annantu à ubbidì à u Babbu Celeste. È cusì, invece di mette nantu à u vestitu di nozze tenutu prontu à l'intrata (a robba libera è pura destinata à e persone macchiate da u peccatu chì sanu chì ne anu bisognu), si passa per una entrata laterale, vistutu cù u vostru vestitu di ogni ghjornu, chì hè statu mal marcatu da u sforzu constantu pigliate u vostru postu à a tavula, u vostru pudore cun voi ogni passu di a strada.

U maestru di a casa li risponde: "Ehi, eccu, da induve site a caccia di entrare quì è d'insultà mi cù u to vestitu bruttu davanti à tutti i mo invitati?" È dopu dumandarà à u persunale: "Mancu sta miserabile impostora è u buttacciu ghjustu!"

Simu solu ùn pudemu lavà a nostra propria faccia brutta cù a nostra propria acqua bruta, u nostru sapunaghju bruttu è u nostru mantellu bruttu da sè stessu è continuà felice u nostru modu nantu à a supposizione sbagliata chì a nostra faccia senza spesa hè issa pulita. Ci hè solu un modu per cunquistà u peccatu, è ùn hè micca in e nostre mani.

Ùn ci scurdemu chì simu morti per via di u peccatu (Rumani 8,10), è i morti ùn ponu micca, per definizione, vene à a vita. Invece, u nostru sensu elevatu di culpabilità duveria muvimenti à confià chì Ghjesù ci lavarà da a nostra peccatezza (1. Petru 5,10-11u).

Diu ci vole à noi senza peccatu

Diu ci hà datu cusì abbundante grazia è salvezza per liberà di u peccatu, micca per dà a libertà di cuntinuà à peccatu à vuluntà. Cù questu ùn simu micca solu liberati da a culpabilità di u peccatu, ma ancu in una pusizioni di vede u peccatu nudu cum'è hè, è micca in belli trimmings chì sò designati per ingannà. È cusì pudemu ancu ricunnosce è scuzzulate u so putere ingannatu è presuntuoso chì esercita nantu à noi. Tuttavia, u sacrificiu d'espiazione di Ghjesù ferma per noi - ancu s'è noi cuntinuemu à peccatu, ciò chì certamente faremu - stà senza cumprumissu (1. Johannes 2,1-2u).

Diu in alcun casu scorda a nostra peccazione, ma simpricimenti a cundanna. Ùn appruva micca a nostra dimarchja sobria, puramente raziunale, a nostra esposizione cumpatosa à u sensu cumunu, o a nostra reazzione di rash à tentazioni di ogni tipu, da l'ira à a luxuria à a burla è l'orgogliu. Basta spessu, ci lascia ancu di portà e cunsequenze naturali di e nostre azioni da sè stessu.

Tuttavia, ùn ci chjude micca, chì ponenu a nostra fede è a nostra fiducia in ellu (chì significa chì purtamu u puru vestitu di nozze ch'ellu hà in tenda per noi) (cum'è certi predicatori parenu crede) per via di e scelte povere chì facemu , da a so festa di matrimoniu.

Ammissione di culpabilità

Una volta in a vostra vita, avete nutatu chì a vostra cuscenza turmenta a vostra cuscenza finu à avè cunfessu u vostru male à Diu? (E ci sò prubabilmente alcuni chì avete da andà à cunfessioni abbastanza spessu.)

Perchè site cusì? Sò perchè avete decisu di "peccà à u cuntenutu di u vostru core"? O forse piuttostu perchè u vostru core stà in Cristu è site intristitu in armunia cù u Spìritu Santu inherente finu à quandu site in pace cun u Signore di novu?

