A cunniscenza di Ghjesù Cristu

040 a cunniscenza di Ghjesù Cristu

Parechje persone cunnoscenu u nome di Ghjesù è sanu assai nantu à a so vita. Festanu a so nascita è commemoranu a so morte. Ma a cunniscenza di u Figliolu di Diu vai assai più profonda. Pocu prima di a so morte, Ghjesù hà pricatu per i so seguitori per questa cunniscenza: "Ma questa hè a vita eterna chì ti ricunnoscenu, l'unicu veru Diu, è à quale avete mandatu, Ghjesù Cristu" (Ghjuvanni 17,3).

Paulu hà scrittu ciò chì seguita nantu à a cunniscenza di Cristu: "Ma ciò chì era guadagnu per mè, aghju cuntatu per u male per l'amore di Cristu; iè, avà aghju ancu cunsideratu chì tuttu hè male per a cunniscenza suprema di Cristu Ghjesù, u mo Signore, per u quale di u nome aghju persu tuttu è u cunsideru cum'è bruttu per pudè vince u Cristu " (Filippini 3,7–8).

Per Paulu, sapendu chì Cristu hè nantu à l'essenziale, tuttu u restu era impurtante, tuttu u restu ch'ellu hà cunsideratu cum'è spazzatura, cum'è spazzatura da ghjittà. A cunniscenza di Cristu hè cusì impurtante per noi quant'è per Paulu? Cumu pudemu ottene? Cumu si sprime?

Questa cunniscenza ùn hè micca qualcosa chì esiste solu in i nostri pinsamenti, implica a participazione diretta in a vita di Cristu, una cumminazione crescente cun Diu è u Figliolu Ghjesù Cristu per mezu di u Spìritu Santu. Hè diventendu unu cun Diu è u Figliolu. Diu ùn ci duna micca sta cunniscenza in una sola cascata, ma ci dà da ellu à pezzu. Ellu voli chì noi cresce in grazia è a cunniscenza. (2. Petr 3,18).

Ci sò trè duminii di sperienza chì ci permettenu di cultivà: a faccia di Ghjesù, a Parola di Diu, è u serviziu è a suffrenza. 

1. Cresce davanti à Ghjesù

Se vulemu cunnosce quarchi cosa esattamente, allura facemu un sguardu vicinu. Observemu è esaminemu se pudemu trarre conclusioni. Se vulemu cunnosce una persona, guardemu in particulare u visu. Hè u listessu cù Ghjesù. Pudete vede assai di ellu è di Diu in a faccia di Ghjesù! Sapere u visu di Ghjesù hè primuramente una questione di i nostri cori.

Paulu scrive di "ochji illuminati di u core" (Efesini 1,18:2) chì pò percepisce sta maghjina. Ciò chì guardemu intensamente ci influenzerà ancu noi, ciò chì guardemu cun devozione in chì seremu trasformati. Dui passaghji biblichi puntanu à questu: "Perchè u Diu chì hà chjamatu a luce per splende da a bughjura, hà ancu fattu a luce in u nostru core per l'illuminazione cù a cunniscenza di a gloria di Diu in faccia à Ghjesù Cristu" (4,6 Corinzi).

 

"Tuttavia, tutti riflettimu a gloria di u Signore cun un visu micca scunnisciutu è trasfurmate in a stessa maghjina, da a gloria à a gloria, à dì da u Spìritu di u Signore" (2 Corinzi 3,18).

Sò l'ochji di u core chì ci permettenu di vede a faccia di Ghjesù per mezu di u Spìritu di Diu è vedemu qualcosa di a gloria di Diu. Questa gloria hè riflessa in noi è ci trasforma in l'imaghjini di u figliolu.

Cum'è circhemu a cunniscenza di fronte à u Cristu, simu trasfurmati à a so maghjina! "Per chì Cristu abiti in i vostri cori per via di a fede, affinchì voi, arradicatu è fundatu in amore, capiscite cù tutti i santi ciò chì hè larghezza, lunghezza, altezza è profondità, è cunnosci tutti l'amore di Cristu A cunniscenza trascende, affinchì siate pieni à a pienezza di Diu. Passemu avà à a seconda zona di sperienza per cresce in grazia è in cunniscenza, a Parolla di Diu. Ciò chì sapemu è pudemu sapè di Cristu, l'avemu sperimentatu per mezu di a so parolla " (Efesini 3,17-19).

2. Diu è Ghjesù si revelanu à traversu a Bibbia.

«U Signore si comunica in a so parolla. Quellu chì registra a so parolla accetta. In quale a so parolla si ne stà. È quellu chì stà in a so parolla stà in ellu. Oghje, quandu e persone cercanu cunnuscenza o volenu cumunità, ùn pò micca esse enfasi abbastanza senza a subordinazione incondiziale à e linee di a so parolla. A cunniscenza sana di Cristu hè ligata cù e parolle sanu di u Signore. Questi soli aghjunghjenu fede sana. Hè per quessa chì Paul dice à Timoteu: «Tene bè l'immagine (Pattern) parolle sane » (2 Timoteu 1:13). (Fritz Binde «A Perfezione di u corpu di Cristu» pagina 53)

Con Diu, e parolle ùn sò micca solu "parolle", sò vive è efficace. Sviluppu una forza tremenda è sò fonti di vita. A Parola di Diu vole separàci di u male è purificà i nostri pinsamenti è e nostre menti. Questa pulizia hè stancu, a nostra mente carnale deve esse guardata in cuntrolli cù fucili pesanti.

Lettu ciò chì Paul hà scrittu annantu: "Perchè l'arme di a nostra cavaleria ùn sò micca carnali, ma putenti da Diu per distrughje fortezze, in modu chì pudemu ragiunà Destruying (falacie) è catturà ogni altezza chì risente contru à a cunniscenza di Diu è catturà ogni pensamentu per ubbidienza à Cristu, sò ancu pronti per venderà ogni disubbidienza una volta chì a vostra ubbidienza hà diventatu cumpletu (2 Corintini 10,4: 6).

Questa ubbidenza, chì Paul affronta quì, hè una parte impurtante di a purificazione. Purificazione è cunniscenza vanu da una parte. Ùn pudemu solu ricunnosce a defilazione à a luce di u visu di Ghjesù è ci anu da scartassi: "Se u spiritu di Diu ci mostra una carenza o qualcosa chì ùn hè micca d'accordu cù Diu, allora simu chiamati à l'azzioni! Ubbidienza hè necessaria. Diu vole sta cunniscenza hè realizatu in un cambiamentu divuloso. Senza un cambiamentu veru, tuttu resta a teoria, a vera cunniscenza di Cristu ùn maturu, s'assumiglia " (2 Corinzi 7,1).

3. Cresce à traversu u serviziu è u patimentu

È solu quandu fighjemu è sperimentemu u serviziu di Ghjesù à noi è a so suffrenza per noi chì u suffiziu è u serviziu umanu à l'altri anu u so significatu. U serviziu è u soffrenu sò boni fonti per cunnosce Cristu, u Figliolu di Diu. U serviziu hè un passatu di i rigali ricevuti. Eccu cumu Ghjesù serve, trasmette ciò chì hà ricevutu da u Babbu. Questu hè cumu duvemu videndu u nostru ministeru in a chjesa. U serviziu chì Ghjesù fa hè u mudellu per tutti di noi.

"E hà datu alcuni à apostoli, alcuni à profeti, alcuni à evangelisti, alcuni à pastori è maestri per equipà i santi per u travagliu di serviziu, per l'edificazione di u corpu di Cristu, finu à chì tutti siamo uniti in fede è cunniscenza u Figliolu di Diu " (Efesini 4,11).

Attraversu u serviziu mutuu, simu messi in u locu ghjustu è u locu ghjustu nant'à u corpu di Ghjesù. Ma ellu, cum'è u capu, dirige tuttu. U capu utilizeghja i diversi doni in a chjesa in tale manera chì producenu unità è cunniscenze. A cunniscenza di u Figliolu di Diu, ùn solu implica a crescita persunale, ma dinò a crescita in u gruppu. E funzioni in u gruppu sò diverse, è ci hè un altru aspettu di serve à l'altri chì porta à a crescita in a cunniscenza di Cristu. Induve ci hè serviziu, ci hè soffrenza.

"Un tali serviziu mutuu porta a soffrenza, sia per u persunale sia cù l'altri è per l'altri. Quelli chì volenu evità sta tripla sofferenza soffreranu senza dubbiu di perdite di crescita. Avemu da sperimentà u soffrenu personalmente perchè avemu a perdere a nostra vita cumpiacente in esse crucifissu, mortu è intarratu cun Cristu. Cum'è u Risuscitatu cresce in noi, sta autudicazione diventa un fattu »  (Fritz Binde "A Perfezione di u corpu di Cristu" pagina 63).

riassuntu

"Ma vogliu chì sapissi quale gran lotta aghju per voi è per quelli in Laodicea è per tutti quelli chì ùn m'anu micca vistu in carne per chì i so cori sò amminciati, uniti in amore è arricchiti cun certezza completa, a a cunniscenza di u misteru di Diu, chì hè Cristu, in quale tutti i tesori di saviezza è di cunniscenza sò oculati " (Colosiani 2,1: 3).

di Hannes Zaugg