U Spìritu Santu indwelling, hè chjamatu in Rumani 8,15-17, "tistimunianza à u nostru Spìritu chì simu figlioli di Diu". Fendu cusì, ùn deve micca perde di vista dui punti: 1. Tu sì, u Spìritu Santu di Diu stessu tistimunia, in Cristu è cù tutti i santi un figliolu di u nostru Babbu Celestiale, è 2. U Spìritu Santu, cum'è u tistimunianza indwelling di u vostru veru sè, ùn riposu à scuzzulate voi, sè vo vulete cuntinuà à campà cum'è s'è tù era sempre "carne morta" cum'è prima di a vostra redenzione attraversu Ghjesù Cristu.

Ùn sbaglià micca! U peccatu hè tramindui u Diu è u to nemicu, è duvemu lotta à u core. Tuttavia, ùn deve mai crede chì a nostra salvezza dipende da quantu successu cummattiri. A nostra salvezza dipende da a vittoria di Cristu nantu à u peccatu, è u nostru Signore hà digià purtatu per noi. U peccatu è l'ombra chì u cumbatte sò digià stati sfracicati da a morte è a risurrezzione di Ghjesù, è a forza di quella vittoria hè riflessa in tutta a creazione da u principiu di u tempu finu à l'eternità. L'unichi in u mondu chì anu superatu u peccatu sò quelli chì fiducia ferma chì Cristu hè a so risurrezzione è a so vita.

Belli travagli

Diu si rallegra in i boni travagli di i so figlioli (Salmu 147,11; epifania 8,4). Hè piacè cù a gentilezza è a gentilezza chì avemu mostratu l'un à l'altru, cù i nostri sacrifici d'amore, u nostru zelo per a ghjustizia, è cù sincerità è pace (Ebrei 6,10).

Cum'è ogni altru travagliu bonu, questi nascenu da u travagliu di u Spìritu Santu in noi, chì ci move à confià, amà è onore à Diu. Sò inestricabilmente ligati à a relazione d'amore chì hà intrutu cun noi per mezu di a morte sacrificale è a risurrezzione di Ghjesù Cristu, u Signore di a vita. Tali atti è opere nascenu da u travagliu di Diu in noi chì sò i so figlioli amati, è cum'è tali ùn sò mai in vanu (1. Corinti 15,58).

U travagliu di Diu in noi

U nostru onestu zelo per fà ciò chì Diu piacè riflette l'amore di u nostru Salvadore, ma i nostri boni travagli chì facemu in u so nome ùn sò micca, di novu, per salvà. Dietro a ghjustizia spressione in e nostre parolle è atti chì rispettanu e lege di Diu hè Diu stessu, chì travaglia in noi cù gioia è gloria per purtà boni frutti.

Allora saria stupidu di vulè attribuisce à noi ciò chì face in noi. Saria altrettantu stupidu per suppone chì u sangue di Ghjesù, chì sguassate tutti i peccati, permetterebbe un pocu di u nostru peccatu per persiste. Perchè s'è no pensemu cusì, ùn averemu ancu micca idea di quale hè stu Diu eternu, onnipotente, trinu - Babbu, Figliolu è Spìritu Santu - chì hà creatu tuttu è in a so generosità ci hà redimutu cù u sangue di u so Figliolu, u Spìritu Santu abita in noi è rinnuvà tutta a creazione, sì, chì campa inseme cù tuttu l'universu (Isaia 65,17) ricreatu da un amore indescrivibilmente grande (2. Corinti 5,17).

A vita vera

Eppuru chì Diu ci cumanda di fà ciò chì hè bonu è bonu, Ellu ùn determina a nostra salvezza secondu chì a avemu o micca. Cosa hè ancu bellu per noi perchè se ellu hà fattu tutti seremmu rifiutati per esse insufficenti.

Diu ci salva per grazia è pudemu gudiri a salvezza per ellu quandu mettemu a nostra vita interamente in e so mani è vultemu à ellu è cunfidemu solu in ellu per risuscitarci da i morti (Efesini. 2,4-10; Ghjacumu 4,10).

A nostra salvezza hè determinata da Quellu chì registra i nomi di l'omi in u libru di a vita, è hà digià scrittu i nomi di tutti noi in quellu libru cù u sangue di l'Agnellu (1. Johannes 2,2). Hè summamente tragicu chì certi ùn volenu micca crede questu; perchè s'ellu si fidavanu di u Signore di a vita, avarianu capitu chì a vita ch'elli stanu luttendu per salvà ùn hè micca a vita attuale à tutti, ma a morte, è chì a so vita vera cù Cristu in Diu hè oculata è aspetta solu per esse revelata. U nostru Babbu Celestiale ama ancu i so nemichi, è vole chì, cum'è i so cumpagni, vultànu à ellu è entrenu in a felicità di u so regnu (1 Tim. 2,4... 6).

riassuntu

Allora fate un riassuntu. Li dumandonu: "Se Diu per u Cristu mi ha perdonatu tutti i mo peccati - passati cum'è quelli chì commetti avà o in u futuru - chì duverà impedì di continuà à peccà per u cuntenutu di u mo core? Vogliu dì, hè a lege senza significatu per i cristiani? A Diu ora ignora in silenziu quandu u peccatu? Vole ùn vole à piantà di peccà? »

Nunda ùn ci impedirà di u peccatu à a vulintà. Ùn era mai statu sfarente. Diu hà datu a nostra vuluntà è dà una grande impurtanza à questu. Ellu ci piace è vole formà un allianza d'amore cun noi; una tale relazione, però, si sviluppa solu s'ellu deriva da una decisione libera basata nantu à a fiducia è u perdonu è ùn hè micca statu purtatu da minacce o cumplicità forzata.

Ùn siamu micca bots è alcun carattere virtuale in un ghjocu predeterminatu. Semu stati creati cum'è esseri veri, liberi da Diu in a so propria libertà creativa, è a relazione persunale trà noi è Ellu esiste veramente.

A lege hè luntanu da esse senza significatu; ci serve per fà chì ci cunvincemu senza dubbiu chì siamu peccatori è in tantu luntanu da cunfurmà a vuluntà perfetta di Diu. L'Onnipotente ci permette di peccà, ma ellu di megliu ùn l'ignerà. Per quessa, ùn si ne era mancu alluntanatu da u sacrificiu di sè stessu per riesce à noi di u peccatu. Ghjè a cosa chì provoca u dolore à noi è à i nostri esseri umani è ci distrugge. Nasce da un core ostruitu da l'incredulità è a rivolta egoista contru a fonte primaria di a nostra vita è di l'esistenza. Ci priva di a forza di vultà à a vita reale, à l'esistenza vera, è ci face chjappà in a bughjura di a morte è nunda.

U peccatu faci

In casu chì ùn avete micca nutatu, u peccatu face u male cum'è l'infernu - literalmente - perchè per a so stessa natura, hè un veru infernu. Cusì, hà tantu sensu à "peccatu à u cuntenutu di u vostru core" cum'è per mette a vostra manu in a macchina per tosaerba. "Ben", aghju intesu dì qualcunu dicendu, "se simu digià pardunati, pudemu ancu cummettere adulteriu".

Sure, se ùn importa micca di vive in paura constante di cunsequenze pussibuli, risicate di gravidanza indesevule o di qualsiasi malattia venereale spiacevule, è sfalzante per a vostra famiglia, discreditandosi, perde i vostri amici sanguinà per i pagamenti di mantenimentu, da esse impastatu da una cuscenza culpabilita è forse chì l'avete pussutu trattà cù un maritu, un amicu, fratellu o babbu assai arraggiatu.

U peccatu hà cunsequenze, cunsequenze negative, è hè precisamente per questa causa chì Diu travaglia in voi per purtà u vostru ego in armunia cù l'imaghjini di Cristu. Pudete sente a so voce è travaglià annantu à sè stessu, o pudete cuntinuà à mette a vostra forza in fà azioni reprehensible.

Inoltre, ùn deve micca scurdà chì i peccati chì avemu generalmente pensatu à quandu parlemu di "peccatu à a vuluntà" sò solu a punta di l'iceberg. Cosa ci intesu quandu "simu" cumportemu cun avidità, egoistamente o apprussimatamente? E si avemu da esse ingrati, significanu e cose o ùn aiutanu micca quandu duvemu? Ciò di i nostri lagnamenti, l'invidia di i so impieghi, di ropa, di vittura o di case, o penseri scuri chì simu attaccati à noi? Cosa ci hè di i nostri pruvisti in ufficiu patronu, induve ci arricchiscemu, a nostra participazione à gossip o a degradazione di u nostru cumpagnu o di i nostri zitelli? È cusì pudemu seguità è viaghjà.

Sò ancu i peccati, alcuni grossi, altri piuttostu chjuchi, è indovinate chì? Cuntinuemu à fà quantu vulemu. Allora hè bonu chì Diu ci salvi per grazia piuttostu cà i nostri travaglii, ùn hè micca? Ùn hè micca bè per noi di peccatu, ma ùn ci impedisce micca di cuntinuà à a culpabilità. Diu ùn vole micca chì noi peccate, è ancu ellu sà megliu cà noi chì simu morti per u peccatu è persisterà in u peccatu finu à chì a nostra vera vita piatta in Cristu - redenta è senza peccatu - hè revelata à u so ritornu (Colossians). 3,4).

Vivi cum'è peccatore in Cristu

Paradossalmente, per via di a gràzia è u putere illimitatu di u nostru Diu eternamente vivu è eternamente amante, chì hè cusì generosamente cuncessu à noi, i credenti sò paradossalmente morti per via di u peccatu è ancu vivi in ​​Ghjesù Cristu (Rumani). 5,12; 6,4-11). Malgradu i nostri peccati, ùn camminemu più a strada di a morte perchè credemu è avemu accettatu a nostra risurrezzione in Cristu per noi (Rumani 8,10-11; Efesini 2,3-6). À u ritornu di Cristu, quandu ancu a nostra cunchiglia mortale ghjunghje à l'immortalità, serà cumpiita (1. Corinti 15,52-53).

Ma i miscredenti cuntinueghjanu à marchjà a strada di a morte, incapaci di gode di a so vita oculta in Cristu (Colossians 3,3) finu à ch'elli venenu ancu à crede; u sangue di Cristu hà ancu sradicà u so peccatu, ma solu puderanu confià chì ellu li liberarà da i morti si ponu crede à a bona nova chì ellu hè u so salvatore è vultà à ellu. Allora i non-credenti sò cum'è redenti cum'è i credenti - Cristu hè mortu per tutte e persone (1 Ghjuvanni 2,2) - solu ùn sanu micca ancu, è perchè ùn crèdenu micca ciò chì ùn sanu micca, cuntinueghjanu à campà in paura di a morte (Ebrei 2,14-15) è in u travagliu inutile di a vita in tutte e so manifestazioni false (Efesini 2,3).

U Spìritu Santu face credenti in l'imaghjini di Cristu (Rumani 8,29). In Cristu, u putere di u peccatu hè rottu è ùn simu più intrappulati in questu. Ancu cusì, simu sempre debuli è dà spaziu à u peccatu (Rumani 7,14-29; Ebrei 12,1).

Perchè ci ama, Diu preoccupa assai di a nostra peccata. Ellu ama u mondu tantu chì hà mandatu u so figliolu eternu per chì tutti quelli chì credenu in ellu ùn ne fermanu micca in a bughjura di a morte, chì hè u fruttu di u peccatu, ma anu a vita eterna in ellu. Ùn ci hè nunda chì ti pò separà da u so amore, nè ancu i vostri peccati. Fidà à ellu! Vi aiuterà a camminà in l'ubbidienza è vi perdonerà per tutti i vostri peccati. Hè u vostru Redentore à a vuluntà è hè perfettu in u so travagliu.

Michael Feazell


in pdfpeccatu